Berlusconi nella tana del Pd. È pronto a siglare l'accordo

Il colpaccio del Cav: patto nella sede di quel partito che due mesi fa votò la decadenza dell'ex premier. Intesa su modello spagnolo e abolizione del Senato

Per capire quanto il Cavaliere consideri importante l'incontro è sufficiente dire che ormai da qualche giorno è sceso in campo pure Gianni Letta, da sempre l'uomo a cui Silvio Berlusconi affida le mediazioni più delicate. È stato lui nelle ultime ore a stabilire le regole d'ingaggio del vertice direttamente con Matteo Renzi e sarà sempre e solo lui ad accompagnare l'ex premier al faccia a faccia con il segretario del Pd (che avrà al suo fianco Lorenzo Guerini, deputato e portavoce del Partito democratico).
Un incontro che per molti versi potrebbe segnare un'epoca, visto che arriva dopo neanche due mesi da quando, proprio il Pd, votò la decadenza di Berlusconi da senatore escludendolo dal Parlamento. Cinquanta giorni dopo, insomma, Renzi propone un Pd geneticamente diverso da quello della vecchia nomenklatura rappresentato da Guglielmo Epifani, al punto d'incorrere nelle ire proprio dei bersaniani che lo minacciano apertamente di far saltare il governo se davvero dovesse incontrare il Cavaliere. Il sindaco di Firenze, però, pare curarsene poco, anche perché la sinistra del Pd non potrebbe fargli regalo più grande che assumersi la responsabilità di una crisi e del voto anticipato. Così, non solo il faccia a faccia con Berlusconi ci sarà questo pomeriggio alle 16, ma – come conferma Matteo Renzi alle Invasioni barbariche – sarà pure nella sede del Pd di Largo del Nazareno. Se tutto va come da programma, insomma, l'ex premier non solo dimostrerà di essere ancora al centro della scena politica nonostante sia decaduto da senatore, ma si presenterà pure a casa di chi quella decadenza l'ha caldeggiata e votata indossando l'abito dello statista. Un colpo non da poco e che, non a caso, il Cavaliere vuole ottimizzare, tanto che ieri a Palazzo Grazioli si sarebbe discusso anche di organizzare per il tardo pomeriggio di oggi una conferenza stampa in cui fare il punto del faccia a faccia. Questo, almeno, è lo stato dell'arte a ieri sera. Dopo che Denis Verdini e Letta hanno passato il pomeriggio con Berlusconi per pianificare nel dettaglio l'incontro di oggi. Un'intesa, quella sulla riforma elettorale, su cui da settimane lavora l'ex coordinatore del Pdl che ha incontrato più volte sia Renzi che Roberto D'Alimonte, consulente del sindaco di Firenze in materia elettorale. E Verdini e Renzi nella loro lunga «istruttoria» si sarebbero attestati su un sistema spagnolo «made in Italy» e con premio di maggioranza accompagnato da alcune riforme costituzionali, a partire dall'abolizione del Senato. Un'ipotesi che sembra non dispiacere a un Berlusconi piuttosto ottimista. Tanto che, in privato, è arrivato a dire che «ci sono le condizioni per un accordo». Resta sullo sfondo, invece, la rivoluzione azzurra. Il Cavaliere è intenzionato a chiudere la partita, già dalla prossima settimana. Intanto, però, nel braccio di ferro tra i vertici di Forza Italia e Giovanni Toti, sono i primi a portare a casa un risultato importante con la nomina di Daniela Santanché a responsabile nazionale del fundraising del partito che, in tempo di abolizione del finanziamento pubblico, è un ruolo strategico. Un segnale importante alla vecchia guardia, ma anche – dice chi conosce il Cavaliere da qualche decennio – il preludio di una nomina «pesante» per la new entry Toti.

