Andreotti, Ingroia: "Un personaggio negativo"

Ingroia: "Un personaggio negativo". M5S: "Morto il condannato prescritto per mafia". De Magistris: "Non ne sentirò la mancanza"

Non solo cordoglio per la morte di un personaggio politico importante e controverso come Giulio Andreotti. Anche nel giorno in cui, a 94 anni, si è spento, qualcuno non rinuncia ad attaccare il 7 volte presidente del Consiglio.

"Se ne va un protagonista, più spesso negativo che positivo, della storia italiana degli ultimi 70 anni", sostiene Antonio Ingroia, secondo cui "si chiude in questi giorni una pagina della storia italiana contrassegnata da due simboli opposti: Agnese Borsellino con la sua richiesta allo Stato di verità e di giustizia, rimasta inappagata, e Andreotti con il suo pragmatismo cinico che, in nome delle ragioni della Politica e della Ragion di Stato, giunse a stringere accordi con la mafia". Il leader di Azione Civile conclude: "Andreotti, con le sue tante ombre e poche luci, è morto, l’andreottismo sicuramente no".

Dello stesso parere, Luigi De Magistris, secondo cui Andreotti era "una persona intelligente, controversa, un politico di livello che ha rappresentato la storia dell’Italia, ma anche pagine assolutamente buie del nostro Paese". E poi ha aggiunto: "Dal punto di vista politico non sentirò la mancanza di Andreotti, se non per il fatto che avrebbe potuto dirci alcune cose importanti del nostro Paese che lui sicuramente conosceva. Se ne è andato con molti segreti. La sua è stata una vita lunga"

In particolare, il riferimento alla mafia è al centro di tutte le crititiche. "Se n’è andato l’unico uomo politico occidentale che è riuscito a essere a capo di due governi, quello legale e quello sotterraneo", dice l'europarlamentare Pd Pino Arlacchi.

Attacchi arrivano anche dal MoVimento 5 Stelle. Andreotti è stato spesso protagonista degli sketch di Beppe Grillo fin dai suoi esordi. "Quando morirà finalmente gli toglieranno la scatola nera dalla gobba e finalmente sapremo come è andata", tuonava dal palco il comico genovese nel 1994. "É morto Andreotti, il condannato prescritto per mafia", scrive oggi la parlamentare grillina Giulia Sarti.

Commenti

egi

Lun, 06/05/2013 - 16:00

La negatività e l'ignoranza galattica di Ingroia non può giudicare Andreotti tanto meno un ex comico come Grillo.

canova.emilio

Lun, 06/05/2013 - 16:44

Quando governava questo soggetto accusato di mafia di inciuci e di quant'altro gli operai cominciavano a comprarsi la casa, i giovani avevano un lavoro e il ceto medio era tutelato.Oggi, gli operai, i giovani e il ceto medio sono con il c..o per terra, rimangono solo più, mafia,inciuci e quant'altro.

canaletto

Lun, 06/05/2013 - 17:48

INGROIA PRIMA DI PARLARE O MEGLIO DI SPARLARE DEVE ACCENDERE IL CERVELLO E POI UN DEFUNTO VA RISPETTATO.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Lun, 06/05/2013 - 17:51

E' stato indubitabilmente il più nobile degli uomini politici italiani. Il più machiavellico, per il bene del Paese. Possiamo circoscriverlo nel -necesse est- Il più indelebile nemico della parte insana della magistratura. ColpirLo giudiziariamente significava far trionfare il primato della magistraturocrazia. Ogni altra iniquità togata sarebbe stata inattaccabile in quanto superata dal trionfo dell'affermazione dell'ingiustizia praticata contro il gigante Andreotti. Non essendo andato a segno questo infernale progetto, ora, i caselli, gli ingroia, si vedono confinare nelle periferie gravemente svalutative delle loro identità. ----- La Sua dipartita impoverisce l'Italia.

puntaala

Lun, 06/05/2013 - 18:05

Ingroia prima di nominare il Presidente Andreotti dovrebbe sciacquarsi la bocca con H2SO4. Per il commento della scema pentastellata.. non vale neppure la pena di spendere un minuto.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 06/05/2013 - 18:16

Quella specie di rRevoluzzzzzionario trombato in ogni Regione dove credeva di diventare il venerato,manco di fronte alla morte riesce a tacere e con lui questi cri cri che hanno ancora il latte sulla bocca si vergognino.Quando la famiglia consegnerà alla storia le memorie di questo grande politico sapremo chi erano realmente le vergogne di questo paese.Dice giusto l°egregio "canova.emilio" di cui condivido il pensiero.

Ritratto di martinitt

martinitt

Lun, 06/05/2013 - 18:19

Non sono riusciti a condannarlo.Fanno bene i famigliari ha rinunciare ai funerali di stato.

Antimafioso

Lun, 06/05/2013 - 18:29

Ma c'e' almeno un politico colluso con la mafia in Italia che non vi stia simplatico?

