Per Amanda e Lele è il giorno della verità

Il giorno della verità. Parleranno gli ultimi due difensori, poi inizierà l'attesa. Che, presumibilmente, durerà ore.
Questa mattina la Corte d'Assise d'Appello di Firenze si ritirerà in camera di consiglio per la sentenza sull'omicidio di Meredith Kercher, la studentessa inglese uccisa a Perugia la notte fra il primo e il 2 novembre del 2007. L'imputata Amanda Knox seguirà l'udienza dagli Stati Uniti. L'imputato Raffaele Sollecito, invece, sarà in aula.
Il sostituto procuratore generale Alessandro Crini ha chiesto per i due ex fidanzatini una misura cautelare, nel caso in cui vengano condannati. Per Raffaele potrebbe essere un divieto di espatrio. Ma anche l'arresto.
Probabilmente, con la sua presenza, Sollecito spera di convincere i giudici che lui non ha intenzione di fuggire.