Bomba Svizzera sull'euro

I cittadini della Confederazione dicono basta all'immigrazione selvaggia. È uno schiaffo all'ipocrita politica europea. E alla moneta unica dominata dai tedeschi, che di quella politica è il simbolo

La Svizzera ha detto sì a un forte giro di vite sull'immigrazione, compresa quella regolare degli italiani (fenomeno assai diffuso, sotto il nome di frontalierato, lungo tutta la fascia di confine). Il risultato del referendum che si è svolto ieri ha sovvertito le previsioni: il 50,5 per cento dei cittadini elvetici ha risposto sì alla proposta di legge che introduce norme più severe per avere diritto a soggiornare o anche solo lavorare nel territorio della Confederazione.

E questo a difesa dei livelli occupazionali e della situazione economica del Paese. Il referendum, che in Svizzera è strumento legislativo usato con molta frequenza per dirimere situazioni politicamente in stallo, era stato proposto da un partito di destra. L'esito è però andato ben oltre il suo piccolo steccato di consenso politico, prova che il voler arginare l'immigrazione selvaggia è ormai un sentimento trasversale e non più relegato in ambienti della destra. Oggi più d'uno sosterrà che la Svizzera è razzista e baggianate simili. Davvero vogliamo pensare che uno svizzero su due nutre sentimenti xenofobi? E poi attenzione. Non esiste un «popolo svizzero» essendo quel Paese una confederazione tra cantoni abitati da cittadini di lingua e cultura italiana, tedesca e francese.

La Svizzera, insomma, è il concentrato del sentire degli abitanti dei primi tre Paesi europei, al netto dei nazionalismi e dei condizionamenti politici e sociali interni a Francia, Germania e Italia. E soprattutto è una nazione esente dai ricatti dell'Unione europea della quale non fa parte e con la quale ha solo siglato patti bilaterali sulle libertà di circolazione e di commercio (che ora non si sa che fine faranno, ma certo le ripercussioni economiche generali non saranno cosa da poco). Più che indignarci per razzismi che non esistono, dovremmo compiacerci che ci siano ancora in Europa comunità indisponibili a rinunciare alla propria sovranità, sicurezza e libertà economiche. Ci volevano gli svizzeri per dare un primo, sonoro schiaffone all'ipocrita politica europea. E all'euro tedesco, che di quell'imbroglio è il simbolo oltre che il braccio armato.

Commenti
Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 10/02/2014 - 09:03

Concordo con il direttore,gli svizzeri no sono e non possono essere accusati di razzismo,non solo perchè non lo sono,ma anche perchè il rsultato di questo referendum mostra un paese spaccato profondamente in due su questa proposta.Certo la svizzera non è parte integrante dell'ue sebbene sia vincolata da alcuni patti che adesso verranno ridiscussi e di certo gli svizzeri hanno fatta prevalere(sebbene in maniera contraddittoria,50 vs 50) i loro interessi cosa che storicamente fanno.Proprio la loro non adesione all'ue ci ricorda di quanto quel piccolo paese sia geloso del proprio benessere e di quanto su questo punto no ceda di un millimetro,si potrà dire che gli svizzeri sono un pò egoisti,ma tuttosommato nulla per cui poter metterci in cattedra a fare la morale.Quanto alla filippica antieuro che pare sarà il liet motiv della campagna elettorale per le europee di FI,si potrebbe anche prestare orecchio se no fosse che la memoria breve ci ricorda che FI ha votato tutto ciò che l'Ue ci ha chiesto ed alcune norme le ha addirittura sbandierate come sue e necessarie spiegando agli italiani che era un bene per noi,ci ricordiamo le filippiche sul pareggio di bilancio?per non dire nulla sul fiscla compact e sul mes...sono antieuropei solo per elemosinare voti,poi una volta eletti se ne scordano,in compagnia del pd.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/02/2014 - 09:28

been sono d'accordo con gli svizzeri ,ognuno stia a casa sua, non è certamente onore per una nazione mandare i suoi cittadini ad elemosinare all'estero per mangiare un pezzo di pane , mentre i suoi governanti rubano miliardi a più non posso.

