Bruxelles tifa Imu

Per il vicepresidente della Commissione Ue, in Italia siamo ancora davanti a fattori di debolezza, l’incertezza politica frena gli investimenti e una ripresa è quanto mai necessaria, la stabilità politica è un fattore fondamentale

"La Ferrari come l’Italia incarna una grande tradizione di stile e capacità anche tecnica ma per poter vincere bisogna avere un motore competitivo, bisogna essere pronti a cambiare, adeguarsi". A usare questa metafora è il vicepresidente della Commissione europea, Olli Rehn, nel corso dell’audizione alla Camera. "L’Italia è la terza economia per grandezza in Europa e il suo motore di crescita non può andare a basso regime, il motore ha bisogno di un’urgente revisione, non si può perdere tempo a pit stop spero che l’Italia guidi con due mani sul volante e rimanga fermamente in pista", ha aggiunto Rehn.

Che poi ha spiegato che "la situazione sta migliorando, l’area dell’euro sta arrivando al punto di svolta che attendevamo da tempo. È in corso un inizio di graduale ripresa che speriamo si consolidi anzi acquisti slancio nei prossimi mesi dove dovremmo vedere un miglioramento dell’occupazione", tuttavia, "dichiarare che la crisi è finita sarebbe prematuro". 

Entrando nel dettaglio della situazione nostrana, il commissario Ue ha precisato che "nel caso dell’Italia siamo ancora davanti a fattori di debolezza, l’incertezza politica frena gli investimenti e una ripresa è quanto mai necessaria, la stabilità politica è un fattore fondamentale". Infine, in merito all'Imu, Rehn ha dichiarato: "L’abolizione dell’Imu sulla prima casa suscita preoccupazioni per lo spostamento dell’onere fiscale".

Commenti
Ritratto di centocinque

centocinque

Mar, 17/09/2013 - 12:53

Cara Bruexelles, cara UE, caro Rehn avete già fatto tanto male all'Italia e all'Europa: perchè non andate a scopare il mare?

vivaitaly

Mar, 17/09/2013 - 12:53

Ecco un'altro motivo per uscire dall'Euro e dall'Europa. Stiamo perdendo sovranita'. Ci vogliono comandare e portarci alla distruzione finanziaria. Le tasse sulla prima casa sono ingiuste. La prima casa deve essere del proprietario e non dello stato. Questo si chiama ricatto, o paghi o perdi la casa.

Klotz1960

Mar, 17/09/2013 - 13:06

Bravo Rehn, hai detto la tua. La prossima volta parla di calcio, che e' meglio. Abbiamo un Governo ed una Costituzione e a te non ti ha eletto nessuno. Continua a parlare cosi', dopo le tue uscite in Olanda gli anti Euro sono quasi al 40%. Le elezioni per il prossimo Parlamento Europeo ti rifrescheranno le idee.

Duka

Mar, 17/09/2013 - 13:18

E' molto probabile che il problema della corte di Bruxelles sia di non aver capito niente. O quanto meno non ha capito che gli italiani vogliono pagare solo ed esclusivamente il giusto. Il 74,6% di tasse e balzelli NON solo non è giusto ma terribilmente sbagliato e trascinerà la UE nel fallimento. L'unione non può permettersi il default dell'Italia perchè precede il fallimento di tutti gli altri.

Ritratto di stufo

stufo

Mar, 17/09/2013 - 13:20

Siamo anche colpevoli per aver comprato casa coi risparmi. Maledetta europa!!!!!!!!

Soldato

Mar, 17/09/2013 - 13:37

Bruxelles sappia che nei cittadini-elettori italiani suscita timore la possibilità che l'IMU venga mantenuta. E che vedano all'inferno tenendosi a braccetto Bruxelles, l'UE e l'euro.

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Mar, 17/09/2013 - 13:38

Se non fossero così coglioni non pretenderebbero dall'Italia tanti soldi.

beale

Mar, 17/09/2013 - 13:44

Il caro Olli (simpatico il nome) a proposito dell'Italia dice:....."l’incertezza politica frena gli investimenti e una ripresa è quanto mai necessaria, la stabilità politica è un fattore fondamentale". Frena gli investimenti di chi? Gli investimenti (loro) sono legati alla stabilità politica, fattore fondamentale il che è la prova che ci stanno spogliando della sovranità ma non siamo ancora nudi.

