Bersani apre la guerra a Renzi ma i big del Pd marcano visita

Documento dell'ex leader per sbarrare la strada del sindaco verso la segreteria. Però mancano ancora gli sfidanti

Documenti, riunioni di corrente, pressing sulle poltrone chiave per il controllo della sfida congressuale: Pier Luigi Bersani è ripartito all'attacco. Con un obiettivo: sbarrare la strada al suo ex competitor Matteo Renzi, allora sconfitto dalla macchina di primarie molto blindate, ma oggi visto da tutti (in testa l'ex giornale di riferimento della candidatura Bersani, la Repubblica, rapidamente riconvertitasi) come l'unica carta vincente per il Pd.

Al fronte bersaniano mancano però alleati certi (anche se gli ex Ppi sono terrorizzati dalla possibilità di perdere i loro spazi di potere se Renzi prendesse il controllo e quindi tratteranno fino all'ultimo con tutti ma si schiereranno col vincente più probabile), e soprattutto manca un candidato alternativo. Roberto Speranza non ha intenzione di perdere una poltrona di primo piano come quella da capogruppo per bruciarsi in una sfida impossibile, Guglielmo Epifani ha chiarito che il suo è un ruolo a tempo, anche se si tenta ancora di convincerlo. Si dice che il segretario sia anche irritato con il suo predecessore per quella foto (autorizzata da Bersani, secondo i maligni del Nazareno) che lo ritraeva con in mano l'appunto sulle nomine pubbliche ricevuto dall'ex segretario. Un modo per dare l'idea che a decidere sia ancora lui, Bersani. E ieri si è sfilato Nicola Zingaretti, solido esponente dell'apparato ex Ds ma anche personaggio di grande popolarità, e indicato come l'artefice, insieme a Bettini, della vittoria di Marino a Roma. Il governatore del Lazio chiarisce che non si candiderà a segretario (se poi si dovesse aprire una partita successiva per la premiership «sarà un altro paio di maniche», dicono i suoi). Ma l'ultimo dei suoi desideri è quello di fare un piacere a Bersani, fornendogli un anti-Renzi: Zingaretti era pronto a fare il segretario se Bersani fosse andato a Palazzo Chigi, ma l'allora candidato premier lo bloccò, pensando di poter mettere al Nazareno qualcuno di meno autonomo e più fidato. E il governatore se la è comprensibilmente legata al dito. L'antipatia è ricambiata: «Quello si candida sempre a tutto e poi scappa», si è lasciato sfuggire Bersani con alcuni deputati Pd.

Ieri comunque l'ex segretario ha scoperto alcune carte e messo sul tavolo un documento pre-congressuale, firmato tra gli altri da Fassina e Martina, entrambi al governo. Il cui succo è ben sintetizzato dallo stesso Bersani: «Un conto è se si discute di premier, e quello lo abbiamo (Letta, ndr). Se invece si discute di segretario, non credo che Briatore - per dire - sia interessato a votarlo. Se poi lo vuol fare, per l'amor di Dio, ma allora si deve iscrivere». Insomma, le regole (quelle con cui proprio Bersani fu eletto) ora vanno cambiate. Niente «acritica difesa del feticcio delle primarie»; niente primarie aperte, su cui conta Renzi, ma ristrette agli iscritti; che devono nominare anche i segretari regionali, cui va dato più potere in un partito «federale». Il documento sostanzialmente dà la colpa della sconfitta elettorale alla Merkel, al governo Monti e all'«antipolitica», e sostiene che solo «il coraggio e la credibilità personale di Bersani hanno arginato l'impatto di un voto di sfiducia e scontento».

«Sembra un testo uscito dalla federazione del Pci emiliano del '76», va giù duro il renziano Angelo Rughetti. «Autocritica zero, analisi politica e elettorale confusa, sulle riforme si dice solo che va difeso lo status quo e che qualsiasi forma di elezione diretta ci porta in Sudamerica. Chissà che ne pensa Obama». E l'unica «ossessione» bersaniana, rileva, è quella contro «l'uomo solo al comando», ossia contro Renzi. Quanto all'auspicio di un «partito federale» è quello di chi «già sa di aver perso il congresso, e si preoccupa di far contare il vincitore il meno possibile». La guerra è ufficialmente aperta.

