Briatore condanna il Fisco: "Faccia pure i suoi controlli, tanto sono già fuggiti tutti"

Dura condanna dell'imprenditore all'indomani dell'ennesimo blitz dell'Agenzia delle Entrate: "Questa è un’altra stagione da dimenticare". La Sardegna ha perso il 60% dei turisti

Ancora un blitz degli ispettori del fisco, ed ancora delle località top delle vacanze. Controlli mirati, da venerd a domenica mattina, da Portofino, a Portocervo, a Capri, ai centri più rinomati dell’estate in Puglia ed in Sicilia. Puntuali anche i commenti, a partire da diversi amministratori locali, tra chi critica spettacolarizzazioni e sensazionalismo temendo un impatto negativo sul turismo e chi plaude alla trasparenza. "I controlli fiscali non ci spaventano affatto, non abbiamo niente da nascondere", ha commentato seccatamente il fondatore del Billionaire Flavio Briatore in una intervista alla Stampa dopo i blitz degli ispettori del Fisco e quelli della Siae in Costa Smeralda.

C'è davvero qualcosa che non va nel sistema di riscossione d'imposte che non riesce a escogitare nient'altro che interventi che intralciano gli albergatori e compromettono il relax degli ospiti. Verifiche a tappeto, quelle dell’Agenzia delle Entrate, che ha selezionato i suoi obiettivi con una "preventiva e approfondita attività di analisi del rischio" basata su informazioni dell’Anagrafe Tributaria e sulla conoscenza del territorio. Quindici gli esercizi controllati a Capri, tra discoteche, gioiellerie, spa, bar e ristoranti, dieci tra Portofino e Santa Margherita Ligure, quattordici tra Porto Cervo e Porto Rotondo, con un faro sulle discoteche con lido, ristorante e bar. Ventisei le verifiche a Iesolo e Sottomarina di Chioggia. In Puglia gli ispettori del Fisco sono stati a Monopoli, Molfetta, Bari, Torre a Mare, Margherita di Savoia, Bisceglie, Barletta, Fasano, Ostuni, Mesagne, Peschici, Vieste, Mattinata, Siponto, Lecce, Gallipoli, Porto Cesareo, Cutrofiano, Taranto e Leporano. Mentre in Sicilia, nel mirino del fisco 5 esercizi tra Taormina, Cefalù e Catania. "Facciano tutti i controlli che vogliono, tanto qui non c'è più nessuno da mettere sotto tiro – si sfoga Briatore – oramai sono già tutti fuggiti". Secondo l'imprenditore, "a colpi di imposte sulle barche o tasse sul lusso, oltre a tanti altri blitz di questo tipo, i nostri ospiti storici sono quasi tutti andati via. Hanno scelto altre destinazioni, ovviamente all’estero". Un esempio su tutti: a Porto Cervo e dintorni oramai non si vede più nessuno. "Questa è un’altra stagione da dimenticare, l’ottava - continua - dal 2005 va sempre peggio e la Sardegna ha perso almeno il 60% dei turisti". Briatore racconta come ogni anno funzioni allo stesso modo: "I controlli al Billionaire li fanno un giorno sì e l’altro pure. Ma ripeto, non abbiamo nulla da nascondere. Niente da dire sulle indagini dei finanzieri e degli ispettori dell’Agenzia delle Entrate: è il loro lavoro, lo facciano bene. Anzi, è giusto che perseguano l’evasione fiscale".

Tra i commenti politici, il senatore del Pdl Maurizio Gasparri auspica controlli regolari mentre boccia il metodo dei blitz fatti "tanto per mettere ancora più in crisi le imprese turistiche e creare il panico tra i cittadini. Ma a chi vengono queste idee geniali?". Il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia racconta di controlli in corso "da due o tre giorni con una imponente task force" e auspica che non ci sia "sensazionalismo, come accadde per Cortina". Più duro il sindaco di Santa Margherita Ligure, Roberto de Marchi: "La lotta all’evasione fiscale è una grande battaglia che va condotta fino in fondo, ma c’è modo e modo. Non siamo in uno Stato di polizia. Sono piombati qui di sabato sera con i locali stracolmi di gente. Che brutta pubblicità...".

Commenti
Ritratto di sekhmet

sekhmet

Lun, 05/08/2013 - 11:00

Non sono contro la lotta all’evasione fiscale, ma mi sconcertano i modi. Dicono i mandanti dei blitz che questi erano mirati e motivati da lunghe analisi preventive. Allora perché fare un blitz, se c’erano già certezze di evasione? Bastava convocare i titolari e contestare loro eventuali addebiti. Certo, così fa più scena e si soddisfano i giustizialisti del fisco. Poi, c’è il cosiddetto “angelo custode”, un funzionario del fisco che affianca il cassiere e controlla l’emissione dello scontrino. Se ci sono scostamenti significativi rispetto ai giorni precedenti, sono guai. Ora, so per certo che nel negozietto di mia figlia, da un giorno per l’altro ci sono differenze anche nel rapporto 1:25, cioè un giorno incassi 4 ed un altro incassi 100. Evasione fiscale? No, mancanza di clienti. Infine, basta con la manfrina che gli evasori siano del PDL! Anche lavoratori dipendenti votano PDL, e l’unica cosa che possono evadere è l’IVA del dentista, come anche quelli che votano SEL. O no? Sekhmet.

