Attilio Befera: "Redditest non è strumento repressivo"

Il direttore dell'Agenzia delle Entrate dà qualche chiarimento sul redditest. E chiarisce: "Nella prima fase di uso del nuovo redditometro saremo molto cauti"

"Nella prima fase di uso del nuovo redditometro saremo molto cauti". A parlare è il direttore dell'Agenzia delle Entrate, Attilio Befera, che intervistato da Radio 24 spiega che il nuovo strumento di accertamento fiscale non ricercherà "la piccola evasione o l'errore materiale", ma piuttosto sarà uno strumento più ampio.

Al redditometro non mancano alcune garanzie, per esempio che l'agenzia sarà obbligata "a un contraddittorio per discutere con il contribuente sullo scostamento, che può essere dato da redditi esenti, aiuti della famiglia, vincite su giochi, eredità, o altri motivi". E a un secondo incontro, se i dubbi non saranno sciolti.

Befera sottolinea: "Io e i miei colleghi lavoriamo per dare una mano al Paese". Spiega che negli ultimi anni sono state inviate "quasi 300mila lettere a chi aveva una forte discrepanza tra reddito e spese dichiarate: da questo invio abbiamo incassato spontaneamente 200 milioni di imposte in più". E dà chiarimenti anche sul redditest (leggi: come funziona - video), non "uno strumento repressivo ma di aiuto e anonimo".

Commenti

Rossana Rossi

Mer, 21/11/2012 - 10:47

Attenzione ad inserire dati reali perchè si può usare solo on-line.........

silviob2

Mer, 21/11/2012 - 11:15

Anonimo? Dal sito: "Il software Redditest sarà sempre aggiornato. L'applicazione, infatti, ad ogni avvio verifica l'esistenza di una versione più recente del software e, in caso positivo, procede all'aggiornamento." E chi garantisce che mentre verifica l'aggiornamento non invii anche i dati personali? BEFERA!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 21/11/2012 - 11:17

"Non è uno strumento repressivo". E' uno strumento da Stasi, Kgb, Securitatea e chi ne ha più ne metta. Questo è stato di polizia. Visto che è tanto bravo a controllare i cittadini, perchè non controlla i conti dei partiti e dei cari parlamentari.Lì possono fare il nero, il rosso e tutta la gamma di colori, ma per lui i conti non esistono. Quelli dei kompagni meno che meno.

m.m.f

Mer, 21/11/2012 - 11:18

.........redditometro e spesometro ........basta il nome. strumenti degni delle miglior leggi italiane,partorite da menti vecchie,depravate e contorte. atte a massacrare i cittadini italiani per generare sostanze atte solo a dare da mangiare a uno stato ladro e corrotto che ai cittadini non offre nulla con città ridotte a pattuemiere e servizi assenti o scadenti. BUONO IL FATTO CHE VERRA' USATO CON CALMA ALMENO LA GENTE HA IL TEMPO DI FARE LE VALIGIE E ANDARSENE DA QUI.........

Ritratto di lettore57

lettore57

Mer, 21/11/2012 - 11:18

... e continuano a prenderci per il c..o ma se uno evade ha bisogno di andare sul web per verificarlo? se poi uno è tanto pirla da farlo si ricordi che è possibile rintracciare l'indirizzo (tecnicamente IP) del pc che ha fatto l'interrogazione quindi, nel caso si accendesse la lampadina rossa, non la vedete solo voi ma anche il fisco e, prima o poi (molto facilmente prima), verrà a chiedervi conto attenzione gente attenzione !!!!

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 21/11/2012 - 11:19

X Rossana Rossi: Non inserisco un bel niente, non mi viene manco la curiosità di vedere com'è fatto.

Ritratto di Tristano

Tristano

Mer, 21/11/2012 - 11:22

Io che ho pagato sempre le tasse, sono tranquillo con questo redditometro, così come sono tranquillo se mi intercettano al telefono. Meno tranquilli sono i delinquenti ed evasori abituali (tipo berlusconi, condannato a 4 anni per evasione fiscale). Povero Rag. Spinelli quando dovrà compilare il redditometro di berlusconi: cosa metterà a giustificazione dell'uscita (non documentata) alla voce "€ 2.500 mensili alle Olgettine" ? E i 500.000 euro a Lavitola ? e gli 8 milioni ai ricattatori/sequestratori ? Farà fatica a documentare tutte quelle uscite, mai fatturate.

