Bersaniani nel panico: pensano alla scissione per smacchiare Matteo

Tramontata l'ipotesi doppio turno, gli ex Ds studiano il blitz in Aula. Il paradosso: sperano in Alfano perché ottenga qualcosa anche per loro

I sorrisi sgargianti offerti ai fotografi ieri sera a Roma a Largo del Nazareno da Matteo Renzi, al termine del lungo incontro avuto con Silvio Berlusconi nello stesso palazzo dove un anno fa la sinistra cantava smacchiamo-il-giaguaro-smacchiamo-il-giaguaro, hanno fotografato bene una nuova situazione politica in cui a cantare vittoria, almeno per il momento, sono i rottamatori dei furbetti del partitino. E in cui a intonare invece un grande e straziante lamento sono i teorici della vocazione minoritaria. Teorici che, in questo caso, coincidono con i due principali partiti che si trovano a sostenere il governo: il partito (più o meno vero) guidato da Angelino Alfano, ormai a suo agio nei panni della costola della sinistra, e il partito (più o meno virtuale) guidato da Enrico Letta e dagli inconsolabili bersaniani: che a un anno dalle ultime elezioni oggi devono fare i conti con un patto a due firmato dai nemici storici: Renzi e Berlusconi. Che non solo si sbaciucchiano in pubblico ma che lo fanno persino dentro la sacrestia del Pd. La resistenza chiodata del Pdr (Partito dei rosiconi) – che venerdì si è manifestata attraverso la minaccia arrivata dal portavoce di questo movimento, Alfredo D'Attorre, perfetto erede di Stefano Fassina Chi, che con tono fortemente autorevole ha avvertito Renzi che se si azzarda ad allearsi con Berlusconi questo governo non c'è più – comincerà a farsi sentire nelle prossime ore e un suo scopo ce l'ha: non solo far durare Letta il più a lungo possibile (anche per disarmare Renzi, logorarlo e farlo arrivare spompo alle elezioni) ma anche far risorgere a sinistra quell'orgoglio comunista asfaltato dal segretario fiorentino. Che cosa hanno in testa i nuovi smacchiatori? La prima battaglia è la legge elettorale e si tratta di una battaglia campale non solo per far durare il governo ma anche per costruire la riconquista del Pd.

E per farlo, ovviamente, serve una legge che possa garantire due cose: le preferenze (che premiano quei partiti che non hanno leader ma hanno molti capibastone) e un sistema in cui i partiti grandi siano costretti ad allearsi con i più piccoli per acciuffare il premio di coalizione. Gli «alfaniani del Pd» sognano questo schema per contare ancora in futuro e non essere spazzati via da un sistema che metterebbe nelle mani dei leader tutto il potere di vita e di morte sui candidati in Parlamento (come quello simil-spagnolo che vogliono Renzi e Berlusconi). Lo vogliono per questo ma lo vogliono anche perché senza uno schema del genere per il Partito dei rosiconi il piano B non avrebbe più cittadinanza. Se la minoranza del Pd sogna infatti un sistema che garantisca lunga vita ai piccoli partitini alla Alfano è anche perché un modello del genere darebbe loro nel futuro un'arma mica male, accarezzata in questi giorni da D'Alema con la stessa cura con cui il diabolico Ernst Stavro Blofeld nei film di James Bond accarezzava il suo mitico gatto persiano. L'arma quella del ricatto al segretario del Pd e suona più o meno così: o fai le cose che ti diciamo noi, oppure ce ne andiamo via, ci prendiamo i soldini che Ugo Sposetti custodisce nella fondazione Ds (circa mezzo miliardo di euro) e ci mettiamo in proprio. Pur essendo difficile che si arrivi a questa soluzione è invece meno improbabile che gli ex Ds facciano pesare un altro patrimonio di cui possono beneficiare in Parlamento. Il patrimonio corrisponde alle truppe di cui i bersaniani possono usufruire tra Camera e Senato e visto che quelle truppe sono arrivate a Montecitorio e a Palazzo Madama non dopo le ultime primarie ma dopo le penultime primarie, quelle vinte da Bersani, non può stupire che i numeri in Parlamento degli anti renziani (che alcuni esperti dicono siano intorno ai 150, su 400 totali) potrebbero rivelarsi un problema non da poco per il leader del Pd. Ieri il segretario, in realtà, ha asfaltato l'unica proposta finora messa in campo dal Pdr (il doppio turno). Ma per non correre il rischio di essere asfaltato dai suoi gruppi, guidati più da Letta che da Renzi, il segretario farà ancora un tentativo per portare dalla sua parte i suoi nemici interni. Dopo di che sfiderà tutti. Sapendo però che dentro la pancia del Pd c'è un partito di smacchiatori che non vede l'ora di appendere sulla parete la pelle del nuovo amico del giaguaro.

