Avviso di Berlusconi: nessuno mi detta legge

Il leader Pdl agli ex An sul caso Forza Italia: la partita si gioca al centro, la destra non sarà protagonista

RomaLa colazione in quel di Arcore quasi gli è andata di traverso quando sui giornali s'è trovato a leggere una vera e propria sfilza d'interviste degli ex An pronti a puntualizzare, precisare, perfino minacciare diaspore e strappi. Una «reazione sproporzionata», spiega Berlusconi a chi ha occasione di sentirlo al telefono durante la giornata. Un «accerchiamento» organizzato «per mandarmi un segnale», insiste il Cavaliere con i suoi. Ed è questo che non gli va davvero giù. Perché dopo essere stato costretto a smentire l'intervista a un giornale importante come la Bild («l'ho fatto solo perché me lo hanno chiesto loro») si è pure dovuto sorbire chi lo avvertiva di non voler essere «suddito» nel suo partito. «Ma di che sudditanza parlano se gli ho aperto le porte di casa mia e hanno fatto quel che volevano fino ad oggi?», si sfoga in privato l'ex premier. E ancora: «Si sono dimenticati fin dove sono arrivati grazie a Berlusconi?». Insomma, anche se la parola «ingrati» pare non l'abbia pronunciata il senso è più o meno questo.

Nonostante i distinguo e le sfumature, infatti, il Cavaliere sa bene che quel che non va giù agli ex An è l'annuncio della sua discesa in campo. Ma - è il senso dei suoi ragionamenti - ogni decisione sarà legata all'ottenere il risultato migliore. Berlusconi, insomma, sta «sondando» il terreno. E se presentarsi candidato premier porterà più punti percentuali allora lo farà. Stesso discorso per il nuovo nome del partito: sarà quello con più appeal, quello che piace di più alla gente. E se i focus group di Alessandra Ghisleri diranno che la scelta migliore è proprio Forza Italia gli ex An se ne dovranno fare una ragione. Insomma, «io gioco per vincere e di tutto il resto poco mi interessa».

Detto questo, resta il fastidio per un'alzata di scudi che Berlusconi continua a definire «sproporzionata» per tutta la giornata nonostante sia ben consapevole che dietro lo scontro è già in corso la guerra delle liste elettorali. Una diaspora, infatti, non è nei fatti così semplice come qualcuno vorrebbe far credere. Non solo perché gli ex An hanno sul punto posizioni diverse, ma anche perché il patrimonio aennino è congelato nella contesa con il Fli e per fare una campagna elettorale qualche lira fa comodo. Un'irritazione data dal fatto che «gli ex An non possono pensare né di dettare legge né che la destra possa essere protagonista nel partito». Una componente importante, certo. Ma non l'unica. Soprattutto se l'idea è quella di «rilanciare sul centro». Insomma, quando Berlusconi parla di Forza Italia - questo è il suo ragionamento - non intende in senso nostalgico, ma pensa ad un partito di centrodestra moderno che sia sì liberale ma anche cattolico e aperto alla società civile. Che possa contrastare, insomma, il progetto di allargamento di Casini o un'eventuale discesa in campo di un Montezemolo che pare nelle ultime settimane abbia contattato molti parlamentari e consiglieri regionali del Pdl. È al centro, insomma, che si gioca la partita.

Così, mentre gli ex An (Alemanno e Meloni in testa) insistono per fare le primarie anche con Berlusconi, gli ex Forza Italia cercano di gettare acqua sul fuoco. «La proposta che Berlusconi ha, con pieno diritto, indirizzato al partito è un'importante occasione di chiarificazione e di definizione della nostra agenda politica. Non è certo il nome, come è stato da più parti osservato, a indicarci le cose da fare», spiega l'ex ministro Gelmini. Mentre il segretario del Pdl Alfano cerca di tranquillizzare gli ex An, invita a «restare uniti» e spiega che «nel nostro partito non ci sono regnanti o sudditi». Sulla stessa linea il capogruppo alla Camera Cicchitto: «Va mantenuta l'unità di tutti coloro che hanno dato vita al Pdl, possibilmente facendo a meno di battute polemiche su una pretesa sudditanza che finora nessuno certamente ha manifestato o subito».

