Aria di bis: nuovo esecutivo tecnico

Bersani verso il fallimento annunciato. Napolitano pensa a un gabinetto di larghe intese per le riforme prima del voto

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano

Roma - «Pier Luigi? Si farà un giretto...». Dunque, Bersani è in pista. Formalmente appoggiato dall'intero partito, lanciato persino da Renzi, pronto alla mission impossible, convincere i grillini ad appoggiare un suo esecutivo di minoranza. Sarà un buco nell'acqua, al Quirinale ne sono certi. Ma si sono convinti che un mandato esplorativo al leader Pd è un passo necessario per poter poi giocare la partita vera, quella del governo del presidente. E mentre Piggi si farà un giretto, Giorgio Napolitano cercherà il nuovo Monti: Ignazio Visco?
Intanto Bersani, che nelle ultime ore ha abbassato il tono dello scontro con il Colle, giocherà le sue carte. Come sosteneva Vittorio Emanuele II, in Italia una croce di cavaliere e un sigaro toscano non si negano a nessuno, forse nemmeno un incarico di governo «a perdere». Tanto verrà presto il momento in cui Bersani verrà ricevuto nello Studio alla Vetrata e dovrà offrire le garanzie richieste. Troverà il capo dello Stato che gli chiederà: «Quanti voti avete al Senato? Che accordi avete stretto? Non avete la maggioranza? Allora mi dispiace, non si può dare vita a un governo al buio». Seduto di lato, penna in mano, il segretario generale Marra pronto a sommare cifre e verbalizzare. Sulla parete il Lamento di Giacobbe, arazzo del Roest su cartone del Pontormo, osserverà in silenzio.

Di più, il segretario Pd non riuscirà ad avere. Di dimissioni anticipate, per lasciare il posto a un presidente più malleabile da eleggere a maggioranza di centrosinistra, non se parla nemmeno: confermando per il 19 marzo l'inizio delle consultazioni, Napolitano ha bloccato la manovra. Così, quando al termine della direzione Bersani chiama per informare il capo dello Stato delle scelte del partito e conferma «pieno rispetto delle prerogative presidenzali», suona come una resa. Ora il suo «giretto» servirà a far decantare il clima e dimostrare l'impossibilità di agganciare M5S, aprendo così un'autostrada per un gabinetto tecnico-istituzionale. Un esecutivo di scopo, condotto da una personalità autorevole, sganciata dai partiti tradizionali. Larghe intese, ma non un governissimo: impossibile che Pd e Pdl siedano nello stesso Consiglio dei ministri.

Serve allora un altro Monti, anzi un premier ancora più lontano dalle forze politiche, un doppiamente tecnico. Umberto Ranieri, uno dei democratici più vicini a Napolitano, lo spiega durante la riunione di direzione: «Un governo del presidente che realizzi alcune riforme e porti il Paese al voto entro un arco di tempo ragionevole». Non un patto tra le segreterie, ma un'assunzione di responsabilità generale per un assetto «istituzionale» che deve reggere un anno, fino alle prossime elezioni europee, tenendo i conti in ordine e favorendo alcune riforme anti-casta e il cambio della legge elettorale.
Si è molto parlato di Anna Maria Cancellieri. Il ministro dell'Interno, prefetto, ex commissario straordinario di Bologna, conosce bene la macchina statale. Ma stanno tornando su anche le quotazioni di Ignazio Visco. Quella del governatore, nonostante i dubbi di Mario Draghi che lo preferisce sulla trincea di Palazzo Koch, viene considerata la scelta migliore visto quel che ci aspetta: titoli da piazzare, Iva da aumentare, bilanci da far ancora quadrare. E se Bankitalia venisse affidata a Fabrizio Saccomanni, anche il SuperMario di Francoforte sarebbe d'accordo.

Commenti

meloni.bruno@ya...

Gio, 07/03/2013 - 08:58

Chi è causa del suo male pianga se stesso!Questo pantano è stato creato da chi per circa 20 anni,azzannava e sputtanava anche a livello mondiale un grandissimo governo voluto dagli Italiani.Adesso Bersani và elemosinando da Grillo per mantenere tutta la sua casta politica che traballa,per il malessere dei suoi stessi elettori,se tutti avessero contribuito anche nell'opposizione democraticamente come in tutti i paesi democratici oggi non ci ritroveremmo in questo stato.

franz44

Gio, 07/03/2013 - 09:14

Se entriamo in questa spirale, siamo veramente finiti franco

Duka

Gio, 07/03/2013 - 09:21

Se così è: ho l'impressione che non abbia capito niente di ciò che sta succedendo al nostro paese grazie sopratutto a Monti ed al suo governo di farlocchi-

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Gio, 07/03/2013 - 09:34

Gargamella a pettinare le bambole e noi a sopportare un anno di sgoverno tecnico, del presidente, chiamatelo come volete è un altro GOLPE. A votare in giugno.

