Caso Gentile, il Pd chiede le dimissioni. Ma lui: "È macchina del fango"

Barricate del Pd contro il neo segretario alle Infrastrutture. La Bindi: "Gentile lasci". Ma gli alfaniani lo difendono: "No a patenti di indegnità"

Cresce la fronda contro il neo segretario Antonio Gentile. La nomina dell'esponente del Nuovo centrodestra, coinvolto in una brutta faccenda di pressioni su un quotidiano per non far uscire notizie sul figlio, non va giù ai vertici del Partito democratico. Rosy Bindi, del Pd, ospite dell'Intervistà di Maria Latella su Sky Tg 24, ha invitato sia il premier Matteo Renzi sia il titolare del Viminale Angelino Alfano a fare un passo indietro: "Non può restare al suo posto perché quella telefonata (al direttore dell'Ora della Calabria, ndr) è inquietante". Ma Gentile respinge le accuse del Pd al mittente e non pensa lontanamente a mollare la poltrona: "La macchina del fango partita dalla mia regione ha contaminato anche i grandi giornali".

La scelta dei sottosegretari continua a far discutere. Se Fabrizio Barca si complimenta per "una squadra segnata dal cambiamento", nel Pd ci sono critiche e perplessità. In particolare fa discutere la nomina al dicastero delle Infrastrutture dell'alfaniano Gentile, accusato di aver fatto pressioni, da lui smentite, affinché il quotidiano L'Ora della Calabria non pubblicasse la notizia di un’indagine a carico del figlio. "Alfano liberi Renzi dall’imbarazzo - ha chiesto il deputato Pd Dario Ginefra - questo governo, per poter portare a termine il suo complesso mandato, non può permettersi alcuna crepa nella sua credibilità pubblica". Ancora più dura la Bindi: "Gentile non può certo rimanere nell’esecutivo". Intervistato dalla Stampa, il bersaniano Alfredo D’Attorre parla di vulnus da sanare e auspica un’iniziativa sia da parte di Ncd sia di Renzi "per convincerlo dell’assoluta inopportunità della sua permanenza nell’esecutivo".

Il malcontento non è circoscritto al Partito democratico. Anche la Lega Nord storce il naso per la nomina di Gentile e degli altri sottosegretari indagati. "Se questo è il nuovo che avanza, allora è un disastro - ha commentato il segretario federale Matteo Salvini - il Carroccio è pronto a sfiduciare tutti gli indagati che Renzi ha messo al governo". Ma gli alfaniani non vogliono sentir parlare di passi indietro e difendono a spada tratta il neo segretario. "Su Gentile non abbiamo intenzione di accettare patenti di indegnità o di prestare il fianco a polemiche infondate", ribatte il presidente di Ncd Renato Schifani secondo cui è in atto "un’operazione mediatica e politica violenta, palesemente fondata sul nulla". Maurizo Sacconi, presidente dei senatori del Nuovo Centrodestra, accusa "i soliti noti che per vent’anni hanno viziato la democrazia italiana con l’uso sistematico del pregiudizio e del sospetto nei confronti dell’avversario politico di turno". Sacconi chiede quindi di "isolare queste forme improprie di condizionamento della vita democratica per affermare almeno le più elementari regole dello Stato di diritto e della tutela della dignità della persona da ogni indimostrata maldicenza". Anche secondo Fabrizio Cicchitto, contro Gentile ci sarebbe "uno scatenamento immotivato del tutto pretestuoso, determinato solamente da speculazioni di basso conio".

Commenti

scipione

Dom, 02/03/2014 - 16:16

Siamo al ridicolo da buffoni di circo equestre di quart'ordine : se uno dimostra nei fatti di essere indegno ,non c'e' bisogno di qualcuno che gli dia la patente,se la da' da se'.

akron

Dom, 02/03/2014 - 16:47

Oltre alle pressioni al quotidiano ha piazzato tutti (figli e parenti vari) in Calabria. In galera.

angelomaria

Dom, 02/03/2014 - 16:54

quello che volete ma non la bindi e'ora che spaeisca dalla faccia della politica nostrana unaltra bella dei loro meginquisita ma sempre come i complici mai pagato che bello vivre con le coperture che ti tirano fuori dai guai !vero!carabindi!!!!!!!!

pinosan

Dom, 02/03/2014 - 17:52

Consiglio a Renzi se vuol dimostrare di avere le palle, e di stare più attento nelle nomine e di decidere da solo,mandare a quel paese la Bindi e COMPAGNI.Per ora si è fatto solo consigliare.I suoi nemici nemici li ha in serbo come sempre li ha avuti Berlusconi.MEGLIO SOLI CHE MAL CONSIGLIATI.Non datemi consigli so sbagliare da solo.

michele lascaro

Dom, 02/03/2014 - 18:20

Ma chi aspetta Renzi per sbattere fuori questa persona. Tra un politico e un giornalista, nella maggior parte dei casi, do fiducia al giornalista.

bruna.amorosi

Dom, 02/03/2014 - 18:24

Pinosan adesso vedremo se RENZI ha le palle come dici tu .io ho paura che già si stà facendo le cxxxcca sotto . certo Alfano conta poco e niente ma senza lui vanno tutti a casa . e finalmente i kompagnucci si accorgeranno cosa significala parole ricatto ,in un governo di senza palle .

Ritratto di aquila

aquila

Dom, 02/03/2014 - 18:35

Certo Angelino e compagni di merende abbaiano alla luna per far vedere che esistono e per mantenere il deretano al caldo. certo che hanno fatto una scelta suicida ma era il meglio che potevano offrire. Sono riusciti perfino a riesumare la Rosy, sarà bene che Renzi cominci a valutare attentamente i suoi compagni di viaggio se non vorrà essere spolpatolentamente.

