Bimbo muore colpito in spiaggia da un fulmine

Stavano giocando sulla spiaggia, quando all'improvviso il cielo si è oscurato e su Campomarino di Maruggio, una quarantina di chilometri da Taranto, lungo la litoranea salentina, si è abbattuto un violento temporale. Due cugini di 12 e 14 anni, sono stati colpiti da un fulmine: per il più piccolo non c'è stato niente da fare, è morto per arresto cardiaco; l'altro è stato trasportato all'ospedale di Manduria: è rimasto folgorato, ma è vigile e non è pericolo di vita. Una tragedia assurda che ha trasformata in dramma una giornata che doveva essere di divertimento. I ragazzini, di Altamura, in provincia di Bari, stavano trascorrendo le vacanze in questo centro costiero dello Ionio, mare cristallino oltre una lunga schiera di alte dune. La prima parte della giornata era trascorsa come al solito, sulla spiaggia, tra la gente che cercava un po' di fresco in una mattinata particolarmente umida e afosa. Poi, nel pomeriggio, la situazione all'improvviso è cambiata: il cielo nero e carico di pioggia, le raffiche di vento, il temporale e i fulmini. Su tutta la zona si è abbattuto un nubifragio: alberi sradicati e strade allagate, la gente si è allontanata dal litorale e si è rifugiata nelle ville che costeggiano la zona. Ma quel gruppo di ragazzini che giocava in spiaggia non ha fatto in tempo e in un istante si è consumata la tragedia.