Un anno di governo Monti: tra gaffe, dietrofront e strafalcioni

Le lacrime della Fornero, le dichiarazioni di Martone, le gaffe e i dietrofront del premier: strafalcioni e figuracce del governo tecnico a un anno dall'insediamento

Un anno di tecnici, un anno di gaffe. Tutto ci si poteva aspettare meno che i sobri e attenti professori, abituati alle cattedre e alla precisione chirurgica nel dispensare lezioni, fossero capaci di inanellare una serie così folta di svarioni, gaffe, strafalcioni, dietrofront e vere e proprie castronerie.

Per carità, tiene benevolmente conto del fatto che passare dalle cattedre bocconiane al timone di un Paese è impresa complicata. Epperò, nel riassunto dei primi 365 giorni dell'esecutivo Monti non si possono non evidenziare le uscite che hanno scatenato polemiche e fatto infuriare, ridere o impaurire i cittadini.

E allora, meglio fare subito una sorta di compendio, ché la lista è lunga e la materia non è poi così divertente. Di sicuro non si saranno divertiti i cittadini meno abbienti al sentire che nella riforma del lavoro era stata cancellata l'esenzione per i ticket per gli esami diagnostici e per altre prestazioni specialistiche in favore dei disoccupati. Per fortuna il polverone mediatico che si sollevò, portò la Fornero ad ammettere che trattavasi di “refuso”.

Così come chissà quanti lavoratori andarono su tutte le furie al vedere sgorgare le lacrime dagli occhi dello stesso ministro al sol pronunciare la parola sacrifici in merito alla riforma delle pensioni. Ci sono state poi le falle contenute nella riforma del lavoro con tanto di ammissione della Fornero: “C'è il rischio di incentivare il lavoro nero”. E che sarà mai, se poi il lavoro nero e il precariato regnano perfino all'Isfol, ente di ricerca controllato dallo stesso ministero del lavoro?

Il balletto sull'Imu alla Chiesa è ancora argomento attuale, almeno fino a quando non ci sarà certezza sul provvedimento. E che dire dello svarione linguistico che prese alla sprovvista il ministero dell'Istruzione? "Dalla pecora al pecorino, tracciabilità e rintracciabilità di filiera nel settore lattiero caseario toscano". Recitava così un bando per un assegno di ricerca dell'Università di Firenze pubblicato sul sito del Miur. Che tradotto in inglese diventava: "From sheep to Doggy Style, traceability of milk chain in Tuscany". Solo che "Doggy style" non c'entrava nulla con uno dei formaggi più diffusi in Italia, ma era un modo di chiamare una posizione sessuale.

Nel calderone delle gaffe va rammentata quella del viceministro al Welfare, Michel Martone, che bollò come “sfigato” chi non concludesse il ciclo di studi universitari entro i 28 anni. Peccato però che i suoi trascorsi professionali e personali abbiano fatto emergere aspetti da privilegiato rispetto a uno studente medio.

Non dimentichiamo poi la bagarre sul posto fisso, definito “monotono” dal premier Monti. Bagarre continuata con le frasi della Fornero: “Bisogna spalmare le tutele su tutti, non promettere il posto fisso che non si può dare, questo vorrebbe dire fare promesse facili, dare illusioni”. Dichiarazioni che scatenarono la rivolta degli utenti in rete,i quali si scagliarono contro la figlia del ministro del Welfare, Silvia Deaglio, professore associato di Genetica medica alla facoltà di Medicina dell'Università di Torino, dove hanno insegnato sia mamma che papà.

E poi c'è il ministro dell'Interno, Anna Maria Cancellieri che si ha bacchettato i mammoni e “gli italiani fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà” scordandosi però della nomina del figlio Girogio Peluso, già precoce direttore di Unicredit, a direttore generale di Fondiaria Sai, con tanto di bel posto fisso da 500 mila euro l’anno.

E come non citare poi il povero sottosegretario Franco Polillo, smentito dal suo stesso governo sul capitolo degli esodati. O ancora il ministro dell'Ambiente, Corrado Clini avventuratosi in un invito al ritorno del nucleare, a poca distanza temporale dal referendum popolare che aveva sancito il contrario.