Commenti
Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 18/01/2014 - 08:53

Oggi alle 16 lo statista SILVIO BERLUSCONI detta le regole per una legge elettorale giusta che consenta un governo stabile e che consenta alla maggioranza moderata del paese di governare senza dover sottostare ai ricatti di una opposizione becera ("la peggior opposizione del mondo" S.B.). A Renzi il grande merito di aver capito che i moderati in Italia rappresentano il 70% della popolazione e che i moderati si riconoscono nello statista SILVIO BERLUSCONI. Questo è un grande merito, una presa di coscienza della realtà che consentirà al Renzi di non combattere una impari lotta contro SILVIO BERLUSCONI venendo distrutto nelle urne. Renzi accetta il fatto che SILVIO è imbattibile perché il popolo è con Lui( fatto che i vari bersani, prodi e veltroni non hanno mai accettato andando incontro alla loro fine politica) e vuole il Suo buon governo. E sarà un BUON GOVERNO forte e determinato, capace di dominare in Europa grazie allo scintillante carisma di BERLUSCONI ed alla Sua grande competenza("in Europa non si prende nessuna decisione in tema di economia senza il Mio beneplacito" S.B.). Adesso subito le riforme, GIUSTIZIA in testa ed eliminazione delle infiltrazioni comuniste nei tribunali, nelle scuole, nelle istituzioni, nella società civile con un'azione incisiva, con procedure rapide ed inappellabili, perché solo eliminando i sinistri i folgoranti annunci di SILVIO potranno avere immediata ed efficace attuazione. Ancora bene Renzi, ha saputo riconoscere che l'Italia vuole essere governata da SILVIO BERLUSCONI, un primo passo importante verso quel riconoscimento che per vent'anni SILVIO non ha potuto concedere ai sinistri.

enrico09

Sab, 18/01/2014 - 08:59

Una domanda sola, questo "sistema spagnolo" ci darà la stabilità di cui l'Italia? Quale governo uscirà dalle urne? Non siamo in Germania, paese nel quale una maggioranza relativa e un accordo di inizio mandato bastano a far tenere un governo fino alla fine, purtroppo ci troviamo una classe politica capricciosa che fa saltare governi ogni tre per due per interessi propri.

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 09:00

il cav. è un genio,senza battere ciglio va nella sede pd da chi lo ha fatto decadere....si potrà pensare che sia impazzito ed invece con questa semplice mossa ha messo sotto scatto l'intero pd,renzi compreso....firmerà l'accordo sulla legge elettorale,a quel punto renzi sarà obbligato a proseguire il dialogo col nemico di sempre trovandosi tutto il pd contro,perdendo consensi tra il popolo di sinistra e uscendo indebolito da un simile accordo.......potrà piacere oppure no ma berlusconi non ha rivali.

Gianfranco Rebesani

Sab, 18/01/2014 - 09:18

Non capisco perchè Adalberto Signore,ottimo giornalista, segua la moda di "buttare lì" parole che non siano italiane. "Fundraising", nel significato italiano , non poteva essere scritto intelleggibile a tutti, ovvero "raccolta fondi"? Certo "fundraising" risulta,forse,più elegante di "raccolta fondi", ma la sostanza è questa.Già la nostra lingua è massacrata (vedi l'abolizione ormai consacrata del congiuntivo)per conto suo, "inglesismi" in tutti i campi non mancano. Ora anche Signore ci si mette?

francesco de gaetano

Sab, 18/01/2014 - 09:35

E' solamente straordinario! Quello che sta succedendo in questi giorni in politica nessuno lo avrebbe preventivato.Un senatore della Repubblica sbattuto fuori dal parlamento italiano dalla sinistra con una decisione bulgara,oggi quella stessa sinistra -non tutta- tratta con l'ex premier a risolvere il problema Italia che non riesce a decollare.In un post di una settimana fa invitavo i cittadini a stare calmi ed avere fiducia in Silvio Berlusconi che si cuocerà a fuoco lento anche Matteo Renzi.Oggi dico invece che si cuocerà tutta la sinistra italiana.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 18/01/2014 - 09:39

Ma siamo sicuri che il colpaccio non lo stia facendo Renzi?

