Berlusconi punta sul proporzionaleTrattative con il Pd

Berlusconi lancia il sistema con preferenze e sbarramento al 5%. E sul ritorno in campo dice: "Mi metto a dieta e decido a settembre"

Roma - «Mi metto a dieta, perdo cinque o sei chili, poi a settembre decido». Una frase sibillina quella con cui il Cavaliere qualche giorno fa ha congedato un suo ospite abituale, ma che dà la misura di quanto Berlusconi ancora tenga aperte tutte le diverse ipotesi sul tavolo e non escluda alcuna soluzione. D’altra parte, spiegava all’interlocutore di cui sopra, «il mio unico obiettivo è fare quanto mi è possibile per ottenere il risultato migliore possibile» alle prossime elezioni. Ed è seguendo questo criterio che «deciderò il da farsi». Sia sul fronte Pdl che su quello delle liste civiche, sia per quel che riguarda le alleanze che la premiership.

Quello su cui il fondatore del Pdl sembra avere le idee chiare, invece, è la legge elettorale. Che, se ne è ormai convinto, va cambiata. Nella cena di martedì sera a Palazzo Grazioli se ne è parlato abbondantemente, con il Cavaliere che non nascondeva la sua preferenza per un sistema proporzionale con soglia di sbarramento al 5%, premio di maggioranza e reintroduzione delle preferenze.

È su questo d’altra parte che stanno ragionando con ripetuti scambi di appunti scritti Verdini e l’esponente del Pd Migliavacca. La trattativa, insomma, è in corso. Anche se sono diversi i punti su cui fare chiarezza. Intanto sul premio di maggioranza: Berlusconi lo vorrebbe al primo partito, Bersani (ma anche l’area degli ex An) alla coalizione. Si ipotizza, poi, un 60% di preferenze e un 40% di nomi bloccati (ma la quota potrebbe essere anche 70-30), con la preferenza multipla come per il Parlamento europeo. Ipotesi che ieri in Transatlantico faceva molto discutere alcuni deputati del Pdl convinti che il sistema porterà solo ad «una guerra fratricida» e al «voto di scambio». Lo sbarramento, invece, lo si immagina al 5%, magari con una clausola salva-Lega che tuteli i partiti che in almeno due regioni superino il 10%.

Tutti punti, comunque, da discutere con il Pd, perché - spiegava Verdini qualche giorno fa - è chiaro che Bersani «non cederà su tutto».
Ecco, in uno scenario simile il Cavaliere continuerebbe a poter giocare diverse partite. Compresa quella di ricandidarsi a Palazzo Chigi o di schierare a fianco del Pdl una lista di berlusconiani doc (si sgonfierebbe, invece, l’ipotesi delle tante liste satellite che difficilmente supererebbero lo sbarramento). La verità, però, è che ancora presto per disegnare scenari che dipenderanno soprattutto dalle future alleanze. Di certo, però, c’è che Berlusconi sta iniziando a guardare a Monti con un approccio diverso. Che intorno al premier si stiano infatti muovendo diverse forze che puntano a una prossima legislatura in continuità con il Professore non è un segreto e il Cavaliere ora valuta anche quello scenario che pare gli abbiano caldeggiato giorni fa anche un gruppo di banchieri riuniti dal presidente di Banca Mediolanum Ennio Doris. Uno scenario, questo, che piace come è noto a Frattini che ieri lo ha rilanciato causando qualche mal di pancia anche tra chi la vede come lui. Perché così - obiettava un ex ministro - «rischiamo solo di bruciare i tempi».

Decisamente contrari, invece, restano buona parte dei vertici del Pdl. E non solo gli ex An se Cicchitto dice chiaro che «l’ipotesi grande coalizione post 2013 serve solo a dare una mano a Grillo». Più netto Corsaro, convinto che se nei prossimi mesi il Pdl imboccherà questa strada «non tutto il partito sarà disposto a seguirla» e sarà forte «la pulsione a costruire ipotesi alternative». Insomma, c’è il rischio di una spaccatura.
Anche perché il Pdl continua a vivere un equilibrio precario, vista la grande insofferenza verso una linea politica che viene considerata «ondivaga» dai più. «Dobbiamo focalizzarci su battaglie chiare e che interessano il nostro elettorato», spiega la Gelmini. E tra questo c’è quella di «pretendere che si facciano corposi tagli alla spesa e si eviti un aumento dell’Iva che graverebbe sulle tasche di tutti i cittadini».

