Budelli e quel regalino all'ex ministro verde

Lo Stato riacquista l'isola sarda per 3 milioni. La fondazione di Pecoraro Scanio piazza un servizio fotografico all'Ente parco: 11mila euro

Per 3 milioni di euro nella legge di Stabilità ci siamo riacquistati l'isola di Budelli in Sardegna, che da centocinquant'anni era di proprietà privata come altre isole dell'arcipelago della Maddalena. Il mondo ambientalista si è spaccato, con i partiti ecologisti (i Verdi ma anche Sel e M5S) in prima linea per la statalizzazione di Budelli e invece Legambiente contraria («Uno spreco di risorse pubbliche») insieme al Fai («Un privato può garantire fondi per la salvaguardia paesaggistica che non sempre lo Stato pubblico è in grado di assicurare»). Tra più attivi, nella prima fazione, c'è il redivivo Alfonso Pecoraro Scanio, già ministro dell'Ambiente nel governo Prodi, poi scomparso sotto le soglie di sbarramento e inghiottito dalle scissioni nel micropartito del Sole che ride (poco).
Adesso Pecoraro Scanio è presidente di una fondazione, Univerde la cui missione è «diffondere la cultura ecologista». Con convegni, mostre e anche fotografie. E qui la storia si intreccia col riacquisto pubblico di Budelli, con una tempistica notevole. Perché, segnala Dagospia, a poche ore dall'approvazione della legge di Stabilità, che contiene l'acquisto pubblico per 3 milioni di euro dei diritti di prelazione sull'isola (già opzionata da un miliardario neozelandese), l'Ente parco Arcipelago della Maddalena ha deciso che non poteva fare a meno di 16 fotografie provenienti dal concorso «Obiettivo terra» e proprietà di due soggetti: la Società geografica, e la Fondazione Univerde. Cioè quella presieduta da Alfonso Pecoraro Scanio, che si è battuto come un leone per far comprare allo Stato italiano l'isola di Budelli. «La prelazione è una vittoria per l'ambiente e la dignità nazionale» esulta l'ex ministro prodiano. Che ha ottenuto anche un altro risultato notevole. Piazzare le foto di un concorso che si è chiuso ad aprile. Otto mesi fa.
Esultano anche i grillini, per nulla Legambiente che chiedeva di destinare i 3 milioni pubblici agli alluvionati di Sardegna. «Budelli - scrive in una nota l'associazione ecologista -, privata dalla metà del 1800, è passata di mano in mano rimanendo intatta e potendo vantare ancora oggi il ruolo simbolico che le viene riconosciuto nell'arcipelago non in virtù di una proprietà pubblica, ma in forza di norme e vincoli che, a tutti i livelli, hanno sinora difeso in maniera efficace un interesse pubblico anche a fronte della proprietà privata. Tutte le isole dell'arcipelago, non solo Budelli sono private, ma senza problemi di salvaguardia in quanto è previsto il vincolo di totale inedificabilità assoluta».
In passato l'isola è stata proprietà di una società milanese, Gallura Immobiliare, e di Vittorio Peer, avvocato svizzero. Poi ad ottobre l'imprenditore neozelandese Michael Hart, Ceo di Commonwealth Bank of Australia, si era aggiudicata l'isola all'asta per 2,94 milioni di euro, ma con la possibilità dello Stato di esercitare il diritto di prelazione fino alla fine del 2013, cosa poi avvenuta con la manovra. Non un costruttore o uno speculatore, ma un finanziere che si era impegnato a «non toccare neppure un sasso» sull'isola famosa per le spiagge rose, peraltro già vincolate da severe norme. Non aveva fatto i conti con Pecoraro Scanio. E con le sue foto.

Commenti
Ritratto di marione1944

marione1944

Mer, 08/01/2014 - 09:25

Ancora questo insulso e falso personaggio ???

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 08/01/2014 - 10:01

Certe letture mi fanno male al fegato. Per 16 foto pagate 11mila €? Certamente l'accesso fotografico all'isola in vendita sarà stato autorizzato da qualcuno. Forse dal venditore? Interessi paralleli, a scapito del popolo bue che della misconosciuta isola Budelli se ne frega altamente. L'isola era stata opzionata da un miliardario neozelandese? Forse è vero, forse è un comodo "incrocio" per "proteggere" la sensibilità ecologista di qualcuno. Un fatto è certo: l'ecologia fa bene sempre a qualcuno, mentre fa male al popolo bue, che poi è quello che pagherà i 3 milioni. Il Popolo paga sempre i conti della Casta, compresi gli 11 mila a Pecoraro, che nella vicenda non sembra una pecora ma una volpe. Parallelo ecologico, naturalmente.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 08/01/2014 - 10:05

Bello quel Pecoraro che si regge in equilibrio su un mezzo pubblico proletario. Però sembra un autobus e non un tram ben più ecologico.

