Cancellieri denuncia: "Ci sono quasi nove milioni di processi pendenti"

Sistema giudiziario sofferente. Cancellieri promuove i magistrati: "Primi in Europa per produttività". Ma in Italia sono quasi nove milioni i processi pendenti. Racconta la tua storia a malagiustizia@ilgiornale-web.it

Il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri riferisce in Aula

Nove milioni di italiani sono rimasti invischiati nei gangli di una giustizia lumaca, incapace di garantire un giusto processo a chiunque varchi la soglia dei tribunali. È un numero che fa impallidire, un buco colossale che tratteggia tutto il fallimentare del sistema giuridico italiano. A metà dell'anno scorso il dicastero di via Arenula contava 5.257.693 processi pendenti in campo civile e quasi 3,5 milioni in campo penale. Quasi nove milioni, appunto. E dietro a ciascuno di questi processi c'è la storia di un cittadino stritolato dall'incompetenza di certi magistrati, dalle lungaggini burocratiche e dai continui rimpalli che allungano i tempi all'infinito.

Nella relazione annuale sull'amministrazione della Giustizia, il Guardasigilli Annamaria Cancellieri ha denunciato il cattivo funzionamento del sistema giudiziario che continua a essere "in sofferenza" nonostante "i numerosi interventi introdotti negli ultimi anni". "È sotto gli occhi di tutti l’eccessivo carico di lavoro che affligge gli uffici giudiziari", ha spiegato il ministro svelando che sono quasi nove milioni i processi pendenti. Ritardi che i cittadini pagano due volte: sulla propria pelle, ogni qual volta si trovano a varcare la soglia di un qualsiasi tribunale, e sui propri risparmi, dal momento che lo Stato ha contratto con le vittime della giustizia lumaca un debito di trecentoquaranta milioni di euro. In base alla legge Pinto del 2001, chi vede i propri processi superare i tempi ragionevoli di durata può chiedere allo Stato di essere indennizzato per ogni anno di ritardo. Nel 2012 il governo Monti ha fissato l'entità dei rimborsi (da 500 a 1500 euro all'anno) e la durata "ragionevole" dei processi: tre anni per il primo grado, due per il secondo, uno per la Cassazione. Tempi che, soprattutto nel settore civile, non vengono vengono quasi rispettati. Il monte complessivo dei risarcimenti accumulati fino al 2013 corrisponde a un ritardo totale di seicentottantamila anni. Il ministero di via Arenula ha, tuttavia, certificato, rispetto al 2012, un "calo" delle pendenze (per tutti i gradi di giudizio) del 4%, che arriva al 6% in Corte di appello.

A Montecitorio il Guardasigilli ci ha tenuto sottolineare "la riduzione del 20% in tema di ricorsi in materia di equa riparazione per l’irragionevole durata dei processi". Tuttavia, basta leggere le mail dei lettori del Giornale.it per comprendere la drammaticità della situazione. Invitati a scrivere la propria storia di mala giustizia, a centinaia hanno raccontato di ritardi decennali, sviste grossolane, ingiustizie, rimpalli o, più comunemente, errori che hanno trascinato i processi all'infinito. La Cancellieri, però, non ci sta a mettere in discussione l'operato dei magistrati. Anzi, ha ricordato che sono "i primi in Europa per produttitività". Piuttosto ha incentrato la sua relazione sull'attuazione della riforma della nuova geografia giudiziaria che, a suo dire, potrebbe avere "un’importanza strategica" nel miglioramento del sistema giurico italiano. Invece, per quanto riguarda l'emergenza carceri, ha rimadato alle Camere "la responsabilità di scegliere se ricorrere" all'indulto, a lungo invocato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e "rispondere in tempi certi e celeri alle sollecitazioni" dell'Unione europea.

Commenti

moshe

Mar, 21/01/2014 - 10:29

Fate lavorare giudici, magistrati e dipendenti dei tribunali OTTO ore al giorno, vedrete che già con questo ci sarà un accorciamento dei tempi.

rotto

Mar, 21/01/2014 - 10:31

per forza che è tutto impantanato! il ragionamento è semplice: si fanno un sacco di leggi inutili, come la bossi -fini e la fini-giovanardi, quest'ultima che ti fa celebrare un processo se ti stai fumando uno spinello, robe da matti! (mentre gli ubriachi al volante che ammazzano se la cavano con una multa) quindi il risultato è che i clandestini arrivano lo stesso, ma li devi processare, senza sapere chi sono e da dove vengono, processi chi li aiuta, processi il ragazzino che si fuma un pò di erba, processi tutti, in egual maniera come se fossero terroristi, aggiungi la burocrazia infinita ed eccoci qua. E poi ti vengono a dire che la giustizia è malata! MALATI SONO LORO E PRIAM DI LORO NOI CHE LI ABBIAMO MESSI LI! SVEGLIA GENTE, SVEGLIA!!!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/01/2014 - 10:32

Che siano i primi in Europa per produttività,ho i miei seri dubbi(non so voi cosa ne pensiate...),Di certo(dato di fatto con numeri alla mano),sono i più pagati,i più privilegiati ed intoccabili.