Commenti

xgerico

Mer, 18/07/2012 - 08:38

Haiiiiii.............L'avventura è cominciata male e mi sà che va a finire peggio!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 18/07/2012 - 08:50

Hai detto giusto:giochi per vincere, non per L'Italia.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mer, 18/07/2012 - 08:55

Quante minuscole "primedonne" hanno da petulare in codesto Paese che, anche dopo Garibaldi, è rimasto una congrega di campanilisti ottusi e presuntuosi. L'Italia sara sempre e solo "un'espressione geografica" e mai una nazione.

Ritratto di gabriellatrasmondi

gabriellatrasmondi

Mer, 18/07/2012 - 09:00

Forza Berlusconi!! io la Meloni,La Russa e pure Gasparri....me li credevo meglio.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mer, 18/07/2012 - 09:03

Il PDL è ormai diventato il covo dei fascisti e lesi di mente, basta leggere i commenti di quei pochi rimasti ancora fedeli al partito.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 18/07/2012 - 09:09

E qui sbaglia; il paese mai come in questo momento ha bisogno di destra. Ha bisogno di qualcuno che decida, che ci metta la faccia, ha bisogno di un volto nuovo, senza nani e ballerine di contorno.

contro-corrente

Mer, 18/07/2012 - 09:21

Altra arlecchinata... A casa.

cesaresg

Mer, 18/07/2012 - 09:30

Forse è meglio che gli ex AN vadano per la loro strada perché di danni ne hanno fatto parecchi: uno su tutti il FINI.

Luigi Fassone

Mer, 18/07/2012 - 10:11

Lui,Berlusconi,naturalmente,sa cosa deve o non deve fare. Ma io gli consiglierei di non andarci giù ruvido,con gli ex Aennini.magari incaponendosi a chiamare il suo partito Forza qui o Forza là,questione più di forma che di sostanza. Di Forma non se ne sente la necessità,di sostanza sì,eccome ! Che quelli non ci penserebbero due volte a ricompattarsi coi loro vecchi camerati,anche se il loro Capataz,che ierlaltro non avrebbe affidato ad un professore gay una classe di alunni,oggi agogna il MATRI-monio di essi medesimi...Agisca,il lombardo Berlusca,alla piemontese,blandisca tutti,oggi forse,domani chissà,e continui a fare gli affari di tutti. Altrimenti,tra i Fini,i Casini,gli scontenti ex Margherita,i seguaci di Tonino di Bisaccia,e,si salvi chi può,i Grillini,viene fuori uno spezzatino indigesto per gli italiani,altro che bipolarismo...!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 18/07/2012 - 10:14

Avviso di Berlusconi: nessuno mi detta legge. Allora spiegatemi perchè ha fatto retromarcia sul nome.

bobsg

Mer, 18/07/2012 - 10:38

Nessuno gli detta legge? I fatti lo smentiscono. Perché si è fatto da parte per lasciare il passo a Monti, quando fino a poche ore prima delle sue dimissioni dichiarava: "o vado avanti io o si va alle urne"?

cantastorie

Mer, 18/07/2012 - 10:43

...ma li dentro c'è veramente ancora qualcuno che merita di essere rieletto?..mi sembra che costoro stiano facendo i conti senza l'oste..!!!

Atlantideo

Mer, 18/07/2012 - 10:45

Per la scissione tra ex FI ed ex AN è solo questione di tempo: a dire il vero, è già avvenuta, deve solo essere formalizzata e resa pubblica.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 18/07/2012 - 10:45

La Russa dì qualcosa di destra !!!!!!!