Rodolfodetrent

Mer, 21/11/2012 - 11:33

Cavalli, un lusso ingiustificabile?? Io vivo in campagna, ho un cane, un gatto ed un cavallo. L'animale che mi costa meno è il cavallo -meno di 50€ al mese, mangia erba che è disponibile e spendo quei soldi per qualche integratore. Il cane costa almeno 100,00€ al mese ed il gatto circa 70,00! Eppure sul nuovo redditometro qualche scienziato pagato a sproposito da noi, individua nel cavallo uno status da milionari!! Vero che se il cavallo lo hai a Sansiro è diverso; così come se lo tieni in pensione o se lo affitti o...! Finirà , che per non essere torturati fiscalmente, uno deve macellare il proprio cavallo, anche se era del nonno ed è rimasto a pascolare nel fondo!

Ritratto di àmor't

àmor't

Mer, 21/11/2012 - 11:45

SI LEGGE BEFERA SI SCRIVE MONTI TREMONTI E VISCO

Han Solo

Mer, 21/11/2012 - 11:54

....e' vero....infatti è DEpressivo!! Anche solo per paura, chi ancora avrà qualcosa da spendere, si guarderà bene dal farlo, deprimendo ancora di più la domanda interna. Complimenti a questi scienziati dell'economia!!

FEMINE

Mer, 21/11/2012 - 11:54

In quel poco che resta del mio giorno ho il rammarico profondo di aver avuto l'illusione per decenni e decenni di essere cittadina di un paese libero (più o meno) e democratico ( a parole) dove lo stato rispetta i diritti della collettività che lo compone con rapporti fra di essi sul piano( almeno) della parità. Ci si trova, invece, rotolati senza scampo in un regime dittatoriale dove un realizzato turpe grande fratello controlla ogni azione della mia vita e squaderna davanti agli occhi di un qualsiasi funzionario l'andamento delle mie anche più intime scelte e le sottopone al suo insindacabile giudizio di merito. Non è più dignitoso vivere in questo tetro paese dove gli onesti sono considerati sudditi e basta. Mi fa più rabbia che dolore sentire che tanti italiani si esprimono a favore di questi orrori burocratici con la trita stupidastra espressione " male non fare paura non avere" e non riflettono che con questi sistemi ciascuno di noi è nella miserevole condizione ( costosa) di "dover provare di essere onesto" e che la conferma della validità della giustificazione eventualmente prodotta proviene non da un giudice terzo ( imparziale) ma discende dal giudizio dello stesso fisco "accusatore" famelico e cieco perchè al servizio di uno stato tassatore e ladro.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mer, 21/11/2012 - 11:55

Circa mezzo milione di italiani negli ultimi trenta anni hanno portato circa mille miliardi di euro all'estero! La maggioranza lo ha fatto per sottrarli al fisco! Lo Stato italiano potrebbe recuperare questo denaro, ma la corruzione nazionale ed internazionale era ed é oggi ancora un'ostacolo quasi impossibile da superare! Se lo Stato oggi vuole fare il super rigoroso ed impedire perfino ai cittadini poco abienti di sopravvivere é il colmo dei colmi! Quindi, se io fossi il Capo dello Stato concederei un reddito di millecinquecento euro al mese libero di tasse! Perché bisogna rispettare la Dignità umana! Ma recupererei i mille miliardi quadagnati in Italia e portati all'estero! Inoltre stoppo al 100% l'immigrazione, perché abbiamo una sola Italia e non quattro e no si ha più risorse per tutti i poveri del mondo! L'Italia é stata dissanguata e non si potrà tirarla sù succhiando gli ultimi centesimi anche a chi non ha niente o quasi niente per vivere! Pro Patria Semper!

futuro libero

Mer, 21/11/2012 - 12:10

Ho provato a dare uno sguardo al redditest. Consiglio di non farvelo in proprio per controllare se quanto dichiarato sarà giusto anche per befera. Lo potete fare solo on line e anche se dicono che si può mettere un nome fittizio posson sempre risalire a voi. Monti già una volta vi (perchè io non ho risposto) ha preso per i fondelli chiedendo per a mail cosa avreste voluto tagliare. Che fine hanno fatto questi mail? Ognuno dia la sua risposta con libertà.