gigi0000

Mar, 21/01/2014 - 10:36

Una completa riforma della giustizia con giudizi immediati ad horas e la ghigliottina per i boicottatori sarebbero l'unica salvezza.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 21/01/2014 - 10:36

Allora datevi una mossa per chiuderli in tempo zero.

milo del monte

Mar, 21/01/2014 - 10:38

ora e' colpa dei magistrati se la gente delinque...roba da matti, ogni giorno un titolo comico..

aredo

Mar, 21/01/2014 - 10:39

La cattocomunista sempre più ridicola e patetica.. i magistrati italiani primi in Europa per produttività ? Eh certo, quindi sono così produttivi che ci sono 9 milioni di processi pendenti... Ma non si parla poi dello schifo assoluto che fanno questi magistrati e giudici di sinistra con i processi in corso e giunti a sentenza.. E' peggio che nei peggiori regimi comunisti. Questi magistrati non meritano di vivere!

vince50

Mar, 21/01/2014 - 10:44

Si potrebbe mai pensare che magistrati e toghe di ogni genere siano realmente incompetenti?,se così fosse,dimostrerebbe che lo siamo noi.Processi incompiuti per decenni significano lavoro sicuro e garantito con tutti gli aspetti positivi del caso,se fossero brevi,tutto questo non sarebbe possibile.Sveglia dormienti,babbo natale non esiste.

vince50_19

Mar, 21/01/2014 - 10:45

Allora che si fa, si cambia oppure vorremo raggiungere - per il 2020 la soglia - dei 15milioni di processi in corso d'opera? Esimia signora, la gente - lei lo sa- nei ha pieni i cosidetti di questo andazzo e la fiducia verso la magistratura crolla sempre più. In particolare la giustizia italiana si trova al 160° posto su 185 Paesi nel Mondo quanto a efficienza. Noi, "culla del diritto", addirittura veniamo dopo Angola, Gabon, Guinea, Sao Tome e appena prima di Gibuti, Liberia, Sri Lanka, Trinidad. Ovviamente la colpa è sempre del piccoletto di Arcore anche quando non è stato in politica, vero? Invece le cose non stanno così: anche Boato (verdi) nel 1997 provò a presentare una riuforma della giustizia e venne stoppato, indovinate da chi? Dal solito invincibile partitino dei magistrati. Come dire che le leggi che riguardano il funzionamento della giustizia e della magistratura in Italia non le può fare nessuno, nemmeno il parlamento deputato dalla costituzione nei compiti legislativi, senza - pare - il consenso (non richiesto da legge alcuna) di Anm. Siamo a posto? Direi proprio di no.

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 21/01/2014 - 10:49

Mah? Incredibile! Producono "prescrizioni"? Ci dica il Ministro quanti reati si sono prescritti nel 2013!! Ci dica quante cause civili sono in piedi e da quando!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mar, 21/01/2014 - 10:52

Sarebbe bello sapere se i nove milioni sono al netto di quelli mai nati, tipo gli aiutini ai Ligresti o le cenette coi magistrati di politici con gli orecchini, ex magistrati che utilizzavano prestiti di dubbia provenienza, per non perlare delle archiviazione degli amici degli amici....

FerguSSon

Mar, 21/01/2014 - 10:56

Via gli AVVOCATI dal parlamento! proprio grazie a questi loschi figuri che inventano il processo lungo, la lista infinita di testimoni, il legittimo impedimento... la giustizia è bloccata come al solito dalle leggi e leggine che i furbastri tentano di approvare. La colpa non è dei magistrati ma di chi fa le leggi. Bananas verrà il momento in cui renderete conto dello vostre misfatte davanti al Signore!

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 21/01/2014 - 10:58

Ovviamente sfugge il dato delle circa 200.000 prescrizioni all'anno che sono, di fatto, un'amnistia senza regole. Ovviamente sfugge il dato che un processo civile che dura 8-10 anni non è compiere giustizia, ma è una presa in giro. Ovviamente sfugge il dato che 3.000.000 di processi penali sono la foglia di fico per trasformare l'obbligatorietà dell'azione penale in arbitrarietà Invece di risolvere questi problemi , ne crei altri ? Ma per cortesia .....

82masso

Mar, 21/01/2014 - 11:00

9 milioni in mano alle toghe, ma le toghe sono un'organo a sè? fuori dalle regole comuni? oppure applicano solamente quello che il cod. civile e penale "offre" a loro? Si parla sempre di riforma della giustizia, ma perchè in quest'anni non se ne è fatta mai una degna di questo nome (se qualcuno si sente in obbligo di scrivermi che a B. è stato impedito ciò perchè la corte costituzionale ha bloccato gl'emendamenti presentati dal Pdl solo per un fatto ideologico, può starsene sereno dov'è, spreca tempo). La colpa è solo della politica, e dell'inefficienza burocrotica dello Stati Italia.

angelomaria

Mar, 21/01/2014 - 11:01

FUNZION A PIU'CHE BENE PER IL NOSTRO CARO SILVIO BERLUSCONI PERLUI MOLLANO TUTTI AVANI TUTTA LAMALDIUSTIZIA A CORSIE PREFERENZIALI!!!!!

