Berlusconi resterà in campo

Alfano: "Decadenza? La vicenda non è chiusa, ci sono i modi per risolverla. Comunque vada il Cavaliere sarà il nostro leader. Siamo pronti: si torna a Forza Italia"

Chiudendo ieri a Sanremo «Controcorrente», la sei giorni di dibattiti organizzata dal Giornale, il segretario del Pdl Angelino Alfano ha sbarrato le porte a chi immagina che gli effetti della sentenza Mediaset, qualunque siano, metteranno Silvio Berlusconi fuori dalla politica. Non tutte le libertà sono comprimibili per legge o con l'uso della forza. E non lo è certo quella di continuare a essere il leader del più grande partito italiano. Si metta quindi il cuore in pace il giovane Renzi, che sempre ieri e da Porta a Porta ha parlato per Berlusconi di «game over», fine dei giochi. Chissà perché - lo ha ricordato anche Alfano - quando uno di sinistra intravede la possibilità di diventare il capo del Pd assume il ruolo del carnefice di Berlusconi, del servo stupido dei magistrati, del giustizialista a oltranza. Altro che «battere Berlusconi per via elettorale», come Renzi sosteneva fino a poche settimane fa per smarcarsi dalla marmaglia di sinistra e ingraziarsi gli indecisi di centrodestra. L'idea di confrontarsi nell'urna con il giaguaro di bersaniana memoria fa paura anche a Renzi, quindi meglio che i magistrati e i comunisti risolvano la questione in altro modo.

Renzi rischia di fare così la stessa fine dei suoi predecessori, che da Occhetto in poi si sono concentrati su come togliere di mezzo Berlusconi invece che sui problemi degli italiani. Il risultato è noto: ben sei presunti leader, l'ultimo è Bersani, ci hanno lasciato la pelle e sono ancora lí che si leccano le ferite. Altro che «game over», ho l'impressione che il Pdl, o meglio Forza Italia, stia per lanciare un «new game» che vedrà ancora protagonista un Berlusconi in versione inedita e al momento sconosciuta. All'uomo non manca certo la fantasia spiazzante e, da quello che ho capito in questi sei giorni di dibattiti affollati di gente, neppure il consenso degli elettori. Da Arcore, dove Berlusconi si è autorecluso, filtra la notizia che l'annuncio della nuova strategia è questione di ore. Sono curioso di capire e soprattutto ormai insofferente a questi balletti romani dentro i palazzi, palcoscenici di momentanea e vana gloria per figure di terzo e quart'ordine della politica. Si atteggiano a custodi della democrazia, scrittori di una memorabile e definitiva pagina di storia. In realtà sono figuranti di una commedia scritta da altri che in ogni caso non avrà il successo sperato e che passerà al massimo alla cronaca come fatto di avanspettacolo.

Commenti

@ollel63

Gio, 12/09/2013 - 09:32

renzi è il successore di bersani tra i defunti che ci han lasciato la pelle. E renzi sta ancora peggio: è nato morto. Sinistrati orde barbariche in estinzione, rassegnatevi!

Rossana Rossi

Gio, 12/09/2013 - 15:55

Ben detto......bravo Sallusti, sono soltanto dei vergognosi buffoni......

maxvinella

Gio, 12/09/2013 - 16:40

Sallusti, per te Silvio è un ossessione. Lo vuoi presente nella vita politica a qualunque costo. Se non fosse che ho appena letto che ILVA manda a casa 1500 persone, è veramente divertente il teatrino che tu schifani santanchè travaglio epifani state facendo. Fate veramente impressione, tutto per 4 baiocchi.

Lu

Gio, 12/09/2013 - 17:37

Forza Presidente! Sbranali questi idioti, vigliacchi e buoni a nulla, antiitaliani, moralisti, buonisti del cavolo, radical chic dei miei stivali, cretini patentati, buoni a nulla che si credono scienziati! Il popolo è con te! Sii te stesso, attacca e vinceremo! Non dargli tregua. A qualsiasi costo. Gli italiani, almeno quelli con materia grigia nel cranio, hanno capito e sono con te. Più attacchi, a 360 gradi, più diventeremo forti! Galvanizza il tuo popolo! Aspettiamo solo un tuo cenno! L'ora della verità è venuta e noi siamo pronti! Viva la democrazia, viva la libertà!

citano39

Gio, 12/09/2013 - 18:12

Così si scrive. Bel pezzo Direttore. Caro maxvinella Silvio è un'ossessione per te, te lo sogni la notte quando, sudaticcio, ti svegli in preda al panico. Beviti un bel bicchiere di vino e non ci pensare più. Tanto alle prossime elezioni prenderete una botta che ricorderete per un bel pezzo.