Commenti

MEFEL68

Dom, 19/01/2014 - 08:54

Ma il PD è un partito o una tintoria?

maubol@libero.it

Dom, 19/01/2014 - 09:13

Renzi e Berlusconi li hanno smacchiati ancora!

Ritratto di GABRIELE FOGLIETTA

GABRIELE FOGLIETTA

Dom, 19/01/2014 - 09:35

Le esternazioni dei cosi detti "Bersaniani", termine che indica i più irriducibili nostalgici del PCI, mi hanno suscitato una definizione per indicarli. Costruttori di muri. Gente nostalgica del muro di Berlino. Gente come quella che: per evitare uno scambio di idee tra i cittadini di Berlino Est e Berlino Ovest era pronta a sparare e ad uccidere.

Ritratto di mark 61

mark 61

Dom, 19/01/2014 - 10:04

E questa sarebbe una notizia da prima pagina? Siete proprio alla frutta, che cosa non si fa per stornare l'attenzione dai problemi veri...

vince50_19

Dom, 19/01/2014 - 10:06

Vi smacchierete da soli se, "scissi", si tornerà al voto: la gente credo sia oltremodo stufa di "ricattatori" a tempo pieno..

jeanlage

Dom, 19/01/2014 - 10:12

E' òa spòita idea di Democrazia dei comunisti: quando vinco, anche per un solo voto, comando, occupo tutto e mi straccio le vesti contro gli antidemocratici che osano criticarmi e tutti gli altri devono obbedire in silenzio. Quandi perdo grido contro la dittatura della maggioranza, faccio saltare i tavoli e faccio una scissione. Dal primo cambio dinme, se non sbaglio, è la sesta.

Silviovimangiatutti

Dom, 19/01/2014 - 10:18

@MEFEL68 - Non è una tintoria ma un gruppo di vandali che distrugge tutto quello che trova sul suo cammino. E dà la colpa agli altri dei danni. Confidiamo in Matteo affinché cambi le cose.

Klotz1960

Dom, 19/01/2014 - 10:31

E vai....si sbraneranno tra loro.....

Gianca59

Dom, 19/01/2014 - 10:51

Questi sono proprio scemi …. Quando in gioventu giocavo a calcio con gli amici il sabato pomeriggio, ce n' era uno che quando le cose non giravano a suo piacimento se ne usciva minacciando "ciapo su e vago via" (veneto, traduco: prendo e me ne vado). Ma si giocava a calcio e la cosa era accettata da tutti con una risata. Qui invece si parla dell' Italia sul bilico del baratro e questi stanno a fare queste stronzate. Mah !

Ritratto di Tris251245

Tris251245

Dom, 19/01/2014 - 11:17

mark 61 ... certo che hai una personalita' molto variegata ... Tutte osservazioni simili ed inutili ... Si possono definire le piu' stupide lette nel Forum -

hectorre

Dom, 19/01/2014 - 11:49

dove sono i sinistrati che ieri parlavano di un berlusconi umiliato,alla frutta,disperato che voleva farsi una foto con renzi,che non conta più nulla.....come sempre non hanno capito una cippa e oggi confermo quel che ho detto ieri......il silvio è un genio!!....mi auguro che renzi si dimostri altrettanto in gamba e vada avanti così.....ai sinistrati lascio volentieri la bindi,d'alema,fassina,vendola e i nuovi compagni di merende...cicchitto e alfano...auguri!

Cirilla

Dom, 19/01/2014 - 12:02

Cirilla, Renzi ha commesso quello che è considerato dai comunisti doc il più grande peccato,"intesa con l'avversario che cerca di renderli più normali, più umani, che si comportino da persone civili e non da bestie feroci che si ammazzano fra di loro".Adesso Renzi si guardi dalle medicine in particolare dall'aspirina e simili) e Berlusconi si esponga il meno possibile.

aitanhouse

Dom, 19/01/2014 - 12:05

il governo non c'è più? quando mai c'è stato, se proprio lo cercate rivolgetevi a "chi l'ha visto". una bella scissione nel pd? si, giusto così, almeno i compagni camuffati...si smacchiano...e viene fuori il bel colore rosso, quel colore che ha causato la morte di centinaia di milioni di individui , e che i nostri "amici" hanno nascosto sotto un malcelato trucco rosa scambiato. A proposito di scissione , se la realizzano non dimentichino di raccogliere gli altri scissionisti quelli nuovi e quelli vecchi di diversa provenienza...solo così metteranno insieme uno zero virgola % : vuoi che fosse la volta buona!

angelomaria

Dom, 19/01/2014 - 12:19

l'asurdo di chi non vuole peredere il piu'grande portafoglio nostrano e hanno il coraggio di chiamarsi politici!!!

