CAOS ALLA CAMERAIl capogruppo del Pdl Brunetta: «Commissioni dopo il governo»

Non si sblocca il nodo della formazione delle commissioni permanenti a Montecitorio. Mentre la presidente della Camera, Laura Boldrini, insiste perché i gruppi designino i propri componenti, di fatto è tutto fermo. Soltanto Lega, M5S e Sel hanno provveduto, fornendo i loro nominativi. Gli altri gruppi subordinano la scelta alla formazione del nuovo governo. «La decisione prevalente della conferenza dei capigruppo – ha spiegato il presidente dei deputati Pdl, Renato Brunetta – è stata quella di farle partire solo dopo la formazione del governo». Nulla di fatto, dunque. A nulla è valso il tandem tra i grillini e Sel, che hanno proposto di far presiedere gli organismi ai deputati anziani nell'attesa che si definisca una nuova maggioranza capace di tenere in piedi un esecutivo. La proposta è stata bocciata. Tutto rinviato, dunque. Ma i
grillini, pressano. E anzi, minacciano di organizzare una nuova manifestazione di piazza, anzi a una nuova piazza San Giovanni, se non si farà presto e non si metterà il Parlamento nelle condizioni di lavorare a pieno regime.