Altro che rottamazione: riciclati i boiardi di Stato

Matteo Renzi aveva annunciato un cambio dei superburocrati nei ministeri, ma ha fatto dietrofront. Dai vertici dell'Economia al Lavoro, ecco chi sono

Palazzo Chigi (Wikipedia)

Con le elezioni spesso ci si illude di cambiare tutta la macchina dello Stato. In realtà, è già tanto se si mette un volante nuovo su un sistema di trasmissione che, di norma, tende ad andare per i fatti propri, indipendentemente dal guidatore. L'ennesima dimostrazione giunge analizzando gli staff dei vari dicasteri del governo Renzi: il cambiamento è altra cosa.

Eppure il Corriere nei primi giorni di vita del nuovo esecutivo aveva annunciato una proposta-choc come primo atto del tandem di Palazzo Chigi formato dall'ex sindaco di Firenze e dal sottosegretario Graziano Delrio: una direttiva che limitasse l'agibilità dei grand commis pubblici (magistrati del Consiglio di Stato e della Corte dei Conti in primis) per gli incarichi di vertice nei ministeri come quelli di capo di gabinetto e di capo della segreteria. L'idea era quella di poter favorire la loro licenziabilità o quanto meno la rotazione. Un bel proposito che è durato poco più di una settimana. Non si può certo dare la colpa al premier e al suo numero due di questo fallimento. Come rivelato da Dagospia, i «superburocrati» si sarebbero ribellati minacciando «azioni clamorose di ammutinamento» che non sarebbero rimaste lettera morta perché le chiavi dei ministeri sono veramente nelle loro mani.

Non ci resta, perciò, che osservare quali siano stati i riposizionamenti delle grandi professionalità dell'apparato statale in seno al nuovo governo. Ad esempio, Luigi Caso, salernitano classe '66, è il nuovo capo di gabinetto del ministero del Lavoro. Magistrato della Corte dei Conti, proviene dal ministero dell'Economia dove era responsabile dell'ufficio legislativo. Ma è dal 2006 che Caso «transita» nell'orbita di Palazzo Chigi: prima consigliere del dipartimento Affari giuridici e legislativi, poi al ministero del Lavoro (ufficio legislativo) e, infine, capo di gabinetto dell'Authority dei Lavori pubblici e infine della Corte dei Conti.

Caso non è isolato. Al Tesoro dal quale proviene è arrivato Roberto Garofoli come capo di gabinetto. Si tratta del segretario generale della Presidenza del Consiglio durante il governo Letta, mentre durante il gabinetto Monti era a capo di gabinetto del dipartimento della Funzione pubblica (dove oggi dalla Camera è arrivato Bernardo Polverari) con il ministro Patroni Griffi, un altro grand commis. A Via XX Settembre si ritroverà a fianco di un altro Letta-boy, Fabrizio Pagani (classe '67), confermato a capo della segreteria tecnica. Pagani è stato a fianco dell'ex premier in tutti i suoi incarichi governativi sin dal 1999 e, quando Letta è stato all'opposizione, è andato all'Ocse dove ha costruito un buon rapporto con il neo ministro Padoan (di area, però, dalemiana). All'Economia confermatissimo anche Francesco Alfonso, ex Bankitalia al Quirinale con Ciampi e poi alla Corte dei Conti, chiamato alla segreteria di Via XX Settembre da un altro ex di Palazzo Koch come Fabrizio Saccomanni.

Competenze indispensabili come quella di Vito Cozzoli, neo capo di gabinetto del ministro dello Sviluppo Federica Guidi. Da 23 anni alla Camera dove era diventato capo dell'Avvocatura, Cozzoli era in rampa di lancio per una promozione che nella scorsa legislatura l'allora numero uno di Montecitorio, Gianfranco Fini, non riuscì a garantirgli (come riportò l'Espresso a fine 2012). A Via Veneto sarà in compagnia di Piero Gnudi: l'ex presidente dell'Enel e dell'Iri, nonché ministro del Turismo con Monti, sarà consulente gratuito. Guidi ha inoltre confermato come capo della segreteria tecnica Stefano Firpo (ex Intesa Sanpaolo) che nel giorno fatidico twittò ai suoi followers «Mi sa che anche a questo giro non vi liberate di me». Perché anche i giovani «tecnici» sono un po' come gli anziani: ad esempio, il 36enne Alessandro Fusacchia, nuovo capo di gabinetto dell'Istruzione con Stefania Giannini ma già capo segreteria tecnica con Passera alle Infrastrutture e poi consigliere di Emma Bonino (della quale era stato ghost-writer) alla Farnesina. Alle Infrastrutture è stato confermato il capo di gabinetto Giacomo Aiello (avvocato dello Stato di vastissima esperienza di governo). Idem Mario Alberto di Nezza (consigliere di Stato) che, per ora, resta alla Salute con Lorenzin.