pier47

Lun, 05/08/2013 - 11:14

buongiorno, dice il sindaco:"non siamo in uno stato di polizia",forse si sbaglia,SIAMO IN UNO STATO DI POLIZIA,le intercettazioni impazzano,anch'io ne sono condizionato anche se non ho segreti,IL REDDITOMETRO,qualsiasi operazione sui conti correnti sono spiati,LA MAGISTRATURA,lavorano poco guadagnano tanto e sei vessati senza che paghino(gente che resta in carcere per mesi,rovinandosi la vita per casi di omonimia risolvibili con un impegno di mezz'ora),la virgola sbagliata sul passaporto che ti rovina una vacanza quando entrano nel nostro "paese"migliaia di persone senza documenti,volete ancora qualcosa?Oltre a questi controlli che forse vanno fatti in modo più discreto e che denunciano l'incapacità di arrivare agli evasori in modo più semplice o addirittura con lo spauracchio galera?QUESTO NON E' UNO STATO DI POLIZIA?DITEMI VOI COS'E'. Saluti

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 05/08/2013 - 11:43

Briatore sei mitico hai il coraggio di dire le cosse giuste, la Sardegna è in declino uccisa dal fisco e dalla stupidità dei suoi politici.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 05/08/2013 - 11:47

site tutti schiavi tranne i dipendenti pubblici protetti dalla sinistra comunista, ma tra poco toccherà anche a loro perchè son rimasti gli unici a poter essere controllati tutti gli altri sono andati via come dice Briatore. Che chiuda il Billionare tanta gente a spasso e tanto gettito in meno per l'erario, siamo in pieno Medioevo di quello buio e violento.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Lun, 05/08/2013 - 12:02

E così il gioco si ripete. Loro evadono/eludono ed esportano illegalmente e poi arriverà un primo ministro che proporrà uno scudo fiscale o un condono tombale e si laveranno la coscienza con il minimo indispensabile. Non mi sembra ci sia niente di nuovo da quello che si è verificato negli ultimi 20 anni.

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Lun, 05/08/2013 - 12:02

E così il gioco si ripete. Loro evadono/eludono ed esportano illegalmente e poi arriverà un primo ministro che proporrà uno scudo fiscale o un condono tombale e si laveranno la coscienza con il minimo indispensabile. Non mi sembra ci sia niente di nuovo da quello che si è verificato negli ultimi 20 anni.

Ritratto di dbell56

dbell56

Lun, 05/08/2013 - 12:03

sekhmet, scusami la precisazione, ma gli incassi dei medici, ivi compresi quelli dentistici, sono operazioni imponibili esenti IVA art. 10 del DPR 633/72 e per questo motivo, non soggette al calcolo dell'imposta su fattura (o ricevuta sanitaria che si voglia!). Sono operazioni dalle quali, quindi, non può essere originata evasione d'imposta sul valore aggiunto. Dato che si tratta di spese abbastanza sostanziose, che possono originare una detrazione d'imposta del 19%, ecco che chi le sostiene ha tutto il vantaggio a farsi rilasciare dallo specialista odontoiatra, la relativa ricevuta sanitaria. Le spese del dentista sono le poche fatte veramente come dovrebbero essere fatte tutte le altre, ovvero in regime di concorrenza (o contrasto). Ciò metterebbe quasi fine del tutto al fenomeno dell'evasione fiscale. Scusa ancora la precisazione e ciao.

simone_ve

Lun, 05/08/2013 - 12:04

Secondo Briatore i controlli andrebbero fatti a locali chiusi .. quando non c'è modo di dimostrare che i clienti che erano presenti nei locali era decisamente di più di quei pochi miseri scontrini emessi

@ollel63

Lun, 05/08/2013 - 12:16

povero fisco! (ma chi è costui?) E' proprio demente, se fosse una persona, andrebbe catturata e scaricata nella fogna. Ma si può essere più deficienti di così! Modi da cacciatore di fantasmi. Tecniche da cercatore di funghi nel deserto. Dove passa non cresce nemmeno più l'erba: flagello di Dio. Nemmeno Attila fu capace di tanto.

soldellavvenire

Lun, 05/08/2013 - 13:09

sekhmet - "basta con la manfrina che gli evasori siano del PDL! " gli evasori non hanno colore (magari una "sfumatura", ma nulla più) ma c'è un partito politico che giustifica l'evasione e critica qualunque metodo per arginarla, e quello è il pidielle; sono d'accordo che c'è evasione ed Evasione, mi fa specie che gli Evasori difendano gli evasori

soldellavvenire

Lun, 05/08/2013 - 13:12

sinceramente, frequento la sardegna da quarant'anni, e la notizia "tanto sono già fuggiti tutti" non può che farmi piacere, fosse così... ma ormai il danno è fatto