La Fornero resta però quella che, insieme con Monti, ha collezionato più gaffe. Tra le ultime c'è il tentativo di allontanare i giornalisti da un convegno, tentativo andato a vuoto e a cui è seguita la fatidica affermazione: “Saranno gli errori a fare titolo sui giornali". E infine c'è la frase sui giovani troppo choosy -schizzinosi - poiché cercano a tutti i costi un lavoro dignitoso, e dunque non precario. Frase che le è costata persino un esposto dal padre di Norman Zarcone, il dottorando in filosofia del Linguaggio che si tolse la vita a Palermo come segno di protesta contro le baronie universitarie e contro la precarietà.

Ma la standing ovation va tributata a Mario Monti. Oltre alla “monotonia” del posto fisso, al prof va riconosciuto il merito di aver fatto infuriare persino i tedeschi rilasciando un'intervista al settimanale Der Spiegel nella quale dichiarava che i governi dovrebbero mantenere "un proprio spazio di manovra" indipendente rispetto alle decisioni dei Parlamenti. I teutonici si infuriarono e Monti fu costretto alla rettifica trincerandosi dietro un “sono stato frainteso”.

Episodio simile a quello avvenuto però su giornale diverso e in un paese diverso. “Se il precedente governo (quello Berlusconi, ndr) fosse ancora in carica, ora lo spread italiano sarebbe a 1200 o qualcosa di simile”. Frase rilasciata al Wall Street Journal e che mandò in bestia il Pdl. Anche in quell'occasione Monti si affrettò a smentire malamente.

Così come quando nel corso di una conferenza stampa congiunta col presidente della Commissione Ue José Manuel Barroso, parlando delle soluzioni alla crisi economica, disse: “Essendoci un consenso più ampio" tra le forze politiche italiane "e una maggiore volontà di cooperazione credo che potremo andare più a fondo". Una frase che poteva essere mal interpretata e che prontamente infatti Monti provvide a spiegare meglio.

Quello che non riuscì a spiegare, probabilmente perché non c'era modo di farlo, era il perché non avesse cantato a Kiev l'inno di Mameli. In quell'occasione lui rimase immobile con la bocca chiusa limitandosi a battere placidamente le mani. Una figura peggiore la collezionò nella comunità di Sant'Egidio. A una donna che lo fermò dicendogli: “Il giorno più bello dopo che mi hanno sfrattato è stato veni­re qui in comunità”, la risposta del premier fu folgorante: “Se non l’avesse­ro mandata via di casa non sta­va così bene come qui a San­t’Egidio”.

Per non parlare poi della bufala pubblicata sul sito di Palazzo Chigi in merito a una presunta citazione di Monti da parte di Obama nel discorso al meeting per la sicurezza nucleare di Seul. Citazione che naturalmente non c'è mai stata. E per rimanere sul sito del governo, come non ricordare la campagna di aiuto lanciato dall'esecutivo sulla spending review. O ancora l'episodio mai chiarito del volo di Stato per andare al compleanno di un amico. Tra le altre gaffe, va menzionata anche la breve apparizione al governo del sottosegretario Carlo Malinconico, dimessosi a causa delle vacanze pagate a sua insaputa.

E se ci spostiamo poi sui dietrofront, il governo Monti meriterebbe l'Oscar alla carriera. La tassa sulle borse studio dei medici? Ritirata. Quella su alcolici e birra? Ritrattata. Articolo 18 per i licenziamenti illegittimi per motivi economici? Tolti e poi ripristinati. Aumento dell'aliquota delle accise di benzina fino a 5 centesimi? Abolita. Tassa di 2 centesimi sugli sms? Abortita. Gratuità dei conti correnti per i pensionati che percepiscono fino a 1.500 euro al mese? Procrastinata. Liberalizzazioni di taxi e farmacie? Emendate. Operazione Cieli bui? Bocciata dai partiti. Patrimoniale? Annunciata e poi ritirata. Alla faccia della tanta sbandierata competenza del governo dei prof.

Commenti

nemo72

Mar, 13/11/2012 - 17:50

per alcune cose e meno male che hanno dovuto fare dietro front...

