Il Cav dà l'euro-agenda a Letta e placa il Pdl sulle riforme

Berlusconi: "Sulla moneta serve un braccio di ferro con la Merkel oppure ridiscutiamo l'Ue". Costituzione e saggi, è rivolta tra gli azzurri. Fronda contro il progetto del governo

Prima telefonata: «Presidente, ti stanno cucinando a fuoco lento...». Seconda: «Silvio, ti vogliono far fuori e stanno cercando di blindare il governo per i prossimi 18 mesi qualunque cosa accada...». Terza: «Siamo alla provocazione, se li lasciamo fare senza dire una parola lei si consegna mani e piedi a chi la vuole fuori dalla scena politica». È questo, nella sostanza, il tenore di alcune delle chiamate che arrivano in giornata a Palazzo Grazioli. Con Silvio Berlusconi che nonostante tutto predica cautela e invita i diversi interlocutori dall'altro capo del telefono a non puntare il dito sul ddl sulle riforme appena approvato in Consiglio dei ministri. «Le riforme costituzionali – risponde – vanno fatte, come pure si deve arrivare all'elezione diretta del presidente della Repubblica».
Un Cavaliere, dunque, nell'inusuale veste di pompiere. Convinto non sia questo il momento di alzare polveroni, nonostante capisca e in parte condivida le perplessità di chi lo mette in guardia dal ddl varato dal governo. Un provvedimento che – come già accadde la scorsa settimana per la mozione sulle riforme – è passato sopra la testa del partito che è stato tenuto completamente all'oscuro e si è visto recapitare il testo solo mercoledì quando erano ormai le 8 di sera. Alla Camera ad averne copia erano solo Renato Brunetta e Mariastella Gelmini, capogruppo e vice vicario. Con gli altri – tra cui Raffaele Fitto – che non l'hanno presa bene perché «non è possibile dover fare da cassetta delle lettere all'esecutivo senza poter esprimere un parere o dare un contributo».
La protesta monta nella mattinata di ieri, con qualche riunione e un fitto giro di telefonate tra i big Pdl. Sono in molti a non condividere la linea scelta dal vicepremier Angelino Alfano e dal ministro delle Riforme Gaetano Quagliariello a cui viene obiettato di «lasciare il partito completamente fuori dai giochi». «Se dobbiamo andare avanti così – si sfoga uno dei pochi che a via dell'Umiltà un peso ce l'ha – allora è meglio che chiudiamo bottega ed evitiamo di prenderci in giro...». Fitto è tra i più duri, tanto dal chiedere che venga convocata per la prossima settimana una riunione dei gruppi parlamentari perché – dice a più di un collega – «così non si va avanti».
Ma l'ex ministro non è solo, tanto che pure Brunetta cerca inutilmente di fare resistenza verso il governo. Lo raccontano i suoi colleghi e lo conferma la presa di distanza del presidente dei deputati. «Le riforme non le fanno i saggi ma – dice Brunetta – il Parlamento, gli eletti dal popolo». Insomma, un messaggio chiaro. Ribadito anche dai parlamentari che siedono in commissioni Affari costituzionali. «Le riforme – spiega Annagrazia Calabria – sono prerogativa delle Camere».
Berlusconi prende tempo. Sui 35 esperti e sul comitato di 40 parlamentari che dovranno occuparsi di riforme, dubbi ne ha molti anche lui, perché il meccanismo lo trova a dir poco farraginoso e niente affatto pratico. Ma ora preferisce tacere per non alzare polveroni, visto che di qui a poco (il 19 si pronuncerà la Consulta sui diritti tv Mediaset) c'è il rischio che salti il banco.
Ecco perché il Cavaliere si limita a parlare dei temi economici, quelli – spiega in privato – che «davvero la gente ha a cuore e comprende». Lo fa in un lungo pranzo con Giuliano Ferrara. «Il governo - dice in un'intervista pubblicata oggi su Il Foglio - deve ingaggiare un braccio di ferro per convincere la Germania e la Merkel che siamo di fronte a un'alternativa secca: o si rimette in moto l'economia oppure vengono meno le ragioni strategiche della costruzione europea fino alla rottura dell'equilibrio attuale». O si trova un punto d'incontro, insomma, oppure salta il patto fondativo dell'Ue. Un Cavaliere pompiere su tutto fuorché sull'economia. Un fronte, questo, su cui è deciso ad essere più incendiario che mai.

