Attacchi ai vertici e faide, Ncd si ribella ad Alfano

Dopo quattro ore di riunione a porte chiuse il leader assicura: tutto bene. Ma i malumori dei parlamentari aumentano. La strategia: verso gruppi unici con l'Udc

Va tutto bene, madama la marchesa. Alfano riunisce i suoi parlamentari per analizzare l'eurovoto e lancia il messaggio: «Avanti così, bene così». In realtà i nodi restano: un risultato sotto le aspettative; i malumori del partito in Calabria; una gestione evanescente; il derby sottinteso con Lupi; il nodo delle alleanze; il timore di restare schiacciati dal caterpillar Renzi. Quattro ore di autoanalisi a porte sigillate al termine delle quali la linea è la seguente: «Sapevamo che era una prova difficilissima ma il risultato è stato eccellente per le condizioni date. Siamo stati premiati». Quattro virgola qualcosa.

Parlano Alfano, Schifani, Cicchitto, Quagliariello, Formigoni, Piso, Pizzolante, Sacconi. Lupi, al centro dei boatos che lo darebbero meditabondo sul lasciare o meno la poltrona di ministro delle Infrastrutture per prendere le redini del partito, se ne va molto prima che la riunione finisca. Muto. Più tardi è lo stesso Alfano a giurare: «Lupi? Non credo abbia intenzione di lasciare e la composizione al governo resta quella che è». Sono in tanti, tuttavia, a dire fuori dai denti che «servirebbe un segretario a tempo pieno». Quale occasione migliore per parlarne? Invece no, niente. Pare che di manico del partito non si sia parlato affatto. O meglio: di questo Alfano non ne vuol sentire parlare: «Abbiamo celebrato 45 giorni fa il nostro congresso e abbiamo deciso che io sia il presidente e Quagliariello il segretario». Stop.

E proprio su Quagliariello piovono fulmini dalla Calabria, Regione dove l'Ncd ha fatto il botto: 11,4%. Merito dell'ex governatore Scopelliti, scaricato però dai big del partito, e che ora torna alla carica: tutti gli assessori regionali calabri chiedono che quest'ultimo venga nominato sottosegretario e lo stesso pretende «alcune risposte dai vertici». Su cosa? «Non eleggere un deputato nella Regione in cui il partito è più forte è una responsabilità di cui dovranno farsi carico i vertici Ncd. Devono spiegare la contraddizione della scelta fatta. Spero che venga a breve convocata l'assemblea nazionale e vengano date spiegazioni al riguardo».

Insomma, beghe che Alfano cerca in tutti i modi di tenere nel tinello di casa propria. Trapela qualche critica descritta come amabile consiglio. Tipo quella di Cicchitto, uno che non le mandava a dire neppure a Berlusconi, che allerta: «Il partito non dev'essere il partito dei ministri ma diventare un partito forte e serio sul territorio». Non è dato sapere se abbia sentito la ministra Lorenzin, anche lei uscita in anticipo dalla riunione e sempre più altezzosa e muta davanti alle domande dei cronisti. Anche Formigoni qualche sassolino dalle scarpe se lo leva, prima di partire a trecento all'ora col suo autista: «Sgommano come se avessero preso il 27,4 e non il 4,4 per cento», è l'esilarante commento di un cronista di un'agenzia di stampa. Dice Formigoni: «L'ultima settimana abbiamo perso qualche punto non perché la gente s'è spaventata di Grillo ma perché la nostra presenza al governo non è stata brillantissima».

La linea non muta. Anzi, un po' sì. Si ha il terrore di morire demorenziani. «Dobbiamo far sentire di più la nostra voce di destra a Palazzo Chigi - è il mantra - Siamo e rimarremo di centrodestra, alternativi alla sinistra». E sul capitolo alleanze, «il dialogo con Fi non è all'ordine del giorno», dice Pizzolante. Rincara la dose Cicchitto: «Come si fa a parlare con una Forza Italia che ha come nuovo suo leader Salvini?», graffia. Meglio rinsaldare il rapporto con l'Udc con i quali, all'orizzonte, c'è la costituzione di gruppi unici sia alla Camera sia al Senato. «Andiamo in quella direzione», giura Alfano.