Commenti

maninblack

Gio, 13/06/2013 - 08:32

ma caro Bersani ce l'hai proprio con tutti;con Berlusconi perche' avversario politico ,con Ventola perche'ha un modo di vedere che non ti piace ma con Renzi,,,,,Renzi.Secondo me caro Pier Luigi il problema di fondo sei tu :SEI GIUNTO AL CAPOLINEA.Insieme ai tuoi prediletti (Rosi Bindi, il grande condottiero professore Romano Prodi)avete portato questo partito alla distruzione totale)avete saputo mascherare ed occultare tanti scandali che successivamente sono venuti a galla.Caro Pier Luigi la corsa e' finita ,scendete dal treno.

Gianca59

Gio, 13/06/2013 - 08:37

Un vincente come Bersani dovrebbe starsene buono in un cantuccio e se proprio vuol dare ancora il suo contributo, pensare una cosa e farne il contrario.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 13/06/2013 - 08:38

eccoli, come previsto: stanno per volare i coltelli! invece di rifondare il partito e l'ideologia, si fanno la guerra tra di loro.... a questo punto possiamo solo augurarci che si facciano del male da soli :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 13/06/2013 - 08:41

"testo uscito dalla federazione del Pci emiliano del '76" è ciò che dicevamo noi! siete sempre rimasti uguali, l'imbecillità si vede anche da lontano, e si sente la puzza di merda anche se non vedi... :-)

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Gio, 13/06/2013 - 08:42

Bersani chi?

bezzecca

Gio, 13/06/2013 - 09:25

Ma lo " smacchiatore di giaguri " è ancora in politica ? Pensavo avrebbe aperto una lavanderia , almeno smacchiava i vestiti sporchi :-)

Cinghiale

Gio, 13/06/2013 - 10:13

Bersani è un personaggio insulso. Laureato in filosofia con una tesi sul Cristianesimo ed è di fede comunista. Senza contare che ha sempre blaterato di "caos costruttivo", "mancate vittore, non sconfitte", "rimaniamo sereni".

lamwolf

Gio, 13/06/2013 - 10:13

Va bè che Renzi ultimamente ne spara di cazzate ma Bersani esiste ancora!!!!!!

Angel59

Gio, 13/06/2013 - 10:22

L'unica preoccupazione di questa gentaglia è sedersi sulle comode sedie del potere e occuparsi delle sorti della nazione è cosa secondaria e marginale...questi galantuomini giocano ancora col fuoco, quando il popolo finalmente aprirà gli occhi allora saranno c..i loro.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Gio, 13/06/2013 - 10:35

Forza Bersani, tra un po' si rivota, sbrigati a far fuori Renzi che Silvio deve vincere con ampio margine!

ney37

Gio, 13/06/2013 - 10:44

ma quale coraggio e credibilità, si quella di oscurare tutti i crimini di MPS.

Libertà75

Gio, 13/06/2013 - 10:46

Pure Berlusconi è saputo risorgere dalle sue ceneri, il punto però è un altro, quando Alfano ha detto a Bersani che poteva fare il governo con loro e con lui presidente, lui è scappato via in piena crisi umana. Allora cosa vuole fare ora? la domanda sarebbe sempre quella: "se non hai la maggioranza, che fai?" lui cosa può rispondere "piango e scappo"? Personalmente trovo Bersani fin troppo umano per criticarlo, tuttavia lui deve decidere: o il politico di segreteria o il politico di governo, lui non sa fare 2 cose e non c'è nulla di male, può farne bene una, ma che decida quale scarpe mettersi.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Gio, 13/06/2013 - 10:49

Questo, é un politico che non ha mai fatto niente di utile per il nostro Paese, lui é il suo Partito sono quelli che hanno danneggiato l,Italia all,Estero per 20 anni facendo campagne di callunnie é infangamenti vari contro silvio Berlusconi!, questo smacchiatore di Giaguari non ha mai fatto una proposta di come si potrebbero risolvere i problemi Italiani, anzi lui é salito sui tetti é sulle barricate quando Berlusconi voleva quelle riforme utili al Paese, se il nostro Paese é nella merda questo lo dobbiamo a Bersani é agli alleati del PDPCI! i Giudici é i PM!, che Hanno bloccato ogni iniziativa di quelle riforme che servivano per rinnovare l,Italia!.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Gio, 13/06/2013 - 10:51