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 18/01/2014 - 09:41

perSilvio46: leggere il suo commento mi predispone bene la giornata. Grazie e continui ad allietarmi con le sue barzellette.

Giampaolo Ferrari

Sab, 18/01/2014 - 09:42

Nel PD ci sono tanti individui validi,sono quelli che non sono infettati dal comunismo,bisogna che Silvio e Matteo trovino la quadra per fare un'alleanza al 60% e allora si puo dare una dritta a questo paese.

Ritratto di CIOMPI

CIOMPI

Sab, 18/01/2014 - 09:44

hectorre: Calma, vedremo chi ne trarrà più vantaggio alle prossime elezioni.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 18/01/2014 - 09:48

leggo di gente galvanizzata dall'incontro di oggi,eppure mi sembra che se si raggiunge un accordo lo si raggiunge alle condizioni dettate da renzi,l'unica richiesta che era l'election day nemmeno considerata.Si festeggia il fatto che entrando nella sede del pd(ahahah...)si ottiene una vittoria morale e politica perche' si va a casa di chi ti ha cacciato.Sara' ma la ritengo un ennesima umiliazione,i comunisti dopo averlo cacciato lo costringono all'elemosina di un incontro,ad accettare le loro condizioni,a riconoscere di essere ormai a rimorchio degli altri per poter dire la sua.Che poi i duri e puri di entrambi gli schieramenti fanno le bizze,conta poco E' gente che esegue gli ordini di partito a prescindere ed e' spesso miope rispetto a chi invece deve guardare piu' avanti.Renzi puntando all'elettorato di B. non ha nessuna intenzione di apparire schizzinoso,ma questo i companeros non riescono nemmeno a comprenderlo.

denteavvelenato

Sab, 18/01/2014 - 09:50

Belli i commenti, si si, ma la domanda è, questo è ancora libero di circolare come gli pare e piace?

Duka

Sab, 18/01/2014 - 10:12

Il modello spagnolo va bene per la Spagna perchè proviene da realtà differenti dell'Italia. Per noi il solo sistema elettorale che garantisce la governabilità CERTA è il sistema semi-presidenziale. PENSATE LO CAPISCONO? certo che no sia per cervello limitato sia per convenienze personali. Degli italiani e del CASINO in cui li hanno cacciati se ne STRAFREGANO!!!!

dukestir

Sab, 18/01/2014 - 10:25

Signori, ma qui ha fatto tutto Renzi.

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 10:27

CIOMPI....quale colpaccio starebbe facendo renzi,me lo spieghi............se berlusconi accetta senza riserve l'accordo,il sindaco non può più tirarsi indietro e a quel punto cosa accadrà all'interno del pd,al governo e allo stesso renzi?...scissione del partito?..caduta del governo?..renzi sfiduciato dai suoi?..ognuno di noi può vedere il bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto ma andare nella sede pd è quanto di più geniale abbia fatto il cav. in tutta la sua vita....berlusconi a casa di berluschino,ma si sa...le imitazioni rimangono sempre tali.....e a questo punto,perchè non scegliere l'originale??...

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 18/01/2014 - 10:28

Renzi lo tiene al guinzaglio e gli fa fare quello che vuole. Incredibile questo sindaco

Emigrante75

Sab, 18/01/2014 - 10:28

Che squallore! Il Cav ha veramente toccato il fondo. Dopo aver lanciato strali contro iol partito che lo ha pugnalato alla schiena, visto il lago di cacca in cui si trova FI, è disposto ad andare a Canossa. Pur di esistere, si fa ricevere da Renzi per cercare di contare ancora qualche cosa nel panorama politico. Il Cav degli inizi avrebbe detto: me ne frego della legge elettorale perchè vincero in ogni caso. Oggi, sorpassato anche da Grillo (non dimentichiamo che FI non è neppure al 18%). Ed in questo marasma

Ritratto di franco.biolcati

franco.biolcati

Sab, 18/01/2014 - 10:34

Tutto bene: ho capito che gli attori si muovono con buonsenso ed, essendo "di razza", porteranno a casa buoni risultati comunque vadano le cose. P.S. Nell'articolo mi ha molto disturbato la parola "fundraising": l'intelligenza del giornalista doveva adoperare un sinonimo italiano.