GUGLIELMO.DONATONE

Mer, 08/01/2014 - 10:29

Di nuovo tra i....piedi questo inutile, anzi dannoso individuo? Lo si mandi sui pascoli dell'alto Cilento ad esercitare il mestiere opportunamente suggerito dal suo cognome, quello del pecoraio!

gyxo

Mer, 08/01/2014 - 10:52

Questo losco personaggio dopo tutte le puttanate fatte da politico,dovrebbe essere esiliato.Invece no i rossi e verdi gli hanno trovato una cuccia d'oro .Io lo avrei mandato a girare bulloni in qualche rigassificatore che quando il nostro era in politica ha osteggiato con becero niet dicendo :questi rigassificatori non si devono fare ne oggi ne domani ne mai.Questo pecoraro perchè non lo avete mandato a fare il pastore? Bonjour Tristesse.

Ritratto di pascariello

pascariello

Mer, 08/01/2014 - 11:04

Le "fondazioni" ,uno dei cancri d'Italia. Poi questa presieduta da questo "genio" che sosteneva che l'aria dell'Italia fosse 4 volte più inquinata di quella dei paesi confinanti, manco ci fosse una barriera daterra alla ionosfera o una bolla tipo "The dome"!

gioch

Mer, 08/01/2014 - 11:25

UN ALTRO TROMBATO SINISTRO CHE PRESIEDE UNA FONDAZIONE.GIRANO SOLDI A PALATE,ESENTASSE,MA RESTANO FILO-PROLETARI ANTICAPITALISTI(VEDI D'ALEMA,BERTINOTTI,IL COMPAGNO FINI E VIA COMPAGNIA DI GIRO). COMPAGNI COMMENTATORI,TUTTO BENE?

Perlina

Mer, 08/01/2014 - 12:06

come la gramigna, certe erbe infestanti non si riesce ad estirparle, ricicciano sempre più vigorose. E poi dicono che non bisogna usare diserbanti. Sbagliato. Questo mistificatore ne è un caso lampante. Saprei io come fargli utilizzare gli 11mila euro. Cominciando a bonificare tutte le migliaia di ettari di terreno avvelenate dalle sue eco balle. Più sono i disastri che combinano e più te li ritrovi in mezzo. Ma chi cavolo li protegge queste nullità?

Gioa

Mer, 08/01/2014 - 12:23

Ma questo percoraro con sole che ride poco...per RIDE ANCHE TROPPO...togliete il sole al signorino. Pur di restare ritti in piedi come al solito venderebbero anche la loro MAMMA. Sti finti comunisti e arcobalenizzati con il sole che ride poco, per fortuna, spariscono sotto le nuvole e la nebbia...POI DI COLPO RIAPPAIONO...chiediamo a renzi rottamatore che sa tutto come mai...renzi dicci il perchè. Dobbiamo chiederlo al tuo amico/nemico quando serve letta?. Lo chiederemo a lui.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Mer, 08/01/2014 - 12:52

Bravo , bravo , finchè dura , ma chi te li da questi soldi ?

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 08/01/2014 - 12:52

I compagni vanno salvati sempre chi non lo capisce è fascista

MEFEL68

Mer, 08/01/2014 - 13:49

Escludendo la soppressione fiscica, possibile che non ci sia un modo per liberarci di questi dannosi personaggi? Anche quando pensiamo di esserci riusciti non votandoli più, questi non si rassegnano a ridiventare esseri qualunque, ma continuano, a nostra insaputa, ad avere incarichi che, col favore dell'ombra permettono loro di continuare a vivere alle nostre spalle e, ancora peggio, a continuare a fare danni. Di questo sono responsabili i partiti che non rispettano la volontà degli elettori.

odifrep

Mer, 08/01/2014 - 14:30

Un colpo da rotto in "culo" per non smentirsi. Esisteranno un milione di foto, in giro, dell'isola di Budelli. Necessitano proprio quelle fatte dall'amico di Vendola?

rinaldo

Mer, 08/01/2014 - 14:38

intanto i soldi sono i nostri e veramente andavano dati agli alluvionati. ma Pecoraro Scanio e il governo intero ne facessero una giusta!!!!

Ritratto di chris_7

chris_7

Mer, 08/01/2014 - 15:01

ecco dove sarà il prossimo debito, un altro buco nella barca che sta affondando! 15:01

Ritratto di Scassa

Scassa

Mer, 08/01/2014 - 15:11

scassa Mercoledì 8 gennaio 2014 I disoccupati ,i terremotati ,esodati e alluvionati d'Italia ringraziano ,pensando alle ferie all'isola riconquistata dal Governo ! S. Sassatelli.

Antonio43

Mer, 08/01/2014 - 15:13

Odifrep, "quelle" con le orecchie impolverate sono molto solidali fra loro. E poi non risulta ce ne fossero tra gli alluvionati, per cui...

linoalo1

Mer, 08/01/2014 - 16:48

Toh,chi si rivede!!Il Pecoraro Verde.Siamo,forse,sotto elezioni?Negli ultimi tempi,sono riapparsi diversi volti ormai dimenticati.Spero,per l'Italia,che sia stata solo una breve apparizione fine a se stessa!Abbiamo già chi ci rovina!Lino

jakc67

Gio, 09/01/2014 - 06:09

chiaramente i sinistrioti non commentano...