Commenti

xgerico

Ven, 07/06/2013 - 08:25

Ma ancora non l'ha capito che al governo non cè più lui! Gli dobbiamo fare il disegnino?!

Gianca59

Ven, 07/06/2013 - 08:27

Piuttosto di vedere un governo occupato in boiate che non interessano agli Italiani, non a tutti ma a buona parte, e assistere allo sfascio dell' Italia, meglio che si vada nuovamente a votare. Io spero che prima o poi arrivi qualcuno che mette in riga questa nazione in mano ai furbi e dove pochi soverchiano molti.

xgerico

Ven, 07/06/2013 - 08:28

Silviooooo......... al Governo non cè Letta zio ma Letta nipote!

no beluscao

Ven, 07/06/2013 - 08:47

ma dov'era il caro cavaliere quando e' stato tutti quegli anni al...governo ?( si fa per dire visto i risultati ) Lui non se l'era sentita di opporsi alla Merkel ? che vergogna ......

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 07/06/2013 - 08:48

A differenza di Grillo, che prima delle elezioni farneticava di un impossibile referendum, e dopo s'è messo a dire che il problema non era l'€uro e chiedeva ai crucchi di invaderci, Berlusconi DOPO le elezioni, quando non ci sono interessi elettorali in ballo, s'è messo a parlare di un'uscita dall'€uro con più forza di prima. Finalmente una speranza per questo paese, e tanto per cambiare non è il PD... Loro, come al soliti, ci arriveranno tra 60 anni.

no beluscao

Ven, 07/06/2013 - 08:50

ma dov'era il caro cavaliere quando e' stato tutti quegli anni al...governo ?( si fa per dire visto i risultati ) Lui non se l'era sentita di opporsi alla Merkel ? che vergogna ......

steali

Ven, 07/06/2013 - 09:11

Braccio di ferro con la germania....... Prima di firmare gli accordi nel 2011 per il rientro dal debito entro il 2013 poteva pensarci 2 ma che dico 10 volte...... Adesso letta deve fare il braccio di ferro con la merkel.

xgerico

Ven, 07/06/2013 - 09:18

A me quel che da più fastidio sono certi giornalai che lo difendono a spada tratta. Così lo fanno diventare ancor meno credibile di quel che è!

guidode.zolt

Ven, 07/06/2013 - 09:22

Ma una che è cresciuta e vissuta nella D.D.R. può avere nel DNA i fondamentali che le permettano di stabilire le strategie da adottare per la crescita economica dell'Unione Europea...? ma, proprio una che abbiamo liberato abbattendo il muro dietro il quale è vissuta, senza sapere nulla di ciò che avveniva al di là dello stesso, e che si è fatta rifare il look al paese dalla Germania Ovest a spese dei cittadini della stessa...? Ciò che ho visto e udito in Bulgaria nel '75 e nella stessa Dresda nel '90/91 avvalorano le mie perplessità...!

ciloit

Ven, 07/06/2013 - 09:23

Ha perfettamente ragione Berlusconi. E' questo il momento opportuno, da utilizzare da parte del Governo per irrigidirsi e pretendere dalla Merkel e dal suo apparato il rispetto di tutte le condizioni da lui formulate nell'articolo in commento. La geopolitica mondiale sta cambiando. E' di qualche giorno la pletora di indiscrezioni (non smentite) e di dichiarazioni di intenti, sintomatiche di un rinnovato interesse dell'Amministrazione Americana per il Vecchio Continente ed in particolare per il nostro Paese. Sino a giungere alla previsione, riportata in Finanza Milano del 04/06/2013, che la Federal Reserve sarebbe già pronta a comprare i debiti dei Paesi periferici dell' Europa, 'in primis' quello italiano e quello spagnolo, mediante l'acquisizione dei relativi BTP decennali sul mercato secondario. Certa cosa è che lo strapotere tedesco a Bruxelles non piace molto alla Casa Bianca. Ne è conferma il recente dimezzamento della stima di crescita del PIL tedesco da parte degli analisti del FMI, E', perciò, intuibile l' ovvia conseguenza che alla colonizzazione tedesca possa sostituirsi quella americana. Come dire: "ubi maior, minor cessat",come recita uno degli imperituri adagi della sempiterna Roma Antica.Se si vuole evitare ciò non c'è più tempo da perdere, per fare tutto quello che si deve, per dare il massimo impulso alla crescita di tutti i Paesi dell' EU, senza distinzione tra loro, anche se ciò dovesse comportare l' ampliamento dei poteri della BCE, sino a conferirle anche la facoltà di stampare moneta all' occorrenza. In bocca al lupo per Enrico Letta! (Ciro Lombardi)

egi

Ven, 07/06/2013 - 09:27

Accidenti quanti smacchiatori di giaguaro scrivono con acidità odio poca lucidità, quello che serve per Penati MPS abbiamo una banca? e i loro capò ridono alla grande, tanto più peones è il popolo meglio è per loro, compresa la destra.