Baloo

Gio, 07/03/2013 - 09:45

Grillo non può appoggiare il Partito Democratico che considera un pilastro portante del sistema di corruzione duale(PDL-PD) che ha retto (?) il nostro paese in questi ultimi anni (diversamente ladri e corrotti,non uguali). Grillo ha avuto un ottimo risultato per aver lottato contro il sistema dei partiti PDL-PD e la sua naturale collocazione è l'opposizione.Non rompa le scatole al Grillo il sig. Bersani.L'obiettivo di Grillo è ripulire il paese da PD e PDL per affermarvi una politica nuova,che va organizzandosi ma che non sopporta sul suo cielo il volo degli avvoltoi che vogliono predare la nidiata di parlamentari nata dalle uova appena dischiuse della speranza espressa dal popolo!!! LA responsabilità del governo tuttavia rimane nelel sole mani di chi ha la maggioranza assoluta alla Camera e quella relativa al Senato.I tentativi di Bersani e dei suoi scherani dei madia sono ridicoli.Il Grillo se li mangia e li manda affa.... Naturalmente non appoggerà neppure un governo tecnico,ricomprendente o no Mario Monti iche considera supino proconsole dell'imperatrice germanica.(Kaiserin Merkel e non Kanzlerin).

negroamaro@

Gio, 07/03/2013 - 09:48

Sig. Bersani, vorrei capire con i suoi 8 punti di programma, cosa mangiano gli Italiani nelle condizioni in cui ci troviamo. La smetta di porre la questione sul personale,pensi anche agli elettori che non l'anno votata,dimostri veramente che è un lider di una coalizione,lei non hà tutti i numeri per comandare ( purtroppo per lei )altrimenti quei 8 punti la gente li metterà sulla sua Testa. un Italiano abroad

ccappai

Gio, 07/03/2013 - 09:51

Giusto il tempo di fare un paio di leggi utili a evitare che Berlusconi e i suoi possano tornare a rovinare l'Italia con campagne elettorali e alleanze scellerate per il solo desiderio di conservare il potere. Io ci aggiungerei pure qualche provvedimento su conflitto di interessi ed ineleggibilità di chi è indagato per reati di corruzione

fabio tincati

Gio, 07/03/2013 - 10:04

avevo pensato anch'io al gabinetto per mandarli tutti ad espletare alcuni bisogni corporali.Per essere comunista non è necessario essere stupido,ma se uno lo è fa anche carriera:dovevano vincere ed hanno perso,per paura di cambiare hanno silurato Renzi per mettere al suo posto un benzinaio che ha insultato talmente Berlusconi che ora non può fare dietrofront ed allearsi per governare con il PDL,ora provano a governare con il non appoggio di un gruppo di matti per poi provare con un governo tecnico che non sarà nè eletto nè starà in piedi,ma sarà condotto da un yesman come Prodi o Monti.Intanto noi,coperti di tasse e di malgoverno,vivacchieremo sentendoci raccontare che la situazione (creata da loro)è troppo seria per andare alle elezioni,bisogna rinnovare il paese (utilizzando le mummie che l'hanno ridotto così)E' lo stesso giochetto della DC. ai tempi del centrosinistra e delle lagne di Moro,ma è più importante parlare di B. e delle sue feste!In che mani siamo!!

pb23745

Gio, 07/03/2013 - 10:16

Vi spiego perche' il governo tecnico durera' al massimo un mese. La fiducia la ottiene da Monti, Bersani e PDL, e questo e' assodato. Poi il governo comincera' a lavorare per la sua strada, mentre in parlamento inizieranno le manovre dei 5 stelle che hanno i loro obiettivi primari in costi politica, conflitto interessi, legge anti-corruzione, faslo in bilancio, abolizione province, etc. Il PD dovra' per forza appoggiare queste proposte di legge del parlamento (pena la sua morte politica), il PDL si opporra' ma non avendo i numeri non potra' allora fare altro che sfiduciare il governo (sempre che sia lesto a farlo prima che le leggi anti-CAV diventino legge). Insomma, lo scenario del primo Monti non funzionera' perche' c'e' il M5S che rompe i giochi e il PD che gli deve andare dietro. Soluzione B: o il voto o un governo al M5S appoggiato dal PD, altre strade non ce ne sono purtroppo