FEMINE

Mer, 21/11/2012 - 12:12

@Paola29yes@ Come lei anch'io non ho alcuna curiosità nemmeno di vedere com'è fatto! @Rodolfodetrent@ E' proprio come dice lei... Ricordo tantissimi anni fa che un certo rag. Goria ( da tempo buonanima), democristiano ministro economico della repubblica si era messo in testa di far pagare pegno a chi, malaugurato, possedesse oggetti fatti con materiale di animali "esotici" ( per esempio una cintola, una borsetta o altro di lucertola o coccodrillo che erano e sono in libera vendita nei negozi). Non pochi italiani spaventati allora si erano recati presso i competenti organi per capire come fare per assolvere "il loro dovere"...poi tutto finì nel ridicolo ma quel ragionierucolo rimase ancora per un pò ministro a far danno. Nella foga di raccattar lirette da ogni dove ora da quel ridicolo si è passati strada facendo e via, via ad Amato, Ciampi, Padoa Schioppa, Visco, Tremonti ecc... per arrivare all'inquisizione riveduta stile soviet e da qui non ci si riprenderà mai più, visto il consenso di tanti illusi italiani che si sentono al sicuro...

elalca

Mer, 21/11/2012 - 12:12

Milton Friedman: “se l’Italia si regge ancora è grazie al mercato nero ed all’evasione fiscale che sono in grado di sottrarre ricchezze alla macchina parassitaria ed improduttiva dello Stato per indirizzarle verso attività produttive”

Homer Wells

Mer, 21/11/2012 - 12:15

Mi sono rotto le palle di essere onesto. Da oggi pagherò in nero tutto quello che posso e lo dichiarerò come speso in elemosine e prostitute. Vengano a chiedermi lo scontrino del mendicante!

Homer Wells

Mer, 21/11/2012 - 12:17

Allora, sto coso è obbligatorio o no? Se non lo è, perchè devo conservare la documentazione che non è obbligatoria per la dichiarazione dei redditi?

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Mer, 21/11/2012 - 12:20

Becero strumento invasivo partorito da menti deviate e criminali degne del peggiore regime dittatoriale mai esistito sulla terra ovvero la lobby dei banchieri. Strumento che finirà di affossare i consumi e la Nazione.

Ritratto di giorgio verona

giorgio verona

Mer, 21/11/2012 - 12:25

MA CHI SONO QUESTI PROFESSORI? Possibile che non si voglia introdurre la deduzione delle spese per eliminare l'evasione e si vada ad inventare giochetti che a nulla servono se non irritare sempre di più i cittadini che si sentono ormai dentro una dittatura sia fiscale che legale e in più trattati come dei beoti pronti a bersi tutto perchè, sembra, ritenuti incapaci di intendere e di volere. Vorrei che questi lestofanti governativi comprendessero che se io rifaccio il bagno di casa, per evitare di uscire dal redditometro ,QUESTO NON LO DICHIARO cosi' come non dichiaro se riparo la macchina, vado a curarmi dal dentista, vado in vacanza , ecc.. in questi casi rimane l'evasione e questi professoroni sono stati gabbati e rimangono gabbati coloro che le tasse le pagano tutte. Poi giornali e trasmissioni televisive di approfondimento politico sono tutti d'accordo che queste misure non servono a niente ma anzi eventualmente comprimono i consumi con relativa recessione. Dove stanno i politici da noi eletti per tutelare i cittadini? Io stò vivendo un incubo, non sò se ho perso la capacità di ragionare, se sono impazzito o se sono governato da pazzi ai quali debbo totalmente ubbidire perchè non c'è nessuno che li vuol fermare. Chiedo aiuto ai lettori perchè mi aiutino a capire Grazie