Ritratto di aquila

aquila

Dom, 02/03/2014 - 18:45

Ma il responsabile dell'interno quando lo nominano???? Ogni giorno ammazzano per strada senza problemi, le forze d3ll'ordine non sanno più che cosa fare impegnate a fare la spesa con i vari politici decaduti e non, la Emerita magistratura d'accatto libera i criminali e mette in galera i servitori dello stato e Angelino lo statista che fa? Ride come un beota e difende Gentile. Renzi apri gli occhietti o fra poco ti troverai seduto sui gradini di palazzo vecchio con le pezze al culo!!!!

jeanlage

Dom, 02/03/2014 - 18:47

Il PD, che ha messo al governo personaggi come la Kyenge ed ora Scalfarotto, dovrebbe evitare di usare per gli altri termini come, inopportunità, impresentabilità o indegnità. Essendo il PD acronimo di Potere e Debaro, tutta la guerra è contro che ha raggiunto il Potere (con la P maiuscola) al posto loro. Per continuare a fare i loro loschi affari, all'ombra di De Benedetti, è importante che non ci sia alcun governo che possa interrompere i loro intrallazzi.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Dom, 02/03/2014 - 19:16

@jeanlage "Debaro" ?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 02/03/2014 - 19:49

Il fantastico "rinnovamento" della sinistra italiota: Il nuovo segretario del PD Matteo Renzi caccia a calci in culo da Palazzo Chigi il collega di partito Enrico Letta. L’ex segretario Berzanov, ristabilitosi dal grave malore, piomba in Parlamento e abbraccia il defenestrato Letta. Tra rottamati si consolano! Viene nominato sottosegretario Antonio Gentile (ncd), che ha imposto alla stampa di non pubblicare la notizia del figlio indagato, e Rosy Bindi ora a capo dell'antimafia, pretende che quella nomina venga annullata. Senza contare che anche Maria Carmela Lanzetta, appena nominata Ministra, si scopre essere indagata dalla procura di Locri in merito a un appalto ai tempi in cui era sindaco di Monasterace. Viene chiamato Giuliano Poletti a ricoprire il Ministero del Lavoro nonostante abbia un conflitto di interessi da paura visto che era a capo delle puzzolente lobby delle Coop. Anche a Federica Guidi, Ministro dello Sviluppo Economico, viene contestato un analogo conflitto di interessi per aver ricoperto l'incarico di Presidente dei giovani industriali. Insomma il Governo abusivo del rinnovatore Matteo Fonsie Renzi, nato solo da qualche giorno, è già sprofondato nella merda più nera. Non c’è che dire, un grande rinnovamento….di merda!!!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 02/03/2014 - 19:49

Il fantastico "rinnovamento" della sinistra italiota: Il nuovo segretario del PD Matteo Renzi caccia a calci in culo da Palazzo Chigi il collega di partito Enrico Letta. L’ex segretario Berzanov, ristabilitosi dal grave malore, piomba in Parlamento e abbraccia il defenestrato Letta. Tra rottamati si consolano! Viene nominato sottosegretario Antonio Gentile (ncd), che ha imposto alla stampa di non pubblicare la notizia del figlio indagato, e Rosy Bindi ora a capo dell'antimafia, pretende che quella nomina venga annullata. Senza contare che anche Maria Carmela Lanzetta, appena nominata Ministra, si scopre essere indagata dalla procura di Locri in merito a un appalto ai tempi in cui era sindaco di Monasterace. Viene chiamato Giuliano Poletti a ricoprire il Ministero del Lavoro nonostante abbia un conflitto di interessi da paura visto che era a capo delle puzzolente lobby delle Coop. Anche a Federica Guidi, Ministro dello Sviluppo Economico, viene contestato un analogo conflitto di interessi per aver ricoperto l'incarico di Presidente dei giovani industriali. Insomma il Governo abusivo del rinnovatore Matteo Fonsie Renzi, nato solo da qualche giorno, è già sprofondato nella merda più nera. Non c’è che dire, un grande rinnovamento….di merda!!!

giosafat

Dom, 02/03/2014 - 21:15

Sembra di assistere alla sfilata, all'ora d'aria, dei reclusi di un qualsiasi carcere...invece si tratta dei componenti del Governo della Repubblica. Peggio di così....

Europ

Dom, 02/03/2014 - 21:28

Ha Renzi non abbastanza problemi ? Renzi si deve cercare nuovi problemi evitabili? Pulire immediatamente il governo! Renzi non può lasciare alcun dubbio, altrimenti nessuno crede più in lui!

Alessio2012

Dom, 02/03/2014 - 22:59

Ogni persona che ha una qualche simpatia per Berlusconi viene automaticamente fatta fuori... E' una cosa orrenda, orribile... una discriminazione mostruosa.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 03/03/2014 - 00:20

Ci sono le telefonate di esplicite minacce al direttore dell'Ora della Calabria. EPPURE QUESTO HA IL CORAGGIO DI NEGARE E PARLA DI FANGO. È entrato nella perfetta ottica dell'utile idiota della sinistra. PARLARE DI FANGO È IL LINGUAGGIO DEI TRINARICIUTI QUANDO VENGONO INQUISITI.

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 03/03/2014 - 07:31

Ma, questi parlamentari??? Dicono tutti che non hanno mai fatto nulla ((( QOESTA È LA VERITÀ, FANNO MOLTO POCO ))) Però al Governo ,ci sono TROPPE MACCHINE DI FANGO, DEVONO TOGLIERLE TUTTE E USARE PIÙ SPESSO I BASTONI.