Insomma, magari non batteranno il record di Corrado Calabrò (a Palazzo Chigi dal 1963, passato per tutti i ministeri, divenne anche presidente Agcom), ma anche con Renzi i «ministri-ombra» proliferano. Per il premier, Delrio e il «fido» Angelo Rughetti alla Funzione pubblica la strada è in salita.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 09/03/2014 - 08:49

quindi possiamo tranquillamente affermare che renzi ha fallito di già!! ma stavolta con il concorso e complicità della sinistra MAFIOSA!!! naturalmente questo i sinistronzi che qui commentano ridicolmente non lo capiscono :-) ovvio! sono di una ottusità veramente profonda! una ottusità cancerogena che impedisce perfino di ragionare....

gigetto50

Dom, 09/03/2014 - 08:57

....ma quanto costano tutti questi signori? Le elezioni...non resta altro....sperando che poi cambi qualcosa...

m.m.f

Dom, 09/03/2014 - 09:20

paese senza speranza,tutte le più grandi truffe manipolazioni,sperperi e quant'altro sono al 80 % attribuiti a esponenti del pd. c'è ancora qualche d'uno che li vota . l'unica via di uscita è delocalizzare all'estero è l'unico modo per salvare il salvabile.

Salvatore1950

Dom, 09/03/2014 - 09:21

quindi tutto come prima se non peggio di prima. .e' la solita storia della sinistra...tutto cambia perche' nulla cambi

silvio50

Dom, 09/03/2014 - 09:35

ma ancora non abbiamo capito?, cambia la musica, ma i suonatori sono sempre gli stessi, se si vuol cambiare bisogna copiare dalla ukraina, via tutti si anche a costo di usare i forconi (ma quelli veri pero).

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 09/03/2014 - 09:56

ITALIA PAESE IGNORANTE E AUTORITARIO DISPREZZA LA LIBERTÁ, LA RAGIONE E L´INTELLIGENZA. HA BISOGNO DELLA VIOLENZA DELLO STATO PADRONE --- Solo la Cultura Liberale puó salvare il Paese, ma in Italia non c´é ... La sinistra di cui anche Renzi é figlio é statalista, per la oppressione dello stato parassita e mafioso sopra la pelle dei Lavoratori e delle fabbriche che chiudono ... É la sinistra Italiana espressione della ideologia della menzogna e della truffa di un partito fallito e scomparso giá da25 anni in tutto il mondo ... C´é bisogno di tagliare l´apparato parassita statale e mafioso e dare libertá e impulso alla crescita della societá civile ... Quello che é avvenuto anche nella Cina di Mao .... Ma in Italia é impossibile, non solo non é liberale la decrepita sinistra, non lo é nemmeno la destra, populista e ignorante, espressione meschina di piccoli e faziosi interessi non sa parlare alla industria e tantomeno a quei Lavoratori avviliti dalla menzogna e truffati dallo stato parassita che dopo la caduta del Muro di Berlino si sono trovati orfani senza nessuno che li abbia potuti rappresentare con valore ... Nemmeno il partito di Grillo nato e sviluppatosi per essere alternativa al sistema partitico mafioso statalista ha le capacitá per essere credibile ed é sottomesso alla esistenza dello stato padrone con il suo apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria ... Nel Paese piú provinciale del mondo manca Cultura. A vincere nella patria nel mondo della infermitá mentale mafiosa é la repressione, il bisogno di autoritarismo della ignoranza e della ottusitá da parte di una massa appiattita mentalmente dalla menzogna egualitaria, il disprezzo per la Libertá, la Ragione e l´Intelligenza. RENZI VERGOGNA ... Ma non ne sei capace, non hai coscienza ... Sei solo un mostro di rivoltante egoismo.