Commenti
Ritratto di SilvioBungaBunga

SilvioBungaBunga

Ven, 30/05/2014 - 08:40

Ma come avete tolto la notizia del "gomblotto"? E adesso come facciamo?

ortensia

Ven, 30/05/2014 - 08:41

Piu' si mescola e piu' puzza.

Accademico

Ven, 30/05/2014 - 08:43

Oh, come mi scompiscio. Mi sto scompisciando fino alle lacrime. Una scompisciata così non la facevo da tempo!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 30/05/2014 - 08:45

In questa foto, l'inconfondibile facciona di un pugile suonato. Ma, prego la redazione di pubblicare quella della sorella scema beatrice, come pure quella del cugino rincretinito maurizio e perché lasciare fuori il mutandone alle Maurizius (credo) del siculo renato, no, cicchitto, risparmiatecelo, lo immaginiamo. Una bella parata di foto tessere da identikit come nei Commissariati. -ripr.ris.(rassegnatevi) - 8,45 - 30.5.2014

Ritratto di nuvmar

nuvmar

Ven, 30/05/2014 - 08:49

Altri, come me, avevano sospettato un accordo Alfano-Berlusconi per la partecipazione indiretta di Forza Italia al governo di emergenza del presidente (?!). Questo essere ha pensato che fosse la via più giusta per salvarsi, come altri voltagabbana, dal naufragio imminente tentando nientedimeno che un partito inneggiante alla destra nazionale( per i più sprovveduti) lavorando per i rossi contro la Destra. Morale, tu di questo essere cosa penseresti?

angelomaria

Ven, 30/05/2014 - 08:54

era immaginabile come abbiano potuto stareassime finoa se non per laPOLTRONA!!!buongiorno e buontutto avoi cari lettori

Accademico

Ven, 30/05/2014 - 08:56

Anche Angelino - allo sbando come i grillini - mal sopporta il DATO POLITICO emerso dalle urne. Non riesce cioè a capacitarsi che il ""CONDANNATO"" Berlusconi (con tutti i limiti impostigli dalla sua condizione) sia ARRIVATO TERZO e che il suo branco, denominato NCD - libero di muoversi a tutto campo - abbia realizzato successi.. da prefisso telefonico !!!

francesco de gaetano

Ven, 30/05/2014 - 09:06

Mi piacerebbe fare un intervento più politico che di pettegolezzo.Dopo aver letto le dichiarazioni dei maggiori esponenti del NCD ho capito una sola cosa che a costoro dell'Italia non gliene frega un c.....Prendete l'atteggiamento del Ministro Lupi,eletto al parlamento europeo,che lascia insoddisfatto la riunione perchè non si è parlato della segretaria del partito,invece di far sapere agli italiani che i trasporti in Italia sono allo sbando totale.Si pongono, invece, il problema di Scopelliti non eletto nel parlamento europeo e stante alla percentuale ottenuta in Calabria 11,4% la più alta sul territorio nazionale bisogna gratificarlo dandogli un incarico di governo.Dico! Vi rendete conto che ormai non contate più nulla che il popolo italiano dopo sessanta anni preso per il culo ormai è stanco delle vostre castronerie tant'è che alle prossime elezioni politiche non vi voterà il 70% degli italiani.Non siete altro che ladri di Stato.VERGOGNATEVI anche se per voi questa parola è un complimento.

