Altro che fine di Berlusconi E se al capolinea fosse il Pd?

Della morte politica del Cav si parla da quando è sceso in campo, ma la sua condanna è destinata ad accelerare l'esplosione di un partito lacerato da una guerra permanente

La fine di Berlusconi è un tema ricorrente della politologia italiana almeno a partire dal giorno in cui annunciò la discesa in campo. L'indomani, infatti, molti commentatori e tutti i leader del centrosinistra si dissero certi che il Cavaliere si sarebbe schiantato alle urne. Vinse le elezioni ma in pochi mesi, fra avvisi di garanzia e ribaltoni leghisti, finì all'opposizione: e di nuovo tutti a scommettere sulla sua fine. È andata così fino a ieri pomeriggio, e la statistica suggerisce che continuerà così per un altro bel pezzo.
Bisognerebbe invece chiedersi se non siamo alla fine del Pd. Il partito che D'Alema un giorno definì con sarcasmo un «amalgama mal riuscito» è oggi qualcosa di molto diverso, e molto peggiore: un campo di battaglia permanente, dove almeno tre grandi eserciti e una miriade di capitani di ventura intrecciano alleanze, muovono guerra, ordiscono tradimenti, firmano tregue precarie e subito ricominciano a combattere. La posta in palio è, naturalmente, la leadership: ma lo scontro è talmente profondo e radicale - perché in gioco c'è la sopravvivenza di un'intera generazione e di una cultura politica che ha segnato il Novecento italiano - da far temere che il risultato finale non possa che essere un'esplosione. La condanna di Berlusconi in Cassazione è destinata ad accelerare questo processo e non per caso ha già innescato una violenta polemica interna. Ugo Sposetti, un veterano che conosce bene il suo partito, nei giorni scorsi ha profetizzato l'apocalisse: «Il partito non reggerà l'urto e salterà in aria come un birillo - ha detto - Siamo politicamente annientati, nessuno ha ragionato di questa vicenda sul piano politico: per noi sarà una botta tremenda e il partito imploderà». Il motivo, del resto, è semplice: non soltanto il Pd, ma l'intera sinistra della Seconda Repubblica si è fondata e radicata su un unico, imprescindibile principio condiviso: l'antiberlusconismo. E in nome di questo principio ha sempre accettato passivamente le scelte della magistratura. Come si può dunque restare al governo con un «delinquente» (come ha elegantemente titolato ieri il Fatto), e magari persino metter mano con lui alla riforma della giustizia, come suggerisce Napolitano?
I tre eserciti che si muovono nel Pd si sfideranno proprio su questo terreno. Il primo, guidato da Enrico Letta, ha Napolitano come presidente onorario e, com'è ovvio, farà di tutto per difendere il governo. Ma potrebbe provare a fare qualcosa di più: costruire intorno al governo una specie di super-Scelta civica che raccolga, insieme ai montiani, i cosiddetti «moderati» del Pd e del Pdl. Contro questo disegno si muove il secondo esercito, quello di Renzi, che tuttavia ha anch'esso ambizioni che travalicano il recinto stretto del Pd, sempre più considerato dal sindaco di Firenze una bad company di cui liberarsi al più presto. Renzi, che ha già cercato l'affondo con il caso Alfano, proverà ancora a lavorare per le elezioni anticipate, e lo farà - per un curioso paradosso della cronaca - sfruttando proprio il cavallo di battaglia dei suoi avversari interni, l'antiberlusconismo.
Il terzo esercito, un po' raccogliticcio e guidato pro tempore da Epifani, è incerto sul da farsi. Rappresenta la tradizione e la continuità di una cultura politica e di un gruppo dirigente, è diviso al proprio interno ma compatto nel seguire l'istinto di sopravvivenza, vede in Renzi il nuovo Craxi (se non il nuovo Berlusconi) e dunque difende il governo, ma teme il disegno di Letta e non ha rinunciato al progetto di una «cosa rossa», magari guidata da Barca, che annetta Vendola e faccia concorrenza a Grillo. È interessante notare come tutti e tre gli eserciti, in un modo o nell'altro, abbiano un orizzonte che oltrepassa il Pd attuale. Fra gli accampamenti dei generali si muovono poi vecchi e nuovi capitani di ventura: suggeriscono alleanze, tessono intrighi, promuovono mediazioni. Non hanno ancora deciso da che parte stare, ma lavorano tutti con l'obiettivo di salvarsi la pelle e conservare una parte anche nel prossimo spettacolo: dal navigatissimo D'Alema al neogiovane Pippo Civati, dallo scaltro Veltroni all'inaffondabile Bindi, nel Pd è tutto un fiorire di iniziative, proteste, riunioni, interviste. E mentre la truce profezia di Sposetti si fa ogni giorno più concreta, il Pd non riesce neppure a fissare una data e a scrivere un regolamento per il congresso.