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Gio, 07/03/2013 - 10:30

Forza Renzi ti aspettiamo al prossimo giro. I grillini li mandiamo definitivamente all'opposizione, in quanto alla destra staremo a vedere se sapranno rinnovarsi ai tui ritmi o se si lasceranno morire d'inedia.

Pluto 2012

Gio, 07/03/2013 - 10:31

Un governo tecnico o un governo dalle larghe intese è quanto auspica Grillo perché durerebbe pochissimo e gli consentirebbe di raggiungere alle prossime elezioni la maggioranza assoluta ed il governo del Paese Badate che dal sondaggio di Manneheimer pubblicato oggi risulta una ulteriore crescita (di più del 3%) del partito di Grillo dato oggi al 29% ( o più ) ed un incremento più limitato (poco più dell’1%) del PD che si colloca tra il 26 e il 27%. Calano invece Rivoluzione civile ( di quasi l'1%), la Lista Monti (che si attesta al di sotto del 10%) , Fratelli d'Italia e, in misura minore, lo stesso Pdl. Dal sondaggio risulta, poi, per quanto riguarda le coalizioni, che quella di centrosinistra si conferma al primo posto, seguita da M5Stelle che scavalca la coalizione di centrodestra in decrescita nel complesso del 2% Dato questo trend c’è poco da stare allegri!!!

gigi0000

Gio, 07/03/2013 - 10:34

Dove troverebbe la fiducia un governo tecnico? e per quali ragioni dovrebbe riceverla, se un governo politico d'intesa tra PD e PDL non potrebbe trovarla? e prché il PDL dovrebbe votarla? mi sembra un'usurpazione della volontà degli elettori. Inoltre un governo tecnico potrebbe fomentare la becera insoddisfazione delle masse e favorire i grillini, quando invece dovrebbero essere annullati dal ripristino della capacità politica dei partiti.

Ritratto di kinowa

kinowa

Gio, 07/03/2013 - 10:48

Mica vorrà nominare un'altro senatore a vita togliendoci 25ooo (equivalente di 40/50 rate IMU) euro al mese???????????????

giuseppe giordano

Gio, 07/03/2013 - 11:11

Ancora dubbi sul viaggio a Berlino del Rosso Antico del Colle? Vogliamo scriverlo a caratteri cubitali? IL VIAGGIO IN GHERMANIA ERA STATO COMANDATO DALLA MERKEL(la culona tiene per il bavero giorgino che deve solo ubbidire...altrimenti ti publiken il video dei tuoi biglietten a skrokken pagati dal popolo italiano...video tv tedesca noto a tutti ma mai ripreso dalla nostra stampa e/o tv)proprio subito dopo le nostre elezioni...ed ha ovviamente preso il Colle per il collo affinchè facesse l'impossibile per appoggiare un altro governo tecnico simil/Monti(che caso, circola il nome di Visco...BANCHIERE!!!). Lo vogliamo scrivere e dire ad alta voce negli inutili talk shows? PORTA A PORTA IN primis(tante chiacchere senza mai una giungere al nocciolo delle questioni! Il VESPONE tiene botta a tutti...non si sa mai...) Auguri Italia.

unosolo

Gio, 07/03/2013 - 11:17

non sono d'accordo , troppi danni col primo e aumento delle spese a nostro carico oltre la regalia a senatore .no ad altri governi tecnici , subito elezioni e con questa legge visto che in un anno e mezzo non l'hanno voluta cambiare , basta a sprechi di soldi si fermino subito i rimborsi e si rivada a votare .

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 07/03/2013 - 11:22

@baloo mi scusi ma non capisco :come può cambiare il paese stando all'opposizione.In linea di massima mi trovo d'accordo con lei,ma io ho sempre creduto che bisogna comandare,essere al governo per cambiare.Oppure ha paura di perdere voti,perchè allora................