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 18/07/2012 - 10:59

Questi di AN sono davvero ridicoli. Non sanno che Berlusconi si è sempre ritenuto superiore a qualsiasi legge??? Quindi come potrebbe mai farsela dettare? E' un vero dittatore liberale

Giulio42

Mer, 18/07/2012 - 11:02

La coalizione attuale è stata vincente, sono le riforme importanti e non questo o quello in lista. Un programma serio e realizzabile sarebbe quello che desiderei di più con Berlusconi dietro le quinte.

no b.

Mer, 18/07/2012 - 11:09

BERLUSCONI DEVE ANDARSENE! BASTA! ha distrutto un paese per curare i suoi affari personali e difendersi dai crimini che ha compiuto. Un semplice annuncio di una sua possibile ricandidatura ha gettato il panico e l'angoscia fra tutti i politici internazionali. Vattene in pensione uomo di m.!

Hattrick

Mer, 18/07/2012 - 11:18

Meglio... così perdi ancora più' voti e se li prende Fini! Vuoi vedere che forse alla fine aveva ragione lui???

antonius bianchi

Mer, 18/07/2012 - 11:35

Vada avanti Cavaliere chi c'è, c'è, e chi non c'è non serve, a cominciare da fini(to).

Frid54

Mer, 18/07/2012 - 11:40

"È al centro, insomma, che si gioca la partita." E non ci sono dubbi! la lotta politica in Italia è sempre stata CENTRO VS SINISTRA: la sinistra ha mantenuto una sua identità e punti di riferimento, il CENTRO (e i milioni di suoi elettori!) ancora aspetta: chi meglio di una rinnovata (e autonoma!) FI può rappresentarlo? Gli "ex aennini" rivendicano "libertà"? Si accomodino e ci facciano vedere chi (e, soprattutto, QUANTI!) sono!

Dario40

Mer, 18/07/2012 - 11:46

coraggio Silvio,comincia a prendere a pedate nel lato "B" questi cialtroni ingrati,che se oggi godono di stipendi e benefits notevoli li devono solo a te ! Incomincia a pretendere che sottoscrivano la nortma anti-ribaltone, e butta fuori subito quelli che non lo fanno. Ricordati che ad essere troppo buoni ci si rimette sempre. Basta acconnsentire a ricatti più o meno velati. Dimostrino di essere uomini e non quacquaraquà !

briegel70

Mer, 18/07/2012 - 11:51

Il Silvio, dal 1994 ad oggi non ha fatto UNA COSA (almeno UNA) che fosse liberale e/o di centro-destra. Se SI', ditemi quale. Paradossalmente, hanno fatto più cose "di centro-destra" D'Alema, Prodi e Bersani... In questi mesi si presenta agli ex-AN una grossa opportunità: quella di svincolarsi dal partito delle "olgettine", che ha messo le sue donnine dappertutto (a cominciare dalla Regione Lombardia), per dare vita ad un partito liberale di CENTRO-DESTRA degno di questo nome. Un partito che abbia come interlocutori la Germania e la Francia anzichè la Federazione Russa e, come è accaduto nel recente passato, la Libia di quel Rais al quale veniva baciata la mano! Che vergogna! E quello doveva essere il Centro-Destra??? Quello dei baciamano al colonnello libico, delle ballerine mandate al consiglio regionale della Lombardia o delle feste di compleanno del presidente della Russia??? Quello dovrebbe essere il Centro-Destra??? (che ha più rapporti con Russia, Bielorussia e Libia anzichè Germania e Francia).

Mannik

Mer, 18/07/2012 - 11:52

"Perché dopo essere stato costretto a smentire l'intervista a un giornale importante come la Bild" Già questa frase lascia capire il livello dell'articolista. Bild è importante solo per numeri, è il peggior quotidiano in giro. "l'ho fatto solo perché me lo hanno chiesto loro" - e questa frase fa capire il livello di SB... Non dico altro

Ritratto di pipporm

pipporm

Mer, 18/07/2012 - 12:08

Questi ex AN fanno proprio ridere. Non sanno che Berlusconi è al di sopra della legge da non prendere ordini da nessuno? Dove hanno vissuto fino ad ora?