Walter68

Lun, 05/08/2013 - 13:21

Vorrà dire il 60% dei ladri, chi fugge è un evasore senza se e senza ma. Io mi ricordo che alcuni anni fa durante un controllo a Sorrento dei finanzieri mi chiesero lo scontrino fiscale dello stabilimento dove ero uscito, io non ho avuto alcun problema a fornirglielo. L'accertamento è durato meno di un minuto, se uno è onesto non vi è alcun problema. Certo se tutti sono come il proprietario del resort con piscine, negozi, discoteche e ristoranti che dichiarava meno di uno stabilimento di terza categoria, capisco che possono avere paura.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Lun, 05/08/2013 - 13:39

Ritengo che quel che in Italia vengono chiamate tasse, altre non sono che vere e proprie rapine ai danni di quei pochi rimasti a produrre. Gli uffici pubblici sono tirati a nuovo gli addetti allo stato sono super foraggiati, presidenti di regioni che sono pagati più di Obama. Qui non siamo su scherzi a parte ma su furti sicuri.

gian paolo cardelli

Lun, 05/08/2013 - 14:01

Leoperdi50: lo vada a dire agli operatori turistici della Sardegna, cosa significa questa finta "lotta all'evasione2 fiscale"... ma si ricordi, quando andrà a "consolarli", che da quelle parti il turismo ha solo un'alternativa al procacciamento del reddito, nella maggioranza dei casi in calibro 12 a pallettoni...

Ritratto di filospinato

filospinato

Lun, 05/08/2013 - 14:04

mi aspetto al più presto un blitz anche dai professori che danno ripetizioni in nero a 50€/ora - grazie

egi

Lun, 05/08/2013 - 14:09

Ma se si facevano restituire i 160 e passa milioni da Pennati e PD e i 3,5 miliardi da MPS non facevano pima?? certo è stato prescritto a sua insaputa poverini loro, ma che italiani di merda ci tocca digerire.

gneo58

Lun, 05/08/2013 - 14:28

sto aspettando con ansia il momento che non ci sara' piu' niente da tassare e la gente non avra' piu' soldi per pagare alcunché - perché e' a questo che arriveremo - io mi sto gia' preparando a mollare tutto ed andarmi a zappare un pezzetto di terra con qualche coniglio e qualche gallina, senza tv, telefonini ecc ecc e fanc...o a tutti

foscy

Lun, 05/08/2013 - 14:32

questi blitz soddisfano solo i Kompagneros che credono che l'imprenditore sia un "evasore" professionale, e pensare che sono i primi loro stessi che pur di risparmiare pochi € non chiedono la fattura o ricevuta e molti fanno anche il doppio lavoro.. al nero...x vivere meglio... no!!! xchè si sentono "furbi"...

Ritratto di cartastraccia

cartastraccia

Lun, 05/08/2013 - 14:36

ma briatore non e' stato anche solo sfiorato dal dubbio che se c'e' meno ressa in sardegna e' perche' tanti non possono piu' andarci per motivi economici??? lo sa' che c'e' una certa "aria di crisi" che dura dal 2008??? Per tutti gli altri che fanno apologia della resistenza fiscale vi invito a meditare su quanto successo al meglio statista degli ultimi 150... ahahahaha...

peter46

Lun, 05/08/2013 - 14:48

Prima di spararvi le cartucce ricordate sempre che quei "fessi"che frequentano quei luoghi,non sono sfigati come noi che non possiamo fare le ferie e commentiamo per tenere 'impegnato non diversamente'il dito.Per cui fatelo sapere ai Befera-boys che non troveranno mai alcun evasore con il blizz nei locali a quel livello:Là non si spendono euro,ma centinaia e migliaia di euro a tavolo,e quelli non si permettono di "deformare"le tasche portandosi dietro migliaia di euro ogni sera...usano carte di credito.E i pagamenti con carte di credito lasciano tracce sia a chi li dà,sia a chi li riceve,o no?E il tutto è facilmente controllabile o no?...a già!ancora credono che si portano dietro i "pagatori"con le valige piene di euro...per i ladri.

sani60

Lun, 05/08/2013 - 14:55

le sceneggiate del fisco sono sempre clamorose, ma purtroppo colpiscono dove è più facile. Vorrei suggerire di andare a vedere perchè la mia colf, regolarmente assunta, e le sue amiche extracomunitarie non mi degna nemmeno di prendersi i cedolini che le faccio firmare o i CUD perchè tanto la denuncia dei redditi ha detto che non la fa. Mi ha anzi proposto di acquistare le sigarette di contrabbando che arrivano regolarmente con i pullman che all'andata hanno portato fuori i suoi guadagni. Lo sanno tutti che funziona così ma pare che al giorno d'oggi non sia facile parlare ad alta voce di queste cose. Ogni argomento di questo tipo ti fa correre il rischio di essere etichettato come razzista.....e allora via alla caccia dentro i negozi mentre gli ambulanti spesso irregolari a piede libero e tranquilli.P.S. Perchè ogni giorno chiudono molte attività commerciali italiane ma al loro posto arrivano cianfrusaglie cinesi; fruttivendoli pakistani; lavaggi auto marocchini?

