CATASTROFE IN ABRUZZO

Un camion pieno di viveri per un totale di cinquantamila pasti. È questa l’iniziativa di Avenance Italia Spa, società leader per la ristorazione collettiva, con clienti quali Enel, Poste Italiane, ministero della Difesa, al fine di alleviare, almeno in parte, i disagi degli abitanti colpiti dal terremoto. L’iniziativa viene sostenuta anche dal «Giornale». Il camion, che partirà appena la protezione civile darà il via, porterà alle famiglie disagiate 30 quintali di pasta di semola di grano duro, 5 quintali di riso Carnaroli, 3mila chili di pelati, 200 litri di olio extravergine di oliva, 100 chili di grana padano, 5mila chili di croissant farciti. «Ci siamo subito chiesti come avremmo potuto aiutare i nostri connazionali in questa situazione di emergenza, ha spiegato il presidente e amministratore delegato, Pasqualino Volpe, così, l’idea di un camion pieno di viveri ci è sembrata la cosa migliore. Siamo onorati di poter essere d’aiuto e di contribuire con questo nostro modesto apporto».