Cara Boldrini, lascia in pace le donne nude

Strapparsi le vesti per chi ha deciso di non mettersele non significa difendere le donne, meglio la donna in quanto tale: significa essere sessiste

Foto d'archivio

Quando vediamo una donna scaldarsi tanto per «certe» donne, ci viene sempre in mente quella battuta di Arthur Bloch «Non discutere mai con un idiota: la gente potrebbe non notare la differenza». Ci riferiamo alla presidente della Camera Laura Boldrini e alla sua veemente crociata (inedita, peraltro...) in difesa di quei tocchi di carne del suo stesso sesso che troppo di frequente vengono esibiti in tv: muti e poco vestiti. A parte la solita opportunità di «difendere» chi non desidera affatto essere difeso, ci sono accorate battaglie che sembrano più delle mascherate prese di distanza. Da lì (idiozia a parte), Arthur Bloch... Strapparsi le vesti per chi ha deciso di non mettersele non significa difendere le donne, meglio la donna in quanto tale: significa essere sessiste. Significa condannare chi ha scelto, commissariare la libertà del prossimo, interdire il libero arbitrio altrui. Io, che sono diversa da te, ti spiego come (non) si fa.

Quando Laura Boldrini, in quanto donna e in quanto presidente della Camera, si congratula con la presidente della Rai, Anna Maria Tarantola, per aver deciso di spegnere la messa in onda di Miss Italia («ho apprezzato molto la scelta moderna e civile»), non sta affatto difendendo il suo stesso sesso. Sta mettendo se stessa al riparo da un indesiderato paragone. È come se si sentisse vittima, la presidente Boldrini, di una sorta di sillogismo al quale manca il «termine medio», che quindi verrebbe fuori più o meno così: certe donne sono nude e mute, io sono una donna, io sono nuda e muta. Che è un po' come quell'altra battuta, quel paradosso concettuale che girava al primo anno di Filosofia: i treni fumano, mio zio fuma, mio zio è un treno. Secondo la Boldrini solo il due per cento delle «signore» che appaiono sul piccolo schermo parla ed esprime pareri. Benissimo. E allora? Perché la Boldrini deve esprimere pareri al posto loro? Perché la Boldrini, che ha tanti concetti al proprio arco, deve sentirsi offesa da un genere di donna che non ha nulla a che vedere col suo genere? La disturbano le «biotte» afone della televisione, così come la innervosisce Miss Italia (anche la signora Mirigliani, se è per questo, si è innervosita sentendo le dichiarazioni della presidente) eppure la manifestazione era in voga fin dal 1939, anno in cui l'emancipazione femminile era di là da venire, di nudi se ne vedevano pochini e il massimo della trasgressione era rappresentato da un sorriso più bianco del consueto grazie alla famosa marca di un diavolo di dentifricio; la ferisce la signora della pubblicità che, sorridente, serve cotolette dorate a figli e marito già comodamente seduti a tavola («quando, nel nostro Paese, le donne smetteranno di “servire”?»). A parte il fatto che si dovrebbe decidere, la signora Boldrini, prima di sparare nel mucchio (allora, chi è che non tollera, le sfacciate, smutandate, emancipate o le spasmodiche della panatura, casalinghe e sottomesse o forse entrambe?) e in ogni caso dovrebbe essere talmente dalla parte delle donne da lasciar decidere alle donne cosa essere: con quanto olio di semi, con quanti vestiti, in cucina, in tv, a tavola e nel letto. C'è un solo modo di essere «colleghe», tra signore: non sentirsi minacciate da chi è altro rispetto a noi. Ci sono le presidenti della Camera, le imprenditrici, le casalinghe, le laureate, le parrucchiere, le mantenute, le starlette e ci sono perfino le escort, perché la maniera di essere donna della signora Boldrini non è l'unica maniera. Non esistono modelli femminili come modelli di democrazia, da esportare nelle incivili periferie del mondo. Se la Boldrini la smettesse di difendere le donne, le donne avrebbero qualcosa in meno da cui difendersi.