Triatec

Mar, 21/01/2014 - 11:05

Primi in Europa per produttività, a sostenerlo è l’Associazione nazionale magistrati che oltre a giudicarsi tra di loro, si danno anche le pagelle. Dobbiamo crederci? Che il tutto sia confermato dal ministro Cancellieri, voluta e difesa da Napolitano, è una garanzia? Quante ore lavora mediamente in un anno un magistrato?

Ritratto di iomachecco73

iomachecco73

Mar, 21/01/2014 - 11:08

mi date il numero di telefono del ministro Cancellieri così lo accorcio il processo, lo accorcio come fatto dalla Ligresti figlia, ma un pò di vergogna no? x carità dico solo x carità

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mar, 21/01/2014 - 11:19

La soluzione è semplice: esportiamo processi!!! L'Italia è famosa per il "Made in Italy"... Non ci sarà difficile vendere a caro prezzo i processi che abbiamo in surplus ad altri paesi europei che hanno tribunali vuoti e magistrati senza lavoro. Magari potremmo fare giudicare i nostri indagati anche da Paesi che prevedono la pena di morte, così svuotiamo le carceri.

vincenzo

Mar, 21/01/2014 - 11:20

Con tutto il rispetto per la carica,ma cosa ci fa questo rudere ancora in Parlamento? Renzi, per favore, rottama!

Amon

Mar, 21/01/2014 - 11:21

i numeri sono corretti sig.ra Cancellieri pero' di amnistia per risolvere temporaneamente il problema carceri ne abbiamo fatte fin troppe, sono morti anche innocenti dopo aver liberato delinquenti, facciamo cosi o trovate e risolvete il problema carceri una volta per tutte, per esempio aprendo quelle gia costruite e riempiendole o mettiamo voi in galera per incompetenza e truffa allo stato.

Ritratto di Sergio Sanguineti

Sergio Sanguineti

Mar, 21/01/2014 - 11:22

Oltre i processi-farsa che, molti cittadini (compreso il sottoscritto) hanno subìto in base a false accuse, calunnie e diffamazioni, essendo incorsi nella dabbenaggine di fare un figlio in base ad un non previsto (né prevedibile) ricatto uterino, ovviamente negato dai soliti bottegai dei servizi sociali e dei tribunali, nonostante l'eclatante evidenza, quella stessa evidenza che vede un criminale KABOBO libero ed un incauto Berlusconi ai "ceppi" per 7 milioni evasi, contro gli impuniti 360 milioni del compagno De Benedetti, oltre la barcata di milioni evasi ma abbuonati nel campo delle slot-machines... Bell'andazzo, vero, signor "ministro" Cancellieri (e predecessori)????

glasnost

Mar, 21/01/2014 - 11:26

Scusate l'approccio semplicistico, ma in genere risulta quello vero. Io ( e non solo io) mi domando : se i processi per uno che si chiama Berlusconi si fanno con rapidità esemplare, magari anche lavorando durante le ferie, perché anche i comuni mortali non possono godere della stessa celerità ed un'azienda arriva al riconoscimento della propria ragione quando il debitore è già fallito ?? La legge non dovrebbe essere UGUALE PER TUTTI???? PS . Se la Cancellieri dice che la produttività dei magistrati Italiani è così elevata, evidentemente non ha mai messo piede in un tribunale. Bisogna che i ministri siano competenti e non vivano fuori dalla realtà.

Albaba19

Mar, 21/01/2014 - 11:27

sembra che "nella morsa delle toghe" si celi velatamente il fatto che nove milioni di innocenti sono nelle grinfie della magistratura di sinistra, diciamo le cose come stanno, i tempi lunghi anzi lunghissimi della giustizia sono una piaga, è vero, bisogna fare in modo che siano più celeri e che una volta dato un verdetto non ci siano centinaia di ricorsi per vedere se la pena puù essere ridotta o capovolta. ci vuole una riforma sicuramente ma chi viene pizzicato ha per il 90 per cento commesso un reato non dimentichiamolo e come in tutte le cose che ci sono in italia c'è del marcio non solo qui.

hectorre

Mar, 21/01/2014 - 11:28

che vergogna

giovanni PERINCIOLO

Mar, 21/01/2014 - 11:30

"Primi in Europa per produttività". Tutto sta a vedere cosa producono! e il prodotto non mi pare che sia qualcosa di cui portare vanto, anzi!

sale.nero

Mar, 21/01/2014 - 11:30

... che glielo vada a far capire a quelle toghe militanti che spendono, spandono e perdono tempo dietro ai pochi noti. Nessuno ha il coraggio di dirglielo? 9 milioni che aspettano una sentenza e 10 milioni che subiscono la persecuzione del loro Presidente.

honhil

Mar, 21/01/2014 - 11:35

Si è in presenza di uno sfascio totale. Non ci sono termini di paragone. E' un'assurdità. Eppure, i responsabili di questo caos che non ha eguali al mondo, sono intoccabili. Non criticabili. Non censurabili. Senza peccato e impunibili. Così la situazione non può che peggiorare, cara Ministra. Alla prossima puntata, dunque.

