Basta euro e fuori i clandestini: Salvini torna a scaldare la Lega

Al primo raduno da leader, il segretario punta sull'antieuropeismo e attacca Alfano: "Deve dimettersi". Sostieni il reportage "Europa ribelle"

Via dall'euro. Addio a Roma. Ma soprattutto basta con l'operazione Mare nostrum. «Alfano dimettiti», gli grida dal palco Matteo Salvini. C'è il sole sul «sacro pratone» di Pontida. E c'è anche una folla discreta che da queste parti non si vedeva da danni. È presto per azzardare bilanci ma l'impressione è che la nuova Lega, qui riunita come ogni anno, la Lega di opposizione dura e pura, la Lega che grida contro Roma, e Bruxelles, stia recuperando parte dei voti smarriti fra scandali e logoramento politico.

I big si alternano sul palco, il filo conduttore non cambia. I Maroni, i Bossi, gli Zaia, i Salvini picchiano come fabbri contro il governo, contro l'Europa, contro il Sud che sperpera, contro la Fornero e soprattutto contro Alfano e le braccia aperte verso i clandestini. «Danno 10 euro ai nostri disabili - attacca Salvini - e ne danno 40 a chi sbarcherà domattina. Dobbiamo smetterla con questa cazzata del Mare nostrum che serve solo ad aiutare gli scafisti. Non è che il problema si risolve mettendo i clandestini su treni e aerei verso il Nord. Ditemi se è di centrodestra un ministro così: Alfano non si riconosce nemmeno se si guarda allo specchio. Angelino dimettiti».

Applausi. Grida: «Secessione-secessione-secessione». Qualche elmo celtico su cui ondeggia lo scalpo dei «parassiti romani». «Mi spiace - afferma Bobo Maroni - ma noi dobbiamo dare il lavoro ai nostri, ai lombardi. Non c'è spazio per gli altri». I profughi che arrivano dalla Siria e dalle altre terre disgraziate del mondo non sono accetti. E poi Pontida battezza tutti allo stesso modo: «Clandestini. I clandestini - riprende Salvini - che spacciano droga, rubano, uccidono». Il popolo colorato di verde gli tributa una delle standing ovation più sentite della giornata. A Radio Padania, intanto, arrivano telefonate allarmate che misurano il malessere: «Ciao, dovevamo venire in quattro. Ma stanotte mi hanno rubato la macchina, anche se c'era il cancello elettrico e così abbiano dovuto rinunciare a questo appuntamento».

Roberto Calderoli mangia una banana, imitando il gesto di Dani Alves che ha fatto il giro del mondo come un potente spot contro il razzismo. Ma Calderoli corregge il campione del Barcellona: «L'ho presa piccola, perché la banana non mi piace. La banana te la devi pagare da solo, non con la paghetta che ti diamo quando sbarchi. Ciascuno è pregato di mangiarsi la banana a casa sua». Proposte e provocazioni. Il deputato Gianluca Buonanno, sospeso dalla Camera per aver mostrato una spigola in aula, gira per il pratone con una canna da pesca: appesa c'è una spigola di plastica che ha la faccia di Laura Boldrini. E c'è pure la didascalia, casomai qualcuno avesse dubbi: «La Boldrini più che una spigola è uno scorfano. Dovrebbe fare la presidente della Camera in Corea del Nord». I militanti lo indicano con il passaparola e ridacchiano divertiti, poi si concentrano di nuovo sulla kermesse. È la prima Pontida di Salvini segretario, dopo un quarto di secolo, e il barbuto leader sembra cavarsela con disinvoltura. Chiama sul palco i «venetisti» appena usciti dalla galera. Distribuisce un sonoro vaffa alla Fornero e ironizza su Renzi: «Non fate così - afferma rispondendo alla folla che lo acclama - altrimenti l'altro Matteo, il megalomane di Firenze, pensa sia per lui». Poi si rivolge a Grillo: «Grillo non mi fa paura. Anzi vorrei fare un confronto con lui. Io gli contesto due errori: non dice di uscire dall'euro anche se i suoi elettori lo vorrebbero e ha cancellato il reato di immigrazione clandestina».

