Altra minaccia No Tav al democrat Esposito

«Sei nel mirino». Questo diceva la lettera firmata Primula nera, indirizzata al senatore Pd Stefano Esposito. La missiva, la terza che il politico piemontese riceve nelle ultime settimane, è stata recapitata presso la redazione torinese di Cronaca qui. Esposito è noto per le sue posizioni a favore della Tav: solo qualche giorno fa aveva scritto su Twitter «Arrivati gli ultimi pezzi della talpa a Chiomonte. Fine della storia e fine delle aggressioni #NoTav ai camionisti». Ieri infatti è arrivata in Valsusa la fresa che dovrà scavare il tunnel geognostico: il cantiere ora si prepara ai blitz No Tav. Non si placa la polemica tra M5S e Ltf, la società responsabile del tratto internazionale della Torino-Lione. Dopo le accuse di irregolarità al cantiere di Chiomonte e la replica del direttore generale Marco Rettighieri, i parlamentari grillini si dicono «per nulla rassicurati» e invitano il direttore «a rimanere entro i confini del suo ruolo e a un maggiore rispetto istituzionale».