electric

Mar, 21/01/2014 - 11:39

C'è qualcosa che non mi quadra nella dichiarazione della Cancellieri: da un lato dice che i giudici italiani sono primi in Europa per produttività. Dall'altro ( e questa mi sembra la versione più credibile) dice che ci sono quasi 9000000 di processi pendenti. In questo caso bisognerebbe cacciare TUTTI coloro che gestiscono la giustizia e mettere al loro posto persone più competenti.

beale

Mar, 21/01/2014 - 11:44

un colpo al cerchio ed uno alla botte.nonostante l'alta produttività(?), un pauroso arretrato.nel calcolo della produttività viene conteggiata anche la partecipazione a convegni e cerimonie.una riforma che non richiede modifiche costituzionali è questa: i magistrati, al pari di medici e paramedici, personale delle ferrovie, aerei, navi,polizia,pompieri, devono assicurare il servizio giustizia h24.Inoltre le sentenze e motivazioni devono avere un limite di caratteri per evitare "sforzi" letterari che nulla aggiungono alla sostanza delle cose.

Noidi

Mar, 21/01/2014 - 11:47

@Sergio Sanguineti: Leggendo il Suo post capisco la decisione dei vari organi governativi nei Suoi confronti.

fcf

Mar, 21/01/2014 - 11:48

Sono lieto di sapere che siamo i primi in Europa per produttività, ma non capisco cosa significhi. Certamente per quantità di carta prodotta. Smettano di dirci che "lo chiede l'Europa" perché l'Europa da anni ci chiede anche che sia riconosciuta la responsabilità dei giudici, ma di questo la Cancellieri ovviamente tace.

Ritratto di renzusconi..

renzusconi..

Mar, 21/01/2014 - 11:54

Marco Travaglio smaschera la cancellieri: watch?v=_ZBwbmf68HA

xgerico

Mar, 21/01/2014 - 11:56

Cancellieri denuncia: "Ci sono quasi nove milioni di processi pendenti".......... Meno uno, in cui e già stata definita la condanna!

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Mar, 21/01/2014 - 12:00

Che interesse possono avere i Magistrati, i Cancellieri gli impiegati amministrativi dei tribunali ad accellerare i tempi: nessuno. Lavorano poco, poche ore, guadagnano tanto,hanno così l'alibi per richiedere nuovo personale per accontentare così i loro amici politici, danno la possibilità ai loro sindacati di avere visibilità,cosa volete che importi loro dell'efficienza e del servizio al cittadino. E' come se la Salerno- Reggio Calabria, fosse terminata e soldi non ne arrivassero più! Figuratevi...... Secondo voi chi potrebbe "toccare il tempo" alla Magistratura o al ministro delle infrastrutture? si solleva il mondo, non solo all'interno degli apparati ma anche chi vive alle loro spalle. Ormai le speranze di un miglioramento sono pari a zero. Nel privato lavori, soffri, vai in cassa integrazione, nel pubblico questo non succede ,non si hanno preoccupazioni, basta dire: "Non rompermi i coglioni o il mio voto non lo prendi più" e tutto torna a posto. Nel privato non puoi dire, "fammi lavorare poco se no non ti voto più". Però purtroppo è così e mi tocca anche sentire le nefandezze che dicono questi sciagurati.

Guido_

Mar, 21/01/2014 - 12:06

Questa è la dimostrazione dell'ennesimo fallimento di chi ha governato in questi ultimi vent'anni, centrodestra in primis.

roberto78

Mar, 21/01/2014 - 12:09

a parte la dabbenaggine del titolo (nove milioni di processi non vuol dire 9 milioni di italiani... potrebbero essere molti di più o molti di meno per colpa dell'abitudine tutta italiana di partorire decine di sottoprocessi a partire da uno solo), l'articolo getta luce su un problema fondamentale ed enorme a cui però le proposte di riforma del pdl non avrebbero mai dato risposta in quanto tarate sull'imputato piuttosto che sull'accusatore... semplificando si potrebbe dire che 9 milioni di processi vuol dire che ci sono 9 milioni di vittime/parti civili che aspettano giustizia e che rischiano di vedere invece la prescrizione di chi gli ha fatto il torto (ovviamente non è detto che poi venga condannato). Io vorrei riforme della giustizia che guardino prima di tutto alle vittime

Ritratto di Mariador

Mariador

Mar, 21/01/2014 - 12:20

Ma come si fa a negare l'evidenza senza provare un minimo di vergogna, senza alcun ritegno. L'OCSE dichiara: "la durata media di un processo civile in Italia arriva a 564 giorni per il primo grado (dati 2010) contro una media di 240 giorni dell'area Ocse e i 107 giorni del Giappone". Se i magistrati italiani, come si sostiene, sono "i primi in Europa per produttitività" i casi sono due: o sono pochissimi o non lavorano a sufficienza. Quale sarà dei due?