citano39

Gio, 12/09/2013 - 18:14

renzi fa solo "audience". Gli fareste fare il direttore di un condominio? Pensateci. Per me è solo una simpatica macchietta.

francoberto

Gio, 12/09/2013 - 18:31

Avanspettacolo!Solo avanspettacolo,bendetto Direttore.Se si desse ad un bambino la facoltà di raggruppare immagini per categorie,non ho dubbio,quella del Renzi-biascicante finirebbe fra i bischeri... Nè il Lombroso negherebbe l'imprimatur! Ma come omettere l'analisi e la classificazione di tanto popolo italiano disponibile?

benny.manocchia

Gio, 12/09/2013 - 20:21

Napolitano capira' prestoi che casino ha combinato in Italia.I comunisti prenderanno una sberla tremenda nelle prossime elezioni e il comunismo in italia non attecchira' mai.MAI. un italiano in usa

marcosol

Gio, 12/09/2013 - 22:51

Il nuovo che avanza

pajoe

Gio, 12/09/2013 - 23:45

A giggle a day keeps the shithead at bay. L'enfant prodige che ha imparato il significato di game over e che usa alla maniera di altri eminenti decaduti, amanti degli aforismi U.S, capirà che malgrado le sue acrobazie nei dedali della sinistra, fuori dai giochi resterà soltanto lui.

m.nanni

Ven, 13/09/2013 - 07:55

Lei ha ragione caro direttore Sallusti, ma ora Berlusconi deve guardarsi attentamente non da Renzi o stalinisti come Epifani, ma da un sentimento che può diffondersi presso la militanza; che i balletti del non decidere inizia a far storcere il naso a molti. Sentire parlare di affidamento ai servizi sociali di un leader politico come SB fa venire la pelle d'oca. Berlusconi sta sbagliando i tempi nel prendere posizione, nel (non) decidere il da farsi; sta sbagliando a non impuntarsi apertamente contro la sentenza bolscevica e sfidare anche il carcere ma in nome di una giustizia patentemente denegata. Deve ricordarsi di Enzo Tortosa che si dimise da europarlamentare per liberarsi di una disgraziata sentenza. Questo senso della lotta al diritto non viene percepita. Le sensazione è di una resa ingloriosa e neppure la revisione della sentenza viene sostenuta con la dovuta determinazione. Lei trascini su questo terreno Napolitano e lasci perdere le colombe che la stanno distruggendo anche psicologicamente. Anche la storia dei falchi è una puttanata; i falchi vogliono vederla non soccombere a questo regime stalinista che si vorrebbe mettere lei e l'Italia in tasca. Grazie alle colombe ci sta riuscendo. Lei sta sbagliando tutti i tempi della lotta, non assembla alla perfezione i ritmi dell'azione. Sta sbagliando da tempo quando s'è fatto calpestare in faccia da Napolitano per fare largo a Monti. S'è fatto calpestare da Napolitano quando non riusciva neppure a dire una parola in difesa della Libia e di Gheddafi sotto il fuoco francese, con l'associazione esterna di Obama e Hillary. Ora che Putin le sta suonando di santa ragione a Obama appare più chiaro il quadro della situazione passata, che la militanza mediamente illuminata era nel giusto, guardava oltre il confine di Arcore e le urlava, e lo scriveva anche qua, a Il Giornale o nei suoi blog; le urlava e gli scriveva di opporsi all'intervento francese, di reclamare l'Onu, di negare le nostre basi militari, le urlava di non fidarsi del ministro Frattini. Lei bofonchiava e lasciava uscire comunicati che riguardavano il suo umore, ma non prendeva mai iniziative forti in gradi di emergere anche come statista. Non ha mai detto a Napolitano:guarda che il premier sono io e tu se il presidente della repubblica. Ora la presa di posizione della Bonino, sottoscritta anche dal governo, che in nome dell'Onu ha bloccato i missili di Obama, e con l'amico Putin vero vincitore della diplomazia, fa riemergere l'ignominiosa pagina scritta dall'Italia, ma soprattutto dal governo Berlusconi che neppure in nome degli enormi interessi italiani(in tutti i campi) con la Libia, fa risaltare. Ecco perchè deve curarsi molto del legame con la militanza; perchè a questo punto della situazione lo sfacelo del centro destra e dalla sua leadership, non dipende da Napolitano, da Renzi o da Epifani, e tantomeno dai missili di Obama su Assad, ma da una sua mossa ancora una volta sbagliata.

