La Camera stringe su auto blu e appartamenti di servizio

Le vetture di servizio potranno essere usate soltanto a Roma. Niente più abitazioni per le cariche della Camera

Appartamenti ad uso dei deputati e auto blu sono le nuove vittime dei tagli alla politica. L'ufficio di presidenza della Camera ha votato all'unanimità: né i vicepresidenti né i questori potranno più usufruire delle abitazioni previste per loro. E per quanto riguarda le vetture di servizio i tragitti che portanno percorrere saranno molto più brevi.

Gli appartamenti potrebbero essere restituiti al Demanio, o destinati a un uso differente.

Per quanto riguarda invece le auto blu, non saranno eliminate, ma si potranno utilizzare soltanto all'interno della Capitale o per raggiungere gli aeroporti romani. Le 10 auto di servizio di Montecitorio, dedicate a circa 70 persone (ci sono anche i titolari di cariche o presidenti di Commissioni e Giunte) faranno molti meno chilometri.

Martedì prossimo, nel nuovo ufficio di presidenza, dovrebbero essere decisi altri tagli. Sul tavolo le spese per il personale di segreteria dei deputati con cariche interne, il trattamente economico che gli spetta e il fondo per le spese di rappresentanza.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Gio, 28/03/2013 - 14:28

ecco, qualcosa di buono è stato fatto. ora vedremo se è una situazione che durerà molto...poco? :-)

fatevoi

Gio, 28/03/2013 - 15:06

Va bene ma non basta. Il vero buco nero delle due camere è l'esercito di dipendenti raccomandati e strapagati che compongono gli uffici. Qualcuno mi deve spiegare perché a parità di mansioni svolte, un dipendente di Camera o Senato o Palazzo Chigi guadagna fino a tre, quattro, volte un normale dipendente pubblico. Qualche tempo fa un sindacalista tedesco disse che da loro a parità di mansioni, le retribuzioni erano le stesse. L'unico vantaggio per quei lavoratori "privilegiati" era di lavorare in un posto prestigioso e nulla più.

Ritratto di MAURI

MAURI

Gio, 28/03/2013 - 16:02

Va bene stringere, sarebbe però opportuno che questi poco onorevoli personaggi almeno avessero il buon gusto di viaggiare su auto Italiane, non solo su auto merkelliane. Ma sembra che a questi loschi figuri importi poco dei bilanci statali e dei nostri operai gruppo Fiat. Vergognatevi cialtroni!

Nadia Vouch

Gio, 28/03/2013 - 16:11

Da vari interventi negli ultimi mesi da parte di rappresentanti pubblici, sappiamo che ci sono circa quattro milioni di dipendenti pubblici. Sappiamo anche che trattasi di posti di lavoro necessariamente non sopprimibili, nemmeno in parte, onde non creare sconvolgimenti sociali. Il punto è, ridotta l'imprenditorialità privata ormai in ginocchio, se non abbattuta, chi pagherà più per chi?

Dario40

Gio, 28/03/2013 - 16:39

il bea geste dei Presidenti di Senato e Camera si trasforma in un boomerang per i cittadini Italiani, che saranno costretti a pagare i maggiori costi delle scorte e degli spostamenti. Infatti se risiedessero negli appartamenti di loro dotazione sarebbero nettamente inferiori !La solita presa per i fondelli ! Cominciamo bene !

lorenzo464

Gio, 28/03/2013 - 16:45

mauri, nessuno al mondo compra Fiat

Ritratto di MAURI

MAURI

Gio, 28/03/2013 - 17:06

lorenzo464; Lo vada a dire ai sindacati e agli operai di detti stabilimenti. Comunque i nostri rappresentanti dovrebbero avere più considerazione dei nostri mezzi, veda sistema francese.

Benado

Gio, 28/03/2013 - 17:39

E gli sperperi effettuati per decenni? Chi li rimborsa al tesoro?

mariolino50

Gio, 28/03/2013 - 18:06

MAURI L'unica macchina italiana adatta per rappresentanza è la Maserati quattroporte, che costa assai di più di quelle tedesche, la fiat ormai fà solo utilitarie, hanno distrutto marchi gloriosi come Alfa e Lancia, qui facciamo bene le ciofeche o le supercar, nel mezzo il vuoto intergalattico. E poi Marchionne le auto le fà quasi tutte fuori lo stesso.

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Gio, 28/03/2013 - 18:12

Mancano ancora il taglio agli stipendi, la soppressione degli uffici, segretari e spese connesse degli ex Presidenti di tutto (riccamente pensionati), dei ristoranti interni (tutti a pranzo fuori a proprie spese "risollevando" i gestori in crisi). Puniamo i pianisti che votano al posto degli assenti ed a questi togliamo i gettoni di presenza. Eliminiamo le commissioni inutili e le inutili consulenze esterne. Se avessi più tempo allungherei l'elenco dei tagli!!

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Gio, 28/03/2013 - 18:50

MAURI Le faccio notare che le auto tedesche sono state introdotte dal Cavaliere, prima erano Fiat ed Alfa. Saluti.

disalvod

Gio, 28/03/2013 - 21:07

CHIAMATEMI PER NON STRINGERE MA PER ELIMINARE TUTTO QUELLO CHE NON VI APPARTIENE.L'ITALIA E' ORMAI UN PAESE FALLITO PERCHE' FALLITI SONO STATI COLORO CHE LO HANNO TRADITO E VENDUTO.

angelomaria

Gio, 09/10/2014 - 09:33

ALTRO BLUFFF!!!???COME SE NON SISMO ABITUATI AI VOSTRI TAGLI VRGOGNA A VOI LE NOSTRE VERGOGNE