Commenti

m.m.f

Sab, 03/08/2013 - 08:35

Il pd (lo scrivo minuscolo),è al capolinea.E' finito a questo giro per 1000 e più motivi.Si sta sgretolando question di pochissimi giorni.La corda è stata tirata troppo da troppo tempo.La storia è fatta di cicli,spariranno per molto tempo e,temo che siano giunti a una coclusione per essere leggeri catastrofica.la peggiore.Se ne vanno tutti a casa con la coda tra le gambe e ,magari qualche processo sulla testa......di qualcuno.......

vince50

Sab, 03/08/2013 - 08:44

Purtroppo prima che il pd(min.)arrivi al capolinea avrà tutto il tempo di terminare quanto iniziato da alcuni decenni,ossia rovinare l'Italia definitivamente.Ho detto l'Italia ma non il loro portafogli,saranno pure maledetti comunisti ma molto attenti alle "entrate".

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 03/08/2013 - 09:35

caro pd con o senza berlusconi noi i liberali non di sinistra ( destra non si dice) vi affonderemo per sempre voi e la vostra ideologia retrograda vecchia bacucca da gulag d'ante guerra che sa solo distruggere infangare chiunque non sia allineato con la vostra politica sfascia paesi!Avete rotto l'equilibrio? la bufera di ritorno per ristabilirlo vi SPAZZERA' VIAAAA!

criptom45

Sab, 03/08/2013 - 10:38

E la sinistra vorrebbe salvare l'Italia con il detto tutti per 1 e 1 per tutti?. Siete solo dei giostrai ridicoli oltre a non saper governare e non volete ammetterlo avete la sfrontatezza di mettere i bastoni tra le ruote di chiunque ci provi ecco perché odiate Berlusconi perché vi ha rotto il paniere per vent'anni per colpa vostra (SINISTRATI PERDENTI)l'Italia è ingovernabile voi l'avete retrocessa per voi chi non è rosso non può ragionare o pretendere attenzioni. il mondo va avanti ma voi non ve ne accorgete AUGURI.

beep

Sab, 03/08/2013 - 10:47

questo branco di esseri venduti al potere , che sono quelli del pd , se Berlusconi , opera in silenzio si cuoceranno nel loro brodo, fatto di compromessi bugie truffe al popolo italiano.

LAMBRO

Sab, 03/08/2013 - 10:52

Non sanno più cosa fare! Niente riforma della giustizia anche se lo dice Napolitano e Berlusconi lo ribadisce! Il PDL deve cambiare Leader così bruciano anche questo!! Si nascondono dietro le Toghe rosse che li proteggono anche a Siena!! Hanno messo il silenziatore a Renzi! Hanno consigliato il Presidente Napolitano circa la Grazia. Non sanno più neanche dove stanno di casa... E questi dovrebbero salvare il Paese?

