Berlusconi detta l'agenda: "Governo di scopo, poi il voto"

L'ex premier vede vicina la fine dell'esecutivo Letta, ma sa che prima serve una nuova legge elettorale. Oggi lancia i club "Forza Silvio"

Berlusconi lima il discorso di oggi proprio mentre l'ex delfino Alfano arringa i suoi. Lo descrivono «distaccato» rispetto alla zattera alfaniana del Nuovo centrodestra ma presissimo per quello che sarà il suo bagno di folla odierno. Appuntamento all'Auditorium della Conciliazione verso le 14,30. L'intervento introduttivo sarà tenuto da Marcello Fiori, ex braccio destro di Guido Bertolaso e responsabile nazionale dei nascenti «club Forza Silvio». Poi, i riflettori saranno esclusivamente per il Cavaliere: segno che Berlusconi punta molto sull'ala movimentista di Forza Italia, mantenendo ben saldo il ruolo di leader. Il suo discorso sarà un appello alla «partecipazione», una sorta di chiamata alle armi. I club cominciano a spuntare un po' dappertutto e ieri s'è avuta notizia del primo circolo nato in una fabbrica della Fiat, in provincia di Avellino. «È stato costituito da un gruppo di operai di Pratola Serra, tra i lavoratori simpatizzanti di Forza Italia», annuncia Renata Polverini. Dato fondamentale: oggi non si vedranno i parlamentari. Una scelta concordata per dare anche visivamente il messaggio: porte aperte alla società civile e ai non professionisti della politica.

L'ex premier cercherà di galvanizzare il suo esercito per l'ennesima battaglia. Un esercito fatto di gente giovane, preparata ma soprattutto fresca. Il Cavaliere vuole volti nuovi per bissare il miracolo del '94 ma senza rinunciare all'esperienza dei parlamentari rimasti a lui fedeli. Il suo entourage nega che Berlusconi possa, nel suo discorso, attaccare a testa bassa Napolitano. Sorvolerà, sebbene in privato i giudizi sul capo dello Stato siano tranchant. Quel che è certo, non sarà tenero sulla sinistra e sulla magistratura. D'altronde anche ieri, in collegamento telefonico a una convention di Forza Italia, Berlusconi ha ribadito: «L'Italia è un Paese in libertà condizionata; anzi, a democrazia dimezzata, in mano a giudici incontrollabili e irresponsabili perché non possono essere soggetti a sanzioni, visto che si giudicano da soli». La magistratura resta un tema caldo: «Fino a quando non sarà risolto il problema giustizia, sento la responsabilità di dover continuare; di dovere resistere». E ancora: «Questa prossima, sarà l'ultima chiamata per i moderati: tutti oggi devono sentire forte il bisogno, direi il dovere civile, di impegnarsi per combattere questo regime giudiziario che intacca la stessa democrazia». Quindi: «Riforma della giustizia e reintroduzione dell'articolo 68 della Costituzione sull'immunità parlamentare». Un Cavaliere agguerrito che sente vicina la fine del governo Letta, destinato a cadere magari per mano di Renzi. Tuttavia il nesso crisi di governo-elezioni non è scontato. Il pallino sarebbe in mano al capo dello Stato e la Consulta ha appena dichiarato illegittimo il Porcellum. Il Cavaliere lo sa bene tanto che, sempre intervenendo al telefono alla kermesse di FI, peraltro interrotta dall'incursione di Dudù nel salotto di Palazzo Grazioli, avverte: nuova legge elettorale ma poi subito alle urne. «Dovremmo chiedere con forza a tutte le forze in Parlamento che si faccia un governo di scopo, che abbia come scopo soltanto quello di fare la nuova legge elettorale, magari mettendo insieme le elezioni europee con quelle nazionali». Insomma, un governo-anticamera che lavori soltanto a una nuova legge elettorale per poi andare al voto in primavera.

Commenti
Ritratto di andrea626390

andrea626390

Dom, 08/12/2013 - 09:47

E' uscito dal governo e ora, visto che rischia che la nuova legge elettorale si faccia senza di Lui, vuole ritornarci. P-A-T-E-T-I-C-O.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 08/12/2013 - 09:55

viva berlusconi! l'unico che è stato in grado di fare cose giuste, anche se glielo hanno impedito!!