unosolo

Dom, 09/03/2014 - 09:57

da sempre al cambio dei vari governi nessun politico è stato licenziato ,anzi , gli hanno sempre preso incarichi superiori come ricompensa , ed ecco che ci troviamo con super personale dirigente nei vari insediamenti che lo hanno sempre permesso , nei vari CDA e amministrazioni e dove non esistevano posti si creavano enti collaterali come il MAXXI , tanto per dirne una , comunque si riempivano uffici , stabilimenti , anche su enti inutili ma con stipendi faraonici , oggi hanno anche la possibilità di allargarsi con l'EUROPA , insomma aggiungono ai vari vitalizi altre entrate e in EUROPA sono circa 18,000 EURO PIù RIMBORSI , CHI DEVE FERMARE QUESTO SALASSO NON INTERVIENE , ABBIAMO PERSONE APPOSITE ADDETTE AL controllo dello SPRECO ISTITUZIONALE CHE POTREBBERO FERMARE , NON LO FANNO PER , COME DIRE , NON PESTARSI I PIEDI . La corte , la consulta , o semplicemente i parlamentari ONESTI , sindacati ? silenti o compagni di merenda.

oasicarlos

Dom, 09/03/2014 - 09:58

Da tempo sostengo che niente o quasi può cambiare in seno alle nostre istituzioni malate. Il nuovo giullare di palazzo doveva saperlo da prima e quindi è in malafede, oppure pensava di riuscire dove altri avevano fallito? E chi si crede di essere? The best of the best? Ecco perché penso sia il solito giullare di palazzo, lo sostengo dal giorno che ha fatto fuori l'ex kompagno di merende insieme al pluritraditore ministro scrittore ex DC. In tutti i casi, purtroppo, per creare un ordine ci vuole prima un disordine....un grande squilibrio per ritrovare un equilibrio delle cose....purtroppo....

Ritratto di freeBird

freeBird

Dom, 09/03/2014 - 09:59

renzie il bomba, alias BALLE D'ACCIAIO 2, l'assicurazione sulla vita per lobby e caste

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 09/03/2014 - 09:59

BASTA PAGARE LE TASSE ALLO STATO MAFIOSO CHE VIVE DELLA VIOLENZA SOPRA LE FABBRICHE CHE CHIUDONO E SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/03/2014 - 10:02

Ma dove volte che vada sto pupazzo? Uno che va al governo con giochi di palazzo. Mi stupisco che c'era chi credeva. Questo e' come gli altri, forse pure peggio perché è pericoloso. E l'esistenza di una nazione in mano al 20% della banditaglia rossa che trama manipola ruba a suo piacimento. Il tempo del voto e' finito, si decide tutto bella segreteria del pd orchestrata dal golpista del colle, e fili vengono tirati dall'estero. E B l'ha pure votato.

bernaisi

Dom, 09/03/2014 - 10:08

Mi chiedo se a scrivere un servizio del genere siate degli stupidi o ingenui, ma pensate veramente che questa massa di parassiti e mafiosi se ne vadano da soli ? è come mettere un bambino in mezzo a tonnellate di dolci e che di colpo da solo decida di non mangiarli più, ma vi sembra possibile ???? Sicuramente in Italia non c'è nessuno che può prendere questa massa di parassiti a calci in culo a mandarli via !!!. Io elettore del centro destra sono rimasto profondamente deluso dal dio Berlusconi perché pensavo che avrebbe fatto proprio questo ed invece non ha fatto un cacchio e non lo voterò più.

Ritratto di kinowa

kinowa

Dom, 09/03/2014 - 10:21

di dietro front in dietro front, il prossimo presidente del consiglio sara à De Mita.

Ritratto di vomitino

vomitino

Dom, 09/03/2014 - 10:22

"Renzino il bamboccino" proprio non ce la fa!!!