Ritratto di giorgio verona

giorgio verona

Mer, 21/11/2012 - 12:27

MA CHI SONO QUESTI PROFESSORI? Possibile che non si voglia introdurre la deduzione delle spese per eliminare l'evasione e si vada ad inventare giochetti che a nulla servono se non irritare sempre di più i cittadini che si sentono ormai dentro una dittatura sia fiscale che legale e in più trattati come dei beoti pronti a bersi tutto perchè, sembra, ritenuti incapaci di intendere e di volere. Vorrei che questi lestofanti governativi comprendessero che se io rifaccio il bagno di casa, per evitare di uscire dal redditometro ,QUESTO NON LO DICHIARO cosi' come non dichiaro se riparo la macchina, vado a curarmi dal dentista, vado in vacanza , ecc.. in questi casi rimane l'evasione e questi professoroni sono stati gabbati e rimangono gabbati coloro che le tasse le pagano tutte. Poi giornali e trasmissioni televisive di approfondimento politico sono tutti d'accordo che queste misure non servono a niente ma anzi eventualmente comprimono i consumi con relativa recessione. Dove stanno i politici da noi eletti per tutelare i cittadini? Io stò vivendo un incubo, non sò se ho perso la capacità di ragionare, se sono impazzito o se sono governato da pazzi ai quali debbo totalmente ubbidire perchè non c'è nessuno che li vuol fermare. Chiedo aiuto ai lettori perchè mi aiutino a capire Grazie

framont

Mer, 21/11/2012 - 12:40

E SE UNO ANDASSE A TRANS DEVE DICHIARARE QUANDO SPENDE?

framont

Mer, 21/11/2012 - 12:42

E SE UNO VOLESSE FARE UN REGALO AL FIGLIO DEVE DICHIARARE QUANTO REGALA?

framont

Mer, 21/11/2012 - 12:42

A BEFEEEERAAAAAA ....PRUUUUUUUUUUUUUUUU

Mercutio

Mer, 21/11/2012 - 12:42

La nuova edizione del redditometro sarà un fallimento esattamente come la vecchia. In un paese normale il suo inventore verrebbe licenziato in tronco per manifesta incapacità, ma non c'è invece dubbio che il dottor Befera continuerà a mantenere i suoi due alti incarichi e ad incassare i suoi due lauti stipendi (alla faccia degli italiani tartassati e coglionati).

Ritratto di Lorenzo Mazzi

Lorenzo Mazzi

Mer, 21/11/2012 - 12:47

Qualcuno mi sa dire quanto guadagna questo boiardo burocrate? Si è mai chiesto perché una famiglia su 5 ricorre all'evasione? Si tratta di famiglie di pericolosi criminali? O di gente che lo stato vampirizza fino al punto di costringerla ad evadere? Grazie a gentaglia vile ed infame come Monti e Befera anche il cittadino più onesto è terrorizzato da queste assurde misure anti evasione, quando i veri ladri sono loro che si portano a casa stipendi e pensioni da nababbi FUORI DA OGNI LOGICA. Sono questi ultimi a non essere "congrui". Rischia la gogna anche chi deve sostenere spese improvvise ma necessarie! Redditometro.....quello che serve è un PRIVILEGIOMETRO e uno SPRECOMETRO, cari privilegiati spreconi!

Massìno

Mer, 21/11/2012 - 13:02

Non è che chi urla "Stato di polizia" è perchè ruba? A forza di parlare di Stato di polizia sembrate quei sessantottini un po rincoglioniti che si lamentavano delle manganellate ricevute mentre tiravano una molotov.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 21/11/2012 - 13:10

Befera è un servo reso ricco da uno stato aguzzino che sta affamando il popolo per mantenere intanti tutti i propri privilegi compresi i suoi. Adesso sta usando la comunicazione per farci conoscere il risultato di quelle assurde lettere e c'è da chiedersi quale imbecille può dar credito a quei dati di pura propaganda usati esclusivamentre per avvallare il macello sociale che stanno allestendo grazie soprattutto ai media sussidiari.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 21/11/2012 - 13:21

Andrà così: - ad un giovane appena assunto dall'agenzia delle entrate con contratto di formazione lavoro verranno affidate centinaia di pratiche per l'esame degli scostamenti emersi dal redditest; - il giovane sarà incentivato a recuperare il più possibile in vista della conferma dell'incarico, ed in ragione del fatto che ogni mancato recupero derivante dallo scostamento sarà interpretato come eccessivo "favor" nei confronti dei contribuenti; - i superiori gerarchici del ragazzo, a loro volta, lo incoraggeranno ad emettere più accertamenti possibili in conseguenza dei controlli più o meno superficialmente eseguiti in quanto al raggiungimento di budget di recupero elevati i compensi dei funzionari dell'agenzia delle entrate aumentano (non lo sapevate ?). Il tutto con buona pace delle rassicuranti chiacchiere di cui all'articolo sopra riportato.