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 08/12/2013 - 10:06

Non si rende conto che comanda più lui. Lo hanno messo fuorigioco. Ora “comanda” Letta o meglio “vorrebbe comandare”, mentre Alfano fa finta di essere importante. Intanto Renzi vieta al governo di governare, attribuendosi di fatto il diritto di riformare il porcellum. Lo stato dei chiacchieroni. Senza speranza.

xgerico

Dom, 08/12/2013 - 10:21

@mortimermouse- Scrive:viva berlusconi! l'unico che è stato in grado di fare cose giuste, anche se glielo hanno impedito!!...................Allora non ha fatto una mazza!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 08/12/2013 - 10:30

La nostra vittoria alle prossime elezioni è un fatto ormai consolidato dai sondaggi e, per questo, i comunisti cercano di non farci votare. Silvio però HA DETTATO L'AGENDA che prevede le elezione a Maggio ed a questo punto i comunisti sono con le spalle al muro. Noi e Grillo rappresentiamo ben oltre la maggioranza del popolo, e nessuno può opporsi al volere del popolo che Silvio incarna da oltre vent'anni.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 08/12/2013 - 10:31

@mortimer hai appena scritto una frase controsenso.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Dom, 08/12/2013 - 10:35

non c'e' bisogno di perdersi in chiacchiere dietro un nuovo governo,la Corte ha spiegato che questo parlamento e' legittimato a fare la legge elettorale quindi si proceda.Che poi l'autore,genio del pasticcio incostituzionale del porcellum apra bocca sulla riforma elettorale e' semplicemente comico e ridicolo.Ha gia' fatto un danno enorme,se ne stia a cuccia a sto giro.

cast49

Dom, 08/12/2013 - 10:49

xgerico, mortimermouse ha ragione, devo fare un elenco delle riforme che ha fatto ma i komunisti gli hanno impedito di portare a termine? una su tutte quella sulla giustizia?

linoalo1

Dom, 08/12/2013 - 10:58

Meglio sarebbe far cadere il Governo subito!La legge elettorale è solo una scusa per non farlo cadere !E' vero che le Elezioni oggi potrebbero ridarci la stessa situazione!Ma,perlomeno,si vedrebbe se gli Italiani hanno capito come si vota!Lino.

alfonso cucitro

Dom, 08/12/2013 - 11:10

Ormai il voto è l'unica soluzione possibile per far sì che questi comunisti lascino la poltrona.Avanti anche per un nuovo Presidente della Repubblica che sia garante della Costituzione,delle istituzione e che sia veramente superpartes.

tsox.silvio

Dom, 08/12/2013 - 11:25

@Agrippina (10.31) - Capirai, una più una meno, che vuoi che sia.

pinux3

Dom, 08/12/2013 - 11:32

@cast49...I "comunisti"? Mi pare fossero all'opposizione...

Dario40

Dom, 08/12/2013 - 11:33

caro Silvio,la reintroduzione dell'immunità parlamentare non è gradita.Deve invece introdurre il " vincolo di mandato dei parlamentari" .Così garantirà gli elettori sul rispetto del loro mandato evitando che gli eletti cambino casacca mantenendosi la poltrona, garantendo così la governabilità del Paese.

xgerico

Dom, 08/12/2013 - 11:39

@linoalo1- Scrive: Elezioni oggi potrebbero ridarci la stessa situazione!Ma,perlomeno,si vedrebbe se gli Italiani hanno capito come si vota!Lino.................. Perché tu ci hai capito meglio di altri?!

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Dom, 08/12/2013 - 11:41

Mi rivolgo umilmente al popolo BANANAS , mi spiegate una cosa , siete appena usciti dal governo e oggi chiedete di rientrare. Gradirei gentilmente sapere a che gioco giocate.

@ollel63

Dom, 08/12/2013 - 12:12

sempre qua i comunisti "P-A-T-E-T-I-C-I-chiacchieroni-comici-ridicoli" con la loro menzognera-verità ... che pena!

cicero08

Dom, 08/12/2013 - 12:14

Ecco, si mette a fare il leader del partito forzista e subito da Roma rimbalzano notizir, raccolte e rilanciate da dagospia, su presunte cene eleganti capitoline esattamente omologhe a quelle di Arcore. Promoter sarebbe stata la bombastica Rossi e, manco a dirlo, l'affitto del castello che le avrebbe ospitate sarebbe stato corrisposto in ...nero (naturalmente in quanto cene ...eleganti). Basta! non se ne può più.)