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 10:36

agrippina...ecco l'esempio di chi vede il bicchiere pienissimo!!.....ahahah.....gran parte del pd non lo vuole nella sede e il cav. ci va,firma l'accordo con renzi e diventa fondamentale per la riforma elettorale.....una vera umiliazione e un'analisi perfetta di quel che sta accadendo!

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 18/01/2014 - 10:53

SILVIO E' SEMPRE UN GRANDE, E' L'UNICO VERO LEADER POLITICO ESISTENTE IN ITALIA, ALLA FACCIA DEI COMUNISTI E DEI GIUDICI CHE L'HANNO CONDANNATO.

Ritratto di combirio

combirio

Sab, 18/01/2014 - 10:55

Ferrari, ottimo commento semplice ma che dice tanto. Purttroppo chi ha a cuore le sorti dell' Italia a prescindere, deve raggionare in modo diverso. Deve prima partire da questa priorità per poi arrivare a pensare alle esigenze di partito. Gli intrallazzoni e i delinquenti partono invece da un metro opposto. Senza contare che chi è comunista dentro ha le meningi ristrette antropologicamente parlando.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 18/01/2014 - 10:56

Calma e gesso!Cosa verrà chiesto in cambio al Cav.? E, di riflesso, alla destra? Qualche concessione sullo ius soli e unioni civili? Se così fosse sarebbe la maniera più spiccia, per il Berlusca, di sparire dal panorama politico italiano. Per mano di quella stessa destra che l'ha sinora sostenuto.

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 10:57

l'ottimismo dei sinistrati non conosce limite.....com'è lontano il giorno delle urne e dei sondaggi "farlocchi"....e come ridevano all'imminente tracollo del cav. e del pdl......la memoria fa brutti scherzi,quando non si vuole ricordare...........costretti a governare con il cav.,con alfano vicepremier....ora vedono berlusconi al guinzaglio,umiliato,mendicante che elemosina un incontro.....segnatevi questa data e ne riparliamo più avanti.....renzi ha solo vinto le primarie...come prodi,veltroni,bersani.....avanti il prossimo!!!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Sab, 18/01/2014 - 10:58

è evidente il berlusconi umiliato ed in ginocchio da Renzi per chiedere concessioni sul conflitto di interessi. un finale indegno per l'ex premier.

Atlantico

Sab, 18/01/2014 - 11:05

Signore, non si è accorto che il colpaccio l'ha fatto Renzi ? Ha obbligato Berlusconi ad accettare di andare a Canossa dentro la sede del PD. Se qualcuno me l'avesse detto un mese mi sarei messo a ridere. Silvio avrebbe accettato qualunque cosa pur di farsi fare una o due foto accanto a Matteo Renzi, ormai senza alcun dubbio l'unico cardine sul quale gira l'intera politica italiana. Berlusconi chi ?

Alessio2012

Sab, 18/01/2014 - 11:26

Sicuramente c'é un tranello... prepariamoci al PD che grazie alla dabbenaggine di Silvio avrà la maggioranza assoluta e ci userà tutti come pupazzetti.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 18/01/2014 - 11:27

Tutti questi commenti mi sembrano le solite discussioni inutili tra tifosi! Cerchiamo di uscire da questa logica e pensare a salvarci .......TUTTI!

