Aziende fallite, una su tre chiude «grazie» allo Stato

Non è colpa della crisi. Non è questa entità astratta la responsabile della chiusura di oltre 15mila imprese. No, il colpevole del fallimento di un'impresa su tre è lo Stato italiano, che non paga i suoi debiti e in 5 anni ha contribuito a uccidere le aziende di casa nostra. E l'allarme della Cgia di Mestre arriva nello stesso giorno in cui Bankitalia denuncia: estorsioni e furti cresciuti del 10%. C'è chi diventa ladro per recessione.

Signorini e Zurlo alle pagine 8-9