epesce098

Lun, 10/02/2014 - 09:53

Finalmente uno Stato che si sveglia dal letargo. Speriamo che sia il primo di una lunga serie. I nostri governanti dicono che questa immigrazione incontrollata sia una risorsa per il nostro Paese, che gli immigrati svolgono lavori che gli italiani non vogliono più fare e tacciano di RAZZISMO (parola straabusata)chi non è d'accordo. NIENTE DI PIù FALSO mentre in Italia aumentano i disoccupati in modo esponenziale.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/02/2014 - 11:07

epesce098 si sarà una risorsa del vostro paese perchè quelli che lasceranno la Svizzera verranno in Italia , italiani , spagnoli e portoghesi arabi, indiani, cinesi filippini ecc.Sappiamo che voi siete democratici.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/02/2014 - 11:07

epesce098 si sarà una risorsa del vostro paese perchè quelli che lasceranno la Svizzera verranno in Italia , italiani , spagnoli e portoghesi arabi, indiani, cinesi filippini ecc.Sappiamo che voi siete democratici.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Lun, 10/02/2014 - 15:38

Elementi come De Benedetti e Scalfari squalificano l'Italia. Logico che gli elvetici esigano una pausa di riflessione.

berserker2

Lun, 10/02/2014 - 17:03

Bel calcio in culo alla UE. Ai turpi ed oscuri burocrati strapagati, che non hanno mai lavorato in vita loro. Oltre che il calcio in culo a Schultz hanno dato anche un bel calcio nelle palle (ma non avendole non ne ha risentito). Bene, oltre che la Russia, anche la Svizzera mostra di essere un paese serio.

Anonimo (non verificato)

gneo58

Lun, 10/02/2014 - 17:10

chissa' perché proprio adesso e chissa' perché "saltano gli accordi"......buffo eh ?

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Lun, 10/02/2014 - 17:22

la Svizzera vedendo come e dove sta andando "L´Unione Europea" con il referendum elvetico del popolo sovrano (quello che non esiste più in Italia) hanno tirato il freno di emergenza è dato una mazzata ai burocrati di Bruxelles. Il referendum Elvetico è la prova per come deve funzionare una democrazia vera.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 10/02/2014 - 17:27

Quello che non piacerà alla nostra Italia è il semplice fatto che in Svizzera i cittadini vengono ascoltati e messo in pratica il loro volere. Qui da noi i referendum vengono costantemente disattesi se non di piacimento alla politica, vedasi il principale referendum sul finanziamento ai partiti ,traslocato al 2017 e modificato nel nome mantenendo la sostanza.La Svizzera è un paese serio di gente seria con gli attributi.

vince50

Lun, 10/02/2014 - 17:39

Ilrazzismo è un termine usato e abusato in particolare dai sinistrati,male per nulla oscuro che imperversa in gran parte d'Europa.Se hanno deciso di proteggere i loro confini e di conseguenza"la loro casa",hanno semplicemente fatto la cosa più ovvia e giusta che potessero fare.Dire che sono dei razzisti per questo non è demagogico,è ipocrita.

luigi civelli

Lun, 10/02/2014 - 17:49

Mi auguro che l'Unione Europea prenda atto della volontà isolazionista della Confederazione Elvetica e prenda misure,soprattutto in campo economico e finanziario, che facilitino questa deriva protezionistica.

berve

Lun, 10/02/2014 - 17:50

E tutti i padani che dovranno rientrare in Padania di cosa camperanno, poi?

enrico09

Lun, 10/02/2014 - 18:03

Sallusti, la Svizzera ha votato contro la libera circolazione, che c'entra l'euro??? Mi faccia il piacere il suo discorso non ha un filo logico

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Lun, 10/02/2014 - 18:23

LA SERIETA' DELLA SVIZZERA E' CHE LORO I REFERENDUM POI LI RISPETTANO E LI FANNO RISPETTARE, IN ITALIA ....BEH LASCIAMO STARE, LA STORIA E' PIENA DI REFERENDUM VOTATI E POI INSABBIATI CON ALTRE SCHIFEZZE. PERCHE' NON C'E' UN PARTITO CHE CHIEDE LA STESSA COSA IN ITALIA, CONTRO L'IMMIGRAZIONE CLANDESTINA. QUI TUTTO E' PERMESSO, SIAMO DIVENTATI LA PATTUMIERA EUROPEA, ALLA FACCIA DELLA SVIZZERA...