Ritratto di thunder

thunder

Mar, 17/09/2013 - 13:44

La colpa e' di quei politici stolti e incapaci che ci hanno trascinato in questo disastro,raccontando che lo facevano per il nostro bene!ma penso che l'abbiano fatto per il loro interesse e di qualcun altro.Dove' la trasparenza in questa politica di scaltri??????????

rokko

Mar, 17/09/2013 - 13:45

vivaitaly, Duka ed altri: state puntando il dito contro il colpevole sbagliato. Nonostante le fandonie che raccontano o hanno raccontato i nostri politici (tutti, nessuno escluso: Berlusconi, Monti, Tremonti, Letta, Bersani e chi più ne ha più ne metta) l'Europa non ha MAI chiesto all'Italia di alzare la pressione fiscale, e ci sono le prove SCRITTE (le famose lettere). Ci hanno chiesto invece qualcosa di molto ragionevole, che avremmo dovuto fare anni fa ma che non abbiamo fatto, e che si sono quindi sentiti in dovere di suggerirci (visto che tra l'altro, con i nostri conti in dissesto, rappresentiamo un freno per l'intera economia UE): mettere a posto i conti RIDUCENDO LA SPESA PUBBLICA CORRENTE. Se non mi credete, andate a verificare voi stessi, le lettere sono di dominio pubblico e disponibili su internet. Non è l'UE ad affossarci: siamo noi stessi ad affossarci, con i nostri politici incompetenti e poco coraggiosi.

killkoms

Mar, 17/09/2013 - 13:51

noi italiani siamo esterofili per vocazione,ma gli stranieri non vorranno mai il nostro bene!

killkoms

Mar, 17/09/2013 - 14:04

@rokko,è stato fatto saltare berlusconi(col tradimento di fini non del tutto disinteressato)e ci è stato imposto l'europrofessore,che di quel che gli ha detto la ue ha attuato una sola cosa!hai ragione quando dici che è colpa nostra,ma fermo restando l'ignavia della nostra classe politica bisogna pure chiedersi se noi saremmo stati capaci di accettarli,e quando accadde quando berlusconi provò a riformare le pensioni nel 1994 mi fà pensare di no!il rosso scrhoeder,riformò il welfare germanico per tagliare la spesa pubblica,e perse le elezioni!

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Mar, 17/09/2013 - 14:04

"....l’incertezza politica frena gli investimenti e una ripresa è quanto mai necessaria, la stabilità politica è un fattore fondamentale....". Sacrosanta verità ma in Italia non ci sarà mai stabilità politica, fino a quando quel verminaio chiamato "magistratura" non sarà stato disinfestato.

isolafelice

Mar, 17/09/2013 - 14:30

L'Europa del Nord ci vuole schiavi insieme a Grecia, Portogallo, Cipro. Ci vogliono depredare delle nostre aziende, delle nostre capacità ed eccellenze e degli anni di sacrifici nostri e dei nostri padri. Aumentando l'imposizione fiscale non riusciremo mai ad essere competitivi ed esportare i nostri prodotti, di conseguenza non riusciremo mai ad incamerare risorse per welfare e pagare i nostri debiti. Ci attende solo una lunga tremenda sofferenza fino alla morte. Ora è sempre più necessario ripudiare l'Euro e tornare alla nostra moneta o stringere una forte alleanza con i nostri compagni di sventura del Mediterraneo, creare una nuova moneta (Euro Med?)in contrapposizione all'Euro Nord con la giusta svalutazione che ci permetta di tornare a crescere ed esportare. Nel periodo di transizione dovremmo però riuscire a garantire il nostro debito con tagli alla spesa pubblica, salvaguardando però stipendi ed assistenza sanitaria, ed impiegando le riserve auree. Meglio perdere ora qualcosa che perdere tutto tra pochi mesi.