Larson

Mer, 18/07/2012 - 12:36

Il nome del partito deciso in base a cosa diranno i sondaggi...ahahah...come se fosse un prodotto del supermercato. D'altra parte la logica berlusconiana è questa: si dà alla gente quello che vuole in campagna elettorale, poi- una volta eletti- ci si fanno gli affari propri. Stupisce ( ma non tanto, rileggendo la storia italiana) che ci sia chi ancora abbocca.

Amelia Tersigni

Mer, 18/07/2012 - 12:53

Forza Italia o Popolo della Libertà non fa differenza. Fanno molta differenza, invece, le "teste" di quelli che partecipano. Per favore evitiamo i Fini..i Casini e anche ...un Bossi. Meglio soli che male accompagnati !!

Luigi Fassone

Mer, 18/07/2012 - 13:51

RIPETO (commento inviato ore 10,11 ) : Lui,Berlusconi,naturalmente,sa cosa deve o non deve fare. Ma io gli consiglierei di non andarci giù ruvido,con gli ex Aennini.magari incaponendosi a chiamare il suo partito Forza qui o Forza là,questione più di forma che di sostanza. Di Forma non se ne sente la necessità,di sostanza sì,eccome ! Che quelli non ci penserebbero due volte a ricompattarsi coi loro vecchi camerati,anche se il loro Capataz,che ierlaltro non avrebbe affidato ad un professore gay una classe di alunni,oggi agogna il MATRI-monio di essi medesimi...Agisca,il lombardo Berlusca,alla piemontese,blandisca tutti,oggi forse,domani chissà,e continui a fare gli affari di tutti. Altrimenti,tra i Fini,i Casini,gli scontenti ex Margherita,i seguaci di Tonino di Bisaccia,e,si salvi chi può,i Grillini,viene fuori uno spezzatino indigesto per gli italiani,altro che bipolarismo...!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 18/07/2012 - 15:03

#Dario 40# Non posso che sottoscrivere quanto scritto da lei. L’unica cosa che mi ha delusa è la posizione dI Giorgia Meloni che avevo indicato più volte nei miei post come la vice di S.B. A stare con certa gentaglia evidentemente ci si guasta. Berlusconi deve solo preoccuparsi del programma e chi ci sta deve firmare e giurare sullo stesso come se giurasse sulla Bibbia, unitamente alla clausola regina che impegna a fare ogni sforzo perché il programma venga attuato in caso di vittoria. Chi cerca di ostacolarne la realizzazione deve essere espulso senza se e senza ma e soprattutto senza nessun benefit, cedendo il posto al primo dei non eletti. Saranno in pochi? Non fa nulla, meno sono e più voti prenderanno, dato chi firmerà lo farà perché mosso dalle migliori intenzioni di fare qualcosa per il nostro disgraziato Paese. Cordialmente -Rosella-

Ritratto di nestore55

nestore55

Mer, 18/07/2012 - 15:25

Larson.....Perchè,invece, a sinistra è una meraviglia di coerenza, vero??? Li state votando dal 1946, nonostante tutto...E viene quà a fare il maestrino...Grazie,basta così...E.A.

Ritratto di marcopedroni

marcopedroni

Mer, 18/07/2012 - 16:11

Gli ex An sono sempre stati statalisti e fascisti. Gli ex Forza Italia sono sempre stati liberali e antifascisti. Ma perché mai i due partiti non sono rimasti divisi? Il PDL ha portato sfiga. Berlusconi ascolta me. Ridividili.

corto lirazza

Mer, 18/07/2012 - 16:37

per il lettore Larson: complimenti, lei ha scoperto il trucchetto dei politici per avere i nsotri voti! Come ha fatto?

corto lirazza

Mer, 18/07/2012 - 16:39

per il lettore Larson: complimenti, lei ha scoperto il trucchetto dei politici per avere i nostri voti! Come ha fatto?

corto lirazza

Mer, 18/07/2012 - 16:38

per il lettore Larson: complimenti, lei ha scoperto il trucchetto dei politici per avere i nostri voti! Come ha fatto?

