Borghezio contro la Kyenge: "Al Sud rischia pistolettate alla schiena"

La provocazione del leghista: "Il ministro vada al Sud a fare certi discorsi sui lavoratori extracomunitari in nero..."

"Vada al Sud a fare certi discorsi sui lavoratori extracomunitari in nero...". Mario Borghezio torna a prendere di mira Cecile Kyenge dai microfoni della Zanzara. A pochi giorni dal duro botta e risposta innescato dalla decisione della Padania di pubblicare gli appuntamenti del ministro all'Integrazione, l'europarlamentare leghista lancia un sinistro avvertimento: "Se va al Sud rischia qualche pistolettata nella schiena".

Si alza sempre di più il muro tra il Carroccio e la Kyenge. La provocazione della Padania non ha fatto altro che acuire le distanze. Nelle ultime ore, stuzzicata da Gad Lerner, anche il ministro del governo Letta si è lasciata scappare una stoccata contro i lumbard: "Lottano contro l'immigrazione, poi vanno a investire in Tanzania". A stretto giro la replica di Borghezio che, dagli studi di Radio 24, le ha lanciato un avvertimento: "Qui in Padania è tranquilla, siamo gente civile. Al massimo le arriva qualche sberleffo di ragazzotti un po' vivaci". L’europarlamentare della Lega Nord parte da una considerazione "topografica" sulla Padania di cui la Kyenge aveva negato l'esistenza. "Dovrebbe saperlo perché abita a Modena - ha fatto notare Borghezio - la Padania esiste, da quelle parti ci sono due Statali, la Padania superiore e quella inferiore". E ancora: "Si chiamavano Padania così molto prima che nascesse la Lega. È l’aggettivo che specifica un territorio".

Se "la Padania esiste, anche se lo Stato deve nascere ancora", Borghezio ha spiegato alla Zanzara che basta iniziare liberandosi di "Mafialand", ovvero "Sicilia, Calabria, Campania e un po' di Puglia". "L’hanno portata anche qui al Nord la mafia - ha concluso l'esponente del Carroccio - la madama Kyenge dovrebbe andare al Sud a fare certi discorsi sui lavoratori extracomunitari in nero...".

Commenti

dondomenico

Lun, 20/01/2014 - 18:04

“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell'interesse esclusivo della nazione”. Questo è il giuramento fatto dalla ministra davanti al presidente della repubblica. Ma nella sua prima conferenza stampa a Palazzo Chigi venerdì 3 maggio ha detto che “non potrei essere interamente italiana”, ciò che è incompatibile con il giuramento di esercitare le sue funzioni nell'interesse “esclusivo” della nazione. Queste le sue testuali parole: “Sono italo-congolese e, tengo a sottolinearlo, sono italo-congolese perché appartengo a due culture, a due paesi che sono dentro di me e non potrei essere interamente italiana, non potrei essere interamente congolese, ciò giustifica anche la mia doppia identità, ciò giustifica ciò che io mi porto dietro. Questa è la prima cosa con cui io vorrei essere definita”. Non vi sembra che ci sia qualche incoerenza con il giuramento fatto? Può una persona che non si sente ITALIANA fare il ministro della Repubblica Italiana? Che valore ha il suo giuramento? E' come si io, ipotizzando di essere ateo, giuro sulla Bibbia, che valore ha il mio giuramento? Può, questa signora, assolvere al ruolo di ministro della Repubblica?

Franco60 Ferrara

Lun, 20/01/2014 - 18:04

Kyenge, io sono stato sempre un po razzista, oggi piu che mai, credo che per te sia meglio che lasci questo paese.

gi.lit

Lun, 20/01/2014 - 18:09

Se Borghezio non fosse quell'ignorante che è, saprebbe che al Sud ne hanno fin sopra le palle di immigrazione clandestina. Un fenomeno che i governi berlusconiani (con dentro padani doc) non fecero nulla per arginarlo.

gi.lit

Lun, 20/01/2014 - 18:09

Se Borghezio non fosse quell'ignorante che è, saprebbe che al Sud ne hanno fin sopra le palle di immigrazione clandestina. Un fenomeno che i governi berlusconiani (con dentro padani doc) non fecero nulla per arginarlo.