I palloncini volano in cielo, le cornamuse bergamasche commemorano chi non c'è più, Umberto Bossi se la prende con Prodi: «Ha portato via il Tfr alle imprese. Quella è la chiave di volta. Dobbiamo difendere le nostre imprese». E poi c'è il federalismo fiscale: «È passato in aula, ma l'hanno messo da parte». Il vecchio capo va avanti a lungo. Forse, troppo a lungo. Il pratone borbotta, poi qualcuno alza il volume: «Basta». Maroni è più sintetico: «In Lombardia abbiamo tolto i ticket sui farmaci agli ultrasessantacinquenni e il bollo sui ciclomotori, presto ci sarà il referendum per l'autodeterminazione. Come in Veneto». Salvini chiude annunciando il suo sbarco in Sicilia: «Domani (oggi, ndr) sarò ad Augusta. Dobbiamo liberare il Sud». Almeno da qui al 25 maggio. Poi ognuno andrà per conto suo.

Commenti

piertrim

Lun, 05/05/2014 - 08:38

Se "no euro" non è per partito preso e significa liberarci dai vincoli che l'Europa ci impone VA BENISSIMO! In particolare gli italiani patiscono la questione immigrazione clandestina che l'Europa ci accolla in toto, senza poter fare nulla per alleviarci quantomeno percentualmente. Non possiamo respingerli come tentò di fare Maroni, entrano in Italia non potendo sorvolare le Alpi e qui devono restare.

xgerico

Lun, 05/05/2014 - 09:46

Ma siiiii usciamo dall'Euro e dalla UE, cosi tutti i clandestini che sbarcano ce li dobbiamo tenere noi, perché respinti!

gneo58

Lun, 05/05/2014 - 10:32

la giusta sequenza dovrebbe essere - fuori tutti i clandestini, non ne entrano piu' e poi pensiamo al problema EURO - sarebbe bellissima una moneta mondiale ma purtroppo ora e' pura utopia, se si sopravvivera' forse nel 4000 o 5000 D.C.

Ritratto di Blent

Blent

Lun, 05/05/2014 - 10:41

questa e' l'ultima occasione per mandare in europa qualcuno a cui sta a cuore il nostro paese e i suoi cittadini . W Lega

Ritratto di vomitino

vomitino

Lun, 05/05/2014 - 11:08

@ xgerico...mi scusi...perchè ora cosa sta accadendo?!?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 05/05/2014 - 11:10

Comincio a pensare che le stime dei sondaggi, fatte, perlopiù, per compiacere i partiti di governo, stiano sottovalutando a bella posta le intenzioni di voto per la Lega. Qualcuno, il 26 Maggio, si sveglierà con un'amara sorpresa. E non basterà, in questa occasione, ululare il proprio sdegno democratico ed antifascista per esorcizzare il nuovo assetto politico di questo paese.

Miraldo

Lun, 05/05/2014 - 11:15

Grande LEGA ora mai ultima nostra speranza di salvezza.

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Lun, 05/05/2014 - 11:31

non c'era tosi? o forse non si e' notato perche vestito da donna ahahahahahah poveracci 4 buffoni avvinazzati che manco parlano italiano.......in galera!!!

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 05/05/2014 - 11:37

A parole siete, come tutti, molto bravi, se vogliamo invece vedere la situazione reale siete anche voi dei ladroni.

linoalo1

Lun, 05/05/2014 - 11:42

Bravo Sallvini!Come non essere d'accordo?Lino.

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 11:43

Bravo Salvini, ma ora devi essere coerente: l'indennità di europarlamentare la devi convertire subito in dollari o franchi svizzeri ed effettuare tutti i pagamenti in quelle valute e, dove te li accettano, anche con fiorini o ducati padani che qualche buontempone ogni tanto provvede a coniare, ma soprattutto devi convincere i tuoi adepti a fare a meno degli stranieri, specie se irregolari. Devi convincere iscritti e simpatizzanti leghisti a rinunciare alla badante ucraina pagata in nero, al bracciante negro che fa la raccolta degli ortaggi e della frutta nei campi (questo pagato in nero per definizione...), al cavatore di porfido marocchino cui vengono fregati gli straordinari, al carpentiere romeno fatto lavorare 16 ore al giorno e pagato per 8, e così via. I primi ad avere case e aziende zeppe di schiavi stranieri sono proprio gli imprenditori leghisti, lo sapevi Matteo? Ora lo sai e provvedi.