Commenti

Noidi

Gio, 05/07/2012 - 08:33

Certo, come no. E domani dirà che è stato frainteso. Che pena.

Sky

Gio, 05/07/2012 - 08:40

Bravo facciamo il proporzionale così si fanno più pastette e il paese sarà ancora più ingovernabile! Ma il pdl vuole scomparire? Berlusconi deve lasciare a persone più giovani, innovative e che siano intelligenti non certo gente come alfano la cui qualità è sotto gli occhi di tutti. O non certo la gelmini o cicchitto che sono impresentabili. Se magari sui chiedessero perchè il pdl ormai vale la metà di poco tempo fa, ci sarà un motivo! intanto il pd ringrazia...

andrea da grosseto

Gio, 05/07/2012 - 08:50

Bisogna puntare solo a mandare a casa questo governo, poi si vede.

abocca55

Gio, 05/07/2012 - 09:02

Lo sbarramento deve essere al 7% se veramente si vuole fare un poco di pulizia.

baldo1

Gio, 05/07/2012 - 09:16

Ai dirigenti del Pd suggerisco di non raccogliere l'invito di chi non conta nulla e di ascoltare esclusivamente interlocutori seri.

pietrom

Gio, 05/07/2012 - 09:24

Se vogliamo una politica efficiente, si deve dare il premio di maggioranza al PARTITO con il numero di voti maggiore a livello nazionale, e non alla coalizione (che puo' smembrarsi in qualsiasi momento). Fatto questo, il problema della soglia al 5% diventa del tutto secondario. Anche ci fossero cinquanta partitini all'1%, non avrebbero la forza di destabilizzare Parlamento e Governo.

guidode.zolt

Gio, 05/07/2012 - 09:26

con lo sbarramento al 10% daremmo una bella sforbiciata a partitini e partitucoli nei quali vivacchiano, friggendo aria, personaggi da avanspettacolo...

pittariso

Gio, 05/07/2012 - 09:35

Caro Berlusconi non mi freghi più:avevi la possibilità di cambiare l'Italia ed hai tradito tutti,in particolare il ceto medio che hai distrutto. Vattene in pensione per non dire altro.

pittariso

Gio, 05/07/2012 - 10:18

Lo sbarramento deve essere per chi ha tradito i propri elettori.E' ora di finirla caro Berlusconi in vent'anni di promesse ci hai rovinato e ai consegnato l'Italia alla sinistra ed ora vorresti fare una legge elettorale che garantisca alla stessa i potere per molti anni:bravo,complimenti.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 05/07/2012 - 10:24

Come al solito berlusconi capisce nulla di politica. Crede che lui debba dettare delle linee, anziche interpretare quello che il popolo vuole. Non ha capito che tutta l'Italia vuole uno sbarramento al 90% per il solo PDL con lui a capo

Amon

Gio, 05/07/2012 - 10:26

-24 ore al ripensamento del cav. sicuramente abbiamo frainteso le sue parole si sa noi siamo stupidi il furbo e' lui

pittariso

Gio, 05/07/2012 - 10:27

Tanto una più una meno:che ne dite di uno sbarramento al 50% .

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 05/07/2012 - 10:36

Proporzionale, ma non era stato eliminato perchè non permetteva di governare? Facciamo che l'attuale casta vada in blocco a casa, si azzerino completamente stipendi, privilegi, auto blu ecc ecc e si riparta da Gente NUOVA e non gli amici degli amici od i soliti noti. Se non siete stati capaci, non serve ne il proporzionale, ne il cambio nome, ne il cambio faccia, se dietro si sa chi ci stà. Bastaaaaaa

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 05/07/2012 - 10:46

5%? Certo che si assume un bel rischio!

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 05/07/2012 - 10:46

Il sistema elettorale, un falso problema. Se i partiti candidassero al Parlamento persone con la schiena dritta e non i De Gregorio e gli Scilipoti il proporzionale sarebbe la scelta più democratica e più semplice. Ci sono dei passaggi nell'articolo che fanno inorridire per quanto dimostrano che il rispetto dell'elettorato non sia un tema che sfiori le menti dei nostri illuminati politici.