Aristofane etneo

Lun, 20/01/2014 - 18:14

Certo che 'sto cristo strapagato è d'uno sfacciato che non ha limiti. Continua a sparare bordate di becerume insopportabile contro un altro strapagato politico solo per guadagnare qualche voto e fregandosene ancora una volta di farne una martire agli occhi del mondo e soprattutto del male che fa all'Italia ed alle imprese italiane nel Mondo. Se penso quanto ci costano 'sti maledetti e non parlo certo dei molti sindaci leghisti che non mi stancherò di ripetere sono meravigliosi.

roseg

Lun, 20/01/2014 - 18:56

La kyenge. chi?

blues188

Lun, 20/01/2014 - 19:49

gi.lit, in quanto ad ignoranza Borghezio sta imparando da te, piccolo e inutile uomo

blues188

Lun, 20/01/2014 - 19:52

Da "Gina la Piadina", ad Asti, non solo la piadina è buona (giuro!) ma puoi anche leggiucchiare o giocare liberamente con i quattro iPad messi a disposizione nella sala. "Puoi", diciamo "potevi". Perché è di sabato la notizia che uno zelante finanziere ha deciso di sequestrare i tablet e multare il titolare per non aver richiesto l'apposita autorizzazione e non aver incollato le targhette identificative. In pratica il riferimento è all'articolo 110 Comma 7 lettera C del T.U.L.P.S.: hanno equiparato gli iPad ai videogiochi da bar a pagamento. "Qualche giorno fa sono venuti due finanzieri che mi hanno sequestrato quattro tablet. Li avevo messi sul banco, a disposizione dei clienti che tra una piadina e un panino potevano leggere La Stampa online o - per i clienti più giovani – c'era la possibilità di accedere a qualche applicazione con dei banalissimi giochi scaricabili su ogni iPad", ha spiegato il titolare Roberto Cairo al quotidiano torinese. Si parla di 1333 euro di sanzione per ogni apparecchio. 5332 euro complessivi che hanno fatto imbestialire il deputato 5 Stelle Paolo Romano. "Non si può multare un barista solo per il fatto che tiene nel suo locale un mazzo di carte. Mi pare che la legge abbia parecchie zone d'ombra e che vadano quanto meno colmate al più presto queste lacune normative. Presenterò presto un emendamento". Questo succede solo al Nord, pieno di finanza di origine 'meriddionale'. Caro gi.lit

Ritratto di Zio Gianni

Zio Gianni

Lun, 20/01/2014 - 19:52

***Ottimo Borghezio, meriti molto più rispetto della Kongolesa. Se non altro sei un Uomo vero e sincero esternando quanto la stragrande maggioranza degli Italiani con insita nella mente la Ragione pensa e non i tarati repressi e sottomessi quali sono gli idioti del "tanto peggio tanto meglio" che odiano soprattutto sé stessi!*

Ritratto di Zio Gianni

Zio Gianni

Lun, 20/01/2014 - 19:54

***L'educazione è in primis il rispetto degli altri specialmente quando si è ospiti di una Nazione con storia millenaria e non dei komunisti figli ed eredi di una realtà criminale (Stalin & kompagni delinquenti) che hanno massacrato milioni e milioni di innocenti per soddisfare le loro perversioni da depravati. Quello che vorrebbero chi ti ospita. Kanaglie che odiano anche sé stessi oltre la Nostra Grandissima Patria. W la Lega Nord e le persone con insita la ragione nella mente e non i pederasti, ubriaconi, manettari, komici skoppiati e tutti i ladri di korte!*

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Lun, 20/01/2014 - 20:10

Bianca o nera, il fatto è che non è utile all'Italia

giolio

Lun, 20/01/2014 - 20:28

invece di prendervela con madame Kyenge prendetevela con quella persona che le a dato l‘íncarico

giovanni951

Lun, 20/01/2014 - 20:28

che pena questa povera donna...ma non parlatene più neanche. Fate come se non esistesse.