xgerico

Ven, 07/06/2013 - 09:36

@Gianca59 - Siiiiii andiamo a votare per la terza volta! Spendiamo altri 400 milioni di euro! A te che ti frega, mica paghi tu!

morghj

Ven, 07/06/2013 - 09:46

E' inutile continuare ad avvitarsi su un problema serio e di vitale importanza per il nostro Paese senza mai concludere nulla di concreto.L'unica cosa seria da fare, è finalmente un democratico referendum, e se come penso, la maggiornza degli italiani deciderà che è meglio uscire dall'euro, li si manda tutti a f i c e ci riprendiamo la nosta sovranità

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 07/06/2013 - 09:48

Ma ce lo vedete letta, che fa parte del gruppo bidelberg, a litigare con la merkel? Maperpiacere, siamo seri!

xgerico

Ven, 07/06/2013 - 09:59

@wilegio - bidelberg, cosa è un nuovo gruppo?!

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 07/06/2013 - 10:00

"Sulla moneta serve un braccio di ferro con la Merkel oppure ridiscutiamo l'UE." PER UNA VOLTA MI TROVO D'ACCORDO COL CAV. La Germania (Ovest) ha esteso alla Zona Euro la stessa medicina impartita alla ex-DDR (Germania Est). "VI DIAMO LA NOSTRA VALUTA FORTE (IL DEUTSCHE MARK, ORA NOTO COME EURO), MA VI COLONIZZIAMO E CHIUDIAMO LE VOSTRE AZIENDE, SOSTITUENDOLE CON LE NOSTRE." Chi ci ha portato nell' Euro (Prodi, Ciampi, ...) andrebbe messo alla gogna! Adesso serve piu' Europa, o si chiude con l'Euro (a tappe, introducendo la doppia circolazione ecc.).

Rossana Rossi

Ven, 07/06/2013 - 10:06

Come sempre Berlusconi ha ragione anche se qui troppe cornacchie gracchiano il contrario. Se non si rilancia l'economia e si manda a quel paese questa europa inutile si va a ramengo, tutto il resto sono solo chiacchere..........

STEFANO DE SANTIS

Ven, 07/06/2013 - 10:18

Mentre imbecilli e traditori invadono non benvenuti i blog di centrodestra,Berlusconi parla chiaro e la ragione c'è:il complotto massonico tedesco che ha nei palazzi di Bruxelles i suoi mandanti sta utilizzando la magistratura massone di Milano e Napoli ed il FATTO QUOTIDIANO suo portavoce per cucinare il Cavaliere,assieme a 10/13 milioni si persone che rifiutano la ricetta.Non piace,ai delinquenti che stanno per arruolare nell'Eurozona anche la Lettonia contro la volonta' di 3/4 del suo popolo,questo testardo italiano che osa sfidare la finanza mondiale ed i gangsters che la dirigono,e le continue violazioni della legalita' sul piano internazionale denunciate dal prof GALLINO(uomo dichiaratamente di sinistra come voi,utili idioti e marionette della finanza).IL partito di Berlusconi è la sola speranza che l'Italia non diventi il laboratorio dove quei delinquenti sperimenteranno le loro strategia mondiale,sulla nostra pelle.Sbirciate il colore delle mutande di Berlusconi,mentre come afferma l'ECONOMIST la Merkel è gia' sbarcata in Grcia con la sua rivoluzionaria proposta:aree riservate ai tedeschi che nelle loro fabbriche urleranno i loro oridini in tedesco in cambio di 600 Euro mensili ad un popolo ridotto in schiavitu'.Poi tocchera' a noi:cosi' afferma il prof SAVONA.Ecco il vostro nemico,idioti:non le birichinate di Berlusconi.