Zanello Piero

Ven, 30/05/2014 - 09:23

Sono francamente stupito di sentire Totti che apre al dialogo con i partitini del centrodestra. Come si fa a non capire che una tale affermazione indebolisce Forza Italia adombrando che la presenza di questi partitini sia indispensabile per la sua rinascita. Questo come si vede porta questi partitini a innalzare le loro richieste per un eventuale patteggiamento. Quello che a mio avviso deve fare Forza Italia è mettere a posto la sua organizzazione interna, proporre progetti politici ed economici chiari e comprensibili ai suoi elettori. Stop. Gli altri partitini, Lega inclusa, decideranno il proprio destino quando si profilerannno all'orizzonte nuove elezioni politiche. Basta con i cosidetti "pontieri" di Forza Italia che non potranno che causare danni all'immagine di questo partito !!!

brunicione

Ven, 30/05/2014 - 09:30

Nessuno vuole rinunciare a stipendi e privilegi, piuttosto faranno satire il partito ma mai rinunceranno ai soldi

elio2

Ven, 30/05/2014 - 09:58

Ma come, non hanno neppure finito di felicitarsi per l'inaspettato risultato elettorale, che già volano gli stracci? Forse l'essere scesi da un'intenzione di voto dell'11% a poco più del 2% in meno di 6 mesi NON se lo poteva interpretare come un'approvazione dell'elettorato per il lavoro svolto nel governo dei comunisti del Ncd come questi falliti volevano farci credere.

carlo5

Ven, 30/05/2014 - 10:00

Questi dell'Ncd non hanno capito che sono il passato remoto. Questi pensano di continuare come se nulla fosse accaduto. Questi pensano di essere il futuro e di fare quelle cose che l'elettore chiede da sempre e che loro non hanno mai fatto. Dopo la scissione dal partito padre, alle europee, Ncd prende voti da zero virgola e fa finta di niente. Questi ci vogliono rovinare ma il voto di destra li spazzera' via. Il voto di destra che si parcheggera' sull'Aventino in attesa che si estinguano tutti. Vedere sul fronte FI, Romani, Brunetta, Toti ed il no euro Salvini della Lega, e' stato patetico. Firmare FI i referendum di Salvini e' da dementi; piu' vecchio non si puo'. Vedendo queste scene ottuse mi viene in mente la sortita di Nanni Moretti che, contro i leaders del PD, disse che con quelli non avrebbero mai vinto ed aveva ragione. Berlusconi deve capire che se non si cambia si muore. Guardare alla pancia come ha fatto la Lega ed i Fratelli D'Italia non porta lontano. Il tempo per leccarsi le ferite e' abbastanza ma mai tirare troppo per le lunghe perche' necessita metabolizzare la credibilita' del cambiamento. Tanta e' la stanchezza del popolo che a Renzi lo ha proiettato oltre ogni ragionevole previsione. Come a dire: fatela finita perche' non ne possiamo piu' e siccome voi puntate a coalizioni inconcludenti noi vi poniamo di fronte ad un partito del fare per essere governati. Questo e' il risultato delle europee. Nel frattempo, a destra, preparatene un altro di partito alternativo al PD. Se le cose si faranno il M5s si esaurira' da solo. Questo hanno detto tutti, tutti gli elettori. Se Berlusconi questo capisce bene, altrimenti la destra, cosi' come lui l'ha salvata cosi' lui l'affossera'. Il colpo di genio di FI passa attraverso la sua rinascita e questa dovra' avvenire oltre il suo fondatore. Se mai la figlia decidesse di entrare in gioco dovra' affrontare l'elettorato. Decidere ad Arcore e' preistoria ed alla fine potrebbe nascere, per forza e per fortuna, con uomini e donne nuove ovviamente, un partito repubblicano, tipo americano, che fara' la differenza, compreso il PD. Rifletteteci e sbrigatevi. Inviato da iPad

enzo1944

Ven, 30/05/2014 - 10:07

Sì,sì,sì.....mettetevi con casini(e magari anche con fini e bottiglione),.....allora farete il 20% di voti a favore vostro!....Siete oramai solo vecchie cariatidi e"puttane politiche",amanti della poltrona,delle auto bleu e dei benefits dei politici,meglio se dentro il Governo!...Oramai gli Italiani vi hanno inquadrato come "vecchi tromboni",che sperano di continuare a campare gratis(come fatto fin'ora) sulle spalle dei poveri Contribuenti!...A casa,cialtroni,con i ciellini in testa!!

