Berlusconi si affida alle toghe: spero nella loro indipendenza

L'ex premier aspetterà la sentenza a Roma, per studiare eventuali contromosse con i parlamentari. Poco gradito il possibile slittamento a domani del verdetto

Nessun rinvio, nessuna marcia indietro, nessun tentativo di individuare scorciatoie. Chi ha parlato con Silvio Berlusconi alla vigilia del «D-Day», ovvero del giorno che dovrà decidere la sua sorte giudiziaria, racconta di averlo trovato «lucido», «sobrio» nelle parole e tutt'altro che incline ai toni esasperati, ma anche deciso a non piegare il proprio orgoglio e la propria storia politica a una verità giudiziaria che, a suo dire, non ha nessuna attinenza con i fatti.

La mattinata il leader del Pdl la trascorre con i suoi avvocati, una frequentazione per lui ormai consueta e obbligata da anni e sulla quale, raccontano, non smette di scherzare, nonostante tutto. Nel tardo pomeriggio, poi, Berlusconi atterra a Roma per dirigersi verso Palazzo Grazioli dove però non convoca alcun ufficio politico o riunione di fedelissimi ma si ritrova nuovamente a consultare le carte giudiziarie. Una scelta, quella di essere nella Capitale per il verdetto, dettata dalla volontà di rivendicare la sua identità e il suo ruolo di leader, restando vicino alle istituzioni ma anche ai gruppi parlamentari con i quali dovrà concertare la reazione alla sentenza, pronto dopo settimane di cautela a tornare in trincea, qualora fosse necessario.

Nella giornata di ieri umori e previsioni sono salite inevitabilmente sull'ottovolante, tra un cauto ottimismo mattutino e un pessimismo pomeridiano che qualcuno definisce «scaramantico». Ma al di là degli umori, Berlusconi continua ad augurarsi che prevalga «il senso profondo dell'autonomia e dell'indipendenza della magistratura e possa arrivare una decisione secondo diritto». E non nasconde di non gradire molto il possibile, paventato rinvio a domani visto che si è ormai stufato di questo stillicidio e vuole uscire da questo limbo snervante. La lunga attesa, infatti, è diventata difficile da sopportare, nonostante Berlusconi continui a insistere su una linea soft, senza dichiarazioni urlate o convocazioni di gabinetti di guerra (i gruppi parlamentari, inizialmente, avrebbero dovuto riunirsi ieri alle 13 ma l'assemblea è stata «sconvocata» in attesa della sentenza per non caricare il clima di ulteriore tensione).

Berlusconi continua a leggere sui giornali ma anche ad ascoltare dagli uomini a lui vicini letture e previsioni sulle possibili implicazioni politiche della sentenza. Per il momento si rifiuta di soffiare sul fuoco delle fibrillazioni interne alla maggioranza. E si limita a incassare dal suo partito una delega in bianco, un sostegno incondizionato assicurato da parte di tutti - sia pure con «gradazioni» differenti - qualunque decisione Berlusconi chiederà di adottare. Nessuno, peraltro, dentro il Pdl si sente di escludere che l'intreccio di sentimenti e di rabbia del popolo azzurro possa far scattare il cortocircuito.

Il «cosa fare dopo», però, non è in questo momento argomento per dichiarazioni pubbliche ma soltanto di riflessioni private sulla possibile implosione del Pd. Uno scenario che viene ritenuto tanto più probabile qualora da Palazzo Grazioli arrivasse l'indicazione di continuare a sostenere il governo e si dovesse procedere a un voto nelle aule parlamentari su una eventuale decadenza di Berlusconi da senatore. In questo senso non è certo stata gradita l'uscita di Laura Boldrini che ha derubricato a singolo caso giudiziario il verdetto della Cassazione. «Una provocazione inutile» per dirla con Mariastella Gelmini che certo non contribuisce a svelenire il clima in un passaggio così delicato. E che Renato Brunetta respinge al mittente con queste parole. «Se vogliamo essere seri non possiamo nasconderci: un procedimento penale può essere fisiologico. Due procedimenti penali possono segnalare una patologia della persona. Tutti questi procedimenti segnalano una patologia del sistema».

Commenti

Tobi

Mar, 30/07/2013 - 08:49

alla sinistra e a tutti quelli che hanno fatto carriera con l'anti-berlusconismo non conviene la condanna di Berlusconi. Altrimenti cosa faranno dopo? Quali scuse avrà la sinistra senza un programma politico? Ora tira a campare con l'anti-berlusconismo, e ognuno ci mangia sopra, ma se Berlusconi dovesse uscire di scena dovranno mangiarsi tra di loro.