Ritratto di manasse

manasse

Mar, 13/11/2012 - 17:56

questo è un governo di incompetenti che più INCOMPETENTI NON SI PUO'

ARNJ

Mar, 13/11/2012 - 17:57

Una banda di CIALTRONI e di PALLONI GONFIATI......completamente INCAPACI !!!!!!.... A CASA...A CASA...A CASA...A CASA.... !!!!-

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 13/11/2012 - 17:58

Al di là delle gaffe verbali - che peraltro sono indicative del livello di preparazione di questi sedicenti salvatori della patri - le vere gaffe del governo non eletto da nessuno e voluto non si sa da chi sono le seguenti: aumento della pressione fiscale, diminuzione delle pensioni, diminuzione del Pil, aumento della disoccupazione, aumento del debito pubblico... e, di gaffe in gaffe, il paese scivola inesorabilmente, disperato ed impotente, verso la povertà.

ilsignorrossi

Mar, 13/11/2012 - 18:08

un disastro completo con la complicità di PDL,PD,UDC e mantenuti vari,ma il grazie più sentito va al boiardo del colle

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Mar, 13/11/2012 - 18:13

L'unica cosa che questi super testoni hanno in comune con tutti gli altri politici sono le gaffe. Da Berlusconi a Padoa Schioppa non è che non ne sono state fatte, il guaio è che siamo sempre noi a subirle senza poterci assolutamente fare niente se non alzare gli occhi al cielo e sperare in un intervento divino.

Ritratto di lettore57

lettore57

Mar, 13/11/2012 - 18:18

@fritz1996 mi perdoni un piccolo appunto: si sa perfettamente chi ha voluto questo governo: l'uomo del colle, l'uomo che ne ha sempre per tutti, l'uomo che oggi dice bianco e domani per interesse nero, l'uomo che anche ora, di fronte ai continui inciampi del suo monti, beh tace il bel tacer non fu mai scritto ma è un modo di dire da applicare sempre e non solo quando torna comodo

castragalli

Mar, 13/11/2012 - 18:21

e meno male che erano tecnici! Figuriamoci se erano politici!!

Ritratto di giorgio verona

giorgio verona

Mar, 13/11/2012 - 18:21

Se questo è ciò che sanno fare i professori della Bocconi,cosa insegnano maestri e professori nelle scuole Italiane? Ora si dovrebbe capire che non è la scuola da riformare bensì gli insegnati.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 13/11/2012 - 18:21

LUNGI DA MÈ IL VOLER DIFENDERE MONTI, anche se siamo conterranei (ovvero Lui Varesotto ed io Brianzolo) ma qualche tentativo di ridurre gli stipendi DORATI dei magistrati e giudici (volutamente minuscolo) Lui l'ha fatto. Ê di qualche settimana fa la pronunciazione di anticostituzionalità della legge che prevedeva la diminuzione degli stipendi degli ERMELLINI, ce ne siamo già dimenticati TUTTI???? Quando un qualsiasi GOVERNO NON DI SINISTRA, approva qualche riduzione (ad esempio quell'altra delle PROVINCE) TUTTI I COLPITI fanno ricorso al TAR, ALLA CORTE COSTITUZIONALE, al CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA ecc ecc. Ovvero chi più ne ha più ne metta di RICORSI. L'ITALIA È IL PAESE DEI RICORSI QUESTO È IL VERO CANCRO DEL PAESE!!! Le corporazioni, le caste,i lazzaroni, gli improduttivi, i sindacati e compagnia cantante, non appena gli tocchi i loro previlegi FANNO RICORSO e come sempre trovano un giudice(volutamente minuscolo) che gli da ragione. Troppe LEGGI sono state fatte (secondo me apposta) in 50 anni per poter una volta ottenuto il PREVILEGIO MANTENERLO VITA NATURAL DURANTE anche per i posteri. Questo è il MALE ITALIANO che secondo me nessun governo riuscirà mai ad eliminare, quindi CARI ITALIANI PREPARATEVI (preperiamoci) a continuare a PAGARE111 Anche l'eventuale (da parte di alcuni tanto auspicato) arrivo di Grillo NON CONTRIBUIRÀ A RISOLVERE NIENTE, perchè come si permetterà di TOCCARE qualcuno, ci penserà il SOLITO magistrato (tipo il testa di legno)a rimetterlo a cuccia. E ora vado a mangiarmi una bella fetta di PAPAYA. Saludos

Ritratto di g02827

g02827

Mar, 13/11/2012 - 18:24

L'ultima che hanno fatto: gli integratori alimentari sono alimenti pertanto sono da considerarsi al pari dell'olio d'oliva, dei pomodori pelati, del pepe, dell'aglio liofilizzato, marmellate, e similari. Non sanno che se fossero alimenti potrebbero sostiuirsi completamnete a questi, ma ciò non è possibile ne è consentito. Sono integratori e se sono tali non possono essere ritenuti al pari dei prodotti che integrano. Qualcuno ha le ideee confuse, sembrano essere uscite da un frullatore.