 

Commenti

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 08:34

Condivido in parte la Sua analisi. Va pensato infatti che esiste anche una fascia di donne che hanno bisogno di sentirsi dire alcune cose, come ad esempio "guarda che se uno ti prende a schiaffi non ti ama". In altre parole, essere emancipate richiede anche dei mezzi intellettuali e un ambiente sociale che favorisca. A volte diamo per scontato che ciò che per noi è evidente, ad altri risulti incomprensibile o ignoto.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 16/07/2013 - 10:57

Nadia Vouch. Parliamo sempre più sovente di violenza senza mai soffermarci su cosa intendiamo per violenza. Io le pongo una sola semplicissima domanda quale é peggio la violenza fisica o quella morale?? Potrebbero essere pari ma secondo molti studiosi é peggiore la violenza morale. Una é tipica dell'uomo, l'altra delle donne. Della prima tutti ne parlano e straparlano, la seconda e semplicemente e totalmente ignorata. Perché???? Forse perché l'uomo non sempre ha il coraggio di parlarne?? Resta il fatto che la violenza fisica o morale che sia va condannata sempre e continuare a parlare di cazzate tipo il "femminicidio" serve solo ad aumentare l'incomprensione e la diffidenza tra i due sessi!

Greta Vit

Mar, 16/07/2013 - 11:20

Mi dispiace CARA SIG.RA BRAGHIERI, pennivendola di questa testata giornalistica, MA SONO IN DISACCORDO TOTALE CON LEI. Peccato che Lei, Lei proprio appartenga al genere femminile. Come il suo qui sopra compagno di merende Perinciolo Giovanni che attribuisce alle donne un acume emotivo che gli uomini non hanno, e per questo - per sillogismo - le donne provocherebbero violenza fisica, in quanto bisbetiche/isteriche - così Lei vorrebbe al loro posto le donnine nude e le casalinghe depresse e frustrate, perchè COMODE alla vostra categoria di persone pidielline che promuovono l'emancipazione femminile finta : quella che avvalora il maschilismo imperante (CHE DA SEMPRE CONSIDERA LA FEMMINA CAUSA DELLE FOLLIE E DEL POTERE O ABUSO DI POTERE DEL MASCHIO). Ben lieta che ci siano donne come Rita Levi Montalcini o Franca Rame che hanno dato e trasmesso l'esempio di DONNE FORTI E AFFAMATE DI VERA conoscenza.

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 11:38

Per #giovanni PERINCIOLO. Lei mi chiede qualcosa al quale non so rispondere, ma provo. Per me la violenza non è mai solo fisica o solo morale. Noi siamo corpo e mente. Siamo maschi e femmine e in ogni persona c'è una componente anche maschile o anche femminile. Nessuno è sessuale al 100%. La stessa educazione ricevuta può interferire (imprinting). Il tipo di società dove si vive può condizionare. Inoltre, i temperamenti sono differenti. Ci sono uomini dolcissimi e donne dal piglio duro e deciso. Ci sono donne che si lasciano maltrattare e uomini che si lasciano umiliare, spesso da altri uomini. Ci sono donne crudeli con altre donne. Non è quindi parlare di un problema, qual è la violenza, a dividere i sessi. La violenza è la conseguenza di questa distanza, non la sua causa. Cordiali saluti.

giovanni PERINCIOLO

Mar, 16/07/2013 - 11:51

Greta Vit. Cara signora compagna di merende sarà probabilmente lei e similmente pidiellina. Il suo femminismo urlato e da strapazzo é probabilmente frutto della sua personale frustrazione e del non essere riuscita a realizzarsi né come donna ne come madre. Si goda comunque il suo livore e la sua frustrazione e se ne inebrii quanto vuole. Resta il fatto incontestabile che nei secoli il "valore" donna non é mai sceso cosi in basso come dopo l'eslposione di certo femminismo da baraccone di cui é ottimo esempio. Auguri a lei.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 16/07/2013 - 12:12

La Kyenge è molto più intelligente della signorina Boldrini, perché ha accettato le scuse senza menare il torrone. Quindi gli elettori della Boldrinella sono pregati a spostare i loro consensi sull'afro-italica, alla faccia del razzisti di sinistra (che il diavolo se li porti).