piserik

Ven, 13/09/2013 - 09:12

Caro Sallusti, parla dei suoi avversari politici come di "figuranti...di avanspettacolo..." Ma lei si ricorda del bunga-bunga e del burlseque del suo padrone Papi-Silvio? Se non era avanspettacolo quello!... Suvvia, Sallusti, dica la verità, mica sempre, solo qualche volta...

yxes69

Ven, 13/09/2013 - 09:16

Non c'erano dubbi!!! Questo pregiudicato ha sempre agito solo per interesse personale, senza pudore ne rispetto per qualsiasi legge. Ci si aspettava qualcosa di diverso? Tanti saluti,

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 13/09/2013 - 09:49

Il direttore ha un ossesione,il berluscocentrismo.Posso comprenderne i diversi motivi personali,anche quelli editoriali,ma sul resto resta oggettivamente incomprensibile leggere una tale distorsione dei fatti.Dice il direttore che B. e' il leader del piu' piu' grande partito italiano,quando pochissimi mesi fa il voto degli italiani ha sancito ufficialmente che e' solo il terzo partito dietro il pd e il m5s.Non bastasse il direttore non si pone e non ha mai voluto porre la piu' semplice ed evidente delle questioni che riguardano l'attuale cdx ovvero perche' meta' degli elettori se ne sono andati,perche' questo crollo di consenso?Eppure parte tutto da li il problema dell'attuale cdx,che se avesse avuto ben altro consenso e ben altri numeri in parlamento avrebbe potuto difendere il suo leader come fatto in passato.Ma evidentemente non si ha a cuore l'interesse del cdx in quanto tale,ma solo di una ossesione chiamata B.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Ven, 13/09/2013 - 10:13

Il direttore e' ossessionato dal suo editore,e' un berluscocentrico che travalica ogni immaginazione fino al punto di inventarsi di sana pianta che sia il leader del piu' grande partito italiano.Purtroppo e' solo il terzo,purtroppo quel leader ha visto pochi mesi fa volatilizzarsi meta' dei suoi consensi,meta' dei suoi elettori e da li son cominciati i guai.Ma il direttore la questione non l'ha mai posta,preso come e' dal suo berluscocentrismo non si e' curato del problema vero del cdx,perche' non c'e' piu' consenso?perche' gli elettori son fuggiti?Peccato,continuo nel mio piccolo a credere che la questione sia cruciale e che le conseguenze di oggi nascano da li!Forse sbaglio io semplice cittadina,sicuro inventa lui quando chiama primi quelli che sono solo terzi.

Pinozzo

Ven, 13/09/2013 - 11:07

Tranquillo direttore, il suo datore di lavoro tra poco tirera' fuori le Armi Segrete e le sorti della guerra si ribalteranno!

soldellavvenire

Ven, 13/09/2013 - 12:16

dei seimila dipendenti di mediaset siete qui al massimo in 50: è ora di darsi un po' più da fare

soldellavvenire

Ven, 13/09/2013 - 12:34

l'errore in cui cadete (e vi fanno cadere in malafede) è scambiare la legge con chi la applica, e per giunta scambiate anche chi ha fatto la legge con chi la dovrebbe applicare, e ce l'avete con tutti quanti, legislatore, legge e magistratura: non avete neppure un vago sentore...?

soldellavvenire

Ven, 13/09/2013 - 12:43

ah, benny.manocchia, c'è lavoro per te. istruzioni e biglietto aereo al solito posto

soldellavvenire

Ven, 13/09/2013 - 12:56

"crisi: Mondadori chiede ai fornitori di “restituire” il 5% degli incassi 2013" di solito non copincollo, ma la redazione "esita" a darvi questa perla di notiziola: ve la do io, affinchè possiate per tempo onorare il vostro senso di carità organizzando collette a favore della tenera Marina

Ritratto di dlux

dlux

Ven, 13/09/2013 - 14:25

Caro Direttore, sono perfettamente d'accordo con Lei. Mi permetta, tuttavia, di esprimere una mia idea (fissa ed immutabile dal fatidico Novembre 2011). Sono del parere che Berlusconi abbia commesso svariati errori da allora in poi. E ne sta commettendo anche in quest'ultima occasione. Dopo tutto quello che gli hanno fatto di sporco, di scorretto, di ingiusto, di falso, ecc. ecc...dare la soddisfazione all'aguzzino di poter decidere delle sorti della persona e del politico mi sembra veramente fuori luogo. Col suo carattere non avrei parlato né di affidamento, tanto meno di grazia. Quest'atteggiamento avrebbe elevato la sua statura morale. Non crede?