Rossana Rossi

Ven, 30/05/2014 - 10:23

Questa pseudo-nuova DC è giusto che affoghi nel suo stesso sterco. Si son presi la sedia con i voti di Forza Italia e ora sputano nel piatto dove hanno abbondantemente mangiato......che vadano al diavolo.........

Ritratto di Bowman

Bowman

Ven, 30/05/2014 - 10:33

Alfano voleva essere il nuovo leader del centrodestra. Ma come Fini -e Casini prima- cerca di portare i voti più a sinistra possibile. Si troveranno a giocare a briscola alla bocciofila. (una bocciofila da super-ricchi, purtroppo)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 30/05/2014 - 10:50

Vedo un futuro roseo per il PD ricompattato dal "matador" che, non più tardi di ieri, ieri ha ricevuto l'investitura ufficiale di Monti. "Renzi", ha testualmento affermato Dracula, "Costituisce la prosecuzione ideale dell'agenda Monti". Più chiaro di così!... Con un Silvio Berlusconi che "preferisce restare alla finestra" ed un Ncd allo sbando totale. Un solo commento: povera destra! Ammesso che ancora esista. Auguri, silvioti al tungsteno ed ex-tali.

vince50_19

Ven, 30/05/2014 - 11:04

Toh.. il nuovo che avanza, lesto lesto.. Che miseri!

LAMBRO

Ven, 30/05/2014 - 11:20

RIBADIAMO....ù GUAPPO e CARTONE!!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 30/05/2014 - 11:22

Questo è un partito parlamentare,con alcuni ras locali che hanno qualche pacchetto di voti,per il resto c'è il nulla.Non hanno consenso,on hanno strategia,non hanno speranza.Con le facce di formigoni,cicchitto,sacconi ecc...i voti si perdono,la gente ti scansa.Non sono loro che potranno ricostruire il cdx,servono solo reggere il governo e far durare la legislatura e per quest'ultimo punto oggi sono opportuni anche a FI che in caso di voto scomparirebbe.

MarcoE

Ven, 30/05/2014 - 11:57

Povera Italia con personaggi di questo genere!

maurizio50

Ven, 30/05/2014 - 12:11

NCD. un partito di falliti, come lo è stato FLIT di Fini, come le decine dei partitini di scaldasedie, il cui capofila è comunque solo e soltanto P.F. Casini!!!!!!

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Ven, 30/05/2014 - 12:25

NON SOLO ERA ORA111 MA SIAMO PURE IN RITARDO....VIA GLI SQUALLIDI TRADITORI.

Giorgio1952

Ven, 30/05/2014 - 12:28

Dario Maggiulli 08:45 un commento degno di menzione il suo, voglio farle notare che fino a sei mesi fa erano con voi!

Amelia Tersigni

Ven, 30/05/2014 - 12:31

Se questi "partitini" ancora resistono è solo perché noi Italiani -dopo 50 anni di Democrazia - ancora non sappiamo votare. Speriamo ancora al voto ... personale... al voto di scambio... dato alle conventicole per non perdere i loro piccoli o grandi benefici. Cari concittadini il mondo cambia rassegnatevi e fatevene una ragione !!!.

spigolatore

Ven, 30/05/2014 - 12:34

Gruppo unico Ncg e Udc? Meno male, così questi quattro DC d'antan si levano definitivamente dai piedi. Ma quelo che diverte di più nelle dichiarazioni di questi quattro presuntuosi e che essi sono l'alternativa a Renzi: con il 4% contro il 40%? BOOOM...