enzo1944

Dom, 19/01/2014 - 12:19

la vergine bindi,la finocchia,il baffino dalemino,lo spompo fassino,la fassina chi?,il furbo veltrino,il massone colaninna,il catto-ciellini zanda,l'arrogante e sciocco speranziello,etc,etc,etc,stanno percependo che oramai dovranno lavorare fuori dalla politica e per davvero per mantenere le ricchezze concesse loro dalla vecchia politica,eh.....la cosa li preoccupa seriamente,dopo essersi fatti mantenere per 7/6/5 e più legislature dai Contribuenti Italiani,senza aver mai fatto nulla per l'Italia!.....Cialtroni,tutti a casa e per sempre!...e vi va bene,se non vi verrà chiesto di restituire il maltolto furbescamente!!

angelomaria

Dom, 19/01/2014 - 12:21

e' un picere trovare tanta solidarieta'

Risveglio

Dom, 19/01/2014 - 12:29

Questi sono ostinati e non vogliono ammettere che ste polemiche sono quelle che hanno bloccato il Paese da 20anni. Non esiste argomento di buon senso che non venga da loro analizzato e demolito. Questa e' la vera rovina delle politica. E' una cultura politica che oggi, di fronte allo scenario reale, abbraccia il nichilismo. Renzi, abbi la forza di resisterle, per i tre milioni che ti hanno votato e anche per quelli che non ti votano e governi colui che vince lealmente.

jakc67

Dom, 19/01/2014 - 12:39

SEEEE... con i pentabanchieri che finalmente (l incontro di ieri ha messo alle corde pure loro e dio quanto rosicano) hanno dichiarato quello che affermavo da mo^ : niente voto sino alla prox riunione bildenberrg; i sinistrati che possono fare?

Ritratto di stufo

stufo

Dom, 19/01/2014 - 12:47

mark 61, i problemi veri sono quelli come te

agosvac

Dom, 19/01/2014 - 13:50

Egregio mark61( H.10,04), l'ho già detto più volte e lo ripeto: un giornale on line non ha prima pagina!!!!! Le notizie vengono pubblicate così come vengono: le prima che arrivano costituiscono quella che lei , impropriamente, chiama prima pagina, poi scendono in basso quando sopraggiungono notizie nuove!!! Chissà non se ne fosse accorto, vista la sua ignoranza, un giornale on line ha "una sola pagina" che scorre dall'alto verso il basso.

summer1

Dom, 19/01/2014 - 14:10

Bene, quando verranno a mancare al governo i voti dei Bersaniani, ci saranno quelli di Forza Italia che li sostituiranno per un Letta 2, formato da PD/Renzi-forzaItalia con i comunisti fuori, finalmente!

nurra94

Dom, 19/01/2014 - 14:36

Dall'avvento in politica di Silvio Berlusconi, i segretari della sinistra, non contano più niente, sono dei vuoti a perdere. mi sono pure dimenticato, quanti ne abbiano cambiati in questi 20 anni. Renzi, è stato eletto con le loro primarie fasulle, circa un mese fa, come ha preso una decisione importante, è stato subito messo alla gogna, dalle varie correnti del PD. Ma questo è un partito o una congrega di comari, ognuno, nel suo piccolo comanda. Se volevano rimanere PCI, alle primarie non dovevano votare Renzi. I vecchi Segretari, si facevano rispettare, senza ipocrisie, dicevano chiaramente che erano comunisti. Questi non lo sanno neanche loro chi sono!!!!!!!!

unosolo

Dom, 19/01/2014 - 14:43

meno male che la RAI tre con la 1/2 ora dell'Annunziata rispolvera i personaggi accatastati gli da una spolverata , gli fa una risatina e via riparte la politica dello scontro , peccato che personaggi veterani ( per non dire anziani ) mantengono ancora, nonostante i burrascosi trascorsi ,in seno odio , odio verso ? La RAI sappiamo che è una spartizione politica e non dovremmo essere noi a pagare il canone ma i vari partiti e sindacati visto che sono loro a dividersi posti elettorali. Oggi i Beraniani hanno mandato un veterano in Rai per , come dire , richiamare chi si stava allineando alla nuova linea del Renzi , ma attenzione oggi rinascono i comunisti in quanto il PD in mano al Renzi vuole cose che servono alla ripresa del lavoro e non mantenere parassiti, ed ecco che il Rizzo apre ai comunisti stanchi e senza padre.

AG485151

Dom, 19/01/2014 - 21:02

bersaniani , dalemiani , lettiani , bindiani , ..... SE NE VADANO ! FACCIANO UN ALTRO PARTITO . COSI' FARANNO LA FINE DI FINI , CASINI , BERTINOTTI , DILIBERTO , PECORARO , ECC... e ce li siamo levati di torno .

terzomillennio

Dom, 19/01/2014 - 21:45

povero fassina! l'incarico ministeriale l'ha disorientato! è forse un giovane (???) epigono del passato!

Klotz1960

Lun, 20/01/2014 - 01:00

L' Annunziata.. uh uh .. quella strega piena di ODIO.. stara' malissimo.. che risate