Cristina Ulcigrai

Mar, 30/07/2013 - 09:08

Spero ed auguro a Silvio Berlusconi una svolta positiva nelle vicende processuali.Ciao Cristina.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 30/07/2013 - 09:21

dobbiamo sperare che la magistratura all'ultimo minuto si arrenda e accetti le riforme

procto

Mar, 30/07/2013 - 09:24

l'ottimismo di Silvio è facilmente spiegabile con il fatto che chi giudica è una combutta di vegliardi conservatori, altro che toghe rosse. Avrà già ricevuto rassicurazioni che non verrà condannato, alla faccia di tutta la cagnara pretestuosa sollevata dai suoi servi sui giornali e in tv.

Paul Vara

Mar, 30/07/2013 - 09:32

"Chi ha parlato con Silvio Berlusconi alla vigilia del «D-Day», ovvero del giorno che dovrà decidere la sua sorte giudiziaria, racconta di averlo trovato «lucido», «sobrio»". Sembra di leggere un bollettino da dittatura... Complimenti per lo stile !

Atlantico

Mar, 30/07/2013 - 09:55

Dai, che lo sanno tutti che sarà cassata parte della sentenza di secondo grado per quel tanto che basti a far decadere l'interdizione dai pubblici uffici diminuendo la durata della condanna.

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Mar, 30/07/2013 - 10:23

Paul vara, senti chi parla di dittaura. Quanto al resto, la sentenza e´giá scritta e sta chiusa in un cassetto. Il ritardo é solo una manovra tattica per far vedere che stanno discutendo, pensando e ponsando. E ,la sentenza, é di condanna. Che sia di condanna importa un ciufolo: vogliono allontanarlo definitivamente dalla politica perché si stanno ancora cacando sotto dalla paura. Immaginatevi cosa accadrebbe in caso di assoluzione: tutto il palco di accuse che ha tenuto vivi i processi cadrebbe, si sgretolerebbe. I pm e gip che hanno raccolto per anni prove verebbero ricolizzati: tanto rumore, denaro, tempo sprecati per nulla???? Sarebbe un effetto domino. Quindi lo condaneranno. Se fossi in lui me ne sarei giá andato a vivere e godere i milioni in un altro paese. Alla faccia di tutti noi.

Mogetta

Mar, 30/07/2013 - 10:38

Troppi discorsi! Silvio condannato? E' il PDL che è condannato! Dimissioni immediate di tutti i Parlamentari, dico TUTTI! e alle prossime ELEZIONI si vedrà. Accetterei una sentenza con metodo Americano, con una GIURIA PRESA A CASO. Ma dico, ma come è possibile che una sola persona possa decidere sulla vita di un'altra? Questo è un sistema ASSURDO! Ho provato con mano che i fascicoli non vengono neppure letti dai giudici. La sentenza è sempre basata su un chiacchiericcio a volte influenzato da momenti storici... Hanno messo una BOMBA... in aule di tribunale si condannano tutti quelli che hanno in macchina un cacciavite... Hanno violentato qualcuno? si condanna a 5 anni chi ha detto "bella" ad una ragazza... E BASTA CON QUESTO SISTEMA GIURIDICO... NON FUNZIONA, E' INGIUSTO E NON E IL POPOLO ITALIANO A EMETTERE LA SENTENZA ma può essere una persona che quel giorno ha litigato con il marito o ha preso una storta ad un PIEDE!

Libertà75

Mar, 30/07/2013 - 10:44

@tobi, tristemente tutto vero

giuseppebuzzatti

Mar, 30/07/2013 - 11:36

Paul Vara, certo che hai un'idea tutta tua della dittatura

bruna.amorosi

Mar, 30/07/2013 - 11:37

vi ricordate quel periodo che BERLUSCONI non parlava? tutti i saltimbanchi della sinistra piangevano a vuoto.questo uomo BERLUSCONI lo dovrebbero coprire d'oro solo per il fatto che TUTTI mangiano a piene mani da lui senza parlare della stampa .non sarà condannato ma se lo fosse lor signori lo rivorrebero di corsa

Francesca da roma

Mar, 30/07/2013 - 12:07

Forza Silvio l'Italia e' con te perché lo sa che sei innocente

linoalo1

Mar, 30/07/2013 - 12:18

La solita Ingenuità di Silvio!Lui,crede ancora alle favole!Purtroppo per lui,la realtà sarà un pò più tragica della fine di una favola!Spero che lui abbia ragione!Ma,io non credo ,da tanto,alle favole!Lino.

Il giusto

Mar, 30/07/2013 - 12:30

Appurata la colpevolezza nei 2 gradi di giudizio vedrete che ora la cassazione ,come scriveva Libero ieri,"conservatrice"e vicina al vecchio pregiudicato,troverà il modo per lasciarlo in politica!Ma per 50 milioni di italiani lui è colpevole non di evasione fiscale ma del fallimento Italia!!!

cwo11

Mar, 30/07/2013 - 12:30

Ne abbiamo le scatole piene. Tutti a casa e sia quel che sia. Un partito serio non può legare per sempre le sue sorti ad una sola persona. Se non avete alternative a Berlusconi, andatevene a casa!