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Lun, 10/02/2014 - 18:24

si beh pensa a noi. abbiamo quote sulla produzione di alimenti, colture, allevamento e pesca dunque di fatto se non comprassimo all'estero alimenti non saremmo liberi di mangiare quanto vogliamo. e se ci è limitata la produzione di cibo, perchè dovremmo avere una quantità indefinita di ospiti? e se lo stato svizzero si trova a versare indennità di disoccupazione superiori allo stipendio che un laureato italiano accetta perchè dovrebbe imporre ai suoi cittadini di pagare sussidi quando può mettere un limite agli ingressi e far lavorare i propri? io quoto gli svizzeri. limitiamo il numero di stranieri che cambiano nome e diventano senatori a vita.

Anonimo (non verificato)

timoty martin

Lun, 10/02/2014 - 18:40

Svizzeri = i più intelligenti d'Europa. Avessimo fatto come loro, non saremmo in cosi' drammatiche situazioni

Ritratto di pediculo

pediculo

Lun, 10/02/2014 - 18:41

Perfetto, Direttore, ...in Svizzera la democrazia funziona, ecco tutto. Un popolo che nel bene e nel male sa prendersi le proprie responsabilità. Qua da noi, grazie a più colpi di stato in questi ultimi anni, comandano "i rossi";.... ora con l'aiuto di quattro babbei traditori. Questi, invece che pensare al popolo che piange miseria pensano a rubare e ad aprire le porte del Paese ad extracomunitari di qualsiasi genere.

torodamonta

Lun, 10/02/2014 - 18:58

FUORI DALL'EURO E FUORI DA QUESTA EUROPA UNITA.UNITA? DA CHI? DA CHE COSA?

torodamonta

Lun, 10/02/2014 - 19:00

FUORI DALL'EURO E FUORI DA QUESTA EUROPA UNITA.UNITA? DA CHI? DA CHE COSA?

torodamonta

Lun, 10/02/2014 - 19:01

FUORI DALL'EURO E FUORI DA QUESTA EUROPA UNITA.UNITA? DA CHI? DA CHE COSA?

petra

Lun, 10/02/2014 - 19:33

Ben detto Franco da Trier. La nostra ministra Kyenge si sta attrezzando per accogliere tutti quelli che verranno espulsi dalla Svizzera. Evviva!

Ritratto di Bertrand Russell

Bertrand Russell

Lun, 10/02/2014 - 19:41

Ma bravi svizzeri! Fanno accordi con l'Europa per tutto quello che gli fa comodo e adesso cambiano le carte in tavola...ma bravi! Ci sono accordi e trattati internazionali, li si rispettino! O deve rispettarla solo l'India la legge ed i trattati internazionali per la questione marò?

marcoghin

Lun, 10/02/2014 - 19:45

Bravi svizzeri, finalmente qualcuno che non fa una scelta ipocrita.

giolio

Lun, 10/02/2014 - 19:47

adesso che questi signori mangiapaneatradimento (trad.politci) anno paura che altri stati europei chiedano anche consultazioni popolari cercano di girarla a modo loro I POLITICI SVIZZERI SONO SERI METTETEVOLO BENE IN TESTA

giolio

Lun, 10/02/2014 - 19:47

adesso che questi signori mangiapaneatradimento (trad.politci) anno paura che altri stati europei chiedano anche consultazioni popolari cercano di girarla a modo loro I POLITICI SVIZZERI SONO SERI METTETEVOLO BENE IN TESTA

petra

Lun, 10/02/2014 - 19:58

Si ma guardate che i Belgi stanno mandando a casa tanti italiani, spagnoli e rumeni, anche se europei, quando rimangono senza lavoro e non dimostrano di avere possibilità economiche. Mica occorrono le quote.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Lun, 10/02/2014 - 21:22