franco@Trier -DE

Lun, 05/08/2013 - 14:58

loro saranno scappati ma le ville sono ancora in Italia.MA VOLETE O NO PAGARE LE TASSE LURIDI INFAMI LADRONI? STARE ROVINANDO L'ITALIA.

Ritratto di Markos

Markos

Lun, 05/08/2013 - 14:59

cartastraccia . se lei e un dipendente parass-statale il futuro prossimo non e' roseo nemmeno per lei , andrà a chiedere la elemosina assieme ai negri compagni suoi.

mariolino50

Lun, 05/08/2013 - 14:59

cartastraccia Invece ha ragione Briatore, nella mia zona ci sono alcuni porti turistici, ci sono rimaste solo barchette, con la supertassa che hanno messo chi può è andato in Croazia;Grecia, Corsica e Costa Azzurra, o più lontano, anche il ricco vero mica è babbo natale, così non prendono niente e un sacco di gente si gira i pollici, ma come son furbi a far scappare chi spende.

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Lun, 05/08/2013 - 15:03

dbell56. Va bene, sostituiamo dentista con imbianchino, idraulico, tapparellista, falegname, fabbro... ed ognuno pensi quante volte ha avuto a che fare con queste categorie ed ha chiesto una fattura con tanto di IVA. No, no, no, non si fa, neppure se si è del PD. Sekhmet.

