I tribunali sono al collasso: lo sfascio della giustizia nei racconti dei lettori

In redazione una valanga di mail di vittime dei magistrati. Berlusconi garantisce: interverremo, coinvolto un esercito di italiani. La Cancellieri assicura: "Nuovo processo penale in un mese"

Il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri riferisce in Aula

Milano - Non sarà facile mettersi d'accordo: perché tra le battaglie contro la «malagiustizia» che ha in mente Silvio Berlusconi e le misure urgenti che il governo Letta si prepara a varare in tema di giustizia la distanza è ampia. Ma il fatto che ieri il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri annunci «entro la fine del mese» il varo di un disegno di legge per la riforma del processo penale è la conferma che quanto accade quotidianamente nei tribunali è una emergenza cui la politica sente l'esigenza di mettere argine.
Per Berlusconi, questa emergenza non è più costituita solo dalle sue vicende personali: il problema vero, dice il Cavaliere, è l'impatto devastante che i tempi e le storture della giustizia hanno sulla vita quotidiana dei cittadini qualunque. Da qui nascono i drammi che le vittime stanno raccontando in questi giorni nelle mail all'indirizzo di posta elettronica malagiustizia@ilgiornale-web.it, e di cui in questa pagina vengono riportati alcuni casi. È a storie come queste che si riferisce Berlusconi quando parla di un «vero e proprio esercito di italiani» vittime di «toghe che non pagano mai, che non rispondono dei propri errori, che sono diventati un potere assoluto», e indica nell'intervento su questo fronte uno dei punti principali dell'agenda di Forza Italia.
Tutt'altro paio di maniche è quanto bolle nella pentola del governo, dove almeno tre diversi percorsi si stanno incrociando e in parte accavallando. Da una parte c'è il decreto svuotacarceri che affronta in questi giorni il voto del Parlamento, con l'opposizione preannunciata di Lega e 5 Stelle. Poi c'è il testo, finora mai reso noto, approvato in novembre dalla commissione ministeriale presieduta da Giovanni Canzio, presidente della Corte d'appello di Milano, con la presenza di docenti universitari e avvocati: si dice proponga una parte di misure «garantiste», in particolare sull'utilizzo della custodia cautelare in carcere nel corso delle indagini preliminari, ma anche provvedimenti tesi a ridurre il numero dei processi, allargando la possibilità di archiviare i fascicoli per «tenuità del fatto». Infine c'è il «pacchetto» che sta preparando la Cancellieri, e che secondo alcuni articoli di stampa riprenderebbe in sostanza il lavoro della commissione Canzio. In realtà pare che le cose non stiano affatto così: la commissione Canzio non si è mai sognata di proporre l'innalzamento a 75 giorni per semestre della liberazione anticipata, che di fatto dimezzerebbe (con uno sconto di 150 giorni ogni 365) la durata delle pene inflitte dai tribunali, né della possibilità che un giudice possa essere sostituito nel corso di un processo, e nemmeno del trasferimento a un collegio di tre giudici della competenza a valutare, sentendo anche l'indagato, le richieste di custodia avanzate dalle Procure. Ma da chi siano state partorite allora queste proposte, non è chiaro.

Commenti

canaletto

Mer, 08/01/2014 - 08:16

CHISSA CHE ALTRO PASTICCIO. IL FATTO E' CHE BISOGNA TOGLIERE POTERE A CERTI MAGISTRATI E SOPRATTUTTO LE ACCUSE DEVONO ESSERE PROVATE E NON IPOTIZZATE E LA DIFESA DEVE ESSERE CERTA ED ASCOLTATA, NON COME AVVIENE OGGI CHE LA DIFESA SIA NEL CIVILE SIA NEL PENALRE, IL PIU DELLE VOLTE E' DISATTESA O VIENE STRAVOLTA DA CERTI GIUDICI CHE SI INVENTANO LE LEGGE AD HOC AL MOMENTO

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mer, 08/01/2014 - 10:01

Ma cosa volete che faccia la cancellieri, prima di tutto se non c'è qualche persona nota (per intenderci tipo ligrosti)non è affar suo e poi la casta delle toghe è talmente autonoma e potente che colle parole non si risolve niente. La politica dei kompagni non intende cambiare nulla poiché a loro va bene com'è, e quindi se non c'è più che un riscontro positivo per il cdx alle urne non se ne farà nulla e l'Italia si avvicinerà paurosamente alla korea del nord. Il nostro re tace e acconsente aspettando il suo momento per instaurare altro governo komunista, e quindi lunga vita al re e w il re.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 08/01/2014 - 10:08

I Tribunali sono al collasso, ma la Casta Giudiziaria non se la passa poi tanto male. Del resto è pure irresponsabile.