MEFEL68

Mar, 13/11/2012 - 18:27

Almeno le "terribili" gaffes di Berluscini facevano sorridre ( se gaffes sono state): Quelle di Monti ci stanno rovinando. Quando voteremo, chiunque vincerà, sarà la fine di un incubo. Forse quel giorno, anch'io brinderò, come ha fatto teatralmente Bersani insieme ai suoi sinistrati alla caduta di Berlusconi.

idleproc

Mar, 13/11/2012 - 18:28

La cosa è un pò più ampia e con ramificazioni internazionali. C'è solo da verificare legalmente se gli uomini delle Istituzioni, Magistratura e Corte Costituzionale, sono lì a difendere il Popolo Italiano la Repubblica e la sua Sovranità o a far altro. Continuando su questa strada la vicenda può solo deteriorarsi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 13/11/2012 - 18:34

A RIPROVA DI QUANTO HO APPENA FINITO DI SCRIVERE. Leggo su libero un titolo che dice LA POLVERINI NON SI SCHIODA E A FRONTE DELL'IMPOSIZIONE DEL TAR per indire le elezioni Regionali prima possibile INDOVINATE COSA FA? FA RICORSO AL CONSIGLIO DI STATO!! Un'altro degli enti INUTILI (ovvero utili per Loro) che si sono costruiti apposta per NON MOLLARE MAI LA CADREGA. A RISALUDOS ora oltre la papaya credo che mi mangerò anche un buon CEVICE DE PESCADO.

vabbeh

Mar, 13/11/2012 - 18:39

domani mattina titolone a caratteri cubitai: MOVIMENTO 5 STELLE SICILIA RESTITUISCE RIMBORSO AI PARTITI. mi raccomando che le notizie sul proff vanno poco. ah, fatelo scrivere da Francesco Maria il pezzo sul rimborso ai partiti. con un po' di colore, tipo "l'ipocrisia della casta prossima ventura". saluti

vince50

Mar, 13/11/2012 - 18:39

Questo governo di psico tecnici l'ha voluto si "lui" su questo non ci piove,ma non credo affatto che ne sia l'unico responsabile.Responsabili lo sono tutti chi per un verso chi per un'altro,hanno tutti collaborato allo sfascio di questo paese e da alcuni decenni.Dobbiamo renderci conto che dobbiamo PUNIRLI e senza escludere nessuno,il loro gioco conseste nel dividerci e fare il tifo a prescindere per la propria "squadra del cuore".

vabbeh

Mar, 13/11/2012 - 18:39

domani mattina titolone a caratteri cubitai: MOVIMENTO 5 STELLE SICILIA RESTITUISCE RIMBORSO AI PARTITI. mi raccomando che le notizie sul proff vanno poco. ah, fatelo scrivere da Francesco Maria il pezzo sul rimborso ai partiti. con un po' di colore, tipo "l'ipocrisia della casta prossima ventura". saluti

cotoletta

Mar, 13/11/2012 - 18:43

cinghiale basta con questo berlusconi causa di tutti i mali! ce li siamo dimenticati gli "arrosti" fatti da prodi con i suoi quasi 100 sottosegretari ed il cambio lira / euro a totale ed unico svantaggio dell'italia? se ne è andato ed adesso cibatevi "vendolina", presto in congedo matrimoniale seguito dalla probabile maternità!

gianfran41

Mar, 13/11/2012 - 19:08

Non mi sembra che, governi tecnici precedenti a Monti, abbiano portato grandi benefici al nostro paese. Non fa certo eccezione questo governo. Io capisco che la situazione mondiale è in affanno; ma non credo sia la soluzione giusta quella di tassare senza tregua i contribuenti. Infatti non mi sembra che i risultati facciano ben sperare: centinaia di migliaia le piccole aziende che chiudono, tasse a livelli da paura e, nonostante ciò, debito pubblico che sfiora i 2000 mialiardi di euro. Quale sarà la prossima mossa di questo lungimirante governo? Sarà che tutti i cittadini dovranno presentarsi, con il braccio scoperto, da Befera per farsi prelevare anche l'ultima goccia di sangue rimasta nelle vene. Amen.