Gianca59

Mar, 21/01/2014 - 12:24

Anche questo deve far parte dei punti per il rilancio del lavoro. Renzi pensaci tu.

glasnost

Mar, 21/01/2014 - 12:30

Sig.a Cancellieri e ministri tutti, é possibile sapere quale é il costo della Giustizia in Italia,Francia,Germania e Regno unito?Oppure qualcosa impedisce che chi paga lo sappia? Come per i dirigenti della Rai?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 21/01/2014 - 12:51

Tutto va ben, madama la marchesa.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Mar, 21/01/2014 - 13:14

Cob Silvio ristoranti e tribunali sempre pieni

Ritratto di alejob

alejob

Mar, 21/01/2014 - 13:26

Signora Cancellieri, lei si dimentica che l'Italia ha delle LEGGI ANOMALE. Verso la fine degli anni cinquanta sono stato chiamato a lavorare all'Estero e gli Italiani che arrivavano in quel paese, credevano di comportarsi come a casa loro, perciò i Giudici di PACE, nei primi anni sessanta, lavoravano a pieno RITMO. Masticando la lingua di quel paese, ero chiamato a fare da interprete nei TRIBUNALI. Per i reati dove interveniva il Giudice di PACE, non c'era nessun AVVOCATO a difendere i contenziosi. I contenziosi dicevano le loro motivazioni al Giudice e dopo una attenta VALUTAZIONE, dava il responso. Un processo durava al massimo quindici venti minuti. In Italia per un contenzioso di CENTO EURO, si deve trovare un Avvoltoio che ti difende e se per caso il Giudice esprime sentenza contraria, i CENTO EURO si moltiplicano in MIGLIAIA. I processi Italiani non sono per una reale giustizia, ma sono per incamerare soldi da parte dei Giudici e Avvocati.

Ritratto di stock47

stock47

Mar, 21/01/2014 - 13:38

La magistratura per esistere ha bisogno di chi delinque, è un assioma che non si può disconoscere. Tuttavia anche se crimine e illeciti possono essere sempre presenti e nascenti, occorrerebbe tenere presente che criminali e illeciti non sono infiniti, hanno un limite e una fine o almeno un si trasformano in un rivolo, alla fine. Di conseguenza tutta questa esigenza di magistrati in numero così esorbitante, per una situazione che esorbitante non dovrebbe essere, o dovrebbe essere facilmente portata ai minimi termini in breve, è cosa che andrebbe valutata riducendo i magistrati con il numero dei crimini e degli illeciti. C'è il fondato sospetto che siano i magistrati stessi ad alimentare la crescita del crimine con sentenze balsane, rimesse in circolazione di criminali vari, sentenze e processi che non finiscono mai, il tutto al fine di giustificare la loro esistenza e il loro ufficio. L'Italia oltre a dover risistemare la sua situazione istituzionale politica e governativa dovrebbe incominciare a pensare a risistemare il sistema giudiziario, non solo dal punto di vista delle applicazioni delle leggi, delle carriere dei magistrati, del potere troppo libero ed eccessivo dei magistrati ma anche dell'utilità che essi rappresentano come numero di amgistrati rispetto alle esigenze italiane.

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mar, 21/01/2014 - 14:01

Lavorare è una parola che certo magistrati non conoscono

agosvac

Mar, 21/01/2014 - 14:08

Posso anche capire l'immobilità della signora severino, ex ministro della giustizia, perchè in quanto titolare di uno dei maggiori studi legali italiani gli affari li faceva proprio con la magistratura. Non riesco a capire la signora cancellieri che dovrebbe essere di ben altre origini, visto il suo curriculum come prefetto, quindi rappresentante dello Stato. La magistratura italiana è agli ultimi posti non europei ma mondiali per "efficienza", e questo è un dato di fatto statistico. Lasciamo andare la "qualità" ma anche la sola quantità è deficitaria. Cause pendenti da anni, giudizi sbagliati, imputati prosciolti per decadenza dei termini, imputati prosciolti per mancata pubblicazione delle sentenze. Sembra che tutto fanno i magistrati tranne lavorare, ovviamente quando non hanno a che fare con il loro imputato preferito, allora tutto si sveltisce!!! Il fatto abominevole è che quando i politici, tutti i politici, hanno a che fare con la magistratura, prima pensano a salvare loro stessi e poi pensano al bene degli italiani. Nessuno è completamente innocente ed anche se lo fosse, c'è sempre la possibilità d'inventarsi un reato nuovo.

agosvac

Mar, 21/01/2014 - 14:23

Egregio rotto, lei mi sembra un po', ma molto, fuori di testa.Che c'entrano la bossi-fini o la fini-giovannardi con le idiozie della magistratura? Che c'entra il fatto che la magistratura lasci liberi i delinguenti che ammazzano la gente con gli incidenti stradali, sono loro che li lasciano liberi, il reato c'è basterebbe applicarlo? Se i magistrati facessero il loro dovere di magistrati invece di farsi i c..zi loro, le cose andrebbero meglio. I clandestini vanno espulsi in quanto clandestini, sono i magistrati che cercano attenuanti. Il ragazzino che si fuma uno spinello non ha bisogno di processo perchè è già ammesso che lo possa fare, sono i magistrati che invece lo processano. Lei cerca attenuanti dove nè ci sono nè ci possono essere! Comunque sono d'accordo con lei: non è la giustizia ad essere malata, il malato è lei insieme a tutta la magistreatura!!!

agosvac

Mar, 21/01/2014 - 14:27

Egregio gzorzi, lei ha vinto il primo premio assoluto per l'incomprensibilità del suo commento!!!