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Lun, 06/05/2013 - 18:33

Il sottoscritto non ha mai votato DC, ne tanto meno ero andreottiano, ma la cosa che oggi mi stupisce che ha criticarlo sono coloro che non erano peggio non erano e non sono migliori di Lui. almeno occorre riconoscrgli che aveva una grande intelligenza. Oggi ha criticarlo è anche Ingroia che farebbe meglio a tacere che non vale ne come PM ne tanto meno come politico. Ma ormai è noto che hai comunisti chi non la pensa come loro sono tutti uomini inferiori. La supremazia dell'intelligenza e della moralita è solo la loro.tutto il resto è nullità. Poveri comunisti da una parte fanno pena,non sanno mai riconoscere la sconfitta

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Lun, 06/05/2013 - 18:37

Questa specie di rRevoluzzzzzionario non eletto credeva di diventare il venerato, manco di fronte alla morte riesce a tacere e con lui questi cri cri che hanno ancora il latte sulla bocca si vergognino.Quando la famiglia consegnerà alla storia le memorie di questo grande politico sapremo chi erano realmente le vergogne di questo paese.Dice giusto l°egregio "canova.emilio" di cui condivido il pensiero.

scipione

Lun, 06/05/2013 - 18:38

Ingroia.Grillo,De Magistris......piccoli miserabili nani invidiosi di fronte al gigante Giulio.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 06/05/2013 - 19:11

Che palle con sta' mafia! Per certi individui,i politici sono tutti mafiosi...tranne loro e i loro famigliari, naturalmente!

angelovf

Lun, 06/05/2013 - 19:13

Forse Andreotti non fu uno stinco di santo ma alla lunga fu un grande politico, al contrario di quello che dicono questi giustizialisti che di buono non hanno nulla e non hanno fatto nulla. Per Andreotti ci sono voluti molti anni per giudicarlo, per Ingroia e de magistris non abbiamo aspettato tanto per capire che sono scadenti, la loro forza sta solo nel condannare , magari facendo errori. Se per de magistris non sentirà la mancanza di Andreotti, anche i napoletani non sentiranno la mancanza perche sta riducendo Napoli un cesso, i turisti fotografano i cumuli di spazzatura. Prima di parlare si facessero l'esame di loro stessi.

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 06/05/2013 - 19:18

perquanto sia stato una persona diciamo "Viscida", ed abbia fatto nella sua vita il furbastro, è sempre una persona che è venuta degna di un minimo rispetto che è venuta a mancare. Solo le persone ignoranti e poco sensibili, si possono SCAGLIRE CONTRO UN MORTO. FAREBBERO BENE A TENERE LA BOCCA CHIUSA e se hanno rancori se li tengano dentro.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 06/05/2013 - 19:27

L unico sbaglio che fece e di non aver eliminato questa accozzaglia rossa.Si butto a sinistra e questi sciacalli lo demoniano a tuttora.

odifrep

Lun, 06/05/2013 - 19:30

Quando parla qualcuno a nome del M5S, non gli do ascolto. Ingroia e De Magistris, sanno benissimo che Andreotti non avrebbe mai raccomandato due teste di minkia di quel genere. Ecco il motivo delle loro reazioni. Questa è l'Italia, fate bene a pubblicare le idiozie di coloro che vogliono dare un contributo alla società. Il popolo sarà grande giudice.

Il giusto

Lun, 06/05/2013 - 19:39

A canova...infatti dopo che se ne andò andreotti arrivò silvio,il grande statista!E fallimento totale fu...

Lo Gnostico

Lun, 06/05/2013 - 19:40

Ricordo che Andreotti fu uno dei senatori a vita che sosteneva prodi. Alla faccia del grande politico .....

roberto.morici

Lun, 06/05/2013 - 19:48

@Antimafioso. Nessuno, anche se non fosse sinistro.

roberto.morici

Lun, 06/05/2013 - 19:54

Una delle prove di collisione con la mafia (e per sbugiardare il famoso viaggio a Mosca e Tokio) fu fornita dal solito testimone attendibilissimo che giurò di aver visto Andreotti salire a bordo di un'automobile costruita...due anni dopo.

americanboy

Lun, 06/05/2013 - 20:33

Ingroia,De Magistris,Grillo,esseri assolutamente insignificanti umanamente e politicamente parlando.Chi si ricorderà di questi tre elementi,che rappresentano il nulla assoluto,quando moriranno? Andreotti è la storia d'Italia.Onore al grande Giulio!Riposi in pace.Condoglianze alla famiglia.

Bozzola Paola

Lun, 06/05/2013 - 20:39

Bene aspetto al varco il momento in cui lascieranno questo mondo l'ignobile grillo parlante che non rispetta neanche i morti. Si guardi lui che ne ha sulla coscienza ed i due poveri guitti che si passano per procuratori o altro ed invece sono solo due "larve". I commenti sulla persona in questione dovrebbero lasciar la a chi (come me ed altri) ha un'età per cui ha vissuto quegli anni con quei protagonisti. la grillina sarti per es. non era ancora nata, cosa ne può sapere e altrettanto demagistris ed ingroia.