Ritratto di ettore muty

ettore muty

Gio, 05/07/2012 - 10:56

ma ancora il berluscaz?? possibile che nessuno gli abbia detto che lo shifano tutti ?

andrea da grosseto

Gio, 05/07/2012 - 11:16

Pittariso non capisco molto chi ha votato PDL e ora è arrabbiato con Berlusconi. Anch'io sono incazzato ma con Casini prima e Fini poi, loro sono i veri traditori. Senza dimenticare che il governo è caduto per il rifiuto della Lega di fare la riforma delle pensioni. Non sono come i sinistri che pensano che tutto dipenda da Berlusconi. Non aveva il 51% come invece ha Monti. Ci sono alleati, traditori dei propri votanti, leggitimi interessi di partito. Ma non sono così masochista da prendermela con l'unico che ha fatto qualcosa di diverso. E mi sembra chiara la differenza tra lui e questi pezzenti in parlamento, Monti compreso (anzi, soprattutto lui).

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 05/07/2012 - 11:24

E' FINITO. da tempo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 05/07/2012 - 11:10

5% ?? crede di superarlo?

sorans99

Gio, 05/07/2012 - 11:25

No Caro Berlusconi, ero un tuo attivo sostenitore da quando hai fondato Forza Italia. Purtroppo come Bossi ha distrutto la Lega, tu hai distrutto il centrodestra! Il tuo debole per "professori" che si esprimono in modo pacato ed accademico, ha fatto sì che ti sei incantato in un buono a nulla come quel Mario Monti. Hai approvato quel disastro che da quando dal comunista al Quirinale, è riuscito a distruggere l'ultimo del sistema nervoso della vita economica. Hai reso la vita infernale a tutti noi che siamo messi nell'angolo senza uscita perché si prende le tasse nella busta paga, IMU ecc. Sei un traditore per milioni dei tuoi ex sostenitori, ed il tuo delfino Alfano pure. Cambiare la legge elettorale? Ma non hai neppure capito che la governabilità resterà come prima, disastrosa, inconcludente satura di corruzione! Finché manca l'elenco di elettori autorizzati, nulla migliorerà. Negli USA i cittadini che vogliono votare devono iscriversi al comune. Vengono in quella maniera filtrati via drogati, criminali, stupidi, i tifosi "CUCS" e simile gentaglia così vitale per le sinistre. Insistendo con una legge così, qualche speranza c'è. Silvio Vattene! Tu ed Alfano avete rovinato l'Italia con il disastro Monti!

Noidi

Gio, 05/07/2012 - 11:32

#17 andrea da grosseto: Guardi che Berlusconi avevo ben più del 51% dei voti nell'ultima legislatura, sia alla camera dei Deputati che al Senato. E comunque gli alleati se li era cercati lui, quindi se si deve incolpare qualcuno rimane solo lui.

Paulusx

Gio, 05/07/2012 - 11:45

Ci sono persone che la mattina si alzano e dicono una cosa, senza pensare prima se la cosa che dicono oggi è coerente con quanto detto il giorno prima o è in paerta contraddizione: Silvio, purtroppo, è uno di questi. Poi al massimo farà dire all'onorevole Bonaiuti che è stato male intepretato da quei maliziosi dei giornalisti.

megadream

Gio, 05/07/2012 - 11:44

berlusconi presidente del consiglio!!! - ora piu' di prima!!! - Presidente lei deve ricandidarsi, legga questi messaggi siamo tutti con lei per la rinascita di questo paese!

Dreamer66

Gio, 05/07/2012 - 11:53

#23 megadream: tutti chi???