Un italiano su due sa che il razzismo è la faccia benevola di chi propone e vota leggi di tutto favore per gli extracomunitari. Questi ipocriti, alla Bindi per non far nomi, manifestano tutta la loro razzista benevolenza consapevoli che alle loro persone non ne verrà alcun danno. Se la vedranno i poveri, tra di loro, di qualsiasi colore siano. In Europa la calvinista "culona" ed il "compagno" Holland la pensano allo stesso modo. Dunque è legge, europea. Un italiano su due sa anche che la politica è l'arte del possibile. E sa anche che non esistono contraddizioni. Si va alla ricerca del consenso, ovunque sia. Non fosse stato così il B. non riuscirebbe ad avere consensi da un'Italia per vent'anni fascista e per sessanta di cultura comunista. Toglierlo di mezzo significa far tornare i liberaldemocratici ai numeri di Altissimo. Come vogliono alcuni idioti: 1,6%. Fatto. Oggi l'Italia è nominalmente e politicamente divisa in due. Una bellaciao ed una progressista. Ma anche incartata in istituzioni, burocrazie e mafie istituzionali che la tengono almeno vent'anni indietro. Non abbiamo energia e materie prime. E la mano d'opera è la più costosa della galassia. Per noi la crisi è eterna e le mafie promosse dalla carta costituzionale lavorano perché resti così. La gratitudine degli altri paesi sarà concreta. Almeno questo sperano i mafiosi col tricolore sottopancia e le auto bleu. Se sbagliano rimangono le tasse ed i poveracci costretti a pagargliele.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 10/02/2014 - 22:49

vogliamo in marco tedesco o il franco svizzero come moneta europea.

Ritratto di giubra63

giubra63

Lun, 10/02/2014 - 22:56

e dopo il Belgio anche la Svizzera, prima é stata la Spagna, Germania,Gran Bretagna,Francia: solo l'Italia ostaggio di certi intrallazzatori politici alla boldrini,alla kyenge,alla bindi,ai grillini,alla prodi, alle sinistre radical chic, ai catto-comunisti, tutta gente che evidentemente avranno affari (chi piu, chi meno)con le cooperative che gestiscono i centri di accoglienza e fanno affari milionari, per cui piu clandestini ci sono meglio é. Subito fuori i clandestini e ripristino quote anche in Italia, e gli stranieri che delinquono devono scontare la pena nella loro Nazione d'origine.

bret hart

Mar, 11/02/2014 - 03:27

euro abolito subitooooooooooooo

edo1969

Mar, 11/02/2014 - 08:21

Bravo Sallusti torniamo alla lira.

edo1969

Mar, 11/02/2014 - 08:23

Scusi pagliaccio lecca**** puo' fare i nomi di chi si è "indignato per razzismi che non esistono" e ha sostenuto "che la Svizzera è razzista e baggianate simili" ? Cosi tanto per saperlo anche noi. Grazie.

berserker2

Mar, 11/02/2014 - 08:55

Prossimo passo per l'Italia, ovviamente con dei politici diversi e che abbiano dignità e decoro, sarà di rivedere il ridicolo Trattato di Dublino (quello che stabilisce dove il clandestino debba rimanere, ovvero nel primo paese di transito....va da sè che è SEMPRE l'Italia!). Poi rivedere Schengen (e infatti gli inglesi mica sono cretini come i nostri politici....). Per poi, sottoporre a referendum e riconsiderare l'adesione all'euro. Due tre cosette semplici semplici. Per farle non servono nemmeno dei politici pezzenti e vigliacchi come i nostri, bastano un paio di ragionieri, un amministratore di condominio, due cassiere di supermercato e un bidello. Sapranno fare molto meglio di Letta, della Bonino, della kienge e della sboldrini.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 11/02/2014 - 11:40

Preoccupante che abbiano vinto con un margine così ristretto.

Silvio e me ne vanto

Mar, 11/02/2014 - 12:59

edo1969, dicci, dicci tu invece a chi lo lecchi il c..o al tuo amico niki? Che schifo! Comunque, a parte le str....te, ho l'impressione che ai deficienti della UE stia per franare la terra sotto i piedi. Hanno già distrutto Grecia e Cipro ma adesso sta per arrivare il loro turno! W il 50,5% degli svizzeri che prelude ad un prossimo 60% degli europei. Tempo al tempo!

giuseppegrosso

Mar, 11/02/2014 - 14:26

Nel frattempo noi continuamo con l'operazione Mare Nostrum, costo delle sole navi sui 200.000 euro al giorno. Invito a leggere sulla rivista marittima di questo mese l'articolo del dott. Gaiani. Risultato: un incremento inarrestabile del flusso migratorio e aiuti zero da questa europa. Non siamo solo buonisti da strapazzo, siamo dei pazzi e governati da pazzi. Poi non abbiamo soldi per migliorare la nostra marina.