Efesto

Dom, 09/03/2014 - 10:27

Attento Renzi: ho apprezzato tantissimo la tua coraggiosa spregiudicatezza di mettere la "faccia" nel lavoro che stai compiendo. Ho osservato l'elenco dei burocrati che ti stanno affiancando (o che ti hanno costretto ad affiancarti, o che strategicamente ti sei fatto affiancare). Sono tutti di formazione giurisprudenziale e nessuno capace di vedere l'IMPRESA come l'unica vera fonte di produzione per il PIL. Se la tua strategia futura non prevede, quantomeno a lungo termine, la loro totale eliminazione perderai la "faccia" che hai messo in gioco, ed io sono il primo che non vuole tutto ciò: non voglio la loro vittoria. La via delle regole è la via alla dittatura e tutti i tuoi attuali superburocrati sono tifosi delle regole. Debbono trionfare i principi. Ispirati a Bergoglio. L'albero si giudica per i frutti che fa, non su come cresce.

BENNY1936

Dom, 09/03/2014 - 10:40

Siamo alle solite. Salvo errore, il Centrodestra è stato un pò al Governo pure lui, ed avrebbe avuto tutto il tempo per sanare queste storture evidentemente solo italiane. Non ha mosso un dito invece e se accorge solo adesso che è all'opposizione (meglio tardi che mai, per carità) ma purtroppo non risulta molto credibile...

swiller

Dom, 09/03/2014 - 10:41

Spero arrivino le elezioni e stavolta voterò 5 stelle, cacciamo a casa i delinquenti.

Ritratto di michageo

michageo

Dom, 09/03/2014 - 10:41

... e se ci fate caso, sono quasi tutti accomunati dall'origine e provenienza borbonica......

roseg

Dom, 09/03/2014 - 11:01

E pensare che mi ero illuso, mi dicevo la faccia è da bravo ragazzo è giovane non sará il solito ottuso intollerante pericoloso comunista,le parole che pronunciava nei discorsi erano linde accattivanti. Sono a volte arrivato alle lacrime per la felicitá,si fa per dire...Finalmente elimineremo questo carrozzone geriatrico che ci costa un milione al mese solo in pannoloni, sostituendo le vecchie cariatidi con facce nuove giovani pulite,finalmente uno con le palle...Ma purtroppo anche questa volta,come dicono dalle mie parti " La vaca le andá in di verzi" cioè danni a non finire. E poi all’estero si chiedono come mai gli italiani non danno la maggioranza a questi, e continuano – nonostante tutto a preferire Berlusconi. È ancora il meno peggio al confronto di questi pericolosi ottusi che sanno solo applicare il sovietismo, nel senso stretto della parola.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 09/03/2014 - 11:10

E' oramai evidente a tutti..che il problema principale del paese e' LA SINISTRA, questa formazione e' LA CASTA, l'IMMOBILISMO, IL NULLA, LO STATO PAPPONE, SI FERMANO PURE TRA LORO!! L'AFFERENZA A LORO DI TROPPI POTERI CHE FANNO GLI AFFARACCI LORO, il servilismo all'europa, la distruzione del paese e della sua economia..la sinistra in Italia e' un vero e proprio TUMORE, e come in tutti i tumori regna il caos pure al suo interno...

bruna.amorosi

Dom, 09/03/2014 - 11:12

BENNY1936 bravo finalmente lo hai capito il perchè a (destra ) io dico a BERLUSCONI non hanno fatto o potuto far niente .troppe caste da proteggeree a sinistra va bene così solo mio marito ci credeva che RENZI potesse fare qualcosa ma io no . la prova ? il tuo scetticismo .basta e avanza .ma non dimenticare che la sinistra in questo esecutivo è magioranza ,che cambia ? NIENTE

Ritratto di geode

geode

Dom, 09/03/2014 - 11:13

Spero che quell' "ESERCITO" di giovani, bistrattati e offesi nella dignità, reagisca in qualsiasi maniera per riacquistare una dignitosa prospettiva di vita, per il bene di tutti.

Dario40

Dom, 09/03/2014 - 11:14

passo dopo passo ecco scoperto il bluff di Matteo ! Purtroppo in questo Paese c'è un solo sistema per riportare le cose a posto : una RIVOLUZIONE bella e buona !