Ritratto di inserraglio

inserraglio

Gio, 07/03/2013 - 11:27

L'imprenditore che uccide e si uccide, il pensionato che non arriva a fine mese, i giovani e i meno giovani senza lavoro,gli esodati,l'imu, le tasse aumentate, il politico che ruba a piene mani,ecc....A queste condizioni un governo politico in cui ci sia una mediazione delle parti è totalmente necessario-bisogna fare, fare e ancora fare, non pensare alle nuove elezioni perchè è molto probabile che potremmo finire nella me...a.

APG

Gio, 07/03/2013 - 11:37

@ Baloo - Il problema per gli Italiani è che Grillo non capisce una beata fava di niente, spara ai lampioni, insulta a destra e a manca, magari dicendo anche cose giuste, a volte, ma senza avere alcuna idea di come fare per metterle in pratica e quelli eletti nel suo partito sono esattamente la stessa cosa, completamente all'oscuro di tutto. E' chiaro che essendo totalmente incapaci rifiutano qualunque confronto con gli altri gruppi e/o sui media. Ma insomma, quei pellegrini che lo hanno votato avranno o no diritto di vedere in faccia quelli che li dovranno rappresentare e quali proposte di programma porteranno avanti? Fino ad ora hanno solo parlato a vanvera, per schemi prestabiliti, senza alcuna logica dietro e soprattutto senza alcuna capacità di sintesi costruttiva. Sfasciare è facile, costruire o ricostruire è impresa ardua e per pochi. Tagli pure tutto quello che di marcio deve essere tagliato, ma poi deve indicare praticamente cosa fare per ricostruire. Fino ad ora si sta dimostrando una persona completamente ondivaga e quindi inaffidabile.

Spairani Araldo

Gio, 07/03/2013 - 11:46

Bersani deve andare avanti con le proposte che facevano parte del programma PD. Grillo, (il santone mascherato), che parla dal tabernacolo, se obbligherà gli eletti del M5S di votare contro la loro approvazione, dovrà LUI giustificarsi di fronte ai suoi elettori. Dovrà dire perché: portare il Paese fuori dall’austerità, la redistribuzione dell’IMU, misure urgenti sul lavoro e sul sociale, modifica degli automatismi della Legge Fornero, riduzione del costo del lavoro stabile, salario minimo per chi non ha copertura contrattuale, diritti civili, la riforma della politica e i suoi costi, ecc., cose che i cittadini aspettano per sopravvivere non va più bene, dopo che ciò è stato URLATO nelle piazze. Se i Senatori/Deputati del M5S, che spero rispettino chi li ha votati proprio per questi punti, saranno capaci di distaccarsi mentalmente dai discorsi distruttivi di Grillo, il Paese e i ceti meno abbienti potrebbero risalire la china e avvenire quel cambiamento che tutti auspicano. Se invece si opporranno, dimostreranno solo che sono una forza (una Setta?)che non vuole cambiare nulla ma fare solo i propri Interessi ovvero quelli dell’AZIENZA POLITICA GRILLO/CASALEGGIO . Costoro (M5S) sono gli acerrimi detrattori di Berlusconi (con cui per ovvi motivi il Pd non potrà più allearsi) ma, ricordiamo che Berlusconi rispetto a Grillo da lavoro a migliaia di persone mentre con le sue urla da forsennate Grillo distruggerà le ultime speranze di chi il lavoro lo va cercando.

idleproc

Gio, 07/03/2013 - 11:46

franz44. Concordo e giocano con il fuoco. Per far passare la "linea" eurocentrica hanno rimescolato, stiracchiato, stravolto la Costituzione. Sono cose che si pagano non sono questioni puramente formali. Ora si trovano con parlamento e istituzioni compromesse dalla delega di sovranità verso il nulla costituzionale formale e sostanziale europeo. La rappresentanza democratica è diventato un'organismo di passacarte di decisioni prese in altri organismi fuori dall'Italia. La cosa era ovviamente voluta. Hanno trasformato i partiti in organismi autoreferenziali distaccati dall'Italia reale in quanto hanno perso la loro funzione di mediazione socio-economica. E' il regalo del globalismo politically correct. E' l'ultima fase della casta.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 07/03/2013 - 11:52