Un segretario è quello che sa i segreti, anche quelli del Montepaschi, se no che segretario sarebbe? Dunque per dirla alla Boccasiniana maniera, Bersani non poteva non sapere. Ma allora perché non viene indagato anche lui dai dai caporal maggio' di Magistratura Democratica? Ma perchè non riceve anche lui un piccolo avviso di garanzia? Ora, se il vergine Renzi prendesse le Botteghe oscure, forse vi farebbe la luce necessaria a far scappare i vampiri. In tal caso per gli ex bottegai è probabile si aprirebbero le patrie galere, con gaudio e sconcerto dei puffi di Siena e non solo.

Ritratto di marforio

marforio

Gio, 13/06/2013 - 10:56

Dategli un alternativa al farmacista.Un posto da monnezzaro non dovrebbe mancare nella zozza Piacenza.

cast49

Gio, 13/06/2013 - 10:58

le teste di cazzo non cambiano mai...

il sorpasso

Gio, 13/06/2013 - 11:24

Alla faccia di questi komunisti che il logo giornale di chiama UNITA' forse sarebbe ora di chiamarlo DIVISA' o no?

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 13/06/2013 - 11:35

@luigipiso invece di dare pagelle sbagliate agli altri,guardati un po a casa tua,fra i tuoi kompagni.

agosvac

Gio, 13/06/2013 - 12:19

La cosa comica, ma anche tragica, è che c'è ancora bersani in giro!!! Ma come, dopo aver portato il Pd ai limiti della inesistenza, ancora si fa sotto?????? Capisco che bersani non voglia neanche sentire parlare di "leader" visto che lui è tutto tranne che leader, ma un minimo di dignità la dovrebbe avere.Non è riuscito a convincere grillo ed i suoi grilletti a fare un Governo con lui, non è riuscito neanche a fare eleggere un Presidente della Repubblica, è riuscito a "non vincere" elezioni quasi sicure, ed ora è ancora lì che fa danni?????? Ma questi Pd dove hanno la testa??????

eglanthyne

Gio, 13/06/2013 - 12:21

AHahahahaha,oH Matteino attento perchè Gargamella ti vorrebbe a San Donnino.

Ritratto di Eduši

Eduši

Gio, 13/06/2013 - 12:25

Bersaniiiiiiiii........smacchiami la fava...

LAMBRO

Gio, 13/06/2013 - 12:40

Senti Bettola la smetti di rompere i ciccini? ci hai fatto perdere 2 mesi cruciali e per colpa tua i casini si sono aggravati...adesso cosa vuoi il martirio? guarda che tanto non ti fanno santo ugualmente!

swiller

Gio, 13/06/2013 - 14:19

Ma questa nullità emblema di tutti i disastri e della ignoranza è stupidità non è stato internato.

guidode.zolt

Gio, 13/06/2013 - 14:23

Arieccolo...Gargamella parte nella sua nuova inutile crociata contro i mulini a vento...! se molli la bocciofila si fregano l'incasso...!

Azzurro Azzurro

Gio, 13/06/2013 - 14:36

ma questi pensionati non si ritirano? Ma a voi komunisti questi culi di pietra in parlamento da 50 anni vanno bene? Ma nel vostro statuto non c'e' scritto che dopo 2 legislature vanno a casa? Ah ho capito manca uno 0.....dopo 20 legislature non due....

Azzurro Azzurro

Gio, 13/06/2013 - 14:46

una faccia un programma....ma voi comprereste un'auto usata da questo qui? :)

Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 13/06/2013 - 18:42

Questa è la democrazia nella concezione moscovita, quella assimilata dal giovane Bersani quando faceva il consigliere regionale nella rossa Emilia.

franco@Trier -DE

Gio, 13/06/2013 - 19:04

Bersani,Ecce homo(absit iniuria verbo)