Il borgo di Machiavelli dimenticato dal Pd

Il Comune di San Casciano Val di Pesa, alle porte di Firenze, dal 1945 amministrato della sinistra, è oggi guidato dal sindaco Pd Massimiliano Pescini che, ignorando le denunce dei suoi cittadini, lascia questo antico borgo, famoso per aver ospitato nel 1512 l'esilio di Niccolò Machiavelli (in quel periodo scrisse Il Principe), completamente a se stesso. Il sindaco si vanta di avere un assessorato al decoro urbano, peccato però che il decoro urbano non esiste a guardare le condizioni dell'ascensore del parcheggio comunale, la manutenzione dei tombini e degli impianti, l'illuminazione e la pulizia delle strade. Inoltre otto condomini costruiti nel 2006, (circa 20 appartamenti per 500 persone) vivono in condizioni di completo abbandono, malgrado il Comune abbia la responsabilità della manutenzione: vialetti al buio, sporcizia, incuria. Nonostante i numerosi solleciti il sindaco non ha mai mosso un dito. È così che il Pd rappresenta i propri elettori.