@pb23745 il voto con l'attuale legge elettorale produrebbe esattamente lo stesso risultato di ingovernabilità al senato, lo sa Bersani e lo sa Berlusconi, mentre Grillo cuole il voto perché pensa diincrementare i suoi voti per aumentare la sua importanza e soprattutto aumentare la pressione su Bersani, Berlusconi. Quindi alla fine ci sarà un governo a termine guidato da "tecnici" e comunque persone al di fuori della politica e dei partiti con l'appoggio di PD, PDL e i pochissimi voti di Lista civica. L'accordo PD, PDL non é assolutamente possibile perché i due partiti non hanno assolutamente niente in comune e sono su posizioni diametralmente opposte, e quindi sarebbe difficilissimo mettersi d'accordo su qualsiasi cosa anche la piu' piccola, anche perché nessuno dei 2 partiti ha mai veramente avuto un alto senso dello stato e l'interesse dell'Italia e degli italiani, ma solo interessi personali, e non cambieranno sicuramente idea adesso (se non per interessi personali), soprattutto perché i due giocatori principali, Bersani e Berlusconi, sono ancora li.

dukestir

Gio, 07/03/2013 - 11:59

Cari rimontatori dell'altro ieri, Grillo dopo aver fatto tabula rasa a sinistra (ex ecologisti, rifondatori, dipietristi) sta sfondando a destra tra leghisti e populisti berlusconiani. +3%, scavalcati PDL+Lega insieme, dato confermato da Ipsos e da Mannheimer. Dove trovo questa notizia su questo giornale?

Ritratto di jasper

jasper

Gio, 07/03/2013 - 12:28

Questa idea balzano del governissimo Berlusconi se la deve togliere dalla capoccia. Il governissimo non sa da fare nè ora nè mai. Esso porterebbe acqua solo al mulino di Grillo. Se non si capisce una cosa simile allora siamo destinati al fallimento. Lasciamo che Bersani si bruci le dita e poi andiamo alle urne.

bart

Gio, 07/03/2013 - 12:32

Be' certo, se lasci le porte e le finestre aperte...

Mechwarrior

Gio, 07/03/2013 - 12:48

eh eh eh evviva il governo dei tecnici bis!!!! confido in: + accise (benzina almeno a 2,5 euro al litro) + iva (almeno portarla al 25% l'aliquota minima) aumento età pensionabile (diciamo 85 anni) e cancellazione dell'articolo 18 in toto e dei contratti collettivi nazionali di lavoro. nonchè assunzione di almeno un finanziere ad attivita' commerciale, il quale va piazzato nell'attivita' stessa come controllore.

cratos

Gio, 07/03/2013 - 13:20

tra poco non ci sarà più nulla di governare, che la finiscano con questi giochi di potere sulla pelle di chi lavora dalle 06 di mattina alle 20.00 di sera; basta ora prima di diventare la nuova Grecia c'è bisogno che si guardino dritti negli occhi, che si siedano ad un tavolo e chi si rifaccia l'Italia o i nostri figli non avranno un futuro. Basta teatrini e direzioni generali ... devono lavorare per l'Italia TUTTI INSIEME superando divisioni e rancori .... non ci sono alternative a questa soluzione, oggi è il domani di ieri quanto tempo dovrà passare prima che vedano la disperazione che c'è in giro ?

benny.manocchia

Gio, 07/03/2013 - 13:29

Governo tecnico? Probabilmente si'.Ma anche se riusciranno a cambiare alcune leggi del cavolo su una cosa potete scommettere: non "toccheranno" la maggistratura,troppo comoda ai comunisti.Vero Napolitano? Un italiano in USA

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Gio, 07/03/2013 - 13:32

Si stanno mettendo d'accordo per il prossimo colpo di mano, a danno della povera gente che non ha più un centesimo (e ci sarà pure l'IMU)per vivere. Non è bastato Montasse adesso Gargamella per i Vostri interessi ci state portando alla rovina.

pinux3

Gio, 07/03/2013 - 13:36

Continuate a scambiare i vostri desideri con la realtà...Ma lo volete capire una buona volta che nel PD la "larghe intese" non le vuole quasi nessuno? E il PD non è un "dependance" di Napolitano (ammesso che Napolitano voglia questo...).

emilio canuto

Gio, 07/03/2013 - 13:41

ma fatemi capire : noi andiamo a votare, ne risulta una maggioranza schiacciante, e una parte dello stato lavora per anni per abbatterla. Intanto il presidente della repubblica alla faccia di tutti non ne tiene conto e affida l'incarico a un branco di coglionazzi mai votati da nessuno. Riandiamo a votare, ne esce una maggioranza con 200 deputati in regalo (ma com'è brutto il porcellum) e il presidente della repubblica ripensa di affidare l'incarico a un'altro coglionazzo mai votato dagli italiani ! ma cosa andiamo a votare ? 1° riforma solo chi è stato eletto dal popolo può governare. io odio e disprezzo i komunisti, ma almeno sono eletti dal popolo. La democrazia è questa.