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 03/08/2013 - 11:14

Che brutta fine si profila all''orizzonte per Guglielmo, detto "Dzugas-vili-Eipifanov". Bene o male, Berlusconi sopravviverà, ma questo grigio Burocrate di Partito, tornerà a bighellonare tra un ufficio e l'altro, peggio di uno sguattero della mutua. - Povero "Dzugas-vili", così presto abbandonato nella steppa.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Sab, 03/08/2013 - 11:33

Io invece ho l'impressione che sia il PD che il PDL non sanno cosa fare. È uno spasso a vedere come i due partiti di maggioranza si riccattano a vicenda. Continuate pure così e sarà il M5S a trarne vantaggio..

abbassoB

Sab, 03/08/2013 - 11:36

siete finiti voi ,piccoli cervelli influenzabili dal nulla e i vostri partiti,non avete capito che questo modo di non fare politica alla gente non và più bene.....ah!! certo lo capirete solo quando vi verranno a cercare,allora a quel punto forse capirete che siete alla fine del ciclo

cast49

Sab, 03/08/2013 - 11:37

CHE SIANO MALEDETTI TUTTI...

vivaitalia

Sab, 03/08/2013 - 11:44

Anche solo a sentirli parlare...con quella solita cadenza e pregiudizi mi da´b fastidio...si certo non saranno mai possibile che possano governare...a livello comunale...ma poi basta. parole...parole...parole, senza finire...mai.

Triatec

Sab, 03/08/2013 - 11:46

L'unico collante che teneva unito il PD era l'antiberlusconismo. Ora sono nel caos, si sentono molto PD (Poveri Disperati). Sono impauriti dal PD (Potente Deflagrazione)che potrebbe incenerirli tutti, con conseguente divisione in almeno tre tronconi. E noi aspettiamo con calma il PD (Prossimo Divertimento)

m.m.f

Sab, 03/08/2013 - 11:47

Sono finiti e,lo sanno bene,non escono questa volta in piedi ma a pezzi,sgretolati al lumicino.E anche in tempi brevi.Fine di un era.E,se la sono anche cercata con la loro ignoranza e supponenza.Fine.Ma questo sarebbe stato comunque e non c'entra nulla la sentenza di Berlusconi assolutamente! Anzi forse era l'ultima andata malissimo tra l'altro gesta assurda e incivile davanti anche a quelli che non sono di ideologia destrorsa.Meglio così comunque.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Sab, 03/08/2013 - 12:07

Il pci/pd non è al capolinea, è come la gramigna, pur di rovinare l'Italia, si rimetteranno insieme per litigare un minuto dopo. Loro hanno gli utili idioti che li votano.

hectorre

Sab, 03/08/2013 - 12:10

ora i sinistrati non hanno più alibi...tanti personaggi mediocri hanno fatto carriera politica e non con l'antiberlusconismo,ora dovranno camminare con le loro gambe...povera italietta,un declino inesorabile che farà piangere anche coloro che oggi festeggiano...

marco46

Sab, 03/08/2013 - 12:26

Erano e rimarranno solo degli arrostitori di salamelle.

eloi

Sab, 03/08/2013 - 12:37

Un po, come, dove i Colonnelli tramano per superare gli "ALTRI" per essre "PROMOSSI" Generali. Succedeva e forse succede ancora nella "Democratica" Russia.

losqualo

Sab, 03/08/2013 - 12:54

sono comunisti credono ancora ad un'ideologia malata,in cancrena,un'ideologia che ha portato lutti e distruzioni dove si è instaurata,crollerà forse il pd come il pds,il pci la quercia ma rinasceranno perchè la mamma di cretini è sempre incinta e continuerà a sfornare bastardi

vaigfrido

Sab, 03/08/2013 - 12:56

cari trinariciuti finalmente siete riusciti attraverso il vostro braccio armato dei giudici (perchè da soli attraverso le elezioni non ci riuscite) ad abbattere il nemico giurato reo di avervi tolto l'osso che pensavate di aver azzannato con mani pulite (ma prorio con le elezioni non ce la fate ?) e avete inventato quella scatola vuota che si chiama pd senza mai riuscire a metterci dentro niente se non l'anti berlusconismo . Bene ora avete eliminato il parafulmine che da venti anni rappresentava il male assoluto . Avete eliminato il parafulmine ma non i fulmini e quelli ora vi arriveranno in testa . Ma pensate proprio di essere in grado di governare un paese avendo come vostri padroni la fiom . i no tav , la ministra dell'integrazione , i vendoliani , il sud inefficiente , i burocrati e perchè no i magistrati che passeranno all'incasso ? Poveri noi . Spero solo di non dover dire : l'avevo detto !