edo1969

Mer, 08/01/2014 - 10:08

conosco una che non si lamenta della malagiustizia, la sig.ra Ligresti

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Mer, 08/01/2014 - 10:43

Come posso segnalare il mio assurdo caso giudiziario, che mi vede coinvolto per nuova opera e danno temuto, avendo io vent'anni fa sostituito la copertura in eternit con tegoloni in alluminio coibentato per un bugigattolo di quattro metri per quattro al confine di una proprietà/seconda casa non abitata, rea di abusi oltremodo gravi nei miei confronti, appartenente ad una donna il cui marito Notaio in via Crescenzo/Roma si è trasferito a Bussolengo sull'Adige per esserle il più lontano possibile? Occorrerebbe investigare presso la Corte d'Appello, in Roma, via Varisco, dove il fascicolo giace presso la IV sezione, nelle 'mani' del presidente Mario ZEZZA, che, nelle udienze varie mi segnala scandalosamente il suo orientamento decisorio contro. La mia demoniaca controparte dispone del sostegno forte di alcuni magistrati che hanno un potere impressionante, violando ogni profilo giuridico. Mi si chiede di segnalare. Bene, l'ho fatto. Il prossimo mese di marzo ci sarà la decisione che mi vedrà decapitato. - riproduzione riservata - 10,43 - 8.1.2014

gneo58

Mer, 08/01/2014 - 10:44

se lavorassero veramente non saremmo a questi punti.....

Ritratto di H2SO4

H2SO4

Mer, 08/01/2014 - 12:11

Possibile che nessuno ricordi chi è che ha tagliato pesantemente i fondi alla magistratura ? A causa di questo hanno sistemi informatici inesistenti o antidiluviani ? Ne deriva tutta questa inefficienza unito al fatto che nessuno mai ha semplificato le leggi invece di fare solamente un falò di cartacce ? Ma davvero pensate che siamo tutti scemi ?

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 08/01/2014 - 12:22

LA; GIUSTIZIA ITALIANA É NELLE STESSE CONDIZIONI DELL;ITALIA INFATTI FÁ ACQUA DA TUTTE LE PARTI!.

csciara

Mer, 08/01/2014 - 12:25

chiedere un parere sul funzionamento della giustizia ai Ligresti...

rickyced

Mer, 08/01/2014 - 12:55

straordinari non pagati,materiali di cancelleria assenti,tribunali riuniti in modi ridicoli,troppi processi. La Giustizia ora è al punto in cui l'hanno ridotta. E i cittadini si bevono l'ennesima balla che bisogna riformarla in modo da garantire i soliti noti. Non è dx o sx lo volete capire!!!

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Mer, 08/01/2014 - 13:31

UNA; GIUSTIZIA CHE SPENDE 500 MILIONI DI EURO PER INCASTRARE BERLUSCONI SENZA NESSUNA PROVA! NON PUO ESSERE ALLO SFASCIO É IN QUESTO CASO FARSI RISARCIRE GLI SPRECHI DAI VARI BOCCASSINI; BRUTI LIBERATI; DEPASQUALE; INGROIA; WOODCOCK ETC.. ETC....!.

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Mer, 08/01/2014 - 13:40

Berlusconi mente. I magistrati sono intoccabili a meno che non intervenga l'Esercito, comein Egitto. Sia chiaro a tutti che non se ne esce! E' così dal dopoguerra...

Ritratto di riccio.lino.porco.spino

riccio.lino.por...

Mer, 08/01/2014 - 14:35

"Grazie alla riforma voluta dal governo Berlusconi e poi non contestata da nessuno, entrata in vigore il 13 settembre scorso, ora tutte le sedi distaccate dei Tribunali principali sono state cancellate". due cose, la prima, mi domando come mai state qui a ruttare notizie e commenti quando la riforma è gia'(!) stata fatta e per di piu' è stata fatta dal nano incapace, il vostro preferito. la seconda, berserker, ORBO, hai una tabula rasa nella scatola cranica e nelle mutande!

ugsirio

Mer, 08/01/2014 - 14:42

Dica meno str...... lavori di più e faccia lavorare quei fannulloni superpagati di magistrati. Però mi sorge un dubbio anche loro più lavoro faranno più pasticci creeranno.

Ritratto di chris_7

chris_7

Mer, 08/01/2014 - 15:03

amici, cosa vi lamentate a fare? la giustizia italiana può andare anche a quel paese, quando sei simpatico ti assolvono o ti mandano in un residence vista mare, se, pur non avendo fatto nulla ti ritrovi invischiato, l'inferno di Dante è uno scherzo

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 14/01/2014 - 09:06

innanzitutto devono pagare LORO le multe e sanzioni che l'Italia prende per LORO INCAPACITA' INADEMPIENZA DALLA UE e altri organismi di controllo, poi la legge e' o non e' UGUALE PER TUTTI?? ALLORA, LORO, I GIUDICI, DEVONO ESSERE I PRIMI A SOTTOSTARE A QUESTO PRINCIPIO!! e' una questione base di LORO CREDIBILITA' se ancora hanno un po di "faccia"..deve esistere un sistema TERZO di controllo e disciplina della loro' attivita' , il csm e' una buffonata, oramai palese, certificato da reprimende e sanzioni sull'assenza di provvedimenti disciplinari al loro interno fattogli dall' ue..