È in arrivo la stangata su caffè, bibite e snack

Da gennaio i prezzi dei distributori saliranno del 6%: si adeguano così all’aumento Iva dal 4 al 10%

Rincari in vista per caffè, bibite e snack acquistati dai distributori automatici. Dal primo gennaio sarà possibile aumentare il prezzo di circa il 6%, adeguandolo all’aumento Iva dal 4 al 10%, anche per i distributori collocati in ospedali, caserme, uffici, scuole e altri edifici destinati alla collettività per i quali erano stati stipulati i contratti prima dell’aggravio fiscale. A dare il via libera all'ennesimo balzello è, ancora una volta il governo Letta che, con un emendamento introdotto dalla legge di Stabilità, andrà a pesare sulle tasche dei consumatori pur alleggerendo l’impatto del prelievo deciso per finanziare l’ecobonus.

"Rispetto a quelle che erano le peggiori aspettative per il settore della distribuzione automatica - afferma il presidente di Confida, Lucio Pinetti - questa modifica apre uno spiraglio che consente di fugare molte delle problematiche che si sarebbero potute creare per le oltre mille imprese del vending. Con questo emendamento, si fa finalmente chiarezza perchè la norma garantisce equità e giustizia ed eviterà così eventuali contenziosi con i contratti stipulati entro il 31 dicembre di quest’anno dalle aziende, già pesantemente colpite dai costi (40 milioni di euro, ndr) per l’approntamento dei distributori automatici e per i 100 milioni sottratti al settore per finanziare il decreto Ecobonus".

La norma approvata stabilisce che a decorrere dal primo gennaio i prezzi della somministrazione di alimenti e bevande effettuate mediante distributori automatici collocati in stabilimenti, ospedali, case di cura, caserme, uffici, scuole e altri edifici destinati a collettività "possano essere rideterminati in aumento" al solo fine di adeguarli all’incremento dell’aliquota dell’imposta sul valore aggiunto. "L’emendamento introdotto - spiega Pinetti - si applica a tutti i contratti stipulati tra le imprese del settore e i propri clienti, ma particolarmente importante risulta per gli appalti indetti dalle Pubbliche amministrazioni prima della data di entrata in vigore della norma perchè risolve il problema di eventuali contenziosi sull’adeguamento dei prezzi al consumo dei prodotti somministrati attraverso i distributori automatici".

Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 26/12/2013 - 18:17

sempre + poveri he he

moshe

Gio, 26/12/2013 - 19:08

E' uno stillicidio perpetrato nei confronti degli italiani. Tasse, tasse, tasse, solo tasse, senza ridurre di un centesimo gli stipendi dei politici, dei dirigenti statali e dei magistrati e senza ridurre di un centesimo il costo degli schifosi palazzacci della politica. E' un massacro continuo all'economia italiana, massacro che ci ha già portati ad un passo dal punto di non ritorno. Abbiamo avuto gli ultimi due governi di re giorgio che ci hanno dissanguato senza migliorare di una virgola le spese inutili dllo stato.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Gio, 26/12/2013 - 19:20

al bar dalle mie parti il caffè lo vendono 50 centesimi, lo stesso prezzo per qualsiasi tipo di cornetto. Risparmiare si può basta stare attenti

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 26/12/2013 - 19:52

Gli resta solo da tassare la merda. Metteranno i pesatori nei cessi, più ne fai, più paghi.

Ritratto di mark 61

mark 61

Gio, 26/12/2013 - 19:59

COSI GIUSTO X RICORDARLO la stangata su caffè, bibite e snack e tante altre cose è frutto della politica del PDL bisogna RICORDARE QUESTO si ringrazia il sig. Brunetta e tutto il centro destra per aver tolto IMU a tutte le villette come la sua per fare questo abbiamo : l’iva al 22 % una miriade di piccole tasse sulla casa di tutti che supera di gran lunga la vecchia ICI ma aver tolto ICI è stata una gran vittoria di Silvio ….POVERI BABBEI

Ritratto di gbbyron2007

gbbyron2007

Gio, 26/12/2013 - 20:44

I film americani insegnano che i consumatori hanno un immenso potere. Se ognuno di noi diminuisse del dieci per cento la quantità di cibo e di bibite consumate: venti grammi in meno di spaghetti, un caffè in più fatto in casa, il pezzo di formaggio di poco più piccolo, una mela e un'arancia in più e uno snack in meno. Li freghiamo con enormi vantaggi per la nosra salute.

fer 44

Gio, 26/12/2013 - 21:32

stenos, guarda che la "merda" è già tassata! Se controlli la bolletta dell' acqua potabile, vedrai che c'è la componente per il trattamento delle acque reflue!!!!! Tutt' al più ce lo possono sempre aumentare con le varie tarsu, tasi ( e paga cittadino somaro) come direbbero in veneto!!!!!

rossono

Gio, 26/12/2013 - 21:56

mark 61.... Almeno per le feste risparmiaci dalle colossali minkiate che sprigioni ogni seconda a quantita industriale. COSI GIUSTO X RICORDARLO

rossono

Gio, 26/12/2013 - 22:14

mark 61.... Almeno per le feste risparmiaci dalle colossali minkiate che sprigioni ogni secondo a quantita industriale. COSI GIUSTO X RICORDARLO Anziche' i sinistronzi salvarsi le banche e sperperare denaro pubblico, potevano lasciare in pace gl'Italiani facendogli pagare qualche tassa in meno e togliendosi qualche privilegio in piu'..COSI GIUSTO X RICORDARLO

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Gio, 26/12/2013 - 23:16

E' il buon anno del governo Letta-Alfano agli italiani.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Gio, 26/12/2013 - 23:18

mark 61: ti sei dimenticato che Berlusconi è all'opposizione ormai da tre mesi e che chi prende le decisioni sono altri?

Casaitaliana

Ven, 27/12/2013 - 00:43

anche se avessero lasciata l'imu avrebbero continuato a tartassarci . ormai é inutile tutto tanto non cambia nulla .

angelomaria

Mer, 26/11/2014 - 13:17

TUTTO MA NON IL CAFFE' MATTUTINO UNA RAGIONE PER INIZIARE UNA RIVOLUZIONE!!!

angelomaria

Mer, 26/11/2014 - 13:20

TRA UN PO'METTERANNO LO SCORREGGIOMETROMENO E A SECONDA DI QUANTE NE FAI ???STANGANO!!!