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 11:28

io mi auguro che mettano da parte i giochetti di palazzo che hanno bloccato l'italia per decenni e si possa tornare a far politica.....ne va del nostro futuro e non di quello di un partito o di un uomo....ricordatevi cari sinistrati che aver ostacolato il cav. per 20 anni è stato il peggior male per il nostro paese e se la sx avesse usato il buonsenso,il berlusconismo si sarebbe sciolto come neve al sole.

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Sab, 18/01/2014 - 11:30

Per Silvio 46........hep hep ....urrà! Il guaio è che tu non usi l'arma dell'ironia! Probabilmente credi a quello che scrivi!!!

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 11:35

luigipiso...come sempre i suoi commenti sono imbarazzanti........in parlamento hanno trovato la maggioranza per farlo decadere,perchè non approvano una legge sul conflitto d'interesse?...e perchè non lo hanno mai fatto anche quando la sx governava?......caro luigipiso a volte ho il dubbio che lei sia un berlusconiano doc che vuol mettere in cattiva luce i sinistrati con commenti assurdi.

fiducioso

Sab, 18/01/2014 - 12:02

I comunisti non vogliono proprio capire che in Italia la politica non la si può fare senza il consenso di Berlusconi. L'unico ad averlo capito sembra Renzi, e per questo è pronto a sfidare l'intera vecchia guardia del partito, e, si può dire, a rendere nulle vent'anni di lotta giudiziaria, e relative condanne "ad personam" contro di lui, obbligato ad averlo come principale interlocutore per cercare di salvare un'Italia che la sinistra "magna magna" dimostra sempre di più di non voler fare.

KARLO-VE

Sab, 18/01/2014 - 12:03

perSilvio46: ma nemmeno Crozza avrebbe potuto fare di meglio, potresti diventare un suo autore.

DinoG

Sab, 18/01/2014 - 12:05

Oh bella. Che Berlusconi fosse un genio lo si sapeva, ma che Renzi fosse furbo mi e' nuova. Comunque sti due la vedono lunga. Matematicamente lunga. Orbene, Forza Italia 22/23%, Pd meno dissidenti 23% fa un bel 46/47%, Lega e altri 8%. Totale non matematico 50% (previsione pessimista). Tra chi resta il M5S al 25% se va bene poi spazzatura. E chi li frega piu' questi due. Con la legge elettorale alla spagnola poi possono arrivare al 75% dei seggi, se poi abolisci il Senato il risultato e': leggi in meno di due mesi, snellezza del Governo, i vari Monti, Epifani, Casini ecc. a coltivare l'orto. Mi sembra che il prossimo Governo sara' Renzisconi............a marzo 2014! Mi piace! Avanti tutta

tartavit

Sab, 18/01/2014 - 12:14

E' già da un po' che Renzi e Berlusconi si vogliono sfidare a chi la sa più lunga. Berlusconi era comunque morto prima che Renzi, con questo incontro, non lo abbia resuscitato. Incomprensibile la mossa di Renzi, il quale deve stare molto attento a che, mettendosi con il cavaliere, non faccia la fine di tutti quelli che con il cavaliere si sono messi e che da lui sono stati stritolati: l'elenco è lungo. Ma nel caso di Renzi, a stritolarlo sarebbe il suo stesso partito e allora si che ci sarebbe da ridere. Stiamo a vedere!

fiducioso

Sab, 18/01/2014 - 12:16

Lo scandalo Berlusconi nella sede del PD, visto che Renzi ha la testa di coccio e non vuole cedere, si è trasformato in una umiliazione per Silvio. Questo secondo i sempre coerenti commentatori sinistrati del forum che ieri dicevano il contrario, ma stamane è arrivata loro la velina di "contrordine compagni"!

tommy1950

Sab, 18/01/2014 - 12:19

Finalmente un politico di sx determinato e sopratutto libero. Non ha dato il suo cervello all'ammasso dei pregiudizi e della cultura dell'oltraggio e della discriminazione.Spero che si muova con successo per il bene degli italiani e non per l'apparato e la nomenklatura dominante.

ciannosecco

Sab, 18/01/2014 - 12:21

"Agrippina"Gentilissima,l'ultima volta che Berlusconi è andato a casa del "nemico", è stato quando era ospite della trasmissione tv di Santoro.Un successone per Silvio e un rosicamento per gli elettori del centrosinistra .Se tanto mi da tanto.Saluti.