Ritratto di Alessandro Genovese

Alessandro Genovese

Mar, 21/01/2014 - 14:30

"Primi in Europa per produttività". Al Tribunale di Latina, cause civili, le udienze cominciano alle 11:00 e terminano alle 13:00. Le vacanze estive partono da metà luglio e finiscono a metà settembre, simile discorso per quelle invernali. Di cosa parla la Cancellieri?

gisto

Mar, 21/01/2014 - 14:35

"primi in europa per produttività" ma quale metro ha usato?Ma ci prende per il c...o?Opppure ha paura dei magistrati che Lei dovrebe controllare?Siamo arrivati a dire che con 9 Mil. di processi sia mo primi per produttività! Mandiamola a casa,personaggio inutile e vile.

agosvac

Mar, 21/01/2014 - 14:35

Egregio milo del monte, chi è realmente comico è lei! Non è colpa dei magistrati se la gente delingue, è colpa dei magistrati se i delinguenti continuano a delinguere perchè alcuni magistrati li lasciano liberi di delinguere. Ha dimenticato quanti delinguenti sono liberi per decorrenza dei termini? Ha dimenticato quanti delinguenti sono liberi perchè un qualche magistrato ha "dimenticato" di depositare la sentenza???

unosolo

Mar, 21/01/2014 - 14:37

talmente veloci che esistono carcerati ancora in attesa di giudizio in compenso escono ,per cavilli e ritardi ,boss e cattivoni. Certi personaggi che fanno paura in mano ad alcuni personaggi riescono sempre a cavarsela , si calca la mano sui buoni soltanto ,come su Berlusconi , mentre per altri si trovano scappatoie e ritardi appositi , questo è quello che appare , ma forse sono coincidenze o casi isolati ma escono senza condanne-.

gisto

Mar, 21/01/2014 - 14:41

Invito molti lettori che pensano ingenuamente ad una giustizia attenta e scrupolosa di assistere qualche volta come ho fatto io,ad alcuni processi,solo così potranno farsi una idea,perchè le cose vanno male,ma se le cose le racconto io,non vengo creduto.Andate ! andate! se avete tempo ,è gratis anche divertente,vedrete le "interpretazioni" della legge come sono fantasiose,oppure il puntiglio su dettagli burocratici completamente inutili ai fini del giudizio.

lamwolf

Mar, 21/01/2014 - 15:02

Centinaia di migliaia di persone anzi meglio dire qualche milioni da un paio di decenni aspettano sentenze e appelli per l'inefficacia della giustizia e qui c'è anche il premio? Allora in alcuni paesi anglosassoni cosa gli devono dare un viaggio premio sulla luna? Senza parole.......

GennaroDeGregorio

Mar, 21/01/2014 - 15:16

Disapprovo totalmente i tempi lunghi della giustizia, non accetto, neanke nel medioevo accadeva quello che succede nei tribunali Italiani, Sn 13 anni che aspetto di avere uno straccio di sentenza ed oggi la mia causa è stata spostata a dicembre 2014. VERGOGNSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

maubol@libero.it

Mar, 21/01/2014 - 16:12

Cancellieri, lei una causa legale per un banale recupero credito l'ha mai affrontata? Certo che no, lei è una statale. Provi a interessarsi, se vuole le mando la documentazione mia. Una causa contro una Soc. dello Stato aperta a gennaio del 2008 non è ancora andata a sentenza oggi! Fra spese legali, mancate entrate, anni che passeranno per il 2 e il 3 giudizio mi dice lei quando prenderò i miei soldi cosa ne farò? Saranno briciole rispetto al dovuto se avessero pagato. La giustizia in italia fa schifo. Non c'è stata una procura da nord a sud che, di fronte alla crisi, abbia aperto una corsia preferenziale alle piccole, medie aziende, ai liberi professionisti. Sa cosa le dico? Fossi al posto suo li ribalterei tutti in pochi mesi. Gente senza coscienza che gioca sulla pelle degli altri, che se ne fotte se la gente si suicida, se ha le pezze nel culo!

Sapere Aude

Mar, 21/01/2014 - 16:15

Secondo i dati della Commissione Europea, messi insieme dall’Associazione nazionale magistrati (Anm), i giudici italiani sono i più produttivi – lo aveva detto anche il magistrato Alfredo Robledo intervistato a Virus. Ammettiamo pure che l’esame abbia come scopo quello di inquadrare la giustizia italiana in un contesto transnazionale. Ma non è perché lo dice l’Anm o la Cancellieri o ci si debba credere. La prima domanda che farei è se i dati si prestano a essere confrontabili: mi sembra di capire che in Europa non ci sia una uniformità di leggi nel penale e nel civile. Si confrontano mele con pere. E se chi esamina allo stesso tempo giudica se stesso (Anm) mi sembra tutto poco credibile. Mi auguro che un ente imparziale si prenda il compito di riesaminare il caso. Ancora più irritante è stata l’affermazione di Robledo alla domanda “quale sia la caratteristica principale che deve avere un magistrato”, l’equilibrio di giudizio. Se guardiamo cosa succede quotidianamente nelle aule dei tribunali – salvo pochissimi casi – la giustizia è tutto fuorché equilibrata (e in particolare quando il giudizio ha colorazioni politiche). Un modo per dire che parla bene e razzola male.

