Berlusconi: "Oggi la sinistra è più pericolosa che nel '94"

L'ex premier alla kermesse animalista: "Il 90 per cento del Pd non ha mai rinnegato le proprie radici" Alfano si sente all'angolo e spara: "Inutile votare Fi". Toti: "Ha tradito"

Sembra di stare in un film di Walt Disney. Cani di tutte le razze e fogge ascoltano compunti. Silvio Berlusconi si diverte e si rivolge anche a loro: «Prendo atto che pure lui è d'accordo», afferma guardando un eccitatissimo barboncino, collocato in prima fila fra gli ospiti illustri. È il giorno della presentazione del Dudù Act in un chiostro a due passi dal tribunale di Milano. Ma la campagna elettorale è inesorabile e allora tocca tornare ai soliti noti, allo zoo della politica italiana: gli Alfano, i Grillo, i Renzi. Berlusconi ne ha per tutti. Anzitutto per la sinistra: «Dopo vent'anni siamo nella stessa situazione, se non peggiore, che nel '94: al governo c'è il partito erede del partito comunista italiano, che ha fatto molto lifting, adesso si chiama Partito democratico, ed è il terzo governo consecutivo non eletto dai cittadini». Non basta, l'ex Cavaliere puntella ancora il concetto: «C'è sempre il pericolo del '94: la sinistra che, nel 90 per cento dei suoi componenti, non ha mai rinnegato le proprie radici ideologiche e la propria storia. Oggi si presenta con un volto giovane, Matteo Renzi, che però deve fare i conti con la Cgil e la maggioranza dei deputati» ancora prigionieri delle vecchie categorie. «La sua - sintetizza Berlusconi - non è una posizione facile».

No, il fondatore di Forza Italia non ce la fa a parlare male di Renzi, ma cerca di far capire che il premier non si porta dietro il partito, semmai rischia di accadere il contrario: le truppe che non hanno abbandonato gli antichi ideali e l'armamentario di una volta sono nemiche della modernizzazione del Paese. Come Grillo. Ancora una volta il leader del centrodestra lo bolla con parole pesantissime: «Ho finito due giorni fa di leggere i discorsi di Hitler. Se voi, da questi discorsi, togliete i riferimenti ai fatti di allora, alla fine, potete cancellare il nome di Hitler e metterci quello di Grillo. Il Movimento 5 stelle è diventato una setta, con il signor Grillo che sbraita, minaccia, urla: non tollera nessuna democrazia interna».

Ma attenzione: la partita è in pieno svolgimento. Secondo Berlusconi il 50 per cento degli elettori che hanno votato il comico genovese «sono disgustati e dispiaciuti». Insomma, ci vuole uno sforzo per intercettare i loro voti. E sarà pure vero che i 5 Stelle volano nei sondaggi e continuano a calamitare scontenti e disillusi, specie fra i giovani, ma i conti si faranno solo alla fine. Dunque, Berlusconi sprona alla lotta. Fino all'ultimo giorno. E annuncia il varo di alcune contromisure in vista della competizione: «Tutti i club Forza Silvio si stanno organizzando per fare in modo che dal 25 maggio ci siano molte sezioni presidiate dai rappresentanti di Fi. Dobbiamo evitare i brogli che ci hanno portato» in passato «a perdere milioni di voti».
In prima fila Renato Brunetta e Michela Vittoria Brambilla, con pancione e beagle fra le braccia, applaudono. Dietro il palco s'intravedono altri big: da Mariastella Gelmini e Giovanni Toti, ma su tutti svetta il medico personale del Cavaliere, Alberto Zangrillo.

Berlusconi prosegue fluviale. I quadrupedi sono sempre attenti, gli umani danno qualche segno di cedimento. Lui affronta uno dei capitoli più delicati: il rapporto col Nuovo centrodestra di Alfano. E utilizza la categoria del tradimento per inquadrarlo: «Ci sono trentadue senatori che sono stati eletti con il centrodestra dai cittadini e che hanno tradito la volontà popolare passando con il centrosinistra». Una risposta indiretta all'affondo di Angelino Alfano che da Roma, nel corso di una manifestazione, prova a scassinare la cassaforte del consenso berlusconiano: «Chi vuole le riforme e non è di sinistra vota noi. Il voto a Forza Italia è inutile. Chi vuole votare la protesta vota per Grillo che gli consente di gridare un grande vaffa a tutto e a tutti, ma chi vuole che il governo vada avanti se non è di sinistra può votare l'unica forza di destra nella maggioranza, il Nuovo centrodestra». No, Alfano e i suoi si sono messi contro gli elettori. Lo ribadisce Toti in un'intervista a Studio aperto: «Non solo hanno tradito Berlusconi, ma sono lì che fanno la stampella a Renzi. Il voto inutile è quello dato ad Angelino Alfano». Berlusconi chiude il comizio e se ne va, circondato da una selva di microfoni. L'ultima domanda riguarda Marcello Dell'Utri, appena condannato con sentenza definitiva: «Sono molto addolorato». Poi sale in macchina.

Commenti

INGVDI

Dom, 11/05/2014 - 09:00

Dudù act, poveri noi! Con l'appoggio mascherato a Renzi, il capo della "sinistra pericolosa", Berlusconi ha completato il tradimento dei propri ideali e dei propri elettori iniziato con l'appoggio al governo Monti. Complimenti!