Totonno58

Sab, 18/01/2014 - 12:22

Davvero strepitoso tutto questo fervore sul "GENIO DELLO STATISTA BERLUSCONI"...ma a qualcuno per la mente che Renzi l'ha invitato e lui ha detto sì?!?..la prossima volta che una persona mi invita a pranzo a casa sua per quanto tempo devo sentirmi un grande stratega?!?

ciannosecco

Sab, 18/01/2014 - 12:27

"Atlantico"Se crede che il colpaccio l'abbia fatto Renzi,ritengo che lei non abbia ben compreso quello che sta succedendo.Renzi lo vogliono schioppare i suoi stessi compagni di partito,il governo in carica e il centrodestra.Conscio di questo,il Renzi tenta di sfuggire a tutte le trappole che trova per strada,cercando in ogni modo di non prendersi la responsabilità della caduta del Governo.Chiaramente il giochino un bel momento avrà fine ed avrà il solo risultato di spaccare il centrosinistra.Berlusconi deve solo aspettare che,come al solito,il centrosinistra faccia quello che sa fare bene.Autoeliminarsi.Saluti.

xgerico

Sab, 18/01/2014 - 12:51

Berlusconi che fa "accordi" con i komunisti mangiabambini?! E i seguaci son pure contenti!

Duka

Sab, 18/01/2014 - 12:54

@Enrico09- Hai colto nel segno. Il sistema spagnolo per noi NON FUNZIONERA', lascerà le cose come stanno cioè un pasticcio megagalattico. Il mio sospetto è che questi gaglioffi non vogliono altro: nella confusione si riempiono le tasche.

Ritratto di Balamata

Balamata

Sab, 18/01/2014 - 12:55

Emigrante75, dove hai letto forza Italia al 18%? Me lo puoi dire? Grazie

evergreen ave

Sab, 18/01/2014 - 13:01

Berlusconi è più capace di Renzi ma Renzi è il primo comunista a pensiero rapido ed aperto che si sia mai visto in Italia. Soltanto cose buone possono nascere da l'incontro di oggi..per entrambi ma soprattutto per l'Italia. Il cuore della questione è vedere però quanto effettivamente VALGA un pezzo di carta firmato soltanto da DUE persone in un sistema dove tutto viene contato con i numeri...

aitanhouse

Sab, 18/01/2014 - 13:13

è bene che si faccia un accordo chiaro per la legge elettorale e per quelle riforme che la sinistra non gradisce , soprattutto quelle che devono modificare l'art. 5 della costituzione,un vero obbrobrio che ha consentito alle regioni di scialacquare ed allargare il DP. Siamo convinti che un accordo leale su questi temi faccia rientrare quei milioni di voti perduti negli ultimi anni ed,in particolar modo,quelli presi dai grillini che dovranno subire un drastico ridimensionamento dopo aver dimostrato la loro completa inutilità nel panorama politico italiano: non abbiamo dubbi sul fatto che moltissimi elettori di centrodestra abbiano votato il movimento per protesta. La storia ci insegna che l'area di sinistra in italia è stabilizzata dal dopo guerra intorno al 30% più o meno, quegli elettori sono fedeli nonostante abbiano assistito alle rovine provocate e difficilmente cambiano rotta, così come un elettore di centrodestra non immagina neppure di votare per la sinistra ed esprime la sua protesta col non-voto o disperdendolo.