BeppeZak

Lun, 06/05/2013 - 21:04

Ma perché Ingroia non si morde la lingua prima di parlare? Non si è ancora reso conto di aver fatto una figura di merda alle elezioni? Si è reso conto che, nonostante fosse convinto che l'Italia lo ammirasse al contrario si è resa conto che era solo un centesimo bucato. Fasullo

Ivano66

Lun, 06/05/2013 - 21:29

Beh, se uno è mafioso (e Andreotti è stato provato lo fosse) è sicuro che è dalla parte di questo giornale e del suo padrone.

Riccardo10

Lun, 06/05/2013 - 22:39

Ingroia ( gran persona di spessore...) e compagni adesso che è morto si sfogano...farlo quando era vivo no?

roberto zanella

Lun, 06/05/2013 - 22:52

Ripeto dei magistrati e giudici comunisti non devono ne giudicare ne fare infdagini perchè il loro pensiero è viziato dall'ideologia di provenineza. Berlusconi è un ingenuo è da quando è in politica che i gappisti resistenti del resistere,resistere,resistere si sono trasformati in falsi Arrows.

Lino1234

Lun, 06/05/2013 - 23:33

#Ivano66 afferma che è stato provato che Andreotti era mafioso. domanda : quando e con quale sentenza? Purtroppo ai trinariciuti è consentito dire di tutto, boiate comprese. Però una cosa lui ha provata di sicuro : che con il suo commento ha provato di essere un emerito imb....le. Saluti. Lino - W Silvio.

roberto.morici

Lun, 06/05/2013 - 23:39

Ingroia e De Magistris? Mister Flop 1 e Mister Flop 2?

SteveCanelli

Lun, 06/05/2013 - 23:39

Andreotti, che sapeva fulminare i suoi avversari con una battuta, avrà pensato : "se Ingroia mi disprezza, me ne compiaccio. Mi sarei vergognato se mi avesse lodato ! ".

SteveCanelli

Lun, 06/05/2013 - 23:43

Ivano66. Ma tu credi ancora alle sentenze dei tribunali italiani ?? Mi sa che ti sei fumato il cervello. Ma di che prove parli ? Dei gloriosi pentiti della gang Caselli &Co. ? Ma va la!

Ritratto di romy

romy

Mar, 07/05/2013 - 00:34

Non sono stato mai Andreottiano nella mia vita,anzi.....ma oggi se ne è andato un grande Politico con la P maiuscola,che Dio l'abbia in gloria,la mafia?tutto il resto?,stupidaggini,a quei tempi,durante la 1°Repubblica,poteva capitare che al tuo fianco sedesse il peggiore degli avventurieri,che nemmeno potevi saperlo,era molto diverso da oggi,le maglie erano più larghe,oggi è tutto il contrario.Con il sistema sociale che vigeva all'epoca,è stato facile,dopo decenni,raccogliere di tutto contro chiunque.Se mi guardo indietro e scorgo la leggerezza di come si viveva all'epoca,in ogni campo,specialmente quello della politica,dico che moltissimi sono stati salassati,ingiustamente,pero'.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 07/05/2013 - 01:27

Che dire di questa feccia che continua a vomitare odio sulla morte di Andreotti? Sono dei poveri vermi che non arrivano ad eguagliare neanche lo spessore della suola delle scarpe di Andreotti. SOLO DEI FALLITI COME INGROIA, DE MAGISTRIS ED I MENTECATTI DI M5S SONO IN GRADO DI VOMITARE VELENO.

biricc

Mar, 07/05/2013 - 08:03

Ingroia parla per invidia. Piuttosto di mettersi a lavorare vorrebbe essere morto come Andreotti.

jeanlage

Mar, 07/05/2013 - 08:28

I topi di fogna ed i maiali del movimento 5 STALLE esultano. Sperano che la morte del Grande faccia risaltare di meno la loro lercia e squallida insignificanza.

Ivano66

Mar, 07/05/2013 - 11:04

Lino1234 e SteveCanelli: 28 dicembre 2004: la Cassazione conferma la sentenza di assoluzione nel processo per mafia: la sentenza di Palermo diviene così definitiva. Prescrizione per il delitto di associazione a delinquere fino alla primavera del 1980 e l'assoluzione per il reato di associazione mafiosa dal 1980 in poi. I magistrati annotano che è dubbio il ruolo di Andreotti per i rapporti con Cosa Nostra prima del 1980, visti anche gli incontri con il boss Stefano Bontade, i legami con Vito Ciancimino e con i cugini Nino e Ignazio Salvo: ma la questione non può essere approfondita dato che i fatti sono coperti da prescrizione. (Il Sole 24 Ore - leggi su http://24o.it/AjL1K). Vedere anche: https://it.wikipedia.org/wiki/Giulio_Andreotti.

Riccardo10

Ven, 17/05/2013 - 12:50

Ivano scusa ma con questo ti sei dato del fesso da solo... come diceva qualcuno..non ci sono condanne e tu lo confermi...solo supposizioni e immaginazioni e congetture ma condanne zero