Atlantico

Dom, 08/12/2013 - 12:15

Andare alle elezioni subito è un suicidio. Renzi asfalterà chiunque gli si porrà davanti.

scipione

Dom, 08/12/2013 - 12:26

Come sempre e' il piu' saggio,il piu' realista,il piu' lungimirante e opera sempre per il bene e gli interessi degli italiani.

scipione

Dom, 08/12/2013 - 12:29

Agrippina hai perso un'altra occasione d'oro per TACERE.

m.nanni

Dom, 08/12/2013 - 12:47

molti fanno finta di non ricordare; che è stato proprio Calderoli a definirla "legge porcata" la sua originaria legge elettorale quand'è uscita dalle commissioni parlamentari e dal parlamento stesso deturpata dalle manomissioni tra cui il nominato Ciampi capo dello Stato. che la riforma costituzionale di robusto spessore, taglio di parlamentari, senato delle regioni, status del premier a diretta selezione del popolo, ma la sinistra indemoniata di odio e sobillata dal capo dello stato di allora Scalfaro, riuscì a farla bocciare dal popolo istigato. venne approvata la legge pecorella improntata al diritto processuale all'americana per cui l'assolto non potrà mai essere più perseguitato dal pm, ma la corte costituzionale comunista la bocciò in un batter di ciglio. ora mi parlano di riforme necessarie, dando colpe sempre a Berluscobni di non averle fatte. c'è poi l'uso delle toghe rosse come apripista al potere della sinistra centro e la trasformazione a partita iniziata del senato e delle sue commissioni di garanzia democratica, in plotone di esecuzione. ho la matematica certezza; che se il Pd-Sinistra non prende una grossa e risolutiva mazzata elettorale, in Italia le riforme non verranno mai fatte. e solo con una mazzata devastante la sinistra verrà messa in condizioni di non impedire la governabilità del Paese. se al contrario la mazzata non sarà adeguatamente dirompente, l'Italia non riuscirà neppure a rialzarsi. e non solo ci supererà il portogallo, ma persino il portogatto. se qualcuno pensa che io sto scherzando dico invece che sto parlando molto seriamente.

daniele66

Dom, 08/12/2013 - 13:26

A mali estremi.......... non sottovaluterei l'idea di una "opposizione di scopo" con il M5S solo relativa alla parte che puo' portare alle elezioni insieme alle europee

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 08/12/2013 - 14:25

Correggo. Non si rende conto che NON comanda più lui. Lo hanno messo fuorigioco. Ora “comanda” Letta o meglio “vorrebbe comandare”, mentre Alfano fa finta di essere importante. Intanto Renzi vieta al governo di governare, attribuendosi di fatto il diritto di riformare il porcellum. Lo stato dei chiacchieroni. Senza speranza.

xgerico

Dom, 08/12/2013 - 14:26

@linoalo1 Scrive:,si vedrebbe se gli Italiani hanno capito come si vota!Lino.................. Perché tu sai a chi dare il voto e gli altri no?!

Renatino-DePedis

Dom, 08/12/2013 - 14:32

"cast49 Dom, 08/12/2013 - 10:49 xgerico, mortimermouse ha ragione, devo fare un elenco delle riforme che ha fatto ma i komunisti gli hanno impedito di portare a termine? una su tutte quella sulla giustizia?" si si si, vorremmo sapere quali leggi ha fatto il vostro eroe, quel delinquente, e quali DDL sarebbero stati boicottati dagli altri... citali, per favore... così per farsi due grasse risate!!!

GattoBrina

Dom, 08/12/2013 - 15:01

La vergognosa legge elettorale venne votata solo dal centrodestra perché il csx non partecipò al voto . Anche gli elettori di Berlusconi non devono dimenticare che, per puri fini personali, venne fatta una legge che doveva danneggiare Prodi nel 2006. Altro che bene del paese ! E non più tardi di due settimane fa Berlusconi ha dichiarato che é una buona legge !

odifrep

Dom, 08/12/2013 - 15:20

andrea626390 (09:47) - Mi scusi, perché si firma P-A-T-E-T-I-C-O e non andrea.......??

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Dom, 08/12/2013 - 15:55

Una pacca sulla spalla a berlusconi. Torneranno tempi migliori

guerrinofe

Dom, 08/12/2013 - 18:18

@@@cramer!!!!! SEI IL SOLITO MA QUALE AGENDA ?? E' INTERDETTOOOO!!! CHI SEGUE UN PREGIUDICATO. ha con se "piccolabruna"come scudiero é tutto dire.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 08/12/2013 - 20:43

Agrippona..ci hai rotto le palle con i tuoi ragionamenti e la tua logica dei sillogismi..ormai lo hanno capito anche i sassi che sei kommmunista!!