Ritratto di c_gera

c_gera

Mer, 21/11/2012 - 13:22

Quando il governo parla di Spending Review pensa a come contenere la spesa che riguarda un po' tutti i cittadini, e se invece pensasse a non buttare via soldi in cose assurde tipo il "Redditest"? Il capo dell'Agenzia delle Entrate, mi pare prenda 50mila euro al mese, e felice illustrando il nuovo strumento ci dice che il 20% delle famiglie italiane evadono qualche cosa. Ha scoperto l'acqua calda, no anzi l'acqua tiepida per non dire fredda. Mi permetto di dare gratis a Beffera due suggerimenti. 1) si faccia passare l'elenco dei quasi 8 milioni di pensionati ai quali l'INPS, notizia di ieri, versa un assegno mensile inferiore ai 1000 euro (10-12.000 euro lordi l'anno - pari a due settimane della paga di un parlamentare) e mandi i sui ispettori nelle loro case per controllare come campano. 2) faccia fare uno studio (di inutili ne fa fare già tanti) per determinare il minimo che una persona deve spendere per restare viva. E cosi oltre agli 8 milioni di pensionati può fare i conti in tasca anche ai 3 milioni di disoccupati. Scherzi a parte mi chiedo se Beffera si sia reso conto della stupidità ed inutilità del redditest appena varato, perché recupererà informazioni assolutamente irrilevanti. Tizio ha una casa, che so a Milano? Ed allora? Non esiste un centro, una periferia, una zona pregiata altra da stare alla larga? Ed è possibile che una barca a motore, già oltre i 3 metri di lunghezza, ripeto 3 metri, sia un indicatore di ricchezza? Lo sa che una porta di casa fa 2 metri? La si allunga di un metro, gli si attacca un fuoribordo da 5 cavalli si diventa degli armatori? Ma per carità, siamo seri!

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 21/11/2012 - 13:24

Befera è un servo reso ricco da uno stato aguzzino che sta affamando il popolo per mantenere intanti tutti i propri privilegi compresi i suoi. Adesso sta usando la comunicazione per farci conoscere il risultato di quelle assurde lettere e c'è da chiedersi quale imbecille può dar credito a quei dati di pura propaganda usati esclusivamentre per avallare il macello sociale che stanno allestendo grazie soprattutto ai media sussidiari.

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 21/11/2012 - 13:29

Ci siamo, è arrivata la "santa inquisizione". Quindi chi è entrato nello status di disoccupato o è costretto a lavorare part time farà bene a vendersi la sua vecchia auto altrimenti per quei parametri volutamente demenziali risulterà essere un evasore, nulla conta se nel frattempo stai sopravvivendo con i risparmi di una vita. I socialcomunisti finalmente ottengono quello che hanno sempre desiderato, uno stato padrone di un popolo di schiavi. Questa idiozia poi colpirà soprattutto i più disperati mentre chi potrà spendere non lo farà per terrore di essere colpito dalla "santa inquisizione", con una economia che inevitalbimente si avviteà su se stessa.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Mer, 21/11/2012 - 13:52

X Massìno: Certo urlo allo stato di polizia, ma non rubo. I sessantottini erano una manica di cretini come sono oggi i centri sociali e compagnie varie, protette dai sinistri e magistratura rossa.

Ritratto di danie

danie

Mer, 21/11/2012 - 14:06

Ma siamo noi, popolo sovrano, che dovremmo radiografarli, constatando quotidianamente lo sperpero di denaro pubblico che commmettono a destra e a manca!!! Vivono in un mondo dorato grazie a noi, ma lo tsunami tra poco li travolgerà nell'inferno!!!

framont

Mer, 21/11/2012 - 14:12

Massimo.... il lavatore dipendente non ha bisogno di essere ulteriormente "controllato" sono già troppi coloro che lo fanno. non abbiamo bisogno di uno stato che aumenti i controlli, se si volesse veramente controllare credo che gli strumenti ci sono. osservazione: lo stato controlla i partiti come spendono i denari altrui? lo stato ha fatto in modo da bloccare le speculazioni finanziarie che ci hanno portato dove siamo anche garzie al contributo del buon monti ? la finanza ha corrotto i politici ed ora vogliono il potere assoluto.