Ritratto di marforio

marforio

Lun, 05/05/2014 - 11:45

E non solo la Lega.

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Lun, 05/05/2014 - 11:54

Ettore Muti, sei un "genio", tu si che hai capito tutto. Il contrario di tutto!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 05/05/2014 - 11:55

@ettore muti:noi abbiamo avuto un Presidente della Repubblica(SARAGAT del partito Socialista Democratico),che era soprannominato "barbera",per la sua nota non sobrietà...Anche alla Lega,di cavolate ne hanno fatte tante,ma per arginare questa immigrazione sconsiderata,uscire da un'Europa "buonista",uscire dalla mentalità assitenzialista del SUD,e tanto altro,cosa propone?

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 05/05/2014 - 12:01

Continuo ad insistere per fare un referendum, per l'uscita dall euro. Perchè nessuno prende in mano questa iniziativa.

vivaitaly

Lun, 05/05/2014 - 12:55

Forza, non abbiamo scelta, questa Europa deve cambiare e pensare ai suoi cittadini invece degli stranieri e clandestini. O cambia, o dobbiamo uscire immediatamente. Siamo invasi da gente di terzo mondo e non si rendono conto che stanno distruggendo la nostra cultura, identita' e tradizioni. Tutto questo per colpa di quella ideologia stupida, corrotta e satanica della sinistra. Questa volta votero' anche io per il partito che e' anti Euro e che vuole mandare via tutti I clandestini.

Miraldo

Lun, 05/05/2014 - 12:57

Per Giorgio.peire il referendum per uscire dall'Euro è vietato dalla legge, altrimenti la LEGA lo avrebbe già fatto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 05/05/2014 - 13:12

Egr ? PONTALTI a volte mi domando come fai a sapere tutte ste cose ,tipo "gli imprenditori leghisti che fanno lavorare gli schiavi stranieri.O sei onniscente o spari cazzate nella convinzione di sapere.Per me personalmente sei il 1° della classe ,lo sei sempre stato e non te ne sei mai accorto.

Raoul Pontalti

Lun, 05/05/2014 - 13:47

gianniverde io ero e sono l'ultimo della classe e proprio per questo vedo cose che chi sta troppo avanti non può vedere...Vuoi che Ti mandi l'elenco solo delle pratiche che ho curato io per gli stranieri da sfruttare in quel di Trento? Vuoi sapere chi erano i miei committenti? Guarda che nemmeno la "strana" citazione dei cavatori di porfido era casuale ma rifletteva una realtà della mia provincia. Ma non Ti sei accorto che l'unico che parla di stranieri e relative norme con un minimo di competenza su questi forum sono io? E non certo perché ho la scienza infusa, ma perché di stranieri me ne sono occupato a diversi livelli anche politico e di supporto politico, anche procurando mogli straniere...

moshe

Lun, 05/05/2014 - 13:53

Per le prossime votazioni consiglio una sola cosa agli elettori: PENSATE CHI E QUANTI CLANDESTINI STANNO ARRIVANDO IN ITALIA PER FARSI MANTENERE E DELINQUERE.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Lun, 05/05/2014 - 14:17

BASTA E.U. ED EURO FUNESTO. FUORI E SUBITO TUTTI I CLANDESTINI.Sarebbe proprio un grande e bel proposito oltre ad una grande rivoluzione di popolo.-

INGVDI

Lun, 05/05/2014 - 14:18

Matteo Salvini con un linguaggio forte e chiaro ma soprattutto sincero è il condottiero della Lega l'unico partito rimasto a difendere i valori di libertà, della famiglia, degli insegnamenti cristiani, contro il pensiero unico cattocomunista. Una speranza per le persone oneste che hanno voglia di lavorare, dopo la delusione dell'ultimo Berlusconi.