patrenius

Mar, 21/01/2014 - 16:24

Cara Cancellieri, non aggiungere puttanate alla tragedia! Primi per produttività? Quando una pratica viene presa in mano e rinviata 3,4 o dieci volte il lavoro improduttivo si moltiplica e il risultato è ZERO. Io dall'Italia, quindi svantaggiato, ho avuto una causa civile a Vienna e in due anni, ripeto due anni, ho avuto una sentenza di secondo grado ESEGUITA con risarcimento pagato!! Qui ho visto cose allucinanti da radiazione di giudici, avvocati e periti passate come acqua fresca. E ho sentito avvocati onesti piangere in privato per non potersi opporre alle angherie dei giudici. Cancellieri abbi almeno la dignità di stare zitta!

Ritratto di uccellino44

uccellino44

Mar, 21/01/2014 - 16:30

Consiglio alla Cancellieri un periodo - meglio se lungo - di riposo!! "I magistrati italiani primi in Europa per produttività"?! Mi piacerebbe sapere da quale statistiche attinge il nostro ministro! Nove milioni di procedimenti giacenti non sono certo frutto della carenza di magistrati o di personale giudiziario! Conosco la magistratura da almeno 50 anni; ho lavorato con e per essa per almeno 40 anni! Avrei mille modi di sbugiardare il ministro ma.....dovrei scrivere un romanzo!

unosolo

Mar, 21/01/2014 - 16:31

vedete quando parla un ministro per dare spiegazioni le da a suo giudizio e da dati che gli vengono forniti ma non per aver accertato la reale situazione , aspettare dieci o tredici anni e passa mentre per altri cattivi si passa anche ingiudicati uscendo lindi dalle accuse non accertate , mai depositate sentenze in tempo o scagionati per cavilli , questo avviene da anni .

Guido_

Mar, 21/01/2014 - 16:36

@maubol@libero.it, e cosa ha fatto Berlusconi in tutti gli anni che è stato al governo? Niente! Se non accorciare i termini di prescrizione e depenalizzare i reati per i cuali era imputato. La giustizia più che riformata va dotata di maggiori risorse per accorciare i tempi dei processi e non quelli delle prescrizioni, che lasciano impuniti migliaia di delinquenti ogni anno.

a.zoin

Mar, 21/01/2014 - 16:53

Che questa Cancellieri la smetta di dire FRIGNACCE e le Bugie le dica ai suoi famigliari, infine che lavori per ciò che è PROFUMATAMENTE-PAGATA. La produttività di CENTO MAGISTRATI Italiani, vale quanto un Magistrato nei paesi nordici, è più produttivo e PERDIPIÙ ha quasi la metà dello stipendio di un Magistrato Italiano. CHE LE FRIGNACCE, LE DICA A CASA SUA, GUARDANDOSI ALLO SPECCHIO, QUESTA SPUDORATA.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 21/01/2014 - 16:54

e la culona non fa niente? Come per la LIgresti?

Ritratto di HEINZVONMARKEN

HEINZVONMARKEN

Mar, 21/01/2014 - 16:55

Cancellare la Cancellieri no? Ah è vero...il processo al Cavaliere ha aumentato la media...

Beaufou

Mar, 21/01/2014 - 16:57

I magistrati italiani sono "i primi in Europa per produttività"? E da che cosa lo giudica, quest'altra più bella che intelligente? Ma mi faccia il piacere!

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 21/01/2014 - 17:00

Ah ah ah ah ah uha uha la cancellieri restituisce il favore per non essere indagata..come il Berlusca..ha ha ha sono cosi "efficenti" che continuiamo a prendere sanzioni per la loro "efficenza".. dalla ue e dagli organismi per i diritti dell'uomo!! Efficenti...ah ah

NON RASSEGNATO

Mar, 21/01/2014 - 17:34

A parte il far lavorare i magistrati almeno 8 ore al giorno, questi eccellenti incapaci sono al governo a incassare fior di quattrini per cambiare le norme sbagliate, non per raccontarci che il sistema non funziona.BUFFONI

Azzurro Azzurro

Mar, 21/01/2014 - 17:41

ultimi per produttivita' voleva dire, si e' sbagliata

Ritratto di navigatore

navigatore

Mar, 21/01/2014 - 17:55

egregia MInistra Cancellieri, prima di dire stronzate rifletti, certamente ci sono bravi magistrati (pochissimi) il resto sono una banda di incapaci, irresponsabbili, mafiosi,i primi in europa rubare e farsi corrompere, tanto nessuno li tocca, tu per prima(vedi tel uMANITARIA PER GLI AMICI )

piertrim

Mar, 21/01/2014 - 18:29

Nove milioni di processi arretrati significa grosso modo 900 processi per magistrato/anno. Non mi sembrano moltissimi. Non so come funzioni la cosa e quanti nuovi processi mediamente ogni anno vengano richiesti. Una cosa che so è che già 50 fa a certi impiegati della pubblica amministrazione (mi riferisco in particolare a coloro che si occupavano delle stime fiscali presso i catasti) si richiedevano 60 stime al mese e tra eseguire i sopralluoghi, ricercare in archivio i precedenti e redigere la "relazione di stima" ed i conteggi relativi, non credo fosse la singola stima molto più laboriosa del 90% dei processi inevasi. Ora sarebbe interessante sapere quanti processi vengono risolti da un singolo magistrato in un mese e quali sanzioni siano previste per coloro che non giustificano compiutamente la mancata produzione. Inoltre ritengo che per una sentenza non sia mai necessario scrivere un libro riscrivendo in toto le motivazioni già in atti del processo, basterebbe un richiamo e nulla più.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 21/01/2014 - 18:52