Roberto Monaco

Mer, 21/11/2012 - 14:16

Gli evasori non hanno bisogno di andare a smanettare questo redditest, perchè lo sanno benissimo di esserlo. Io tutti i mesi ho una ritenuta alla fonte del 45%, quindi facciano pure tutti i controlli che vogliono, che in castagna non mi beccano di sicuro. Quelli che si lamentano di questi controlli, sono coloro che, chi più chi meno, evadono.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mer, 21/11/2012 - 14:48

non ho bisogno del software pieno di troian e backdoors spendo meno possibile già da tempo per dispetto al fisco. Tutto usato, non chiedo ricevute, scontrini etc. non vado in vacanza, treno, aereo, cinema, palestra, cammino a piedi e compro solo con sconti, pago in contanti ed ho prelevato quasi tutti soldi dalla banca. Quando mi faranno scaricare le spese cercherò lo scontrino fattura etc. Tanto le tasse da quando sono nato non le hanno mai diminuite con la scusa dell'evasione, se facessero scaricare tutto a tutti il problema era risolto come negli USA

baio57

Mer, 21/11/2012 - 15:20

@ Tristano (ore 11,22) -Tutto quì ? Come sei triste !

Massìno

Mer, 21/11/2012 - 15:20

Gentile signora paola29yes, una verifica del tipo di quella di cui si parla spaventa solo chi evade. Se tutto il denaro che una persona incassa è in chiaro può spenderlo come vuole. Lo stato non gli pone nessun obbligo. Certo se hai un auto da 50.000 euro e dichiari al reddito 2500 euro all'anno forse pulito pulito non sei. PS Anche i centri sociali tipo Casa Pound sono protetti dai sinistri e dalla magistratura rossa? Oppure è diverso?

Ritratto di tppgnn

tppgnn

Mer, 21/11/2012 - 15:21

X Roberto Monaco. Se conoscesse il reale funzionamento del redditometro probabilmente sarebbe molto meno tranquillo. Si basa sul tenore di vita e se lei ha un'auto di media cilindrata per quei volutamente assurdi parametri rischia di passare per un evasore, se poi ha un piccolo mutuo o un prestito rateale il suo stato di evasore è quasi certo. Speri a quel punto che non le arrivi una cartella di equitalia che le chiederà svariate migliaia di euro ma di grazia al momento potrà pagarne solo un terzo se ha intenzione di fare ricorso giudiziale, ques'ultimo ha un costo e durerà anni ma l'esito sarà assolutamente incerto in quanto legato esclusivamente a l'interpretazione del giudice. Tutto questo è stato creato per far cassa, l'evasione fiscale è solo uno scudo per poter continuare questa mattanza con l'incosciente appoggio degli sprovveduti.

Ritratto di vonstop

vonstop

Mer, 21/11/2012 - 15:39

Invece di spendere soldi per questo software (fatto dalla pubblica amministrazione,quindi molto caro)non sarebbe meglio andare sul sicuro e fare accertamenti a coloro che dichiarano imponibili ridicoli.!

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Mer, 21/11/2012 - 15:50

Distruggere Equitalia!

ggt

Mer, 21/11/2012 - 16:23

Le tasse devono essere ricondotto a livelli umani, e personaggi come Befera devono essere mandati a casa. Inoltre redditest, redditometri e altre diavolerie simili devono essere eliminati, per non terrorizzare la gente uccidendo i consumi, quindi l'intera economia. Per risanare il paese si devono fermare gli sprechi assurdi che continuano in maniera indecente e non creare uno stato di polizia fiscale che uccide la libertà e la privacy, spillando altri soldi agli italiani senza che ciò aiuti a cambiare di una virgola la disastrata situazione economica, anzi peggiorandola clamorosamente. BASTA!

unosolo

Mer, 21/11/2012 - 16:47

questo modello serve solo per chi fa i controlli . spargendo il modello in internet è come dire state attenti altrimenti vi scoprono , ma dai per le persone oneste non interessa i controllori facciano il loro lavoro come sempre , tra l'altro già in uso.