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Mar, 16/07/2013 - 12:23

le veline no, ma ai gay pride dove mostrano il sedere sculettandolo come baldracche si.Fra poco si domandera' aalla tv rai e mediaset, di dare una quota anche ai culattoni che facciano le veline ,cosi si calma e ridiventa felice e sorridente come quando interviene alle manifestazioni gay come presidente della camera

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 16/07/2013 - 12:28

Ma no Greta Vit, si faccia una cura di vitamine. Le donne odiano il loro uomo allorché sono andate a letto con un altro. Tanto semplice... La saluto e casomai fosse riuscita a mettere il cappio al collo a un buon uomo, le raccomando, tenga sempre le gambe ben strette.

carpa1

Mar, 16/07/2013 - 15:18

Sono appena 3 mesi che occupa lo scranno di presidente a Montecitorio e da tre mesi non fa che ficcare il naso, a sproposito, in tutte le faccende che non la aggradano. Lasci lo scranno più alto e vada a sedersi in mezzo agli altri e attenda il suo turno per vomitare dalla bocca i suoi personali omnidirezionali pensieri. A lei è stato conferito l'incarico di far funzionare la Camera e non di indrottinare il popolo.

Ritratto di antonio vivaldi

antonio vivaldi

Mar, 16/07/2013 - 15:45

Egregio Gianfranco robe, per tempo ma anche per meritocrazia non rispondo ai suoi commenti nel merito, ma una cosa volevo fargliela sapere. In due post che ha pubblicato ha avuto l'arte di mostrarsi cafone ed ignorante nel puro stile Pdlino. Continui perché ha le qualità per poter prendere il posto di Calderoli

Roberto Casnati

Mar, 16/07/2013 - 15:58

La Boldrini è così ignorante che, probabilmente, non sa neppure chi fosse Frine né, tantomeno, perché la avessero processata. Boldrini studia un po' e poi esprimerai un parere, per ora sei solo una povera ignorante che approfitta della sua posizione per farsi una campagna elettorale a spese dello stato, però Boldrini, forse hai sbagliato i conti, per quanto corpivendula, nessuno voterà per te!

baserino

Mar, 16/07/2013 - 16:14

la madre degli incolti è sempre incinta... diceva mia nonna e qui non mi riferisco di certo alla Boldrini...

Ritratto di gino5730

gino5730

Mar, 16/07/2013 - 16:20

La compagna Boldrini è ormai del tutto fuori controllo,spara sentenze a raffica da quella veramente grave e anticostituzionale della priorità dei rom sulle case a quella che non trasmettere in RAI miss Italia è segno di civiltà,dai milioni sprecati per spolverare i libri della Camera a come devono coprirsi le donne.Ora mi aspetto che se ne esca con l'imposizione del velo alle stesse donne e calze nere e spesse per le ballerine tipo Kessler quando la televisione era in bianco e nero.

Ritratto di Ninaninafvg

Ninaninafvg

Mar, 16/07/2013 - 16:27

Gentile sig.ra Nadia considero che sia sia molto importante far capire alle ragazze che gli schiaffi non sono amore. Purtroppo ci sono le madri che fanno di tutto il contrario. Infatti se una non ha un fidanzato rimane sempre una sfigata e quindi pur di tenersi un uomo deve fare qualsiasi cosa. Penso che tutto debba partire dall'educazione e dall'esempio che ci danno le madri.

unosolo

Mar, 16/07/2013 - 16:56

sarà gelosia , si esprime da zitellona , critica le donne , apprezza che la RAI eviti il festival , eppure è ammirato e visto dal mondo intero , un giro di affari enorme sia per la città che le TV , amare e far capite l'arte che sia il canto , la storia o le civiltà insomma la RAI , lo ammetto, ha dei bei programmi , se proprio devo dirlo non apprezzo i troppi soldi che si elargiscono per i conduttori di alcuni programmi , se mai dovevano accorciare l'ingaggio del conduttore non evitare di trasmetterlo le donne sono donne tutte vanno tutelate ,sarà gelosia o chissà ,,,,,

Nadia Vouch

Mar, 16/07/2013 - 17:14

Per #Ninaninafvg. Ciò che Lei dice è purtroppo molto reale, anche se profondamente ingiusto. Tuttavia, a qualcuno spetta prima o poi di spezzare la catena: inutile costruire castelli di sabbia difronte ad un mare in tempesta. Cari saluti.