Ma sta stronzata da dove l'ha tirata fuori? C'è gente che è in causa da vent'anni. Maledetti.

Ritratto di Riky65

Riky65

Mar, 21/01/2014 - 19:19

loro ..ci odiano.Cioè odiano gli italiani!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Mar, 21/01/2014 - 19:47

TUTTO QUESTO ARRETRATO E' DOVUTO UNICAMENTE AD UNA PERSONA...SILVIO BERLUSCONI, I TRIBUNALI O MEGLIO LE SEZIONE STACCATE DEL PARTITO COMUNISTA NEI VARI TRIBUNALI ITALIANI IN 20 ANNI SI SONO OCCUPATI SOLO DI LUI E DELLE SUE AZIENDE...ECCO PERCHE' C'E' TANTO ARRETRATO, CARA CANCELLIERI.

Giuseppe Borroni

Mar, 21/01/2014 - 22:59

Moltissime cause, soprattutto nel civile, potrebbero essere gestite da ""probiviri"" alleviando il carico alla magistratura ordinaria. Questo e' quello che avviene gia' nei paesi anglosassoni; troppo difficle farlo anche da noi? Comunque non esiste che i tribunali ed i magistrati siano fermi praticamente mezza stagione d'estate!

dare 54

Mar, 21/01/2014 - 23:07

e non è solo questo: l'inquilina di mia moglie, morosa da gennaio 2013, sentenza di sfratto esecutivo e due visite dell'Ufficiale Giudiziario, forse il 28 p.v. verrà messa fuori! E si è anche permessa di presentare un esposto contro di me perchè le avevo detto che non ha pagato neppure il condominio e alcune bollette! L'ho fatta vergognare, la poverina! E questa sarebbe giustizia? Forse anche le leggi vanno cambiate, in questa povera Italia, patria della furbizia, ma non del Diritto!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 22/01/2014 - 00:58

Siamo stufi di due cose. Primo: Siamo stufi di ministri che ci vengono a raccontare i come le cose non funzionino E NON FANNO NULLA PER CAMBIARLE. Secondo: Siamo stufi di subire le angherie di MAGISTRATI IRRESPONSABILI che hanno trasformato la magistratura in un club personale dove OGNUNO FA I SUOI PORCI COMODI. COME QUELLI DI MAGISTRATURA DEMOCRATICA CHE HANNO STRAVOLTO LA GIUSTIZIA PER FAVORIRE LA SINISTRA.

patrenius

Mer, 22/01/2014 - 08:14

Pure il calcolo è sbagliato: se i processi sospesi sono 9 milioni le persone coinvolte sono almeno due e più spesso più di 4 visto che anche moglie e figli soffrono dell'ingiustizia. Quindi si arriva all'orrida conclusione che un italiano su due è impantanato con la giustizia. Altro che patria del diritto. Cancellieri vergognati!!!

GennaroDeGregorio

Mer, 22/01/2014 - 12:58

Il Giorno dopo alle sue dichiarazioni, tutto tace, ma 5.257.693 "persone" "esseri umani " sono stretti dalla mala giustizia e che lei rappresentante della Giustizia Italiana non fa altro che rammentare senza porre rimedio, se lei permette faccio io una proposta, penalizzare gli avvocati sui processi che durano da oltre cinque lunghissimi anni, immettere obbligatoriamente delle scadenze a brevi al fine che il processo abbi la propria sentenza, entro e non oltre il settimo anno. Grazieeeeeeeeeeeeeeeee

GennaroDeGregorio

Gio, 23/01/2014 - 12:58

Chi conosce il dolore, chi come me sa la sofferenza e mi si chiede da quanto tempo cammini con le stampelle, gli rispondo le porto con grande fatica ed a volte quando cado mi rialzo e quasi sorrido perché nn mi sono rotto nulla. Ma la sofferenza di sentire dopo 13 anni di rinvii ed accettare che la prossima udienza avvenga a fine Novembre 2014 è veramente insopportabile.

GennaroDeGregorio

Mer, 05/03/2014 - 09:26

Reagisco male dopo aver aspettato tre anni ad una prima udienza penale, viene rinviata, chiedo al mio legale come descrivere l'evento del giorno al quale non c'è stata l'udienza si chiama " "Diversa composizione" vuol dire, che il giudice e occupato presso altre funzioni, ed il processo viene rinviato di un anno. Essere amareggiato e offeso da chi dovrebbe tutelare i nostri diritti.