goliotok

Lun, 05/08/2013 - 15:25

Io, caro Briatore, la penso esattamente come Paolo Barnard: “Paolo Barnard (Alcune considerazioni su…) L’evasione fiscale ci parla. E ha ragione. In Italia circa 270 miliardi di euro sfuggono al fisco ogni anno. Lì dentro c’è di tutto, dal ‘nero’ di cittadini e aziende, alle fughe di capitali nei cosiddetti paradisi fiscali; dall’artigiano che non paga l’IVA per sfamarsi, all’immobiliarista che scoppia di soldi ma non ne ha mai abbastanza. Abbiamo compassione per il primo e ci fa incazzare il secondo. Ok. Ma se guardiamo alla realtà contabile dell’evasione fiscale con occhi fermi e non isterici, e se invece di gridare contro l’evasione proviamo ad ascoltarla, allora tutto cambia. Cosa fa chi evade? Si tiene dei soldi. Così non li incassa lo Stato. E cosa fa con quei soldi? Li spende, o li investe in risparmi. Ok, fermi qui per un attimo. Ora due minuti di riepilogo di cose già dette e ridette. Cosa accade allo Stato se incassa meno tasse? Accadono SOLO quattro cose: A) ha meno mezzi per controllare l’inflazione (si tassa per diminuire la massa monetaria in circolazione se è eccessiva e quindi causa inflazione) B) ha meno mezzi per controllare i patrimoni privati (si tassa per impedire al Paperone di diventare più ricco dello Stato) C) ha meno mezzi per incoraggiare o scoraggiare certi comportamenti e consumi (si tassa il consumo di alcool e si detassano i comportamenti ‘green’) D) ha meno mezzi per controllare la domanda in economia (si tassa per frenare i consumi se eccessivi, si detassa per incoraggiare l’economia se langue) Ora cosa NON accade allo Stato se incassa meno tasse. NON accade che esso abbia meno soldi da spendere per la funzione pubblica, cioè ospedali, asili, strade, infrastrutture, servizi ecc. Infatti lo Stato è colui che emette la moneta dal nulla, e può certamente emetterne quanta ne vuole per ospedali, asili, strade, infrastrutture, servizi, senza alcun bisogno di andarla a chiedere ai cittadini tassandoli. Anzi: è impossibile che lo Stato possa spendere per ospedali, asili, strade, infrastrutture, servizi solo se prima ci tassa, perché i soldi per pagare le tasse sono i soldi che lo Stato ci ha per forza dovuto dare PRIMA di ritirarli in tasse. Prima ce li deve dare (cioè spesa pubblica in ospedali, asili, strade, infrastrutture, servizi) e solo POI ce li ritira in tasse. Quindi la spesa pubblica non dipende mai dalle tasse. * * (Se poi lo Stato è così folle da adottare l’euro che non può più emettere e che deve andare a cercare da banche private, e se quindi a quel punto lo Stato non può più fare quanto sopra, bé, questa è un’altra storia, che NON cambia la vera natura dell’evasione fiscale) Allora, torniamo all’evasione. Con essa i cittadini dicono allo Stato “noi abbiamo bisogno di tenerci più soldi”. E’ come se dicessero allo Stato “tu ci dovresti dare più soldi, quindi dovresti spendere di più”. L’evasione è quindi una RICHIESTA dei cittadini allo Stato. Quando i cittadini evadono, essi semplicemente espandono INFORMALMENTE la spesa dello Stato. Ora, la domanda è: questa richiesta, questa espansione di spesa imposta, è legittima? La risposta è chiara: A) in larga parte sì, perché proveniente da cittadini/aziende che davvero senza evadere non sopravviverebbero. B) in piccola parte no, perché frutto dell’ingordigia di alcuni milionari o miliardari. Bene, ora vediamole tutte e due. Come detto sopra, chi evade per disperazione, per arrivare a fine mese, per non chiudere la baracca, cioè la grande maggioranza degli evasori, sta semplicemente dicendo al suo Stato “espandi il deficit, espandi la spesa, non ce la facciamo!”. Questa chiamata va assolutamente ascoltata, infatti la macroeconomia della ME-MMT ci insegna senza ombra di dubbio che oggi nella maggioranza dei governi i deficit sono TROPPO BASSI, non troppo alti, e le tasse sono inaffrontabili. I controlli fiscali ci devono essere, ma solo dopo che lo Stato ha assicurato a milioni di cittadini/aziende di avere abbastanza denaro per pagare tutte le tasse, ma anche per VIVIERE E RISPARMIARE. Se lo Stato fa il pareggio di bilancio, dove SPENDE 100 E TASSA GLI STESSI 100 lasciando a cittadini/aziende ZERO denaro, esso non può poi pretendere che nessuno evada. Come fanno cittadini/aziende a vivere e a risparmiare? Dove lo vanno a pendere il denaro se è vero che solo lo Stato lo emette? Per forza devono evadere. Chi evade perché non ne ha mai abbastanza si copre di una colpa che va dimezzata, perché il denaro che essi sottraggono allo Stato viene poi o speso, oppure investito in risparmi. Il denaro che spendono (che include quello temporaneamente ammassato in paradisi fiscali) ritorna in circolo nelle economie, crea domanda, cioè vendite, lavoro, occupazione, investimenti. Questo non è male, anzi, ed è il 50% della colpa che decade. Rimane quel 50% che colpisce lo Stato nei 4 punti di cui sopra, ma ricordiamoci sempre che anche questa evasione NON sottrae allo Stato la sua capacità di spesa pubblica, per cui il ricco evasore non sottrae a noi alcuno ospedale, strada, asilo, servizio ecc. Chi ce li sottrae è lo Stato se segue le ideologie economiche delle Austerità che oggi sono di moda, e che sono criminose. Altro che paradisi fiscali. Conclusione: l’evasore ‘odioso’ (miliardario) è colpevole a metà, e certamente per quella metà va perseguito. Conclusione: in tutti i casi l’evasione fiscale NON è un crimine che sottrae beni e servizi ai cittadini, perché come detto è solo l’ideologia sbagliata degli Stati a fare questo. Nella maggioranza dei casi essa è una richiesta al governo di espandere la spesa, perché siamo con l’acqua alla gola, e quella richiesta VA ASCOLTATA, non sepolta da stupida retorica anti-evasori. Chiaro? ”

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Lun, 05/08/2013 - 15:42

E basta con sta evasione! Stanno infinocchiando tutti con questa storia!! Come hanno fatto i conti? Se sono capaci di fare i conti allora sanno chi evade! Riescono a coprire le spese di riscossione? Non credo! Contollano tutte le fabbriche ireggolari o occulti al Sud? E ora di finirla con questi "grandi" evasori! Questi cosi detti grandi portano i soldi fuori legalmente usando le leggi stesse pertanto in regola!! Alimite beccate dei sprovveduti come Rossi perche hanno zero conoscienza in materia e perche usano commercialisti scarsi!

cgf

Lun, 05/08/2013 - 15:43

Ma bisogna vergognarsi anche dei questi? Possibile che abbiano bisogno dell'inversiine della prova, accesso ai dati privati, etc etc per scovare gli evasori? IMHO Se sono arrivati a spettacolarizzare il proprio lavoro vuol dire che dovrebbero essere.... Licenziati tutti per scarso rendimento.

Ritratto di Willy Wonker

Willy Wonker

Lun, 05/08/2013 - 15:56

Goliotok!! Concordo con quello che hai scritto!! Posso aggiugere che anni fa ho partecipato ad un convegno del ABI in Svizzera!! Dopo sono andato a cena con alcunni fuzionari bancari (sto parlando di 10 anni addietro) e tutti hanno convenuto che il grande problema del futuro sarà come fare per far tirare fuori i soldi a quei pocchi che hanno tanto senza andare a prenderli da chi ne ha pocchi o niente! Ossia, la maggioranza del denaro (cash) e in mano a pocchi e gli stati non possono prenderli per motivi che non sto a spiegare, ma devono andare a prenderli a chi li ha anche se pocchi e non puo dire niente! Questo e quello che sta succedendo!!Io commerciante ho niente confrontato con Agnelli!! Questa e la realtà, lo stato te li prende perche non può fare altro anche se le tasse le paghi!

canova.emilio

Lun, 05/08/2013 - 16:02

Elementare Watson.