nonmi2011

Mer, 18/07/2012 - 16:48

Concordo, basta con fini e casini. Ricominciamo da dell'utri (pregiudicato) sgarbi (pregiudicato) cosentino (richiesta di arresto per camorra) lavitola (latitante) formigoni (indagato) scajola (proprietario a sua insaputa). Anzi, vi avverto: io ho sempre votato per il berlusca, ma se questa volta osa mettere dentro qualche non pregiudicato o qualche persona per bene (non lo farà, ma hai visto mai) non lo voto più. Parola mia.

nonmi2011

Mer, 18/07/2012 - 16:48

Concordo, basta con fini e casini. Ricominciamo da dell'utri (pregiudicato) sgarbi (pregiudicato) cosentino (richiesta di arresto per camorra) lavitola (latitante) formigoni (indagato) scajola (proprietario a sua insaputa). Anzi, vi avverto: io ho sempre votato per il berlusca, ma se questa volta osa mettere dentro qualche non pregiudicato o qualche persona per bene (non lo farà, ma hai visto mai) non lo voto più. Parola mia.

Giovanmario

Mer, 18/07/2012 - 16:51

Non mi preoccupa tanto quello che pensano o dicono i vari dirigenti del pdl.. quanto il fuoco nemico che stanno già cominciando a preparare i media italiani e, tra un pò, anche quelli stranieri.. avete notato come sono rimasti spiazzati per esempio quelli de La7..avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri artefici del crollo di Berlusconi.. da Mentana alla Gruber passando per i conduttori di omnibus.. ormai non parlavano più di lui nelle loro trasmissioni.. anzi ne scrivevano il nome solo con l'iniziale per non fargli troppa propaganda.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo .. convinti di aver lanciato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e sul suo ritorno in campo.. poveri illusi..

Giovanmario

Mer, 18/07/2012 - 16:51

Non mi preoccupa tanto quello che pensano o dicono i vari dirigenti del pdl.. quanto il fuoco nemico che stanno già cominciando a preparare i media italiani e, tra un pò, anche quelli stranieri.. avete notato come sono rimasti spiazzati per esempio quelli de La7..avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri artefici del crollo di Berlusconi.. da Mentana alla Gruber passando per i conduttori di omnibus.. ormai non parlavano più di lui nelle loro trasmissioni.. anzi ne scrivevano il nome solo con l'iniziale per non fargli troppa propaganda.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo .. convinti di aver lanciato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e sul suo ritorno in campo.. poveri illusi..

Maurizio Fiorelli

Mer, 18/07/2012 - 18:37

Cavaliere,vada avanti e faccia come nel Nostro Milan! Pulisca,pulisca e....ripulisca.La gente sensata pensa veramente che sia meglio soli che male accompagnati anche se i risultati non saranno immediati!!

Ritratto di Rosella Meneghini

Rosella Meneghini

Mer, 18/07/2012 - 20:56

S. B. non deve più farsi mettere i piedi in testa da nessuno. Deve pensare solo al suo programma e chi ci sta bene chi non ci sta si accomodi alla porta. Ma chi ci sta deve sottoscrivere il programma firmandolo e giurando sullo stesso come se giurasse sulla Bibbia, unitamente alla clausola regina che preveda il massimo impegno alla realizzazione del programma senza se e senza ma, in caso di vittoria. In caso di ostruzionismo invece, preveda che venga espulso in tronco senza alcun benefit, cedendo il posto al primo dei non eletti che a sua volta deve firmare e giurare. Saranno pochi? Meglio, meno saranno e più voti prenderanno poiché dimostreranno di avere a cuore le sorti del nostro disgraziato Paese. C’è un tempo per tutto. Basta blaterare, concertare, convergenze parallele, ora è tempo di decisioni coraggiose e incisive, altrimenti saremo destinati alla sfascio totale con tutto quello che ne consegue.