Duka

Dom, 11/05/2014 - 09:19

Ha ragione da vendere. Il PCI,PDS,DS,PD passando per Querce e Ulivi NON ha mai fatto i conti con la storia, ha solo cambiato nomi(una infinità)pensando puerilmente di nascondere le proprie colpe delinquenziali, certo non meno gravi di quelle del nazi-fascismo.

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 11/05/2014 - 09:35

La sinistra e' pericolosa a prescindere. E' come dire la mafia e' peggio oggi di 10 anni fa.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 11/05/2014 - 09:39

meglio Berlusconi, che ha almeno il dono di aver capito cosa vogliamo noi: meno tasse, meno burocrazia, più ricchezza più lavoro. queste cose la sinistra non le capisce e nemmeno le vuole capire... :-) ma cosa ci sta a fare qui la sinistra?? ma quando se ne vanno ????

Ritratto di mina2612

mina2612

Dom, 11/05/2014 - 10:10

Berlusconi è avanti cent'anni da tutti gli altri politici: a parte gli ebetini che non comprendono e lo dileggiano, i sinistrati doc, invece, lo temono perchè un grande uomo come il Cavaliere non lo hanno MAI avuto, né avranno la fortuna di vederlo tra le loro fila nei prossimi cent'anni!

paolonardi

Dom, 11/05/2014 - 10:15

Il socialistume e' sempre pericoloso e la sua costola comunista, comunque si chiami, e' mortifera, come dimostrato dalla Storia del '900, in qualsiasi paese e latitudine abbia trovato pratica applicazione.

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 11/05/2014 - 10:45

STORICO INTERVENTO CHIARIFICATORE DI SILVIO! Hanno cambiato tanti nomi, PCI,PDS,DS,PD,.... ma sono e restano i COMUNISTI dei gulag staliniani. Ha ragione mortimermouse: non hanno mai fatto i conti con la loro storia. Il comunismo è terrore, miseria e morte, SILVIO è libertà, democrazia, benessere e vita. I sondaggi ci dicono che i moderati che fanno riferimento a SILVIO sono in forte maggioranza, il popolo vuole il buon governo di SILVIO e non vuole i comunisti. Ed è per questo che i vari greganti, bersani, renzi, penati, e migliaia di altri, sono più PERICOLOSI che mai perché puntano al golpe per sovvertire il volere del popolo libero e democratico. SILVIO li ha smascherati, ma la denuncia non basta: SILVIO ci deve garantire che il primo atto del nostro governo sarà la messa fuori legge del PARTITO COMUNISTA e l'arresto dei comunisti che vogliono toglierci la LIBERTA' e la DEMOCRAZIA. SILVIO ha denunciato, alto e forte, il pericolo comunista, facciamo in modo che lo capiscano TUTTI e votino compatti per la LIBERTA!

moshe

Dom, 11/05/2014 - 10:47

Finchè avallerai porcate come l'abolizione del reato di clandestinità, sarai molto poco credibile! Sono comunque daccordo che la sinistra per l'Italia sia un cancro.

Ritratto di giusdange2

giusdange2

Dom, 11/05/2014 - 10:50

Come al solito, un grandissimo Silvio! Perfetta la sua analisi politica!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 11/05/2014 - 11:15

Battaglie di facciata tra supporter occulti del favoliere fiorentino.

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 11/05/2014 - 12:20

Ieri Berlusconi era tra gli amici dei cani, Renzi era invece tra i cani.....

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Dom, 11/05/2014 - 12:20

Ormai siamo Veramente alle comic he finali! Comunque potremo sempre dire che è strata una compagna electoral è ....bestia le!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Dom, 11/05/2014 - 12:22

Per silvio46 Che qualcuno sir voglia ai CIM , se esistono ancora!

giottin

Dom, 11/05/2014 - 12:29

Che la sinistra oggi sia più pericolosa che nel '94 potrebbe anche essere vero, ma non è questo il punto chiave, ad essere più pericolosi oggi sono gli impiegati statali troppo pagati e mai paganti in quanto il potere immenso che hanno, mai come adesso lo sanno fare valere, ovviamente dalla parte a loro conveniente come sempre hanno fatto. Se non si comincia col tagliare le unghie a quelli lì saremo sempre al punto di partenza!

Ritratto di Marco_Aurelio

Marco_Aurelio

Dom, 11/05/2014 - 12:43

VOTARE PER IL M5S è un "atto di legittima difesa" da questa classe di "ciarlatani" della politica!!! Ora basta!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Dom, 11/05/2014 - 15:28

Marco_Aurelio...perchè dovrei votare un'omicida che manda affankulo tutti?..non ho capito come vorrebber riformare il paese...me lo spieghi tu?

Ritratto di jasper

jasper

Dom, 11/05/2014 - 15:54

Solo degli sprovveduti possono votare per un partito il M5S che nell'ambito europeo non può contare assolutamente niente. Ma niente, niente!!! Informatevi!

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 12/05/2014 - 07:28

PCI - PDS -DS . OGGI CHIAMATELO PURE " B.S.C. " Brutti, Sporchi, Cattivi.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Lun, 12/05/2014 - 07:31

PCI, PDS, DS,PD, Sempre gli stessi COOP dei B.S.C. Brutti sporchi cattivi. Questo sono sempre stati.