Berlusconi: "Sull'Expo ci sono state esagerazioni, non è una nuova Tangentopoli"

L'ex premier intervistato da Paolo Liguori: "Quelli di Ncd sono tutti vecchi signori della politica attaccati alla poltrona"

Le elezioni europee si avvicinano e prosegue il tour elettorale di Silvio Berlusconi. In testa alle tematiche, ancora uan volta, le questioni giudiziarie. A partire dal terremoto che si è abbattuto sull'Expo 2015, fino all'arresto di Claudio Scajola e alla condanna definitiva di Marcello Dell'Utri. Il Cavaliere, intervistato da Liguori per TgCom24, tocca tutti gli argomenti caldi della scena politica. "Molte cose sono aria fritta, in tutte le cose con riguardano appalti ci sono delle telefonate, è la vita. Non è solo l’Italia ma in tutto il mondo non dobbiamo scandalizzarci, molte cose sono millantate e non vere affrontiamo il problema ma senza pensare che ci sia uno scandalo che faccia pensare a tangentopoli", è questo il punto di vista dell'ex premier sull'inchiesta della procura milanese sugli appalti per l'Esposizione Universale del prossimo anno. Berlusconi ci tiene inoltre a sottolineare che Forza Italia non c'entra nulla con questo scandalo.

Sale il livello dello scontro con l'ex delfino Angelino Alfano che, negli ultimi giorni, non ha perso occasione per lanciare attacchi e bordate a Forza Italia: "Quelli di Ncd sono tutti vecchi signori della politica attaccati alla poltrona", attacca Berlusconi.

Nella parole del leader di Fi non manca neppure un riferimento alla sua questione giudiziaria: "Sono toccato da una sentenza che è stata una costruzione particolare, la base della mia esclusione dal Parlamento, ciò che la sinistra ha tentato di fare dal ’94. Sono sicuro che in pochissimo tempo mi verrà ridata la mia piena onorabilità".

Commenti

mima64

Lun, 12/05/2014 - 19:51

non dobbiamo scandalizzarci...noooo....evviva i delinquenti. come te .vecchiaccio