Giovanmario

Gio, 19/07/2012 - 00:14

Non mi preoccupa tanto quello che pensano o dicono i vari dirigenti del pdl.. mi preoccupa di più il fuoco nemico che stanno già cominciando a preparare i media italiani e, tra un pò, anche quelli stranieri.. avete notato come sono rimasti spiazzati, per esempio, quelli de La7?..avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri artefici del crollo di Berlusconi.. da Mentana alla Gruber passando per i conduttori di omnibus.. ormai non parlavano più di lui nelle loro trasmissioni.. anzi ne scrivevano il nome solo con l'iniziale per non fargli troppa propaganda.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo .. convinti di aver lanciato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e sul suo ritorno in campo.. poveri illusi

Giovanmario

Gio, 19/07/2012 - 00:13

Non mi preoccupa tanto quello che pensano o dicono i vari dirigenti del pdl.. mi preoccupa di più il fuoco nemico che stanno già cominciando a preparare i media italiani e, tra un pò, anche quelli stranieri.. avete notato come sono rimasti spiazzati, per esempio, quelli de La7?..avevano brindato per intere settimane.. convinti di essere stati i veri artefici del crollo di Berlusconi.. da Mentana alla Gruber passando per i conduttori di omnibus.. ormai non parlavano più di lui nelle loro trasmissioni.. anzi ne scrivevano il nome solo con l'iniziale per non fargli troppa propaganda.. se l’erano tolto dalla testa questo loro incubo .. convinti di aver lanciato un enorme macigno sulla politica italiana e su uno che la politica l'ha trasformata.. rendendola forse più amabile o, comunque, più comprensibile dal popolo.. invece la notizia dei giorni scorsi gli ha sconvolti.. ha scompigliato tutti i loro palinsesti e i loro "malintenti" e ora si preparano a tornare in trincea.. sciorinando le solite castronerie su Berlusconi e sul suo ritorno in campo.. poveri illusi

Luigi Fassone

Gio, 19/07/2012 - 08:55

Lui,Berlusconi,naturalmente,sa cosa deve o non deve fare. Ma io gli consiglierei di non andarci giù ruvido,con gli ex Aennini.magari incaponendosi a chiamare il suo partito Forza qui o Forza là,questione più di forma che di sostanza. Di Forma non se ne sente la necessità,di sostanza sì,eccome ! Che quelli non ci penserebbero due volte a ricompattarsi coi loro vecchi camerati,anche se il loro Capataz,che ierlaltro non avrebbe affidato ad un professore gay una classe di alunni,oggi agogna il MATRI-monio di essi medesimi...Agisca,il lombardo Berlusca,alla piemontese,blandisca tutti,oggi forse,domani chissà,e continui a fare gli affari di tutti. Altrimenti,tra i Fini,i Casini,gli scontenti ex Margherita,i seguaci di Tonino di Bisaccia,e,si salvi chi può,i Grillini,viene fuori uno spezzatino indigesto per gli italiani,altro che bipolarismo...!

Luigi Fassone

Gio, 19/07/2012 - 22:59

Già inviato DUE volte : Lui,Berlusconi,naturalmente,sa cosa deve o non deve fare. Ma io gli consiglierei di non andarci giù ruvido,con gli ex Aennini.magari incaponendosi a chiamare il suo partito Forza qui o Forza là,questione più di forma che di sostanza. Di Forma non se ne sente la necessità,di sostanza sì,eccome ! Che quelli non ci penserebbero due volte a ricompattarsi coi loro vecchi camerati,anche se il loro Capataz,che ierlaltro non avrebbe affidato ad un professore gay una classe di alunni,oggi agogna il MATRI-monio di essi medesimi...Agisca,il lombardo Berlusca,alla piemontese,blandisca tutti,oggi forse,domani chissà,e continui a fare gli affari di tutti. Altrimenti,tra i Fini,i Casini,gli scontenti ex Margherita,i seguaci di Tonino di Bisaccia,e,si salvi chi può,i Grillini,viene fuori uno spezzatino indigesto per gli italiani,altro che bipolarismo...!