PAOLAQ

Ven, 13/09/2013 - 15:25

Vediamo se rispettate i lettori ed i vostri abbonati lasciando intatti i commenti che scriviamo: questo commento si riferisce all'articolo su Marco Travaglio; li' non fate commentare perche sapete quanta verita' dice. Delinquente e' chi ruba nelle nostre tasche rivestendo un ruolo pubblico, non chi dice la verita sui furti che questa classe politica ci sta propinando tutti i giorni!!! Vediamo se avete il coraggio di pubblicare questo commento!

PAOLAQ

Ven, 13/09/2013 - 15:30

Bravo Sallusti, raccontatevela tra di voi ed intanto l'Italia fa allo scatafascio grazie a voi

Andoni

Ven, 13/09/2013 - 15:51

Caro Direttore Sallusti, prima di scrivere faccia un corso sulla punteggiatura. Fra virgole e punti mancanti, e messi dove non serve, faccio una grande fatica a leggere i suoi "articoli"

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 13/09/2013 - 18:03

Sallusti spera ma temo che la sua fidiucia sia posta inutilmente. Sia ai servizi sociali che agli arresti domiciliari, Berlusconi finirà fuori gioco, non ci possono essere dubbi in questo. Non potrà fare più politica e, pensare che lo possa fare in una simile situazione, è solo che follia. Chiedere la grazia manderebbe fuori gioco lui e il PdL dal sostegno degli elettori di centro destra, senza contare che le sinistre potranno dire di continuo che era un colpevole graziato, ridicolizzando sia la sua persona che l'intero PdL di cui era il leader. Il PdL senza testa e il carisma di Berlusconi finirà per dividersi e non essere in grado di unire una valida maggioranza. Come ho avuto modo di scrivere, temporeggiare in certi casi non serve a niente, anzi, fa cadere peggio chi lo fa. Berlusconi avrebbe dovuto avviare la crisi e cercare le elezioni fin da subito, dal 1 agosto. Come ha detto qualcuno, con un immagine perfetta, gli stanno solo dando lenza lunga affinchè si stremi e finisca per essere pescato definitivamente. In certe situazioni occorre il coraggio delle decisioni, rischiando anche qualche danno ma smepre meglio che "morire" politicamente con un agonia lunga e permettendo che si distrugga la democrazia e la nazione da parte di una massa di delinquenti ammantati da brave persone e difensori fasulli del diritto.

francesco francesco

Ven, 13/09/2013 - 18:36

Io sono sempre stato un elettore di centro destra e di Berlusconi in particolare. Sono però infastidito dal legare le sorti del governo alle sorti di Berlusconi. Considerando le qualità comunicative di quest'ultimo sfrutterei la questione a favore. Lasciare il senato e guidare dall'esterno. C'è un altro aspetto che non accetto: seguendo la linea della magistratura politicizzata (e sicuramente è così) ne deriverebbe che qualsiasi sentenza sarebbe inapplicabile al cittadino Berlusconi. Quale sarebbe il metro per poter dividere una sentenza giusta da quella ingiusta? Se a qualcuno piace o non piace. Io accetterei la sentenza (altrimenti si scade nell'arbitrio appunto) e procederei oltre

mauroder78

Ven, 13/09/2013 - 18:51

solidarietà tra pregiudicati

mauroder78

Ven, 13/09/2013 - 18:56

tipico esempio di solidarietà tra pregiudicati

Il giusto

Ven, 13/09/2013 - 20:06

Ma voi del giornale,noti amanti dei sondaggi,perchè non scrivete che il pdl è sceso sotto al pd e che il 73% degli italiani vorrebbe silvio fuori dalla politica?Strano,siete sempre cosi' corretti e onesti...

moichiodi

Sab, 14/09/2013 - 13:20

"il segretario del Pdl Angelino Alfano ha sbarrato le porte a chi immagina che gli effetti della sentenza Mediaset, qualunque siano, metteranno Silvio Berlusconi fuori dalla politica". sallusti ma come scrivi? alfano ha detto che berlusconi continuerà a fare politica!

moichiodi

Sab, 14/09/2013 - 13:25

sallusti crede veramente che il sentimento contro i partiti che hanno governato negli ultimi ventanni e soprattutto contro chi ha promesso miracoli italini sia cessato? dimentica che il pdl ha perso 6 milioni di voti e il pd 3 milioni. io credo che la frana continuerà.......

moichiodi

Sab, 14/09/2013 - 13:31

"un Berlusconi in versione inedita e al momento sconosciuta" sallusti il più grande narratore di balle spaziali ci porta verso l'ignoto "in versione inedita e sconosciuta" che solo un marziano potrà fare. traduzione: berlusconi farà politica non da parlamentare. di questo si tratta.

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Sab, 14/09/2013 - 15:39

Luigipiso dove sei?