Roberto Monaco

Mer, 21/11/2012 - 16:49

x tppgnn: fortunatamente in casa abbiamo solo un'auto, il mutuo è finito da un pezzo, e siamo sufficientemente benestanti da non dover chiedere prestiti. E comunque, non mi metterei mai ad armeggiare volontariamente, inserendo miei dati in un software fornito dall'agenzia delle entrate ;-)

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Mer, 21/11/2012 - 17:17

HO LETTO , INFATTI COME DITE FARE IL REDDITOMETRO è DA CRETINI . mi spiego le ditte individuali e le società hanno l'obbligo da almeno un ventennio di compilare e spedire il redditometro , serve per eventualmente integrare quello che hai dichiarato . nel 2005 ho cessato l'attività , ho compilato il redditometro , obbligatorio , dove evidenziavo la cessazione , ebbene inutile dire che non ero congrua , dovevo diciarare 90mila euro , ma avevo tenuto aperto solo 2 mesi mer fare le cessazioni di legge . questo è il redditometro inventato dalla sinistra e peggiorato di anno in anno , non chiedo a befera se ci prende per il ... caro ignorante lo sa che esiste il testo unico del contribuente ? non faccia il di più dichiarando che ora si può essere sentiti , è obbligatorio ascoltarci prima di emettere certe cartelle . studi la legge caro befera e non racconti balle

gentlemen

Mer, 21/11/2012 - 17:24

Calmi,calmi!Ricordatevi che fine fece lo sceriffo di Nottingham!I tempi sono maturi,dipende solo da noi.Di sicuro non mi strapperò i capelli il giorno che vedrò il vampiro dai denti gialli fare il battacchio di una campana......................

mila

Mer, 21/11/2012 - 17:51

Naturalmente e' meglio non fare il redditometro, ma per tutti quelli che dicono di essere tranquilli perche' HANNO SEMPRE PAGATO LE TASSE: e se avete dei risparmi e volete comperarvi un'auto o fare un viaggio organizzato un po' costoso che sognate da anni? Siete degli evasori. E poi lo scopo di lottare contro l'evasione e' il solito pretesto dei regimi totalitari, del Nuovo Ordine Mondiale che avanza. Anche Hitler aveva ottimi scopi: salvare la Germania, punire gi Ebrei usurai ed evasori ecc.

nino47

Mer, 21/11/2012 - 20:40

Già, nella "prima fase" saranno molto cauti. Dopo si salvo chi può!

nino47

Mer, 21/11/2012 - 20:43

...per legge nessuno può essere costretto a testimoniare contro se stesso!!!!

gian carlo galli

Mer, 21/11/2012 - 21:04

oramai non si fida piu' nessuno, se vai al supermercato e dai la tessera ti tracciano la spesa, se usi il computer ti tracciano l'IP i giornali ci usano per le loro inchieste e poi ...... chi ci garantisce la privacy ? meglio stare zitti, la Stasi italiana e' gia' in atto !!

antiom

Gio, 22/11/2012 - 14:45

In Italia, caso unico al modo, l’emigrazione non verrà più determinata da condizione d’indigenza di alcune strati della popolazione, ma dal benessere. Per quanto paradossale possa sembrare questa posizione, a pensarci bene, è proprio quello che potrà realizzarsi per chi può permetterselo, per sfuggire al fisco iniquo e ingiusto! Il sentimento di fuga, anche per motivi politici, è abbastanza diffuso nella valutazione del futuro di molte persone: col “redditometro” sicuramente diventerà una realtà, Al che, io chiedo, da modesto pensionato, con reddito complessiva col coniuge appena sufficiente: non sarebbe meglio e giusto perseguitare i soli evasori totali che vivono nello sfarzo, e chi è titolare di grandi stipendi, super liquidazioni e super pensioni; invece di guardare con la lente d’ingrandimento le spese e il tenore di vita di chi le tasse, comunque la paga? Infine, se non fossi il pensionato di cui prima, ma un agiato benestante: farei di tutto per eludere le tasse o quantomeno, pagare il meno possibile per non contribuire a foraggiare la pletora di parassiti mangioni a sbafo; fra politici, alti magistrati, baroni di università e tutta la gentaglia di Province, Regioni, Comuni e la miriade di sindacati che vivono sulle spalle di chi lavora e produce ricchezza. Di questo passo, l’Italia sarà sempre più il paese in cui tutti cercheranno il posto pubblico, perché oltre la sicurezza, è quello che mette al riparo dalla persecuzione fiscale, come appunto è per Befera dell’Equitalia, per esempio: di cui non si conosce l’alto stipendio, l’ammontare della ricca liquidazione e pingue pensione, al momento del congedo.