xgerico

Ven, 07/06/2013 - 10:40

@STEFANO DE SANTIS _ Le ricordo che la persona di cui parla aveva la tessera n. 1816 della P2- Un piccolo appunto. Oviesse, carrefour, Coin, GS, Leroy merlin, Società francesi che si sono impossesati del mercato alimentare, ed altro in Italia!

cameo44

Ven, 07/06/2013 - 10:55

Non capisco perchè se a dire che la UE e l'euro così come sono non va è Berlusconi è uno scandalo e viene accusato di essere antieuropeo se sono altri e tanti sono a dirlo è lecito dirlo e condivisibile se è vero che è stato Berlusocni a firmare per il rientro del debito ma dato che la situazione è cambiata e la crisi nonostante il Governo Monti è peggiorata nulla vieta di rivedere gli accordi già presi e come se un medico abbia prescritto una terapia ma una volta visto l'inefficacia si cambia e un richiamo alla Merkel è doveroso visto che pensa solo agli interessi della sua Germania e poco le importa del resto d'Europa per colpa sua abbiamo pagato molto di più per la crisi Greca e non solo facciamo come la Merkel facciamo valere i nostri interessi

Cristina Ulcigrai

Ven, 07/06/2013 - 11:22

Buon lavoro a Silvio Berlusconi.Con stima Cristina.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 07/06/2013 - 11:38

@STEFANO DE SANTIS. finche' c'e' da parlare è indubbio che il bassotto di arcore sia il migliore (come usa la lingua lui...) e invece quando c'e' da fare ha sempre bisogno degli "amici" ma ultimamente gliene sono rimasti davvero pochi...

vabbeh

Ven, 07/06/2013 - 11:39

@STEFANO DE SANTIS - la sua analisi, come ha giustamente notato xgerico e' piena di inesattezze e piu' che un'analisi e' un teorema del tutto campato in aria. Parla di massoneria contro ilcav, quando ilcav e' nato proprio dalla massoneria (tessera n. 1816 della P2 appunto) in piu' paventa rischi di colonizzazione italiana da parte della germania quando noi siamo una colonia americana (con tanto di basi americano sul nostro suolo) da anni e recentemente anche la francia ci sta comprando pezzo per pezzo... che dire, a mio avviso il nemico dell'Italia e' l'uomo come lei, cioe' ignorante e permeato di errate convinzioni che illumina la destra moderna di cattiva luce.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Ven, 07/06/2013 - 11:46

E' da mesi che nei miei commenti agli articoli che parlano dello strangolamento economico, produttivo e finanziario dell'Italia da parte di Germania e Francia (nascondendosi dietro al paravento "Europa"), dico che da lungo tempo avremmo dovuto studiare l'uscita dall'Euro (prima) e dall'Europa (poi ed eventualmente, se la nostra azione non facesse cambiare l'assurda penalizzazione di tutto ciò che non è tedesco e deciso da e per i tedeschi. Sarebbe impossibile tornare alla Lira (ci stritolerebbero) ma sarebbe assolutamente possibile adottare il Dollaro Americano come moneta; sono convinto che già il solo presentare a Bruxelles un disegno (credibile, strutturato e argomentato) in tale direzione, avrebbe il 90% di probabilità di scardinare i piani egemonici di Berlino/Parigi e farebbe partire una nuova stagione per l'Unione Europea con revisione delle regole di Maastricht e con il via libera alla BCE di potere attuare vere politiche monetarie come tutte le banche centrali del mondo. E' chiaro che non dovrebbe essere solo una "boutade"; se la Merkel volesse andare a "vedere le carte" (convinta di scoprire un "bluff"), bisogna invece essere pronti e decisi nell'attuare questa importante mossa. Ancora una volta, però, vi immaginate un governo di centrosinistra avere il fegato di fare una cosa del genere? Riuscite a immaginare i "non-decido"Bersani, i Franceschini, i Civati, gli Epifani, i D'Alema, le Bindi, le Serracchiani, le Finocchiaro, le Concia... i PRODI (!!!), che riescono anche solo a pensare una mossa del genere o qualsiasi altra azione incisiva, nel vero interesse dell'Italia di tutti gli Italiani? Attuarla poi...!!! L'Italia è al tempo stesso chiava e vittima di 70 anni di politiche rosse impostate sull'ignavia, la mortificazione della libera iniziativa e del merito, sull'imbalsamazione del mercato del lavoro, sull'occupazione-il controllo-la paralisi di ogni istituzione-ente-amministrazione pubblica, sul dissanguamento sistematico di chiunque riesca ad avere qualsiasi tipo di reddito-bene-introito raggiunto con fatica e rischio, sull'infiltrazione profonda (ma nascosta) nel tessuto economico-finanziario per piegarlo e trasformarlo in potere e finanziamento occulto dell' "apparato", sulla decennale protezione fuori da ogni leale competizione del sistema delle cooperative, sull'intoccabilità e totale indipendenza da ogni forma di controllo democratico di sindacati e magistratura (veri e propri sicari e bracci armati da usare contro chiunque disturbi la gioiosa macchina da guerra di turno... Non ci potrà essere nessuna inversione di tendenza finché non smantelliamo questa gabbia. L'Italia... uno scrigno tutt'ora pieno d'oro ma chiuso da catene, denigrato, mortificato, dipinto male e artificiosamente scrostato e graffiato in modo che chi lo guarda da fuori pensi sia ormai un antiquato rottame al quale, così, possono essere imposti qualsiasi sacrificio e ogni tipo di vessazione. Beh, io non smetterò mai di combattere questo schifo e per me lo scrigno è e resterà sempre bellissimo e preziosissimo.