killkoms

Sab, 03/08/2013 - 13:07

epifani è un emerito idiota,che NON ha capito che la condanna di silvio riguarda tutta la politica,su cui la magistratura ha fatto capire di avere potere e peso!colpirne uno per educarne mille!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 03/08/2013 - 13:08

PER GUIDARE UN PARTITO COSI' CI VORREBBERO DELLE BELLE COPPIE: PER SEMPIO ANNUNZIATA E LERNER 2 IMPRESENTABILI IGNORANTI COMUNISTI. OPPURE GRILLO E DIPIETRO 2 IMBECILLI CHE NON HANNO NULLA IN TESTA NON SANNO NEANCHE LA LINGUA ITALIANA, INSOMMA SONO IL 2 DI PICCHE DELLA POLITICA. TERZA COPPIA VENDOLA E TRAVAGLIO UNO LO PRENDE E L'ALTRO LO METTE, UNO E' FROCIO E L'ALTRO PRESTO LO DIVENTERA'. INFINE BERSANI E EPIFANI 2 COGLIONI CHE NON HANNO IL CORAGGIO DI DIRE, SI' IO SONO COMUNISTA!!!

pinux3

Sab, 03/08/2013 - 13:10

Al capolinea è il PD? Ma vi rendete conto che sono proprio le posizioni "oltranziste" del PdL (vedi dichiarazioni di Bondi, Santanchè, Brunetta...) a "ricompattarlo"?

AEDO

Sab, 03/08/2013 - 13:26

SINISTRI! Siete solo dei poveri cornuti cronici, pederasti conclamatii, sodomiti incorreggibili, negristi da strapazzo e traditori della patria. Prima o poi la vostra pacchia finirà! Si comincerà a mettervi in prigione, a farvi condannare per tutte le ruberie passate, e sarà solo l'inizio. Cosa avete portato all'Italia? Per prima cosa il tradimento per venderla ai Sovietici (Vedi pietro secchia e togliatti ecc.) , poi la corruzione e le bugie e menzogne continue, poi avete diffuso la pornografia, la droga coi vostri giovani tossicomani marci, il lazzaronismo dei vostri centri sociali, l'"amore libero" con le ammucchiate d'ogni tipo fra di voi sin dagli anni 60, la puttanaggine delle vostre donne ovunque e la felicità dei cornuti quali siete come mariti, gli incesti nelle famiglie e la libertà per tutti i delinquenti, la sporcizia nelle città e nelle strade, l'immigrazione più selvaggia e sbracata , la sodomia fatta legge e vita normale, la svendita della nazione a negri, cinesi, arabi, ed a chiunque pur di fare morire gli italiani,le vostre cooperative sempre fallimentari, il vostro odio per l'iniziativa privata, il vostro incitamento all'amoralità nelle scuole e ovunque, il materialismo più misero e rozzo, poi le porcherie nelle banche e le tasse ammazzatutto. Avete impoverito l'Italia derubandola in tutti i modi. Ricordatevi che il diavolo fa le pentole maa non i coperchi. Prima o poi dovrete rendere conto delle vostre azioni.

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 14:00

Una volta si diceva: italiani? brava gente! Oggi si dovrebbe dire: Pd, brutta gente! Se in questo momento tragico per l'Italia a causa della crisi economica mondiale c'è chi pensa solo ai propri interessi nell'ambito picccolo del proprio partito, allora siamo fritti! Ma, almeno, si decidessero! Hanno sempre odiato il Governo delle larghe intese, oggi che ne hanno la scusa che si decidano a farlo cadere, farebbero un favore all'Italia ed a tutti gli italiani! In fondo uno pseudo prenier lo hanno, renzi. Peccato che ormai renzi è solo il loro premier, il premier di un partito di non più del 20/25%, i tempi in cui poteva attingere ai voti di altri partiti sono bellamente finiti! Vogliono le elezioni? ebbene abbiano il coraggio di dirlo apertamente e di subirne le conseguenze. E' inutile che sperino di avere tolte le castagbe dal fuoco dal Pdl, Berlusconi è troppo intelligente per farlo. Questo Governo durerà solo finchè lo faranno durare quelli del Pd. Lo stesso Napolitano per farlo durare è disposto ad agevolare la riforma della magistratura, cosa necessaria e richiesta da Berlusconi. Se il Pd non vorrà fare la riforma della magistratura lo dica ed il Governo automaticamente cadrà. Ma sarà colpa loro.