aitanhouse

Sab, 18/01/2014 - 13:13

è bene che si faccia un accordo chiaro per la legge elettorale e per quelle riforme che la sinistra non gradisce , soprattutto quelle che devono modificare l'art. 5 della costituzione,un vero obbrobrio che ha consentito alle regioni di scialacquare ed allargare il DP. Siamo convinti che un accordo leale su questi temi faccia rientrare quei milioni di voti perduti negli ultimi anni ed,in particolar modo,quelli presi dai grillini che dovranno subire un drastico ridimensionamento dopo aver dimostrato la loro completa inutilità nel panorama politico italiano: non abbiamo dubbi sul fatto che moltissimi elettori di centrodestra abbiano votato il movimento per protesta. La storia ci insegna che l'area di sinistra in italia è stabilizzata dal dopo guerra intorno al 30% più o meno, quegli elettori sono fedeli nonostante abbiano assistito alle rovine provocate e difficilmente cambiano rotta, così come un elettore di centrodestra non immagina neppure di votare per la sinistra ed esprime la sua protesta col non-voto o disperdendolo.

pitomaz

Sab, 18/01/2014 - 13:50

Leggere dei berlusconiani che esultano perchè il loro capo va nella sede del PD ad accettare le proposte di Renzi sulla legge elettorale mi ricorda la barzelletta del pugile al pronto soccorso dopo il match perso che dice "Eh, però gliene ho dette tante...!

MEFEL68

Sab, 18/01/2014 - 14:04

Finchè c'è dialogo c'è speranza. Questa è la cosa più importante per l'Italia. Lasciamo ai denigratori prezzolati dire se questa è la resa di Berlusconi o di Renzi. L'importante è che i due collaborino per raggiungere uno scopo. Il merito in più che ha Renzi è che ha il coraggio di lottare contro parte del suo partito, cosa che viene risparmiata a Berlusconi perchè tutto il centrodestrra è con lui.

Ritratto di bracco

bracco

Sab, 18/01/2014 - 14:31

Ecco le priorità dei dementi della sinistra, non per i problemi degli italiani, il lavoro che non esiste, una tassazione da gettare nel lastrico le famiglie italiane, ma udite udite la priorità che anima una parte dei dementi rossi è....che Silvio Berlusconi non possa varcare la sacra soglia della sede del pd, ahahaha, da pisciarsi addosso dal ridere, ma purtroppo visto l'esistenza di questi irriducibili dementi, ci può portare solo a stendere un velo pietoso su tutto questo. Ma che dire ancora su questi sinistri dagli occhi arrossati dall'odio politico, vincerebbero certamente il Nobel mondiale per l'imbecillità.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 18/01/2014 - 14:43

Qui, cé il destino del PDPCI che si decide ed é inutile protestare per questo, il nostro Paese non vorrá mai essere governato da un Partito come il PDPCI che rappresenta l,80% della corruzione Italiana, il PDPCI alleandosi con i Giudici e Magistrati ha firmato la sua condanna a morte, É questo perche i politici di questo Partito Hanno dimostrato di Essere i piú grandi ladroni che ci sono al Mondo é se non ci sarebbe la Magistratura a proteggerli il 90% di loro sarebbero gia in galera da decenni é per decenni!, Mattia Renzi sá benissimo che questo é l,ultimo treno per il PDPCI, é se questo Partito non si trasformerá in una SPD Italiana, questo Partito sará spazzato via dal Parlamento é dal Senato dalla maggioranza del Popolo che non é komunista ma moderato!.