atlante

Lun, 05/05/2014 - 14:42

Salvini dice il giusto quando sostiene che non se ne può più di questa sciagurata operazione Mare Nostrum. In una situazione di drammatica crisi economica i nostri squallidi politicastri, per fare "bella figura" con l'UE, che se ne frega dei nostri problemi, spendono i soldi pubblici in cifre folli per mandare a prendere migliaia di africani che, appena sbarcati, "pretendono" soldi, lavoro e casa. E poi li mandano, sempre a spese nostre, ad alloggiare in Hotel a... "5 Stelle" (ogni riferimento NON è casuale...). E quella arrogante della Boldrini, che li difende, non se ne è portata nemmeno una di famiglia di immigrati ad alloggiare nella sua bella casa ai Parioli. E' una autentica vergogna che, con il pretesto stantìo dell'"antirazzismo", si pratichi in realtà il razzismno verso gli italiani bisognosi, ai quali questi farabutti cialtroni dei nostri politici hanno la faccia di bronzo di dire che "non ci sono soldi per aiutarvi". Per questa decisa opposizione all'immigrazione auguro, e mi aspetto, pur da meridionale, che la Lega Nord abbia un grande successo.

epesce098

Lun, 05/05/2014 - 14:53

Raoul Pontalti - Continua a sparare cazzate a raffica, tanto non sai fare altro. Sappi comunque che le tue cazzate sono come i ragli di un asino, non ci colpiscono e non ci scalfiscono.

MipiaceLagnocca

Lun, 05/05/2014 - 15:16

ettore muti,gzorzi,raul pontalti vi faccio un bel saluto sinistronzo con il "GESTO FASSINO" per tutte le cag...ate ke scrivete qui...

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 05/05/2014 - 17:09

LUIGI MEDICI Si è gia dimenticato che qualche mese fa, Jo condor ha mandato in treno qualche centinaio di SBARCATI in Germania con tanto di biglietto e ARGENT DE POCHE gentilmente pagato anche da Lui, che sono stati immediatamente RESPINTI IN ITALIA!!! Eppure NON ERAVAMO USCITI DALL'EUROPA!!!! Saludos Saludos

pimask.11

Lun, 05/05/2014 - 17:36

Fa molto piacere vedere tutta questa partecipazione. D'altra parte è normale, Salvini è tutti i giorni tra la gente quindi conosce bene il problema. Mi aspetto un boom alle prossime elezioni. Spero solo che non sia già troppo tardi.

pimask.11

Lun, 05/05/2014 - 18:02

E comunque mi piacerebbe sentire il parere di quelli che sono favorevoli a questa invasione e mi dicessero che cosa ne facciamo di tutta questa gente, dove li mettiamo chi li mantiene e con quali soldi. Di questo passo rifiuteremo i turisti paganti per ospitare dei clandestini gratis negli alberghi. Per non parlare delle spiagge: dove vado io non riesci a leggere una riga di un libro per intero senza doverla interrompere per dire di no al negretto di turno che insistentemente ti vuole mostrare il suo campionario di merce taroccata. Sulle spiagge di Spagna, Portogallo, Francia-Corsica ce ne sono meno del 10% di quelli che circolano da noi.

roseg

Lun, 05/05/2014 - 18:06

@ raulpontalti DOCET tutti zitti...ahahahahahahahahahahah

roseg

Lun, 05/05/2014 - 18:08

@xgerico--ma non ti stufi mai di raccontare barzellette ma basta buffone.

Max Devilman

Lun, 05/05/2014 - 19:38

RAUL PONTALTI ci parla della sua esperienza in TENTINO, MA IL TRENTINO non è ITALIA, è UNA FOTTUTA REGIONE A STATUTO SPECIALE, dove ci sono gli statali + pagati al mondo. La sua esperienza non può essere confrontata ad esempio con la lombardia o Milano. E penso che il sig. Raul a Milano non ci abbia MAI messo piede. Venire qua ad insegnarci che dobbiamo essere schiavi quando il trentino è fondamentalmente libero dal giogo italiano è quantomeno ridicolo e comunque scorretto. Il fatto di avere dato assenso anche a matrimoni combinati dice molte cose. Che fosse uno statale iperpagato si era comunque capito.

cgf

Mar, 06/05/2014 - 00:56

BASTA dare euro agl'immigrati, fornire direttamente il biglietto per sola andata in Germania... alla fine costa anche meno!