Ricky70

Lun, 05/08/2013 - 16:48

Per i sinistri che non hanno ancora capito che in Italia stanno creando sempre più miseria e questa colpisce in special modo le persone meno abbienti ovvero i lavoratori, impiegati e pensionati. Al riguardo faccio un copia incolla di un commento di un lettore che avevo messo in memoria perché esprime in maniera perfetta e comprensibile a tutti i sinistri cosa è successo dall'avvento di Monti e del regime di polizia fiscale instaurato. Copia incolla commento: "La martellante propaganda sull’evasione serve a distogliere e fare accettare i sacrifici al ceto medio che adesso si vede bloccata rivalutazione Istat sulle sue megapensioni da 1400 lordi mensili, mentre chi è stato Cons. Regionale e Parlamentare riceverà due pensioni per 17.000 mila euro. Leggi articolo di M.Giordano. La grande evasione continua perché i veri ricchi hanno già messo al riparo i loro soldi e vanno a spendere il contante all’estero. Vedi alberghi disertati con conseguente riduzione del personale; 20.000 posti lavoro persi nella nautica mentre chi ha lo yacht l’ha trasferito in Slovenia e Croazia; mercato dell’auto in picchiata libera. In breve blocco di tutti i consumi che superano mille euro. Con il regime di polizia fiscale sarà sempre più disoccupazione e miseria. Caro Randel hanno colpito solo il ceto medio che non può né difendersi né scappare. Sono solamente riusciti a creare l’odio sociale come dimostra lei scrivendo: Chi nulla nasconde..nulla deve temere.

Ritratto di utentegiornale12

utentegiornale12

Lun, 05/08/2013 - 16:59

Certo che tra Ferrara, Briatore, Bondi, Brunetta e Santanche' il PdL ha solide basi per riformare il paese. Almeno la Minetti era capace di amministrare un condominio.

Felice48

Lun, 05/08/2013 - 17:07

Bravo Briatore. E' la medesima convinzione mia. Non sono scappati solo quelli ma tanti altri a tutti i livelli. Siamo rimasti soltanto gli stessi quattro gatti a pagare per tenere su questa nazione.

pinosan

Lun, 05/08/2013 - 17:13

Ha ragione Briatore.Questo governo fà solo delle chiacchere e non combina nulla di positivo.Anzi stà peggiorando la precaria situazione economica . i lavoratori,i piccoli proprietari i commercianti stanno sempre peggio,mentre i pensionati muoiono di fame nella più tremenda disperazione.Fra non molto tempo ,in Italia rimarranno solo Extracomunitarii i falliti i politici e i magistrati.Gli extracomunitari che abbiamo voluto dovranno,e già molti lo stanno facendo,rubare o spacciere droga per poter campare.Io,come ho già detto altre volte maledico chi ha voluto creare questa europa che ha favorito solo la Germania,la Francia e l'inghilterra,rovinando uno dei più prosperi paesi del mondo la ns.Italia.siano maledetti.

peter46

Lun, 05/08/2013 - 17:33

X WillyWonker...sul primo intervento e a ---goliatok---affinchè scriva meno..E' vero devono andare a Sud a controllare i Befera-boys:che non abbiano pensato,però, che col controllo di un solo evasore al nord(sempre milionario)riescono a prendere in un colpo solo quanto su centinaia e centinaia e centinaia e centinaia...a sud?Sempre a voler lavorare meno anche i Befera boys e chi l'avrebbe detto.Magari voi che siete a nord ed avete la "cultura"del controllo del territorio,della presenza sul territorio,della conoscenza delle "magagne"del territorio...dove eravate,insieme indubbiamente ai politici che controllano il territorio,quando si spendevano(e si spendono)56 milioni(Centodiecimiliardidellevecchielireakilometro)di euro per 1 km di Tav sulla Torino-Novara,tutta in piano e senza gallerie,quando analogo percorso in Francia costa 10 milioni di euro ed in Spagna 9 milioni di euro e se li davamo ai cinesi da costruire con quella cifra ci avrebbero riempiti di tanti km di tav da "pregarli"di smettere di costruirne?A già...correvate dietro gli annunci dei Visco-Tremontian-Beferian-boys...o li chiamavate quando la domenica comprate qualche paccottiglia(no scontrino)alle ...lenzuola degli extra-comunitari(che devono pur "mangiare"...coi 35 miliardi della contraffazione,o no?)A già!!che ci si può aspettare dai "mezzogiorni"?