BlackMen

Mar, 30/07/2013 - 12:40

finalmente avete messo una foto che abbia un senso :-))))))

Cosean

Mar, 30/07/2013 - 13:23

@ BlackMen GRANDE!!!!

Cosean

Mar, 30/07/2013 - 13:27

@ Bartuldin Solamente il fatto che asserisci che la sentenza è già scritta, significa che sei troppo politicizzato per accettarne serenamente l'esito!

Sabino GALLO

Mar, 30/07/2013 - 14:19

Io continuo a nutrire la speranza di una assoluzione, che ritengo assolutamente giusta, come tanti e tanti italiani non ideologizzati. SILVIO BERLUSCONI è INNOCENTE !! Sarebbe poco accettabile (ma forse più probabile!) un rinvio in appello! A cosa servirebbe? Sono stati acquisiti tutti gli elementi sufficienti per esprimere un giudizio sereno. Speriamo nella completa indipendenza della Cassazione !! Lo speriamo non solo per SILVIO, ma per l'ITALIA stessa, cioè per tutti noi. SILVIO non ha mai fatto del male agli italiani! Questa non è partigianeria, è soltanto libertà di pensiero! Cordialità a tutti, con l'augurio di riportare il Paese sulla strada della ragione e dello sviluppo. Solo così, tutti uniti e senza odio, potremo trovare anche le soluzioni migliori (e Dio sa se c'è bisogno di razionalità !!)per assicurare a tutti un futuro migliore!! Un augurio affettuoso a Silvio, perché oggi o domani possa ritrovare il sorriso. Sabino

forbot

Mar, 30/07/2013 - 14:30

Attenzione ! I signori Giudici della Cassazione che devono emettere la sentenza su S.B. sappiano che hanno l'ultima possibilità certa, di dimostrare agli italiani e al mondo intero, che fanno parte della Giustizia nuova e moderna, che prima di tutto, guarda agli interessi della propria terra, della propria Patria, del proprio Popolo; nel nome del quale emette le sentenze. Infatti, quale errore più grande se venisse pronunciata una sentenza di colpevolezza nel nome del popolo italiano? Quando una buona parte di questo non è d'accordo, anzi, è pronto a denunciare l'abuso di potere, esercitato senza il consenso della maggioranza del popolo.

forbot

Mar, 30/07/2013 - 14:31

Attenzione ! I signori Giudici della Cassazione che devono emettere la sentenza su S.B. sappiano che hanno l'ultima possibilità certa, di dimostrare agli italiani e al mondo intero, che fanno parte della Giustizia nuova e moderna, che prima di tutto, guarda agli interessi della propria terra, della propria Patria, del proprio Popolo; nel nome del quale emette le sentenze. Infatti, quale errore più grande se venisse pronunciata una sentenza di colpevolezza nel nome del popolo italiano? Quando una buona parte di questo non è d'accordo, anzi, è pronto a denunciare l'abuso di potere, esercitato senza il consenso della maggioranza del popolo.

killkoms

Mar, 30/07/2013 - 14:40

@ilgiusto,ovvero il raglio d'asino che non arriva in cielo!

Pazz84

Mar, 30/07/2013 - 16:15

articolo ridicolo dato che, chi dovrà giudicare Berlusconi è iscritto a carrenti di desrta. Persino chi rappresenta l'accusa fa parte di una corrente di destra. E' tutta una farsa per regalargli l'assoluzione, così che possa vantarsi di essere innocente... certo, con i giudici a favole siamo tutti innocenti

timoty martin

Mar, 30/07/2013 - 16:32

Indipendenti questi giudici?? ma scherziamo! Berlusconi crede a Babbo Natale!? Sono di sinistra, tutti di sinistra. I "tanti casi Berlusconi" hanno fatto la ricchezza della stampa, sopratutto quella di sinistra che ha ricamato, ricamato, ricamato ed allargato.... e mangiato bene!

killkoms

Mar, 30/07/2013 - 18:02

@pazz84,i magistrati,prima di essere di sinistra(la stragrande maggioranza!)di centro e di destra,sono magistrati,coscienti di far parte di una casta,nella quale il peggiore elemento è sempre meglio di king george che teoricamente sarebbe il migliore degli italiani non magistrati!quindi,ragionando con scienza e coscienza berlusconi andrebbe assolto,ma la mia convinzione è che opteranno per la cancellazione con rinvio di qualche gradi di giudizio per far scattare la prescrizione e salvare la faccia dei colleghi meneghini!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mar, 30/07/2013 - 18:32

solo i comunisti mafiosi fanno commenti cosi ridicoli e cretini....

xanthorion

Lun, 05/08/2013 - 18:43

foto un po' più decenti di Berlusconi? sembra un ebete...