marziaermi

Gio, 07/03/2013 - 13:43

tutto per monti,tutti per monti.era palese,e i grillini sono gli utili idioti.

benny.manocchia

Gio, 07/03/2013 - 13:57

Forse faranno un altro governo tecnico (per fare le nuove leggi. dicono).Ma una cosa non cambieranno mai:la giustizi a,che fa troppo comodo ai comunisti. Un italiano in USA

fiorepermaloso

Gio, 07/03/2013 - 14:14

BIS?ma di cosa?un altro governo tecnico magari gestito da un banchiere? un bis di Napolitano?...per fortuna che lo stesso ha detto di avere dei limiti legati all'età!finiamola per cortesia...e poi cosa avrebbe detto Bersani con i suoi 8 punti? spiegatemelo in italiano perchè io non lo capisco quando parla

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 07/03/2013 - 14:15

@benny.manocchia Caro Italiani in USA la magistratura come il conflitto d'interessi sono due riforme/leggi di nessuna importanza per far ripartire l'economia dell'Italia e quindi hanno una priorità che é vicina allo zero. A nessun italiano in questo momento interessa perché con quelle due riforme non si migliorani i salari, non si creano posti di lavoro, non si fanno ripartire le imprese.

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Gio, 07/03/2013 - 14:53

Napolitano, basta di tecnici, MegliO ANDARE AL VOTO COME HA FATTO LA GRECIA, SE A CAUSA DI UN IMBECILLE BERSANI , NON SI RIESCE A FORMARE UN GOVERNO AL VOTO SUBITO.. lUI HA RCEVUTO IL 30% DEI VOTI, LA DESTRA CON BERLUSCONI L'ALTRO 30%, PERCHE BERSANI SFUGGE DA QUESTA REALTA E CERCA CHI HA OTTENUTO IL 25% SAPENDO CHE MAI I GRILLINI ANDRANNO CON LUI PER FARE UN INCIUCIO. GRILLO ATTENDE LE MOSSE E POI AL VOTO DOPO I VARI LITIGI E INCONCLUSIONI DI BERSANI. NAPOLITANO, AL VOTO GRILLO RASTERELLERA IL 40% OTTENEDO LA MAGGIORANZA ASSOLUTA PER FARE UN GOVERNO, POI L'ITALIA VERRA' DECLASSATA AD ULTIMA NAZIONE DEL MONDO. BELLE PROSPETTIVE!

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Gio, 07/03/2013 - 15:06

Egregio emilio canuto, lei ha ragione. Del resto il nostro beneamato zarevic (vicino al termine mandato) non è he un vetero comunista mai pentito.

tiptap

Gio, 07/03/2013 - 15:24

Balle. Con i nomi che circolano, un "governo tecnico" sarebbe solo un governo di sinistra mascherato. Il centro-destra DEVE PRETENDERE DI ESSERE "PRESENTE", con un numero adeguato di persone chiaramente di destra, e non con inciuci tipo Monti. L'inciucio non è il governo di scopo col PD (e solo PD, senza centrini e frangette, per carità), l'inciucio sarebbe lasciare tutto il potere alla sinistra, come fecero i DC di tristissima memoria.

Ritratto di gino5730

gino5730

Gio, 07/03/2013 - 15:32

Non è colpa di Grillo e delle sue promesse elettorali tanto roboanti quanto illusorie se c'è questo stallo istituzionale,ma esclusivamente di Bersani e dei suoi che per ragioni ideologiche,per cecità politica e per odio personale verso Berlusconi eclude l'unica possibilità di far ragionate Grillo,di salvare l'Itlia e l'Europa:accordarsi con il PDL.Questa alleanza potrebbe farla solo Renzi che non è accecato dall'ideologia comunistoide.

mifra77

Gio, 07/03/2013 - 18:42

Se il PD volesse un governo Bersani, lo appoggerebbe e troverebbe il modo ed i numeri per farlo governare.In realtà è proprio il PD che è stufo e cerca il modo più elegante per toglierlo dalle balle. Se almeno capissero che non c'è più tempo per i giochini!