Ritratto di libeccio

libeccio

Gio, 05/07/2012 - 11:57

#23 megadream.Devi scrivere a titolo personale.Tutti chi?Tutti sei te e altri e non significa tutti!Che se ne stia a riposo il tuo amico Berlusconi.Ha fatto piu' danni lui di un uragano con tanto di grandine!Stai sereno che domani il tuo silvietto negherà quello che ha detto.La solita scusa.Mi avete male interpretato.Ci siamo abituati...ciao ciccio.

aladino77

Gio, 05/07/2012 - 11:57

Non sarà difficile mettersi d'accordo, visto che da mesi stanno governando insieme gomito a gomito con l'aiuto di Monti che fa da collante!

pescecane

Gio, 05/07/2012 - 12:20

#9 pittariso - Se è così convinto che il suo illustre pensiero sia condiviso da tutti gli italiani, perchè non fa un piccolo sforzo e si candida? Certamente otterrebbe il 100% dei voti! La sua presunzione di rappresentare tutti gliitaliani fa il paio con la sua idiozia. Il ceto medio. al quale appartengo,non è stato affatto distrutto da Silvio, ma da quegli esponenti della sx in collaborazione entusiastica dei sindacati che da oltre 30 anni hanno costruito un debito pubblico incredibile e che adesso fanno scontare a queste generazioni. Hanno assunto 20 persone quando ne occorrevano 2,hanno sprecato il denaro pubblico concedendo prebende ed incarichi agli amici degli amici, mettendo a capo delle aziende pubbliche incapaci e fancazzisti.Le leggi come quelle sul lavoro, i vari art. 18 hanno impedito di fare piazza pulita di tutto questo anche a Silvio perchè il P.d.C.,secondo costituzione,non ha alcun potere.Si domandi chi ha impedito ed impedisce di fare le riforme e non spari fesserie

pellegrini cosimo

Gio, 05/07/2012 - 12:10

Molla Losso, Sappiamo Che La Politica E' Di Vitale Importanze Per Le Tue Aziende, Ma Basta, Ti Hanno Capito Anche Nei Cimiteri- Basta Danni Fai Fuori Dalle Balle!!!

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 05/07/2012 - 12:11

I tonni del pdl ormai sono presi. La rete si restringe sempre più e a marzo 2013 inizierà la mattanza! Loro hanno voglia di rimandare, di cercare scappatoie, vie d'uscita, trovate dell'ultimo minuto per salvare il salvabile, ma non sfuggiranno al loro destino: tutti a casa! Dei deputati pdl saranno rieletti sì e no il 20% degli attuali. Se la sono cercata, e avranno quel che meritano. Forse riuscirà a cavarsela in qualche modo la Lega, pur con una pesante perdita in termini percentuali, ma solo se Maroni darà veramente un taglio netto al passato e si riproporrà con idee chiare e senza palle al piede. La cosa che più dispiace è il crollo totale della Destra italiana, che avrebbe ancora un potenziale elettorato maggioritario nel Paese, ma non più disponibile a votare per questi incompetenti che hanno completamente tradito il mandato ricevuto.

Noidi

Gio, 05/07/2012 - 12:19

#23 megadream : Il Suo Nick spiega già tutto (mega sognatore).

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 05/07/2012 - 12:43

Ma gli italiani cosa vogliono? Perchè se questa classe politica deve andare a casa, il problema non sussiste, possono fare ciò che vogliono, ma con ZERO voti vanno a casa, se invece ci sono ancora persone che credono in questa casta, allora ci sta bene così come stiamo andando.

pinolino

Gio, 05/07/2012 - 12:47

Dei due propositi non so quale sia quello politicamente più serio, forse la dieta. Decenni a parlare di vocazione maggioritaria e bipolarismo e adesso se ne esce con il proporzionale, il sistema degli inciuci e delle pastette. E poi i nomi bloccati, per avere la garanzia di alcuni posti sicuri (qui sarà facile trovare sponda nello stato maggiore del PD grazie all'istinto di sopravvivenza). E che dire del premio di maggioranza al primo partito? Se si votasse oggi il PD prenderebbe il 55% dei parlamentari con il 25% dei voti, vi sembra democratico?

Cosean

Gio, 05/07/2012 - 12:43

#17 andrea da grosseto Tu non stai parlando come se fossimo una Democrazia. Tu stai sostenendo qualcosa che ha a che fare con il Potere assoluto! E' per questo che non comprendi gli altri!

andrea da grosseto

Gio, 05/07/2012 - 12:52

Noidi non so se lei è di destra o di sinistra, socialista o liberale. Se è di sinistra mi dispiace, faccia conto che non abbia neanche risposto. Altrimenti non capisco questa mentalità che di un tradimento si incolpa il tradito e non il traditore. Fini dice il contrario di quello che ha sempre detto, distrugge la destra e la colpa è di Berlusconi? Sarà stato anche ingenuo, ma il traditore rimane un infame e il responsabile primo. E con chi si sarebbe dovuto alleare, con Vendola? E nessuno, almeno recentemente, ha mai avuto partiti come PDL, PD, UDC, IDV, e altri tutti favorevoli. E il risultato è il disastro completo.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Gio, 05/07/2012 - 13:00