claudio faleri

Mar, 16/07/2013 - 18:09

la boldrini è una povera fanatica alla quale mancano KM di c..........o

claudio faleri

Mar, 16/07/2013 - 18:15

caro robe, ma in italia non esistono i razzisti di sinistra, loro sono i migliori, vogliono l'accoglienza, poi si ritirano nelle loro propietà collinari dove lo zingaro o il clandestino non esistono...i sinistri sono meravigliosi, solo loro sono buoni, tutto il male è a destra, si sono evalengizzati e sono diventati anche bacia-pile, accondiscendenti col clero e umilmente prostrati e servizievoli, poi hanno messo sul seggiolone la congas che con il loro applauso si adopera per far entrare il congo in italia a spese di tutti noi, il programma della congas prevede la costtruzione di villette con piscina e posto macchina con ingressi elettrici

roberto78

Mar, 16/07/2013 - 18:33

se non si ha nulla da dire l'ideale sarebbe non scrivere nulla ... questo articolo è a favore delle donne? non credo che lo sia in misura maggiore dell'esternazione della boldrini ... (che però alcune banalità le deve dire per contratto e per il suo ruolo istituzionale...). In questo articolo si afferma qualcosa di importante? non mi sembra che dire che se una donna è bella è anche libera di spogliarsi e trarre beneficio dal suo corpo sia qualcosa di nuovo o di particolarmente rilevante... è l'ovvio. Il motivo di questo articolo è attaccare per partito preso la boldrini ... e non mi sembra che questo abbia un valore giornalistico...

Ritratto di leopardi50

leopardi50

Mar, 16/07/2013 - 18:59

Soprattutto se a farlo vanno a Villa San Martino. Questo articolo affonda le sue radici nella cultura del ventennio.

chiara 2

Mar, 16/07/2013 - 19:14

Oltretutto Miss Italia non è affatto un'esibizione volgare di particolari anatomici, piuttosto una kermesse che tende a rappresentare grazia e bellezza femminile. Certo, il soggetto, in pieno stile comunista, vorrebbe "colpirne uno per educarne...tutti". Vi prego fatela sparire!

nonna.mi

Mar, 16/07/2013 - 19:15

Vorrei fare una domanda alla Presidente della Camera Boldrini: Lei non pensa che sia più infamante per le donne in genere vedere un "gay-pride" con tutte le sguaiataggini che ostentano, che non uno spettacolo TV come Miss Italia in cui le belle ragazze poco vestite non rappresentano certo una istigazione alla pornografia? E si vergogni di aver partecipato sorridente e plaudente alla ultima carnevalata volgare dove la decenza civile manca totalmente, Myriam

petra

Mar, 16/07/2013 - 19:39

claudio faleri. E lei li chiama buoni? Sono i peggiori nemici degli Italiani.

davidebravo

Mar, 16/07/2013 - 19:55

Sinceramente non trovo il nesso tra Miss Italia e la tv spazzatura della donna oggetto.

hector51

Mar, 16/07/2013 - 19:56

Che la signora Boldrini se ne andasse fra i talebani, ma chi le ha chiesto niente. Chi crede di essere per dire agli altri come devono comportarsi. Evidentemente in Italia non ci sono problemi particolarmente seri visto che la presidente della camera ha tutto il tempo per pensare a miss Italia. Ma chi ce l'ha mandata..................................................

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Mar, 16/07/2013 - 22:46

@ Gianfranco Robe e Giovanni Perniciolo- Il commento di Greta vir è spocchioso e partigiano, non condivisibile,ma ciò non dovrebbe autorizzare ad attaccare la lettrice sul piano personale,ma solo su quello delle idee.Forse si pretende che una donna debba presentare le proprie credenziali di moglie felice e fedele,ottima madre ecc. prima di poter esprimere le sue opinioni?

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Mar, 16/07/2013 - 22:46

Altra novita' dalla presidentessa che poteva evitarci,stia tranquilla, e non sia cosi agitata

mastra.20

Mar, 16/07/2013 - 23:09

ma questa da quale convento è scappata..sono tornati i sessantottini al contrario , adesso tutti casa e chiesa ,, madonna mia pensaci tu..

piedilucy

Mer, 17/07/2013 - 00:08

cara laura invece di sparare cazzate sulle donne e di voler allargare i flussi migratori della feccia da te chiamata risorsa...guardati in giro gli italiani stanno morendo di fame....dimettiti per il bene dell'italia tu e l'orango

sax_

Mer, 17/07/2013 - 08:19

Signora Boldrini,credo che i suoi atteggiamenti da "adesso vi faccio vedere la vera civiltà" fanno solo male alle donne. Lei parla tanto di libertà delle donne,vero? Ed allora perchè vietare a delle ragazze di realizzare il loro sogno?