La battaglia sulla Raiinfiamma i partitiE la Tarantola rischia

Bersani si fa dettare i nomi da <em>Repubblica</em>, l’Udc si fida di Monti. Ma l’ok alla nuova presidente non è più scontato

Roma - Dopo il blitz televisivo di Monti, salito a sorpresa sul cavallo di Viale Mazzini con l’indicazione anticipata di presidente e diretto­re generale («Un’iniziativa irritua­le, scavalca le regole dell’azienda» sussurra un consigliere Rai), i par­titi hanno un motivo in più per non mollare la presa sulle seggiole del Cda. Con l’attuale legge spetta infatti al Parlamento, e dunque ai partiti, nominare sette consiglieri di amministrazione su nove, e se qualcuno nelle segreterie pensa­va ad un passo indietro, lo sgam­bett­o improvviso di Monti ha riaz­zerato tutto rimettendo in campo i partiti.Che,in linea teorica,posso­no far saltare la presidenza decisa da Monti (Anna Maria Tarantola da Bankitalia), nomina che richie­de una maggioranza molto am­pia, di due terzi, in Vigilanza. I par­titi, poi, hanno già i loro candidati per il Cda, da far votare alla Vigilan­za riunita nell’ufficio di presiden­za da domani. Anche quelli che di­cono il contrario, come il Pd (Ber­sani: «Noi non nomineremo i no­stri») o Casini («Se Monti indica i nomi per il Cda, l’Udc non espri­merà candidature»), o che sembra­no disinteressarsi della spartizio­ne Rai, come la nuova Lega di Ma­roni. I padani hanno deciso il loro uomo per il Cda Rai, anzi la loro donna. Dopo la varesina Giovan­na Bianchi Clerici, che lascerà Via­le-Mazzini per l’authority per la Pri­vacy, in rampa è pronta la veneta Gloria Tessarolo, 32enne ex consi­gliere del Comune di Oderzo, nel Trevigiano di Luca Zaia (suo spon­sor), e soprattutto già nel Cda di Rai Cinema. L’Udc invece è pron­to a riconfermare il suo consiglie­re uscente De Laurentiis.

Ma le sorprese arriveranno so­prattutto in area Pd, partito che ha diritto a due caselle nel Cda. Si cer­cano nomi della «società civile», che però è soprattutto la società in­tellettuale - radical di area Repub­blica, o Libertà e Giustizia, l’asso­ciazione vicina all’editore di Re­pubblica Carlo De Benedetti, quel­la del Palasharp anti Berlusconi con Eco e Saviano. Ebbene, pro­prio da LeG verranno i probabili candidati Pd per la Rai. In primis la presidente di LeG, Sandra Bonsan­ti, ex firma della Repubblica di Eu­genio Scalfari. Altri nomi che si fan­no per la Rai, sempre quota Repub­blica , sono quelli di Valerio Onida, consigliere di presidenza di Liber­tà e giustizia, e Gustavo Zagrebel­sky (presidente emerito di LeG). La Repubblica scala la Rai? Non sa­rebbe una novità, visto che il presi­dente Rai ancora in carica, Paolo Garimberti, è proprio un giornali­sta di Repubblica .

Altro capitolo è quello del Pdl, che al momento esce perdente dal­la battaglia di Viale Mazzini. Perde­rà il direttore generale Lorenza Lei, malgrado la sua volontà di resi­stere (ha un faccia a faccia con Monti oggi) e le parole di appoggio di Alfano. E poi perde il consigliere di nomina del Tesoro, prima il tre­montiano Petroni, ora il montia­no Marco Pinto, «tagliatore di te­ste » senza targa partitica. Si ritro­verebbe quindi con tre consiglieri, tra cui l’attuale Antonio Verro,pro­babile riconfermato, e poi altri due, uno quota Fi e l’altro An. Per la prima casella il nome è quello di Antonio Pilati, già consigliere Agcom, mentre per la quota An si confrontano due candidature: quella di Guido Paglia, attuale ca­po delle Relazioni esterne Rai, che gode di ampio appoggio dentro il Pdl, e poi l’ex direttore Affari lega­li, Rubens Esposito, sponsorizza­to invece da Alemanno e Gasparri.