Dario40

Dom, 09/03/2014 - 11:14

passo dopo passo ecco scoperto il bluff di Matteo ! Purtroppo in questo Paese c'è un solo sistema per riportare le cose a posto : una RIVOLUZIONE bella e buona !

Marzia Italiana

Dom, 09/03/2014 - 11:18

E ovvio che Matteo Renzi sta facendo i conti con quella forza occulta che muove le fila da dietro le quinte!

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 09/03/2014 - 11:23

Su questi dirigenti ricordo che Prodi mise un tetto massimo ai loro stipendi, intorno ai 300.000 euro. Indovina un pò, demente di un mortimermouse, chi tolse questo limite? Il tuo caro pregiudicato!!!!! Sorpresa, vero????

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 09/03/2014 - 11:31

BASTA PAGARE LE TASSE ALLO STATO MAFIOSO CHE VIVE DELLA VIOLENZA SOPRA LE FABBRICHE CHE CHIUDONO E SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI ... Il Paese si faccia giustizia da se. É puro masochismo sperare nel ravvedimento di un apparato statale mafioso che sempre ha prosperato sopra il Paese onesto che lavora e produce, sperare in una sinistra ottusa e vigliacca, scoria unica al mondo sopravvissuta alla caduta del Muro di Berlino che sempre ha dominato con il suo apparato autoritario i Lavoratori con la menzogna e con la truffa, sperare in una destra egoista, ignorante e populista referente di meschini interessi faziosi di rivoltanti minoranze. Il Paese per rinnovarsi non puó affidarsi al dissoluto autoritarismo dell´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria dalla parte della ottusa violenza dello stato padrone. IL PAESE ONESTO CHE LAVORA E PRODUCE DEVE FARSI GIUSTIZIA DA SOLO CON IL CORAGGIO E LA DIGNITÁ DI SMETTERE DI PAGARE LE TASSE AL SUDICIUME DELLO STATO MAFIOSO.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 09/03/2014 - 11:32

BASTA PAGARE LE TASSE ALLO STATO MAFIOSO CHE VIVE DELLA VIOLENZA SOPRA LE FABBRICHE CHE CHIUDONO E SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI ... Il Paese si faccia giustizia da se. É puro masochismo sperare nel ravvedimento di un apparato statale mafioso che sempre ha prosperato sopra il Paese onesto che lavora e produce, sperare in una sinistra ottusa e vigliacca, scoria unica al mondo sopravvissuta alla caduta del Muro di Berlino che sempre ha dominato con il suo apparato autoritario i Lavoratori con la menzogna e con la truffa, sperare in una destra egoista, ignorante e populista referente di meschini interessi faziosi di rivoltanti minoranze. Il Paese per rinnovarsi non puó affidarsi al dissoluto autoritarismo dell´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria dalla parte della ottusa violenza dello stato padrone. IL PAESE ONESTO CHE LAVORA E PRODUCE DEVE FARSI GIUSTIZIA DA SOLO CON IL CORAGGIO E LA DIGNITÁ DI SMETTERE DI PAGARE LE TASSE AL SUDICIUME DELLO STATO MAFIOSO.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 09/03/2014 - 11:34

BASTA PAGARE LE TASSE ALLO STATO MAFIOSO CHE VIVE DELLA VIOLENZA SOPRA LE FABBRICHE CHE CHIUDONO E SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI ... Il Paese si faccia giustizia da se. É puro masochismo sperare nel ravvedimento di un apparato statale mafioso che sempre ha prosperato sopra il Paese onesto che lavora e produce, sperare in una sinistra ottusa e vigliacca, scoria unica al mondo sopravvissuta alla caduta del Muro di Berlino che sempre ha dominato con il suo apparato autoritario i Lavoratori con la menzogna e con la truffa, sperare in una destra egoista, ignorante e populista referente di meschini interessi faziosi di rivoltanti minoranze. Il Paese per rinnovarsi non puó affidarsi al dissoluto autoritarismo dell´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria dalla parte della ottusa violenza dello stato padrone. IL PAESE ONESTO CHE LAVORA E PRODUCE DEVE FARSI GIUSTIZIA DA SOLO CON IL CORAGGIO E LA DIGNITÁ DI SMETTERE DI PAGARE LE TASSE AL SUDICIUME DELLO STATO MAFIOSO.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 09/03/2014 - 11:37