Siamo alle solite dove quello che conta é cambiare la legge elettorale per vincere e non i programmi. Ormai tutto é concentrato su trovare la scorciatoia migliore per vincere, piuttosto di proporre agli elettori idee e soluzioni per migliorare i conti pubblici italiani e far ripartire la produzione. Questo signore ha rotto le scatole per 20 anni con il bipolarismo con 2/3 coalizioni e adesso sta pensando al proporzionale (perché pensa che gli conviene e non perché crede sia una legge elettorale giusta ed equa per l'Italia), rischiando di portarci indietro nel tempo, quando si facevano i pentapartiti. Dimostra ancora una volta di avere poche idee molto confuse che cambia ogni giorno dipende da che parte del letto scende. "Faccio il padre nobile Alfano é il segretario", "No mi candido a premier", "no voglio la repubblica presidenziale per fare il presidente", "Perdo 4/5 chili e poi decido". "Liste civiche" "no le liste civiche" "cambio nome al partito" "no faccio forza italia".

Paulusx

Gio, 05/07/2012 - 12:56

I berlusconiani che accusano B. di non staccare la spina a Monti sono ingenui, se non peggio. Davvero pensate che la cosa sia facile come dicono i vari Brunetta e compagnia urlante ? Siete semplicemente ingenui, credetemi. In natura non esiste un tacchino che sia felice dell'anticipo del Natale, così come non esistono centinaia di parlamentari 'peones' felici di anticipare le elezioni e quindi perdere stipendi, bonus, segretarie, status e privilegi vari, dato che la stragrande maggioranza di essi sa benissimo che non sarà rieletta vista la mattanza che si prospetta per l'intero centrodestra. Se B. avesse deciso di far cadere Monti, si sarebbe spaccato il PdL con decine e decine di deputati e senatori che sarebbero passati all'appoggio a Monti. Il cavaliere sarà un pò ammaccato ma non è svanito e questo lo sa benissimo. Quindi, mettetevi il cuore in pace: Monti durerà sino alla scadenza della legislatura e dopo ci sarà l'apocalisse ( elettorale ).

Paulusx

Gio, 05/07/2012 - 13:07

I berlusconiani che accusano B. di non staccare la spina a Monti sono ingenui, se non peggio. Davvero pensate che la cosa sia facile come dicono i vari Brunetta e compagnia urlante ? Siete semplicemente ingenui, credetemi. In natura non esiste un tacchino che sia felice dell'anticipo del Natale, così come non esistono centinaia di parlamentari 'peones' felici di anticipare le elezioni e quindi perdere stipendi, bonus, segretarie, status e privilegi vari, dato che la stragrande maggioranza di essi sa benissimo che non sarà rieletta vista la mattanza che si prospetta per l'intero centrodestra. Se B. avesse deciso di far cadere Monti, si sarebbe spaccato il PdL con decine e decine di deputati e senatori che sarebbero passati all'appoggio a Monti. Il cavaliere sarà un pò ammaccato ma non è svanito e questo lo sa benissimo. Quindi, mettetevi il cuore in pace: Monti durerà sino alla scadenza della legislatura e dopo ci sarà l'apocalisse ( elettorale ).

Noidi

Gio, 05/07/2012 - 13:23

#34 andrea da grosseto: io sono di destra, quella vera e libertaria. Rispetto la legge, le forze dell'ordine e la magistratura. Credo nel libero mercato, ma anche nella protezione delle fasce più deboli (non dei parassiti). Fosse per me evasori fiscali, mafiosi, assassini andrebbero incarcerati a vita se non addirittura messi al muro. Quindi dato che il Sig. Berlusconi ha fatto esattamente il contrario di tutto ciò dico che il traditore è lui. Inoltre ha mentito per 20, promesse a vuoto, ha aiutato gli evasori fiscali (vari scudi), aveva in casa un mafioso (e lui lo sapeva), se la fà con spacciatori e gente di dubbia moralità (Tarantini), e Lei mi viene a chiedere perchè ce l'ho con lui??? Beh ci pensi un'attimo. Tralasciando poi che in un mercato libero, senza leggi a proprio favore, non credo che Mediaset sarebbe diventata cosi grande. Prego pubblicare, grazie.