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Lun, 05/08/2013 - 17:35

fanno bene ad andarsene,almeno negli altri stati le tasse gliele fanno pagare e non si lamentano, chissà perchè poi tornano...

Pazz84

Lun, 05/08/2013 - 17:54

Briatore facci un favore, vattene dalla Sardegna. E portati lo yacht che pretendi di parcheggiare nel largo di Mortorio (parco nazionale non transitabile con imbarcazioni). Tu e i tuoi amichetti. Cos'è che dicevi? "Le nostre coste rese ostili da controlli a raffica e balzelli". Nostre?!? Si è già dimenticato che gli avevano sequestrato uno yacht perchè era in leasing a una società in un paradiso fiscale e "prestata" a se stesso?!? Un bel modo per evadere le tasse. E questo si lamenta dei controlli della finanza...

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 05/08/2013 - 18:01

Briatore ha ragione. Questi controlli in alta stagione sono esercizi DEMENZIALI esguititi DEMENZIALMENTE a seguito di un DEMENZIALE disegno di demonizzazione di chi, spendendo, permette che l'economia giri. Vorrei ricordare a Letta e soci (in questo nemmeno dissimili dai tecnici di monti) che chi riceve in tutto od in parte soldi in nero (siano questi soggetti, ristoratori, gelatai o escort) a propria volta, primo o dopo, in parte o del tutto SPENDE IL DENARO RICEVUTO, creando inevitabilmente gettito. Provino a pensare prima di mettere in piedi SQUALLIDE MASCHERATE ferragostane! Vergogna per chi pensa ed esegue questi blitz che servono solo a DEPRIMERE!

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Lun, 05/08/2013 - 18:10

@ gian paolo cardelli - 14:01. Questa è cultura dell'illegalità. La stessa, probabilmente, mella quale lei sguazza come ci sguazza chi vuole attrarre consensi. Lo vada a dire a quelle aziende sane, perchè nonostante tutto ci sono, cosa significa per loro trovarsi a competere con chi si sottrae agli obblighi fiscale. Se potessero amche loro punterebbero la loro calibro 12 verso quegli evasori.

cicero08

Lun, 05/08/2013 - 19:00

Anche in quella famosa intercettazione con la Santanchè Briatore dimostra di saper dare ddl pane al pane d del vino al vino. Anche questa di oggi è una terribile denuncia dello stato di fatto in cui oggi ci troviamo

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Lun, 05/08/2013 - 19:40

"pier47" come hai ragione accidenti,ti darei una stretta di mano!è proprio così che siamo ridotti!siamo finiti ormai,l'esempio del passaporto la dice lunga!da noi arrivano africani senza documenti ne niente ed entrano senza problemi,fanno ciò che vogliono,non pagano tasse ne le cure mediche ne i cibi,colpa anche delle infami onlus e associazioni del cazzo create dalla chiesa per aiutare gli immigrati!nella mia cittadina ad ogni angolo ci sono immigrati,non passa un giorno che non ne vedo uno è incredibile,siamo alla saturazione!!!!!!!!!!!!

Nadia Vouch

Lun, 05/08/2013 - 19:48

Per me è sbagliato il discorso della presunzione di reddito a seconda delle categorie. Ci sono talmente tante variabili in un'attività commerciale, inclusa persino la simpatia/antipatia di chi le gestisce, che possono esserci dei buchi semi-nascosti che lavorano da urlo, mentre attività apparentemente lussuose possono incassare quattro soldi. Occorre indagare il tenore di vita dei soggetti, non colpire oggettivamente le attività.

mariolino50

Lun, 05/08/2013 - 20:58

Pazz84 Allora è normale che una società paghi meno tasse di un privato, mentre dovrebbe essere il contrario, visto che chi noleggia guadagna, e chi compra una barca spende soltanto e non può scaricare un cacchio, piccola o grossa è uguale, facciamo la legge uguale per tutti e queste cose finiscono subito. Ps io non ho barche, ma per le auto funziona nello stesso modo.

scorpione2

Lun, 05/08/2013 - 22:07

chiedete a briatore come ha fatto fortuna,chiedete sempre a briatore i 4 anni di galera perche' li ha avuto e perche' non li ha fatti.

Ritratto di Marco Tullio C.

Marco Tullio C.