BASTA PAGARE LE TASSE ALLO STATO MAFIOSO CHE VIVE DELLA VIOLENZA SOPRA LE FABBRICHE CHE CHIUDONO E SOPRA LA PELLE DEI LAVORATORI ... Il Paese si faccia giustizia da se. É puro masochismo sperare nel ravvedimento di un apparato statale mafioso che sempre ha prosperato sopra il Paese onesto che lavora e produce, sperare in una sinistra ottusa e vigliacca, scoria unica al mondo sopravvissuta alla caduta del Muro di Berlino che sempre ha dominato con il suo apparato autoritario i Lavoratori con la menzogna e con la truffa, sperare in una destra egoista, ignorante e populista referente di meschini interessi faziosi di rivoltanti minoranze. Il Paese per rinnovarsi non puó affidarsi al dissoluto autoritarismo dell´apparato poliziesco di Jagoda, Yezhov e Beria dalla parte della ottusa violenza dello stato padrone. IL PAESE ONESTO CHE LAVORA E PRODUCE DEVE FARSI GIUSTIZIA DA SOLO CON IL CORAGGIO E LA DIGNITÁ DI SMETTERE DI PAGARE LE TASSE AL SUDICIUME DELLO STATO MAFIOSO.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 09/03/2014 - 11:41

Il Partito Delinquente agisce come un parassita..una volta al potere non crea.. si nutre della ricchezza prodotta da altri e attraverso a una tassazione disumana. ridistribuiisce tra i suoi adepti in maniera clientelare per mantenere il potere e continuare ad ammazzare la parte del paese che produce..chi si oppone con il consenso del popolo viene aggredito dai sicari di regime..siano essi magistrati delinquenti alla Boccassini o giornali killer come Repubblica o peggio ancora..Corriere della Sera..Silvio non mollare mai il popolo e con te!!

Marzia Italiana

Dom, 09/03/2014 - 11:50

Si possono spartire tutte le poltrone e i gabinetti che vogliono, ma se noi tagliassimo loro i viveri, si ritroverebbero solo a capo dei cessi, seduti sui wc. Pagando tutte le tasse che ci impongono, noi cittadini li manteniamo a vita! In tutte le aziende, se l'amministrazione è improduttiva, incompetente, infingarda, incurante e inetta, la si licenzia in tronco! Non la si foraggia, la si promuove e la si premia con i premi di produttività, come ha fatto la Fornero. Vi rendete conto che la Fornero ha dato i premi di produttività al suo governo?! Cittadini, vi rendete conto che siamo noi i loro datori di lavoro?! Basterebbe chiudere i rubinetti, non aspettiamo di farci prosciugare da queste sanguisughe. Sono convinta che Renzi, come Berlusconi aveva tutte le buone intenzioni di rottamare e riformare, ma non glielo fanno fare. Diamogli manforte! L'unione fa la forza!

@ollel63

Dom, 09/03/2014 - 12:22

C'è una sola cosa da fare: RADERE al SUOLO QUIRINALE, PALAZZO MADAMA, MOMTECITORIO, PALAZZO CHIGI, PALAZZO DELLE FINANZE e tutti i restanti palazzi della miriade di ministeri e di sottogoverno.. palazzi comunali, provinciali, regionali... con tutta la CATERVA di SUPERMAFIOSI che vi BIGHELLONANO... con L'UNICO PENSIERO RIVOLTO al RASTRELLAMENTO dei DENARI FATICOSAMENTE GUADAGNATI dagli ITALIANI (che popolo di miserabili il nostr! Come facciamo a sopportare questa marea di fannulloni lucidi e grassi che ci massacrano e ci spennano vivi ogni giorno sempre di più! E BADATE BENE SONO TUTTI, O QUASI TUTTI, COMUNISTI. Quelli che non lo sono, sono semplicemente ladri e paraculi). Infame misera Italia!

scipione

Dom, 09/03/2014 - 12:30

Renzi mi delude,ma anche lui,poveretto, si rende conto che nei centri di potere dell'alta burocrazia di stampo staliniano si annida la forza indistruttibile dei sinistronzi che attanaglia il Paese.Finche' non ci sara' la vera,grande rivoluzione liberale perseguita da Berlusconi ( impedita fin'ora dai vari traditori )lItalia non potra' essere liberata dal vetrocomunismo.