insubres

Lun, 20/01/2014 - 20:38

caro Aristofane etneo, Borghezio urla perchè qui nella LOMBARD'S PLANE ( pianura dei LOMBARDI) troppi dormono ancora e io ed altri siamo contenti di pagarlo. la Padania sulle carte geografiche inglesi x 300 anni è stata chiamata Lombard's plane e guardacaso Sabato mio figlio ha ricevuto una lettera dal Regno Unito con indirizzo di via città prov. Monza e Brianza - LOMBARDIA. Italy non c'era. Condivido sui Sindaci LEGHISTI meravigliosi, il nostro era bravo ma i tuoi del PDL 2 anni fa lo hanno mandato a casa.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Lun, 20/01/2014 - 20:41

Però Porchezio non ha bisogno di andare al Sud per farsi riempire di botte da giovanotti padani doc. Specialmente se prende il treno!!!

insubres

Lun, 20/01/2014 - 20:48

Aristofane,

rikkà

Lun, 20/01/2014 - 21:56

Scommetto che la perizia che libera l'assassino picconatore l'ha fatta lei.....

scipione

Lun, 20/01/2014 - 22:31

dondomenico,hai perfettamente ragione,ma per i sinistronzi ipocriti e beceri l'" italianita'" non ha nessun valore per cui fanno ministri pecore e porci, che hanno anche la criminale presunzione di dare lezioni di civilta' al popolo italiano.VERGOGNA.

Roberto Casnati

Mar, 21/01/2014 - 01:23

La Kyenge non ha neppure letto la nostra costituzione, la Kyenge è un falso in atto pubblico, la Kyenge è diventata italiana solo per aver sposato un signore in odor di mafia che le ha pagato la candidatura, la Kyenge è un'incompetente totale che spara idiozie provocatorie a macchinetta, come quando critica gli investimenti italiani in Tanzania che sono un prezioso aiuto per quel paese, o come quando accenna all'acquisto della "laurea" del Trota, fatto che evidenzia solo una cosa: nei paese extracomunitari ed in alcuni paesi comunitari dell'est l'illegalità è una regola di vita ed è quindi possibile comprarsi di tutto, anche una laurea. La Kyenge ha giurato il falso.

edo1969

Mar, 21/01/2014 - 07:27

borghezio è ancora vivo?

a.zoin

Mar, 21/01/2014 - 08:00

Questa donna parla perchè ha la bocca per parlare, ma di cazzate ne dice fin troppe, i suoi antenati, non hanno combattuto per un`ITALIA LIBERA, perciò che ritorni al suo paese e con la sua INTELLIGENZA che FERMI l`invasione che stanno facendo i suoi connazzionali e coloro che la pelle l`hanno scura per la nascita come pure è la sua.

cicero08

Mar, 21/01/2014 - 08:15

Ogni tanto ritornano per sparare ca...te di portata interplanetaria per poi tornarenel profondo letargo che è congeniale alla specie. In ogni caso ricordiamoci tutti di quel famoso detto che vuole la lingua nferire più della spada...

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 21/01/2014 - 08:58

certo che da badante clandestina ne hai fatto del progresso, puoi baciare anche i piedi ai comunisti italiani, ora capisco perchè hai scelto l'Italia, ma finirà la cuccagna questione di tempo.

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 21/01/2014 - 09:22

Conoscendo, tale ministra, la gravissima situazione occupazionale Italiana pochissime domande ai Soloni, magari in toga, del Diritto e ai paladini dei Diritti Umani: Questa Kyenge dell'"accoglienza", reiterata, non andrebbe denunciata ad una Procura per aperta complicità nella violazione dei Diritti dei Lavoratori sanciti dalla Costituzione? Ovvero per favoreggiamento dello sfruttamento degli immigrati, assunti, è un dato di fatto, in nero, nel 90% dei casi? O per favoreggiamento dell'accattonaggio e/o di traffici illeciti? Per violazione, in sostanza, di tante, troppe Leggi dello Stato Italiano? Non andrebbe denunciata, subito "fermata", per reiterazione di tali Reati? E grave inquinamento delle prove, camuffate di Umanità? E' "border line" della Legge: Va assolutamente fermata,!!

