Carceri, il Consiglio d'Europa promuove l'Italia

Un mese dopo la bocciatura di Strasburgo. Vietti (Csm): "Bene, ma non dormiamo sugli allori"

Il Consiglio d’Europa apprezza l’impegno del governo italiano per tentare di risolvere il problema del sovraffollamento delle carceri. Una nuova valutazione sulla situazione degli istituti di pena italiani sarà effettuata nel giugno del 2015. L’organismo di Strasburgo a cui fa riferimento la Corte europea per i diritti dell’uomo in particolare ha apprezzato "l’impegno delle autorità a risolvere il problema del sovraffollamento carcerario in Italia" e "i risultati significativi ottenuti in questo campo grazie alle diverse misure strutturali adottate per conformarsi alle sentenze" della Corte, compreso "il calo importante e continuo della popolazione carceraria e l’aumento dello spazio vitale ad almeno 3 metri quadrati per detenuto".

Un mese fa la bocciatura di Strasburgo

A fine aprile il Consiglio d’Europa aveva bacchettato l'Italia sostenendo che le nostre carceri continuano ad essere le più sovraffollate in ambito europeo. La realtà riferita al nostro paese, come emergeva dalla pubblicazione del rapporto annuale sulle statistiche riferito al 2012, parla di 145,4 detenuti per 100 posti disponibili, contro una media di 98 su 100: è la situazione peggiore dell’Unione europea a 28 paesi, mentre fra i 47 paesi che fanno parte del Consiglio d’Europa solo in Serbia il sovraffollamento è maggiore.

Vietti (Csm): non dormire sugli allori

"Da Strasburgo arriva una notizia positiva sulle carceri - il vicepresidente del Csm, Michele Vietti - che però non deve indurci a dormire sugli allori: continuiamo ad essere sotto osservazione, tutti gli allarmi lanciati, a cominciare da quelli del capo dello Stato, rimangono drammaticamente attuali".

Commenti

max.cerri.79

Gio, 05/06/2014 - 13:55

Quindi, se liberiamo tutti gli spacciatori per l'Europa è unbene? Togliamo il reato allora, ccosì inizio a farlo anch'io

noinciucio

Gio, 05/06/2014 - 15:29

perchè non portiamo i detenuti al parlamento europeo incatenandoli ai cancelli?

umberto nordio

Gio, 05/06/2014 - 15:33

Begli sforzi! Abbiamo messo in condizione migliaia di delinquenti di reiterare i loro reati ,liberandoli.

lamwolf

Gio, 05/06/2014 - 15:34

Carceri affollate??? basta leggere qualsiasi quotidiano o sentire un solo TG che ogni giorno vengono arrestati politici corrotti, appalti truccati con mazzette e qualche centinaio di delinquenti e criminali. Un paese collassato in mano alla corruzione e criminalità e con la gente vessata e tartassata 365 giorni all'anno. Povera Italia!!!

MEFEL68

Gio, 05/06/2014 - 17:06

Possibile che l'Europa sia pronta a bacchettarci su tutto (pensioni, carceri, ecc.)e non ci abbia mai rimproverato di pagare i nostri politici al di sopra delle nostre possibilità e della media europea? Mi viene da pensare che a noi popolo i nostri politicastri dicano solo ciò che a loro fa comodo.

MEFEL68

Gio, 05/06/2014 - 17:12

Oltre che "Divorzio all'italiana", "Matrimonio all'italiana" abbiamo "Politica all'italiana". Non si riesce (o si vuole) ad arginare l'immigrazione selvaggia? Presto fatto, si abolisce il reato di clandestinità. Non funziona la giustizia e le carceri sono piene? Presto fatto, anzichè far funzionare la giustizia e costruire nuove carceri, si mettono in libertà i detenuti. Viva l'Italia.

canaletto

Gio, 05/06/2014 - 17:32

Sa tanto di una presa in giro per noi italiani. Rispediamo a casa tutti gli stranieri in galera e riserviamola a gente pericolosa, così evitiamo sovraffollamenti

Ritratto di Zione

Zione

Gio, 05/06/2014 - 19:07

La fissazione di un "pezzo grosso" del Giudiciume: "io sono lo Zar e mando in Siberia; io sono Dio e tutto posso ..."; la ricorrente e incazzata voce del POPOLO: "Piciu !!!".