Libertà75

Sab, 03/08/2013 - 14:08

@goldglimmer, secondo lei quando il PD voterà la decadenza di Berlusconi dal Senato (le rammento che la cosa è di competenza esclusiva del Senato e non esistono leggi sulle quali arrampicarsi, quindi è un mero fatto di coscienza dei vari senatori e come possono quelli del PD non votargli contro?) e il PDL per coerenza si ritirerà dal Governo, chi dovrà andare a far maggioranza con il PD? proprio voi del M5S oppure sarà il voto. Napolitano non darà mai la Grazia a Berlusconi, quindi la situazione è quella sopra descritta. Voto con un Berlusconi fuori dai giochi in cui gli elettori del centrodestra non hanno più imbarazzi o un governo dei tre partiti comunisti tutti insieme (PD, SEL, M5S)?

agosvac

Sab, 03/08/2013 - 14:16

Egregio goldglimmer, capisco che lei essendo un grilleto doc abbia fiducia in grillo. Ma dovrebbe riconoscere che finora il suo grillo non ha fatto niente di niente. Si è solo limitato ad offendere tutto e tutti. In questo è veramente un grande maestro. Ma di soluzioni ai problemi del paese, questo no , è troppo al di là delle sue capacità mentali.Hanno restituito 1.575.000 euro dopo tre mesi ,che diviso per 163 parlamentari fa niente più che 3.000 euro a fronte di più di 15.000 netti che prende un deputato. Cosa da niente! Hanno rifiutato 43 milioni di euro di rimborsi elettorali ma cosa sono in fondo? una goccia d'acqua nell'oceano. Non è così che si risolvono i problemi dell'Italia. Si risolvono riducendo la spesa della pubblica amministrazione, diversi miliardi di euro, ma voi grilletti neanche ne parlate. A voi interessa equiparare Berlusconi a grillo: pregiudicati tutti e due!grillo non può essere parlamentare? allora neanche Berlusconi lo deve essere!!! Infantilismo allo stato puro.Con una grossa differenza: grillo è colpevole certo perchè ci sono i cadaveri delle persone di cui ha causato la morte, Berlusconi è colpevole solo perchè "non poteva non sapere", cosa ben diversa.Ma farvi ragionare non è cosa facile: voi non ragionate con la vostra testa, per voi ragiona grillo che essendo psicolabile di ragionare non ne ha la capacità.

Ritratto di Corsaro Azzurro

Corsaro Azzurro

Sab, 03/08/2013 - 14:19

@abbassoB Sab, 03/08/2013 - 11:36, caro signore, chi dovrebbe venirci a cercare? La Volante Rossa? La Gestapo? Il Ku Klux Klan? O, forse, una banda di avvinazzati che ha scambiato il fondo del bicchiere per il rosso sol dell'avvenire?

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 03/08/2013 - 14:36

----- AEDO 13,26 ------- ... ahahahaah... niente male. Sì, ma ti sei dimenticato nella "lista", peraltro inoppugnabile, di aggiungere che sono sempre stati dei miserabili, dei falliti, perché già in embrione, gli clonano un neurone a caso, prelevato dal cervello di Lenin, come reliquia conservato sotto formalina, nel "museo di Mosca": Un fallito megagalattico, l'archetipo dei falliti, nell'intera Storia dell'Umanità. - E' per questo che i sinistrati sono tutti uguali, come gocce d'acqua: I più falliti del Pianeta. --- A casa nostra, vedi l'ultima sentenza, quella finale, concertata, nell'"attaccco dei Cloni". - Fossero almeno solo porci d'allevamento, i Sinistrati, niente, anche falliti Universali!! - Rgrds

Ritratto di diego.zoia

diego.zoia

Sab, 03/08/2013 - 21:40

sperémm...