andrea da grosseto

Gio, 05/07/2012 - 13:48

Allora Noidi la capisco ancora meno. Anch'io sono ultraliberista e la prima regola del liberismo è poche tasse. Faccia lei il confronto tra Monti e Prodi da una parte e Berlusconi dall'altra. Evasori fiscali, da liberista appunto non ho problemi ad affermare che con questa tassazione l'evasione è solo legittima difesa. Basta ricordare la ormai famosa curva di Laffer. E se tutti pagassero le tasse veramente, l'Italia sarebbe fallita da un bel pò (a riprova infatti con Monti le entrate fiscali sono diminuite, chissà perché...) E comunque l'evasore casomai è De Benedetti e non Berlusconi. Mafia? Qui basta ricordare le parole e i dati di Maroni. E per la mafia chiedere direttamente a Napolitano che la conosce bene...Mi sembra si sia fatto un pò confondere dalla sinistra propaganda. Oppure sono solo io più cinico e mi basta votare per il meno peggio, senza cercare un salvatore che non c'è.

malanotteno

Gio, 05/07/2012 - 14:57

#39 andrea da grosseto: mi intrometto per un paio di punti. Monti tassa coi voti determinanti del PDL. Li Berlusconi ci mette i voti ma non la faccia. Le tasse messe da Prodi hanno prodotto un avanzo primario con cui si e' attaccato il debito (puo' verificare facilmente su internet). Berlusconi non le ha abbassate quando e' arrivato al governo, ma in compenso ha aumentato il deficit (spendendo piu di Prodi in proporzione al PIL) e (di conseguenza) peggiorato il debito. Liberismo significa meno stato (e su questo siamo daccordo), ma soprattutto piu mercato. In Italia non c'e' nessun settore strategico in cui non esistano oligopoli, o monopoli, protetti dal parlamento. Un ottimo esempio e' la televisione. A lei sembra liberale accollare ai contribuenti multe europee per mantenere l'illegalità di rete4?

malanotteno

Gio, 05/07/2012 - 14:59

Non avevo letto bene.. "La clausola salva lega???" ma la legge si fa per l'interesse generale o per escludere gli antipatici? Nemmeno piu il pudore di nasconderli questi imbrogli da miserabili.

fossog

Gio, 05/07/2012 - 15:17

Ma io non punto affatto su berlusconi, sul passato, sull' inutile....

Lino1234

Gio, 05/07/2012 - 15:32

Un uomo di genio che potrebbe vivere, con la ricchezza da lui stesso prodotta, come o meglio di un sultano, felicemente, nel più bel posto del mondo, che accetta invece di vivere in Italia,gettarsi nella fogna della politica, beccarsi umiliazioni, offese, odio, da parte di poveri ignoranti che altro non sanno fare che denigrarlo ferocemente,facendo la gioia di tanti trinariciuti i quali, come si desume dai loro stessi commenti,hanno la cultura e l'intelligenza di un cavernicolo.Il motivo della discesa in fogna di Berlusconi li comprendevo e li condividevo: trasformare l'Italia in uno Stato Democratico.Ora mi sono convinto che finchè lo Stato avrà una Costituzione da brivido,che dà la possibilità alle diverse Istituzioni di farsi la guerra tra di loro; ai sindacati di fare impunemente qualsiasi danno a carico dei cittadini con scioperi che costano miliardi, con tutori della Giustizia che si dichiarano apertamente partigiani.No,caro Berlusconi,non ce la farai mai. Mi dispiace.Lino.