Massimo Bocci

Mar, 17/09/2013 - 14:30

Come la suscitava, il vero Italiano.liberale, Silvio Berlusconi UNICO!!! Che faceva e ha sempre fatto gli interessi degli Italiani, in rotta di collisione con quelli dei padroni del vapore EURO!!! Franco-Crucchi, ma mele di ferro aveva in mano le CAMBIALI,GLI OBBLIGHI, di asservimento e quescenza firmati in bianco dalla cricca CRIMINALE COMUNISTA, mortazza e c. e le ha messe all'incasso anticipato (golpe Spread), dato che la retta per la truffa EURO la incameravano anticipata (2 miliardi mese più extra) scusate se ripeto sempre questa cifra del PIZZO, ma tante volte si affacciasse un comunista ignaro della gabella che i suoi Kapò (LADRI!!!) hanno accollato al NOI!!! Popolo, populista sovrano Italiano, una gabelle vessazioni e truffe irreversibili, PER SEMPRE!!, IN ETERNO!!!, più del loro 65 ennale regime di LADRI, perché lo sai quante generazioni di schiavi Italiani questi hanno fatto,con la truffa degli stati uniti d’europa, (panzane da celebro lesi comunisti) questa per loro, dopo il crollo del muro bolscevico, era l’unica scianz,assicurazione per continuare il loro Business di regime di merde continuare a rubare agli Italiani(magari come l’EURO in ETERNO!, dunque, pagata la gabella (Euro-zucchine) e gli extra (per schiavizzare i Greci), pagati i cooptati,i loro agi e vizzi di regime, il resto (poco) se lo possono anche magnare con gli amici e compagni (coop) di merende come da COSTITUZIONE 47!!!

Ritratto di cokieIII

cokieIII

Mar, 17/09/2013 - 14:33

Figli di .... grazie allo spread si sono ingozzati di BTP fino a strafogarsi; se l'Italia non riesce ad onorarli vanno in fallimento anche loro e per questo se la stanno facendo sotto. Usurai!!

wotan58

Mar, 17/09/2013 - 14:45

Ancora? Ma non lo sa sig Rehn che l'Italia è sotto il giogo della barbarie komunista, di un parlamento di non eletti ma scelti dalle segreterie dei partiti e che l'IMU sarà efficacemente sostituita con tasse molto più pesanti e più ingiuste????

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Mar, 17/09/2013 - 14:48

Uscire dall'eurotragedia subito. Rimarranno tutti a pancia all'aria ed ognuno per i c...i suoi.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 17/09/2013 - 14:49

a me suscita preoccupazione l'Euro ed i massoni che la comandano

rokko

Mar, 17/09/2013 - 14:53

killkoms, io non ho nominato Berlusconi se non come esempio e non me ne frega nulla, tra l'altro. Si legga la lettera che la UE mandò al governo nel 2011 e se trova traccia della frase "bisogna aumentare le tasse" me lo faccia sapere, nel qual caso andrò da un ottico a farmi fare gli occhiali.

Triatec

Mar, 17/09/2013 - 14:53

Siamo ridotti a feudo?? Costi quel costi mandiamo una volta per tutte questi straccioni UE affancu..rva, e riprendiamoci la nostra sovranità popolare.

Ritratto di andrea78andrea

andrea78andrea

Mar, 17/09/2013 - 15:06

Quand'è che qualcuno inizierà seriamente a parlare di uscita dall'euro e dall'UE, in tanti stati si sta già facendo, noi saremo destinati al decadimento totale senza la nostra sovranità monetaria e senza una banca pubblica che emetta una moneta senza debito nel nome del popolo.

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Mar, 17/09/2013 - 15:11

Rehn ha ragione, solo il talento non basta! Bisogna ricuperare mille miliardi di euro portati all’estero, specialmente negli ultimi decenni, dal crimine organizzato nazionale, internazionale e degli immigrati, dal terrorismo anche islamico e sue reti di crimine organizzato, da tutti coloro che hanno guadagnato bene, molto o moltissimo e hanno portato soldi all’estero! Dalla Chiesa che toglie agli italiani poveri per dare ai poveri nel mondo! E ricuperare altre centinaia di miliardi in Italia in possesso dell’asse del male! Bisogna risanare e ricostruire il paese intero! Bisogna creare Lavoro Per Tutti! Ma la corruzione si nasconde dappertutto ed é più facile che un cammello attraversa la cruna di un ago! O Patria mia, che di catene hai carche ambe le braccia, senza l’Elmo di Scipio china la testa! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

schiacciarayban

Mar, 17/09/2013 - 15:14

Bisognerebbe avere il coraggio di mandarli tutti a ca..re questi burocrati europei.