Ritratto di rapax

rapax

Dom, 09/03/2014 - 12:36

Hanno il presidente della repubblica da 8 anni che praticamente governa da 4 o forse piu'..hanno il governo, che ha fatto le scarpe ad un'altro loro governo, sono protetti dalla magistratura..hanno o a guuda della maggior parte delle regioni..e siamo sempre piu' nella merda...lo stato..come casta e' in mano loro(dipendenti, funzionari) e' lapalissiano che la sinistra sta affondando il paese..E loro continuano con la palla del Cav..oramai completamente spuntato

agosvac

Dom, 09/03/2014 - 12:46

Io non sono renziano nè lo sarò per il futuro. Detto questo vorrei osservare che non è che dall'oggi al domani si possano cambiare i super burocrati dello Stato che sono sempre stati la rovina dell'Italia!!! Per farlo ci vuole un Governo forte e questo Governo non è forte per niente. Purtroppo l'Italia è davvero nei guai e questi guai hanno un solo nome: Napolitano!!! Finchè c'è al Quirinale Napolitano non ci potranno essere nuove elezioni e finchè non ci saranno nuove elezioni non ci potrà MAI essere un Governo forte, sia esso di sinistra oppure, come spererei, di destra. Questo è quello che Berlusconi dice già da diversi anni ed ha pienamente ragione: solo un Governo forte, con una maggioranza forte e qualificata, potrà eliminare i boiardi di Stato e, di conseguenza, salvare l'Italia. Il piano di Renzi era semplice: fare la riforma elettorale ed andare subito a nuove elezioni. Non aveva preso in considerazione la volontà del grande vecchio che siede lassù e che quando si parla di elezioni risponde " ma che?, stiamo scherzando???". Il vero motivo di questa ritrosia non è dato saperlo. Non si capisce cosa ci sia di tanto strano, in un momento difficile, andare alle urne e dare modo agli italiani di esprimere le loro convinzioni politiche! Dire che solo la "stabilità" può consentire crescita e sviluppo è pura fesseria, infatti la Spagna, per dirne una, è andata alle elezioni nel pieno della crisi economica ed è riuscita ad avere un nuovo governo che ha di molto diminuita la sua crisi interna. In Italia non si può, perchè "lui" non vuole!!! La cosa veramente grave è che in questo modo "lui" va addirittura contro la Costituzione che invece dovrebbe difendere e che pone le elezioni come il punto principale della democrazia italiana!!!!!!!!!!!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Dom, 09/03/2014 - 13:14

forse adesso se ne accorge anche lui che significa....in più il Grande Berlusconi ha avuto una schifosissima battaglia togata, guidata dal pd......

giottin

Dom, 09/03/2014 - 13:31

@Efesto. Glielo ripeto perché l'ho già detto altre volte e forse le sarà sfuggito: quella che lei chiama coraggiosa spregiudicatezza di mister puffobean, io la chiamo molto più semplicemente SPAVALDERIA, che si potrebbe anche tradurre in sfrontatezza o presuntuosità fino ad arrivare all'arroganza.

oasicarlos

Dom, 09/03/2014 - 14:45

andrea626390 Quelli che la pensano come Lei sono alla base della rovina dell'Italia fin dagli anni 70 se non prima. Iniziamo con i sindacati rossi che non si sono limitati a ottenere i giusti diritti dei lavoratori ma sono andati ben oltre facendo in modo di far assumere a più non posso oltre ogni logica facendo aumentare i costi di produzione, inculcando la dottrina che per meritarsi lo stipendio basta timbrare il cartellino anche senza fare un cazzo tutto il giorno, al fine di votare i leader fino a farli andare tutti in parlamento a magna magna. Vuole che continuo?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 09/03/2014 - 14:46

insulso di un andrea.... :-) come se non bastasse, la sinistra toglie da una parte, ma dall'altra parte fa entrare nei consigli di amministrazione di migliaia di enti pubblici TUTTI gli uomini di fede comunista, quasi tutti con doppi o tripli incarichi..... pensa lei che figura ci fa :-)

bosco43

Dom, 09/03/2014 - 14:58

'A morèe...svejateeeee....!!! Casta e controcasta,te freganoooo...ed attento al colle....