Commenti

nbsoft

Lun, 11/06/2012 - 08:54

Oggi come ieri come domani il PDL non esiste. Come spera di recuperare i voti di elettori che ha tradito decine di volte? Questa agonia è insopportabile

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 09:00

Ho visto la vignetta che mostra come la Tarantola abbia la faccia di Monti. Pulcinella scherzando diceva la verità: la farsa è diventata realtà. Intanto un banchiere pure alla RAI ... per rinforzare la banda. Come siamo finiti male!!

antiquark

Lun, 11/06/2012 - 09:47

Perchè invece la RAI non la vendete ai privati, incassate contanti, togliamo una tassa, ingaggi assurdi a persone che ormai sono in pensione e magari riparte il lavoro per i giovani VENDETE LA RAI, grazie

Angelo Mandara

Lun, 11/06/2012 - 10:33

SOMIGLIANZE...A FUTURA MEMORIA ? Ma che si andasse anche per somiglianze somatiche...questa ancora non s'era vista. Come quella del neo presidente RAI (manager di Banca Italia) con il premier Monti...basta sostituire le due chiome di capelli fra loro (chissà, dovesse, di questi tempi, andar male...rimarrebbe un illustre clone?). Pensavo, piuttosto, che in RAI si dovesse arrivare a far pagare le sei milioni di famiglie che sfuggono al canone TV..altro che sostituire continuamente i vertici...cosicchè,un giorno, tutti potranno dire di esserne stati presidenti. Lo stesso M.Santoro, che ci sperava...avrebbe detto: "Mi pare che Monti abbia una banca al posto del cervello". Saluti. Angelo Mandara

Ritratto di barbara.2000

barbara.2000

Lun, 11/06/2012 - 10:52

sono fuori dal gioco , della rai mi sono stancata già al tempo della scimmia urlatrice che era pronta ad entrare in rai a fare il direttore generale . l'unica cosa certa è che ho rottamato la tv (apparecchio) e ho mandato agli idioti della RAI comunicazione di rottamazione con tanto di timbro della discarica . ovviamente ci crederete che gli idioti continuano a mandarmi comunicazioni di pagamento . all'inizio rispondevo allegando certificati , adesso me ne frego, la prossima volta denuncio la rai per stolking, presentando direttamente in procura la denuncia .i nomi comunicati da repubblica ? stiamo proprio bene . l'ultima di repubblica ? sapete della strage di cristiani ? orbene non ce l'hanno con i cristiani , noooooooooooo, è solo guerra tra poveri . ma va a fa....compreso il frate comboniano che assieme ai cardinali tifano per la ricostruzione del pc.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 11:24

#5 barbara 2000 - OK tutta la mia solidarietà. Sono con lei e sto pensando di copiarla. Cordialità.

scipione

Lun, 11/06/2012 - 11:34

Va bene quel traditore lecchino di Casini,va bene quel comunista di Bersani che pur di far fuori l'odiato Berlusconi e' capace di tutto, ma mi chiedo come fa il PDL a permettere la cancellazione della democrazia in Italia,con l'invasione criminale dei banchieri?

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 11:32

#3 antiquark - Vendere la RAI? L'uovo di Colombo, solo che non conviene a molti, tanti, in particolare alla Casta politica ed affiliati. La RAI è uno degli scandali dello stato e la nomina della "bancaria" l'ennesimo scandalo per le note ragioni, note anche in procura della Repubblica.

maurizio50

Lun, 11/06/2012 - 11:46

Ma in questo disgraziato Paese ogni volta che serve un nome di prestigio lo si deve sempre cercare in Bankitalia? E dire che mi pare che quelli di Bankitalia siano dei fenomeni solo quando si votano stipendi, indennità e prebende!! Tutto nel silenzio del vegliardo del colle, che tra una omelia e un'altra no0n ritiene di dover dire neanche una mezza parola!!

louise

Lun, 11/06/2012 - 11:50

Che schifo.....Ma si sapeva già da tempo che in rai, come dappertutto, c'è una frenesia alimentare/spartitoria dei partiti da far paura. Ma poi anche monti che fa il cavaliere incorruttibile, prende ordini da repubblica e proclama la sua indipendenza.... Semplicemente vergognoso.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 11/06/2012 - 13:33

Ho visto la vignetta che mostra come la Tarantola abbia la faccia di Monti. Pulcinella scherzando diceva la verità: la farsa è diventata realtà. Intanto un banchiere pure alla RAI ... per rinforzare la banda. Come siamo finiti male!!