Lun, 05/08/2013 - 23:15

Briatore con "tutti" si riferisce ai suoi clienti, a quegli italiani e russi che si possono permettere di stappare champagne nei locali alla moda o di pagare una notte in una suite al prezzo di un buono stipendio di un quadro. Ha ragione, intendiamoci, le tasse sugli ormeggi e la persecuzione verso chi opera nella fascia alta del mercato turistico sono state graziosi regali per corsica, costa azzurra, croazia e Spagna. Ma quel "tutti" può essere esteso alle famiglie e al turismo povero, di cui Briatore ignora tutto. E'stato ucciso dalle esose tariffe dei traghetti, dalla esosità di molti sardi, dalla mediocrità di tante strutture turistiche, dai parcheggi a pagamento lungo le spiagge e da tanto altro. La Sardegna ha saccheggiato le sue risorse e buona parte del suo territorio, per me merita la crisi che attraversa oramai da anni.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Lun, 05/08/2013 - 23:50

Non mi pare che i maggiorenti delle classi abbienti italiane siano tutti spariti all'estero. Magari e' solo il club dei VIP "Il BilliOnaire" ad essere snobbato ed e' chiaro che Briatore piange.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 06/08/2013 - 00:33

Ma questo governo una piccola riduzione della spesa pubblica è capace di farla ? No, perchè i partiti che lo compongono perderebbero i voti di tutta quella gente che lavora per lo Stato. Allora mandano loro dipendenti come i Finanzieri a fare i pagliacci a Cortina. Prima cosa da fare in un'azienda è verificare se il personale è dimensionato giustamente, se le spese sono corrette, se i budget sono rispettati,se gli impianti sono adeguati,questo deve fare il governo prima di tutto! Però non c'è uno straccio di partito che dice ciò.... tutti a difendere la spesa pubblica.. e così affossano il paese..e tranquilli non cambieranno mai..hanno il consenso a fare così! Ma guardate che non và bene!

ChiaraVeg

Mar, 06/08/2013 - 07:45

Ci sono extracomunitari davanti a tutti i bar: perché non controllare loro e la provenienza della loro merce? Hanno tagliato le reti sotto il pontile di Forte dei Marmi pur di "far riposare" gli ambulanti a nero. Non è un reato? Denuncio da anni all'Ufficio Provinciale del lavoro di Firenze e al 117 una persona che lavora come factotum a nero presso i miei vicini di cas che dà fuoco per bruciare il secco ecc.ecc.:Intoccabili! Magari non paga nemmeno il ticket nè l' IRPEF. Ultimo, ma non per importanza: perché non fare un blitz sui conti dei dipendenti degli Enti pubblici all'urbanistica, alle autorizzazioni, ai controlli?

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 06/08/2013 - 07:56

Molti imbecilli attribuiscono all'attuale governo la colpa delle tasse che paghiamo, troppo alte. Se avessero un poco di cervello capirebbero che le tasse alte che paghiamo, sono il risultato di un modello imprenditoriale come Briatore, dolce e gabbana ecc. Gente che ha evaso il fisco per numeri a 9 cifre, l'ultimo sta piangendo da Napolitano in questi giorni. Gli italiani? Siamo proprio un paese di pecoroni, ma speriamo che la fame ci porti TUTTI alla ragione. Gente come questa meglio perderla che trovarla.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mar, 06/08/2013 - 08:11

Briatore che critica il Fisco è come se Gambadilegno criticasse il Commissario Basettoni.

m.m.f

Mar, 06/08/2013 - 08:47

..........un auto di lusso ha una tassa di proprietà,già altissima. non contenti ne hanno messa sopra un altra! risultato ,dati inconfutabili: non hanno più incassato nulla nemmeno quella normale. però,hanno chiuso 7 concessionarie su 10,licenziato quindi moltissime persone,la gente la auto di lusso non la compra più. Così fu per la barca,vero è che adesso la tassa stazionamento la hanno quasi azzerata. Vediamo se e,quando si ritornerà al bollo "normale" sulle auto, che già da solo è un furto a mani basse...............

m.m.f

Mar, 06/08/2013 - 08:52

Se erano mirati,potevano andare in un qualunque giorno della settiamana in un qualunque orario. Tanto erano mirati no??? Invece ,di sabato sera,alle 21.00 nei ristoranti,in estate, per fermarsi in certi casi fino a oltre le 4 -5 ore. La totale assenza DI CIVILTA' E DI EDUCAZIONE E DI RISPETTO COME SEMPRE, DA PARTE DELLO STATO LADRONE ,NEI CONFRONTI DEI SUOI CONTRIBUENTI.I quali per i servizi che lo stato da ai suoi contribuenti ,anche un solo euro pagato di tasse non sarebbe dovuto.E finiamola con la storiella che se tutti le pagassero se ne pagherebbe meno.Le tasse sono aumentate solo perché questa gentaglia spende un miliardo di euro di auto blue all'anno e non vuole rinunciare a nulla.

franco@Trier -DE

Lun, 30/09/2013 - 07:49

tipico italiano,invece di dire si la Finanza fa bene a controllare e punire gli evasori fiscali, sappiamo perchè parla cosi si capisce già.Non c'è più niente da fare ormai in Italia , fortuna me ne sono tornato nella Grande Germania in un paese civile.

mezzalunapiena

Dom, 06/10/2013 - 17:19

in italia è normale che nessuno sappia quello che succede.infatti basta prendere le dichiarazioni dei politici che prima dichiarano poi smentiscono perché sono i giornalisti che hanno fraiteso,quindi stessa cosa per i controlli,nessuno ha dato disposizioni.