giancabr

Mar, 13/11/2012 - 19:10

C'è un vecchio detto che dice: Chi non sa, insegna. Chi sa fa! A buon intenditore...

mario.de.franco

Mar, 13/11/2012 - 19:11

Questo è un governo di scolaretti in mano a maestre e maestri di nomi notissimi. A questo aggiungiamo che come scolaretti non raggiungono nemmeno la sufficenza, non fanno bene i compiti a casa , interrogati dai vari club rispondono in modo balbettante. Ed ecco il giudizio : "..siete dei buoni a nulla . Distruggete una volta per tutte questo paese !.." Anche i "colli" si sono risentiti : " ..quello di Roma è solo una collinetta..anzi un dosso... "

epc

Mar, 13/11/2012 - 19:25

Hernando45: scusi, sa, ma la legge a cui si riferisce è la legge 78 del 31 maggio 2010, e quindi è stata promossa dal precedente gabinetto.... Poi su tutto il resto che scrive sono d'accordo, ma ad avere cercato di ridurre almeno di un pochino i compensi di magistrati e super commis di Stato era stato proprio Berlusconi....

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 13/11/2012 - 20:11

E'il fantasista Napolitano che che ha tirato fuori dal cappello a cilindro il governo Monti. "Fantasista" anche perché fa sparire le robe che servono, tipo i soldi.

conenna

Mar, 13/11/2012 - 21:08

Ma perché il PDL continua a sostenerlo? Forse per far passare tempo e dimenticare le gaffes del Cav? Fotografia con le corna, cucù alla Merkel e amicizie con dittatori come Putin e Lukashenko?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 13/11/2012 - 21:14

EPC Ha ragione per un momento avevo SPERATO che fosse di Monti per dare un minimo di credibilità a questo governo di PROFESSORI TONTI e invece c'è stato un refuso. Comunque ciò (qualora ce ne fosse ancora bisogno) dimostra una volta di più che NON SI PUÒ GOVERNARE IN ITALIA SE NON SI È DI SINISTRA. LORO la riforma del titolo V della costituzione l'hanno fatta senza che la magistratura si sia pronunciata. O NO!! Saludos cordiales

Ritratto di dalton.russel

dalton.russel

Mar, 13/11/2012 - 21:22

e che dire dell'ultima dichiarazione del ministro Grilli sul tema del debito pubblico? Basaglia, i danni collaterali che la sua legge ha provocato, vanno ben oltre la più fervida immaginazione. Dalton Russell.

mario_p

Mar, 13/11/2012 - 21:56

Non per difendere i prof, ma il bando del "pecorino" è del novembre 2011 e allora era il periodo del tunnel per i neutrini!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mar, 13/11/2012 - 23:35

vince50: Sono d'accordo sul tutti a casa, ma chi votiamo???? Non ditemi il comico grillo, dalla padella fineremmo nella brace! Spero solo che Berlusconi rifaccia la discesa in campo del 94, lasciando fuori chi vuole ancora gli inciuci con i fini e i casini, le colombe del pdl.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 14/11/2012 - 00:52

Lo svarione più grosso fatto da questa gente è stato quello di accettare di governare senza essere eletti. LA DIMOSTRAZIONE CHE LA DEMOCRAZIA NEL NOSTRO PAESE E' ANCORA UNA UTOPIA.

Roberto Casnati

Mer, 14/11/2012 - 03:31

Le "gaffes" verbali rappresentano soltanto la "punta dell'iceberg" della stupidità e dell'ignoranza di professori saliti in cattedra non certo per merito che pretendono di dare lezioni di "moralità" pubblica e privata mentre affondano nel ridicolo. Davvero come ultimo atto della sua carriera Napolitano ci ha regalato l'ennesima pulcinellata!

Acquila della notte

Mer, 14/11/2012 - 17:12

ma qualcuno ha riflettuto sul fatto che questi hanno creato centinaia di discepoli nelle università nelle quali hanno insegnato? avremo l'invasioni degli zombie nei prox anni!