Ritratto di Baliano

Baliano

Mar, 21/01/2014 - 09:28

Conoscendo, tale ministra, la gravissima situazione occupazionale Italiana pochissime domande ai Soloni, magari in toga, del Diritto e ai paladini dei Diritti Umani: Questa Kyenge dell'"accoglienza", reiterata, non andrebbe denunciata ad una Procura per aperta complicità nella violazione dei Diritti dei Lavoratori sanciti dalla Costituzione? Ovvero per favoreggiamento dello sfruttamento degli immigrati, assunti, è un dato di fatto, in nero, nel 90% dei casi? O per favoreggiamento dell'accattonaggio e/o di traffici illeciti? Per violazione, in sostanza, di tante, troppe Leggi dello Stato Italiano? Non andrebbe denunciata, subito "fermata", per reiterazione di tali Reati? E grave inquinamento delle prove, camuffate di Umanità? - Questa "border line" della Legge, va assolutamente fermata!!

Aristofane etneo

Mar, 21/01/2014 - 11:06

insubres - Lun, 20/01/2014 - 20:38 mastico un po’ di inglese, un po’ di storia e letteratura italiana, un po’ di storia e letteratura del Regno unito. Per evitare indigestione non commento le Sue masticazioni a meno che non ci sia della forte ironia nel suo “Lombard’s plane”. Ciò detto, mi creda la cordata che tiene su la garbata strapagata ex-clandestina Kyenge Kashetu e la cordata che tiene su i beceri, zotici alla Borghezio rappresentano le facce della stessa medaglia: di quei stramaledetti cioè che vogliono noi Italiani in rovina nonostante i milioni di morti nelle guerre, i sacrifici la creatività la voglia di prosperare dei nostri padri. Anziché flittare dove stava seduta la prostituta africana o dare dell’orango alla sig.ra Kyenge o usare maiali contro i musulmani - facendo così odiare noi Italiani come razzisti da tutta l’Africa e da tutti i musulmani - ci spieghino perché hanno abbandonato il progetto della divisione amministrativa dell’Italia in 5 macroregioni (Lander) e, fra altre cose si sarebbe evitata una eccessiva meridionalizzazione dell’apparato istituzionale e burocratico in generale del Bel Paese. Certo il Sud, isole comprese, sarebbe stato un mercato meno ricettivo dei prodotti del Nord. Ma così è. Hanno ragione da vendere quanti si lamentano che al Nord ci sono molti più controlli che al Sud. Ma i politici del Nord facciano il loro dovere nelle sedi istituzionali, nel Parlamento italiano e nel Parlamento europeo che devono frequentare con assiduità e portarvi proposte sensate con il garbo e la risolutezza della ministra kyenge senza rendersi ridicoli con sparate becere. Le sparate becere sono, mi creda, diversivi messi in atto in malafede che fanno guadagnare loro voti ma che creano ancora più problemi a noi, alle nostre imprese, all’Italia. A meno che non si voglia l’Italia come l’ex Yugoslavia. Dimenticavo io ho solo la cittadinanza italiana e non ne voglio altre.

Aristofane etneo

Mar, 21/01/2014 - 14:22

SOLO con finalità demoscopiche, vista la di fatto scarsissima visibilità dell'articolo, desidero aggiungere al mio commento a insubres - Lun, 20/01/2014 - 20:38: a- che da anni non voto alcun partito essendomi limitato ad andare alle urne,registrarmi e far mettere a verbale che rifiutavo la scheda elettorale; b- l'ultima volta ho votato M5S per simpatia e fiducia verso Beppe Grillo e perché mi faceva sorridere l'idea che forse avrei fatto vincere un sostanzioso terno al lotto a gente comune spesso senza arte né parte. Cordialità alla Redazione ed agli operatori delle agenzie demoscopiche

linoalo1

Dom, 26/01/2014 - 12:54

Quello che mi fa più rabbia è che,la Nera,la paghiamo noi e non poco!Lei è li che se la ride sotto i baffi ed aspetta solo che maturi il periodo per andare in Pensione a nostre spese!Dopo si che ci farà il gesto dell'ombrello!Lino.