vince50

Mar, 17/09/2013 - 15:18

"ZI BADRONE""

Ritratto di ohm

ohm

Mar, 17/09/2013 - 15:21

Io no! Ma quando usciamo da questa Europa cjhe continua a voler dettare legge ? Se permette a casa mia faccio quelo che voglio senza dover dar conto a nessuno, tanto meno a persone che io non conosco : ogni giorno viene fuori un nome nuovo mai visto e mai sentito.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 17/09/2013 - 15:34

Non capisco se sono antipatico a qualcuno , o le mie Idee sono contrarie a qualcuno.Tutto cio giustifica i miei silenzi su questo giornale.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 17/09/2013 - 15:37

Vorrei sapere di cosa stiamo parlando. Il Messaggero, in cronaca di Roma, oggi. L’amministrazione comunale di Roma, nel 2008, il cui sindaco era tale Walter Veltroni, firma un contratto di affitto di un’autorimessa fino al 2024 (perché non fino alla fine del secolo?) per la quale il comune (cioè noi) paga un canone di affitto che nel 2013 ammonta alla modica cifra di 739mila euro, per cui oggi detto comune paga oltre 10mila euro all’anno per ogni auto comunale parcheggiata. Nessuno dice nulla? Nessun magistrato sente il dovere di approfondire la notizia per scoprire quello che dovrebbe essere chiaro: forse una notizia di reato? La stampa nazionale dorme? Parliamo di IMU, Tarsu, IRAP, Irpef, Irepg, IVA ed intanto c’è chi dilapida i soldi pubblici a mano libera? Ed il nuovo sindaco cosa fa? “Pedonalizza” via dei Fori nella quale però continuano a transitare autobus, pulman, taxi, ncc e guarda caso anche gli “autorizzati”. Del resto cosa ci dovremmo aspettare? In fondo siamo italiani.

linoalo1

Mar, 17/09/2013 - 16:26

Pensassero ai 'casi'loro che ,ai nostri ci pensiamo noi!I Saggi della UE,come al solito,sparano cazzate pur di aprire la bocca!Lino.

Ritratto di sgnorrossi

sgnorrossi

Mar, 17/09/2013 - 16:34

@vivaitaly: se non paghi ici o imu mica perdi la casa, quella è l'ipoteca, ad esempio per chi fa il mutuo. un po' di chiarezza per dio!

mila

Mar, 17/09/2013 - 16:52

La stabilita' politica si ottiene soprattutto con le dittature.

Ritratto di zzTop....

zzTop....

Mar, 17/09/2013 - 17:06

grazie ai nostri politicanti ci siamo legati mani e piedi allo strapotere di questa neuropa del neuro(leggi marco) della finanza dei massoni e dei banchieri... ce lo chiede l'europa? AFF...

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 17/09/2013 - 17:07

Rehn, non siamo una Europa FEDERALE, perciò tu non puoi venire in Italia a comandare di quello che dobbiamo fare. Quello che dobbiamo fare sono cavoli nostri, se Bruxel gli va bene ,bene, altrimenti USCIAMO da questa BABILONIA di PAESI che Bruxel vuole comandare a suo piacimento.

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 17/09/2013 - 17:08

Rehn, non siamo una Europa FEDERALE, perciò tu non puoi venire in Italia a comandare di quello che dobbiamo fare. Quello che dobbiamo fare sono cavoli nostri, se Bruxel gli va bene ,bene, altrimenti USCIAMO da questa BABILONIA di PAESI che Bruxel vuole comandare a suo piacimento.

tiptap

Mar, 17/09/2013 - 17:13

Una volta di piú si vede come i compagni comunisti nostrani siano, in realtà, al servizio della massoneria comunista internazionale, che ci vuole schiavi. Un popolo povero ed ignorante si schiavizza meglio.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Mar, 17/09/2013 - 17:23

E' Bruxelles che suscita preoccupazioni... Hanno distrutto Grecia Spagna e Portogallo, adesso vogliono distruggere anche noi.