Libertà75

Ven, 07/06/2013 - 11:51

@xgerico ma per una volta che Berlusconi dice di non parlare di lui, è ancora sbagliato? secondo me anche quando passerà a miglior vita qua ci sarà gente che dencuncerà un complotto per calmare le acque e ripresentarsi a nuove elezioni

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Ven, 07/06/2013 - 12:06

Dai Letta... vai dalla Merkel e falle "cucù"...

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Ven, 07/06/2013 - 12:08

Il Berlusca, da animale politico quale è, sa benissimo che sarebbe deleterio dal punto di vista elettorale proporre riforme liberali, tagli della spesa statale, una seria riforma del mercato del lavoro, quello di cui l'Italia avrebbe bisogno. Molto meglio sparare a zero sull'Euro ed alimentare il miraggio di poter stampare carta moneta da distribuire a pioggia ai peones.

libertà primo amore

Ven, 07/06/2013 - 12:49

Xgenerico #=# Quale il senso della bella frase? Come a dire che i dollari del PCUS non giungevano in via delle botteghe oscure! Oppure che la Cgil porta turisti liberi nella Cuba affamata dalla dittatura comunista perché li ci sono belle spiagge! Suvvia siamo seri! LUI detta la linea del partito per contrastare chi, comunista, vuol distruggere l`Italia e gli italiani! Il Letta catto-comunista sancisce la pervicace volontà comunista di danneggiare la nostra bella Italia! Infatti il governo Letta è osteggiato da molti comunisti! Amenità

libertà primo amore

Ven, 07/06/2013 - 12:58

X generico ### Vede signore questo governo ancora non è inficiato da prassi sovietica per cui tutto decide il segretario comunista è non vi può essere opposizione! O meglio lo oppositore è pazzo e va al manicomio quando non al Laogai (GULag cinese) per insindacabile decisione della polizia! O no?

Azzurro Azzurro

Ven, 07/06/2013 - 13:00

Cavaliere, Nostra Guida, se i komunisti dicono no per piu' di 5 minuti ai Suoi ordini....subito alle elezioni li cancelleremo...W il Cavaliere W la Destra...

Ritratto di stock47

stock47

Ven, 07/06/2013 - 23:08

xgerico, vai su youtube, digita Bilderberg e saprai cos'è. Per comprendere meglio quello che da tempo combinano, guardati questo video: http://www.youtube.com/watch?v=Sok8nodx9hk Adesso stanno facendo la stessa cosa in Europa tramite la BCE, controllata da loro. Dobbiamo uscire subito dall'Euro che è una trappola micidiale e ritornare alla nostra moneta sovrana, la Lira e con una Banca Nazionale dove NON SIANO AMMESSI PIU' I PRIVATI DI NESSUN GENERE.

libertà primo amore

Sab, 08/06/2013 - 09:20

X Pisistrato ### Lei ci nega notizie a noi sconosciute. Ci esplicito lo scolaretto della kanzerlin parlò forte e chiaro a Berlino. Anche gli scolari più servizievoli a volte parlano invece di tacere. Vero? Di ripete la triste storia di Tito liberatore di Trieste ... foibe per sovrappiù ... Diceva un presidiano mera espressione geografica parlando dell`Italia. Comunisti al governo: casta, disoccupati, tasse tasse tasse