ltani

Dom, 09/03/2014 - 15:14

Fino a quando non faremo la rivoluzione alla francese non cambiera' niente nel nostro paese.

unosolo

Dom, 09/03/2014 - 15:26

rivoglio la libertà di decidere come devo morire se povero o a pancia piena , voglio scegliere il mio carnefice per soffrire un pochino meno , non basta liberalizzare la droga per malattia tanto per gettare fumo a copertura dei danni che stanno causando , praticamente voglio l'eutanasia .

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Dom, 09/03/2014 - 15:26

Da quanto mi risulta questi signori non solo sono strapagati, ma sono anche dei lobbisti non dichiarati. Sono quelli, tanto per dire, che hanno reiterato per ben 3 volte i finanziamenti per Roma Ladrona. Essendo vecchi del mestiere, sanno come fare per usare nelle leggi formule criptiche ed incomprensibili agli sprovveduti parlamentari con richiami a leggi, articoli e commi che sevono ad inserire modifiche od integrazioni finalizzate solo ad accontentare gli "sponsor". Quando l'Italia se ne accorge, è troppo tardi in quanto la legge è già stata approvata. Se inoltrte andiamo a vedere la provenienza geografica di questi signori, scopriremmo che provengono quasi tutti da Roma in giù. Ed è anche per questo che vi è una insormontabile opposizione al trasferimento al Nord dei Ministeri ! Chi vuol intendere...

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 09/03/2014 - 15:44

Gli hanno lasciato fare il governo con le sue "SIGNORINE" giovani e carine, per dargli il "contentino" al Renzino, poi il suoi stessi "accoliti" Napo in primis lo hanno obbligato ad "ACCETTARE" che a capo degli enti ai quali le SIGNORINE dovranno rivolgersi, ci sono i veri CAPORIONI che ogniqualvolta che le SIGNORINE proporranno qualche cambiamento, SAPRANNO CERTAMENTE COSA FARE PER DIRGLI DI NOOOO!!!! Se gli Italiani che non sono di sinistra e sono la maggioranza reale nel paese, NON riusciranno a capire che devono votare tutti CONTRO senza astenersi questo povero paese continuerà ad essere in mano a LORO e NON si salverà più. Saludos

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 09/03/2014 - 15:55

CARO Giovanni da Udine. In Friuli avete fatto le elezioni Regionali da poco, e chi avete eletto???? Quindi chi è causa del suo mal pianga se stesso!!! Saludos

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Dom, 09/03/2014 - 15:58

mmmm...ora come ora, mi spiace, l'unico rottamatore potrebbe essere Grillo. Sarei davvero curiosa di sapere cosa farebbe se andasse al potere...Un rischio ? Non credo, tanto, peggio di cosi', non possiamo andare .

gianni59

Dom, 09/03/2014 - 16:53

Mah...pensando che forza italia ha riciclato Mastella...

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Dom, 09/03/2014 - 18:12

Caro hernando45, non ho mai detto che il Nord sia compatto e nemmeno che in Friuli non vi sia una miriade di c*****i di sinistra. Gli ignoranti poi si sprecano a destra ed a sinistra. E comunque la tua osservazione non è pertinente con il mio commento in quanto il problema dei boiardi di Stato, quelli che impunemente manipolano le leggi per far comodo ai loro sponsor, non dipende certo dai risultati delle elezioni politiche tantomento di una regione come il Friuli da meno di 1 milione e mezzo di abitanti. E peraltro per spostare dei Ministeri al Nord bisognerebbe avere più voti della sinistra del Nord sommati a tutti i voti del Sud. E ciò - comprensibilmente - non potrà accadere mai. Rimangono solo soluzioni tipo Cecoslovacchia o Ucraina.