killkoms

Mar, 17/09/2013 - 17:55

@rokko,ennesimo invio,come le ho già detto,la ue ufficiosa ha dato al suo prof l'elenco dei compiti a casa,e l prof ne ha fatto uno su 5/6!come rivelato dal medesimo prof. nella lettera/intervista a repubblica(la),la ue ufficiale(merkel)con una telefonata al prof. medesimo chiese allo stesso di aumentare le tasse perchè voleva sentire"le grida degli italiani"!roba che se fossimo stati un"vero"Popolo,saremmo andati in giro a dare fuoco a tutto ciò che è tedesco! ps,forse non hai bisogno di occhiali,ma di aprire la mente sì!se la sacra ue"non vuole"che si aumentino le tasse,perchè sono così preoccupati che aboliamo l'imu,peraltro compensandola?

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 17/09/2013 - 18:37

xkillkoms.Il rosso schrotter , perse perche oltre alle pensioni , per dare ai suoi turchi, levo molto ai suoi germani.In pratica fece cio che fanno i sinistroidi nel mondo.Tolgono al ceto medio , contattano il capitale , e danno un po di briciole a stranieri e proletari.Poi quando se ne vanno affanciulo , Hanno subito un posto come Schef al Gasprom russo. Ho solo fatto un esempio .

carygrant

Mar, 17/09/2013 - 18:44

a Bruxelles è normale che tifino per le tasse è qui che si dovrebbe evitare di tassare eccessivamente perchè se è vero quanto si è detto sulle tasse che a metterle o ad aumentarle si crea più debito che a diminuirle allora c'è da pensarci...ma la tentazione anche per Letta è troppo forte ora spero gli boccino l'intervento sulle accise che gravano sui prodotti petroliferi -eventualmente si aumentino quelle sugli alcolici e i tabacchi e si disincentivino i giochi -. Cmq un governo come l'attuale è davvero paradossale. Berlusconi l'ha voluto solo per il bene dell'Italia era l'unico a volere il bene dell'Italia mentre lo smacchiatore di giaguari tentennava e sarebbe lì ancora tuttora...però non va bene. Letta però non getti benzina sul fuoco la smetta di dire che se cade il suo governo si pagherà l'IMU e aumenterebbero le tasse IVA compresa al 22 per cento. Per quanto riguarda quest'ultima se hanno problemi di copertura sappiano Letta & C che dovrebbero provvedere alla copertura paradossalmente se la elevano al 22 per cento perchè se poi diminuisce il gettito sarebbe un boomerang...

vivaitaly

Mar, 17/09/2013 - 20:49

sgorrossi, tu dici se non paghi l'imu non perdi la casa, provaci, e che te la fanno tenere? Se uno non paga l'imu la perdera'. Basta guardare quello che succede in tanti stati degli stati uniti. Quanti anziani e giovani devono trasferirsi in altri stati dove la vita e' meno cara, altrimenti perdono la casa perche' non ce la fanno a pagare le tasse. Poi ricordati che le tasse aumentano sempre, non e' che rimangono le stesse di quando hai cominciato. Tu sai bene che una volta che lo stato cominciare a tassare, ti tasseranno sempre di piu'. Ma da fuori a questo, vuol dire che niente e' tuo, e tutto dello stato.

rokko

Mar, 17/09/2013 - 22:17

killkoms, non sono preoccupati per l'IMU in sé, ma perché sforiamo il bilancio. Di quello che dice lei non c'è traccia scritta, per cui per me sono solo congetture. L'unica cosa scritta è la famosa lettera in cui si chiese al governo Berlusconi, nel 2011, di mettere i conti a posto DIMINUENDO la spesa corrente. Tutto il resto, compreso ciò che crede lei, sono fandonie inventate dai nostri politici. Ma non deve credermi: verifichi lei stesso di persona, documentandosi. Poi ne riparliamo.

killkoms

Mer, 18/09/2013 - 15:12

@rokko,sei duro!la ue ha semplicemnete detto di"spostare"le tasse dal lavoro al patrimonio e consumi,ovvero giù cuneo fiscale ma sù iva e imu!in pratica si dà con una mano e si leva con l'altra!tutto qua!l'ue non varrà mai il nostro bene!e poi scusa,perchè concedono deroghe al bilacio a tutti,tranne all'Italia?non è discriminazione palese questa?