agosvac

Ven, 30/05/2014 - 12:55

Se si considera che senza lo 0, qualcosa per cento dell'Udc il Ncd non sarebbe neanche entrato nel Parlamento europeo, risulta chiaro che Casini è intoccabile.Quello che non è chiaro è dove vogliono arrivare questi del Ncd: senza casini sono sotto il 4% con casini sono appena al di sopra.Intanto FI e Lega sarebbero ben al di sopra del 23% e se ci si aggiungono i FdI si arriverebbe a quasi il 27%.Forse i vari alfano, quagliarello, ed altri dovrebbero cominciare a pensare a cosa vorrebbero fare da "grandi" nel senso di un po' più cresciuti di cervello!!!

moshe

Ven, 30/05/2014 - 13:41

alfano, rassegnati, i tuoi hanno inziato il tuo smembramento! l'unica cosa che ti può consolare sarà quella di essere ospitato da un tuo pari in una lussusa casa a Montecarlo!

unosolo

Ven, 30/05/2014 - 14:24

chi protegge e sovvenziona partiti e politici oltre i nostri soldi.sarebbe il caso di sapere le spese e chi ha pagato le campagne Europee.

Lino1234

Ven, 30/05/2014 - 15:20

Ammesso e non concesso che ad Alfano ed ai suoi seguaci interessino realmente le sorti dell'Italia: come possono pensare di riuscire a contare qualcosina (oltre che ad occupare poltrone super retribuite) a fin di bene per gli italiani. Dovrebbero aumentare di almeno cinque volte le loro capacità operative. Nessun esercito ha mai vinto, non dico la guerra, ma nemmeno una battaglia, buttando via le proprie armi. Mi sembra di aver dimostrato, logicamente, che costoro altro non possono essere che degli imbroglioni che a loro volta si sono lasciati imbrogliare da gente in mala fede. Io spero che Silvio non si riprenda questa marmaglia nel proprio esercito in quanto avendo dimostrato costoro di avere poco cervello ed essersi guadagnato l'appellativo di traditori che non hanno avuto nemmeno l'intelligenza di conservare le poltrone che già avevano, carpendo il voto ai loro elettori. Silvio : tienili alla larga, ti prego, per il bene del nostro partito, Forza Italia. Saluti. Lino. W Silvio e chi lo vota.

killkoms

Ven, 30/05/2014 - 17:54

il "nuovo" che avanza!sono arrivati al 4 % per il rotto della cuffia,facendo votare persino i nipoti freschi maggiorenni ed i nonnetti portati all'urna in barella,cosa possono aspettarsi dal futuro?chi poteva e voleva votare sia questi personaggi (che renzie),si è già espresso sicuramente con queste elezioni!quindi il futuro è tutto incerto per loro,visto che il "vecchio" (berlusconi),con un astensionismo del 42% è arrivato a quasi il 17%!

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Ven, 30/05/2014 - 21:56

Giorgio 1952, carissimo, questa è la prova provata della Grandezza di Silvio Berlusconi. Chiunque ricade nella Sua sfera giuridica, in primis, ed affettiva, conseguentemente, è certo di assurgere ad identità di elevato pregio. Prendiamo un altro caso, la de gregorio. L'abbiamo vista in tv, festosamente accarezzata da Silvio. Ecco, è bastato questo ed è sembrato di vedere Re Mida che trasforma tutto in oro. Lei, è subito entrata nei nostri cuori come creatura divina, ma nel momento in cui ha osato tradire il più Grande dei benefattori al mondo, è caduta negli abissi dell'Inferno. Per meglio comprendere valga questo frammento delle Sacre Scritture.---------Così quando Satana, che una volta era l’angelo Lucifero, si ribellò contro Dio e cadde dal cielo (Isaia 14; Ezechiele 28), un terzo delle schiere angeliche si unirono all’insurrezione (Apocalisse 12:3-4,9). Non c’è alcun dubbio che questi angeli caduti siano ora conosciuti come demoni. ----- E guarda caso, Angelino è il nome dell'attuale Demone che capeggia il terzo degli 'Insorti'. In perfetta analogia al narrato delle Sacre Scritture -riproduzione riservata- (rassegnatevi) 21,53 - 30.5.2014