CALISESI MAURO

Sab, 18/01/2014 - 14:45

Per FI una trappola, l'ennesima. C'e' un bellissimo serial televisivo russo, si chiama Apostol, storia di spionaggio, dove il padre che lavora per i servizi nazisti, incontra il figlio russo cui sotto ricatto lavora per i servizi russi. Il padre invita il figlio a scappare, il figlio declina e in risposta il vecchio gli dice: sbagli, non manterranno mai i patti, loro sono bolscevichi. La nostra recente storia politica riflette questa attitudine mentale, anche se i tizi frequentano i salotti dei danarosi la mentalita' e' quella.Sedie e potere a tutti i costi. Ca' fa rien l'Italiano paghera' di sua tasca.

antoniociotto

Sab, 18/01/2014 - 14:47

questo (l'incontro tra Silvio e Matteo) è l'ennesima prova che il Cav. ha come meta solo e soltanto l'interesse dell'Italia. è facilmente prevedibile che non si parlerà solo di legge elettorale. è chiaro che si discuterà anche e soprattutto del dopo voto, di cosa fare se i rispettivi partiti insieme raggiungessero la maggioranza in entrambe le camere. e se si otterrà una condivisione ampia di intenti, come di incanto spariranno tutti quelli che hanno pensato solo a se stessi e non al Paese. auguri ad entrambi.

gianni59

Sab, 18/01/2014 - 15:02

Silvio, sei un traditore come Angelino & c....!

hectorre

Sab, 18/01/2014 - 15:11

Totonno...i sinistri hanno un grande difetto,si considerano i più furbi e i più intelligenti,lei è solo l'ennesimo che entra a far parte del cub......non capire quel che farà il cav. oggi nella sede del pd rafforza il difetto!.....le spiego meglio, berlusconi è stato invitato dal segretario pd,entrerà dalla porta principale,strette di mano e sorrisi con renzi mentre gli altri avranno attacchi di bile,firmerà l'accordo per la legge elettorale e uscendo magari dirà la battuta..."mi rivedo in renzi quand'ero più giovane"...............non credo sia poi così difficile da capire,quanti segretari si è mangiato il cav.?...da domani renzi avrà buona parte del partito e dei suoi elettori contro....p.s. Renzi lo ha invitato,poteva anche snobbarlo e dire "ê fuori dai giochi,inutile parlare con lui"..ma lo teme...uuhhhhh...come lo teme..più dei bersaniani,d'alemiani,cuperloniani,civatiani,veltroniani...ecc...quante correnti..aspetta che chiudo la finestra!!!

degrel0

Sab, 18/01/2014 - 15:11

Se non si cambia la "costituzione più bella del mondo" tutto questo è solo chiacchiera.Chiunque vinca non conta un tubo perchè ostaggio dei partiti.

xgerico

Sab, 18/01/2014 - 15:58

@pasquale.esposito- Pasquà non sai neanche il nome di battesimo di Renzi e ti "permetti" pure di dare perle di saggezza!?

Atlantico

Sab, 18/01/2014 - 17:20

@ciannosecco, complimenti vivissimi ! Lei ha capito tutto

jakc67

Sab, 18/01/2014 - 22:45

mah... a me pare che berlusconi l abbia messo in cu@o non a renzi, ma a quella manica di co@@@oni con mentalità sinistra buoni solo a imprecare ed a sguazzare nel fango: l aveva già detto che se correva renzi si sarebbe ritirato, ma il comunistoide bersani e i suoi seguaci l hanno trombato e questa è la conseguenza... quindi, sinistrioti succubi non di silvio, ma del compitino occulto dei cinquebanchieri che non vi permetteranno mai di fare cadere il governo (loro sono per la maggior parte delle tinche, ma chi li comanda, no, anzi..). quindi, salvo "magistra(tura)li colpi di coda finirà che silvio si ritirerà o verrà fatto fuori, ma avrà sempre il merito di aver distrutto l apparato fecciasinistro che da 70 e più anni danneggia il sistema italia.

Alessio2012

Dom, 19/01/2014 - 21:09

Berlusconi è nelle mani del PD! Cosa può fare? Dai, si vede persino nei programmi tipo Forum che cercano di non infastidire il PD con discussioni scomode!