andrea da grosseto

Gio, 05/07/2012 - 15:44

Ma infatti a me non sta affatto bene quello che sta facendo ora il PDL e oggi non lo voterei (bisognerà vedere in seguito che succede). Ma per quello che sta facendo ora, non per come governava prima che a me andava bene (sempre relativamente parlando ovviamente). Mi dispiace ma io sono saldamente convinto che il debito lo si abbatte con meno stato, come stava cominciando a fare Berlusconi, con tutte le resistenze che sappiamo, interne ed esterne, che non ha Monti. In ogni caso aumentare ancora le tasse con questi livelli è folle e ne vediamo le conseguenze. Ho sempre considerato Berlusconi un punto di partenza verso il liberismo, non di arrivo. Per avere un vero liberismo bisognava cambiare tutto, non solo lo stato, ma la mentalità, la cultura, la scuola. Mi aspettavo un punto di partenza invece qui siamo tornati indietro anni luce. E' questo che mi preoccupa. A me non sembra liberale la scuola pubblica, le pensioni statali, la televisioni pubbliche. Dopo si può discutere su R4.

malanotteno

Gio, 05/07/2012 - 16:03

#43 Lino1234: la costituzione, i sindacati, la divisione dei poteri che vigilano l'uno sull'altro, esistono in tutti i paesi democratici. Quello che invece esiste solo da noi e' che una massa considerevole di elettori sia disposto a credere che un uomo con interessi miliardari, proprietario di televisioni e giornali, plurindagato, possa scendere in politica perchè è Babbo Natale e ci vuole tanto bene, e non per farsi le leggi di cui necessita per evitare la galera ed il fallimento. E che tale popolazione, anche di fronte all'evidenza di numerose leggi ad personam approvate e promesse elettorali non mantenute, gli abbia rinnovato la fiducia.

pittariso

Gio, 05/07/2012 - 16:22

# 27 pescecane- Non è stato in grado di andare oltre il significato letterale delle parole.Quello che Lei dice,oltre che banale era implicito nel mio discorso. Io ho solo sostenuto che Berlusconi ha avuto la possibilità di eliminare quelle causa del disastro e non lo ha fatto,anzi,ultimamente ha permesso che le cose peggiorassero. Mi astengo dal dare un giudizio sul suo comprendonio e sulla sua presunzione.

malanotteno

Gio, 05/07/2012 - 16:18

#44 andrea da grosseto: Rete4 e' solo un ottimo esempio per quello che voglio dire. Puo' ergersi a paladino del liberismo un uomo che si trova a legiferare su questioni che possono spostare in positivo o in negativo decine di milioni verso le sue aziende? E' pensabile che danneggi le sue aziende per favorire la libera concorrenza? E che dire rispetto alla valorizzazione del merito (cardine del liberismo)? Le persone che ha scelto e messo nei posti di comando, erano le piu capaci o le piu obbedienti? Io credo che nessuno poteva essere piu inadatto di lui a guidare una rivoluzione liberale. Perchè se sei un giocatore, non puoi fare anche l'arbitro.

pescecane

Gio, 05/07/2012 - 18:57

#46 pittariso - Berlusconi, purtroppo, non ha avuto alcuna possibilità di mettere in opera il suo programma per due motivi. Il primo per il tradimento, questo sì, di parte dei componenti della sua maggioranza(vedi Fini ed altri), il secondo per l'assoluta mancanza di poteri reali che la Costituzione(quella più bella del mondo) assegna al P.d.C., chiunque esso sia. Silvio il tentativo l'ha fatto, non c'è riuscito. Ma fare di lui il capo espiatorio di una situazione da luio non creata e non voluta oltre che ingeneroso è anche del tutto falso.

Lino1234

Ven, 06/07/2012 - 22:55

Sarei curioso di sapere da quale mondo viene quello "sputasentenze" che si nomina ronofri53.(# 33) Ho l'impressione che costui cammini con la testa, rivolta all'indietro. Ha sentenziato : che Fini ha sdoganato Berlusconi; che Craxi ha venduto a Berlusconi un decreto, su suggerimento di Confalonieri per evitargli la galera; dulcis in fundo dichiara che Berlusconi è un ladro. Insisterò che Silvio mi fornisca copia delle sentenze di un tribunale che confermi quelle che, secondo me, per ora, sono solo calunnie. Poiché sono estimatore di Silvio ed anche attivista del suo partito e sono certo che quelle del ronofri sono solo vergognose insinuazioni calunniose, insisterò nel sollecitare Berlusconi a richiedere al ronofri di dimostrare, con prove legali, le cose che ha scritto e di dargli la lezione che merita per via giudiziaria se ha dichiarato il falso. Saluti. Lino