Il Cav disinnesca la mina Prodi: non andrà al Colle

Messi fuorigioco i nomi sgraditi al Pdl. Ma Berlusconi ancora non si fida: teme un blitz di Bersani per lasciare campo a Renzi

Silvio Berlusconi con Angelino Alfano lascia Montecitorio

Quando Berlusconi lascia Montecitorio accompagnato da Alfano, l'umore non sembra dei migliori. Un Cavaliere di poche parole che davanti alle domande si limita a dire che di lì a qualche minuto arriverà un comunicato ufficiale. Nient'altro. Anche se in verità, a dispetto di quanti sostengono che l'incontro con Bersani non sia andato granché bene, le cose sembrano essere più sfumate.
Un faccia a faccia per certi versi «di circostanza», ma dal quale Berlusconi incassa comunque un piccolo successo. A un mese e passa dalla elezioni e dopo una settimana di consultazioni in cui il segretario Pd non gli aveva fatto neanche una telefonata, Bersani è infatti «costretto» a incontrare il Cavaliere e quindi concedergli il rango di «interlocutore» (cosa che da presidente del Consiglio pre-incaricato aveva fatto piuttosto fatica a fare). Si parla dei criteri con cui indicare il nuovo presidente della Repubblica, sottolineano sia Alfano che Enrico Letta, unici presenti al faccia a faccia in campo neutro alla Camera. E non di come dovrebbe essere il futuro governo. Ma, per dirla con la colomba Bonaiuti, «è bene guardare il bicchiere mezzo pieno». Nel senso che a leggere il comunicato di Alfano e sentire la conferenza stampo di Letta la sensazione è che - al momento - i nomi più sgraditi al Pdl sarebbero fuorigioco.
Certo, la trattativa è ancora lunga, ma dopo che Bersani completerà il «giro di consultazioni» sul Colle e rivedrà anche Berlusconi (ieri i due sono anche restati soli per una decina di minuti) diventerà piuttosto difficile per lui «forzare» su nomi come quello di Prodi o di Zagrebelsky. Anche se, va detto, la partita è aperta e a via del Plebiscito non si escludono sorprese dell'ultimo momento. O perché l'ala più oltranzista del Pd si mette di traverso oppure perché lo stesso Bersani ha in testa di provare lui personalmente il blitz sul Quirinale. Ed è proprio questo uno dei timori del Cavaliere: che il segretario del Pd punti direttamente al Colle, per uscire dal loop in cui è finito e allo stesso tempo sbloccare la partita interna al suo partito lasciando campo libero a Renzi.
Nel Pdl, dunque, restano le perplessità. Non solo di chi, come la Santanché, è convinto che alla fine la via più probabile resti quella del voto anticipato, ma anche di chi non ha gradito che si sia parlato solo del Colle e non del governo. Argomento, quest'ultimo, che ha aleggiato su tutto il colloquio ma nel quale non si è davvero entrati. Ecco perché a Palazzo Grazioli si parla sì di «disgelo» ma non si va oltre. Perché il nodo del governo non è un dettaglio. Che Bersani insista sulla linea di un esecutivo di minoranza è cosa che il Cavaliere non manda giù. Non è escluso, insomma, che le posizioni possano tornare ad irrigidirsi, perché - dice ai suoi l'ex premier - teorizzare un governo che si va a raccattare i voti a destra e a manca quando ci serve un esecutivo forte per chiedere all'Europa di rivedere il patto di stabilità è follia.

Commenti

ccappai

Mer, 10/04/2013 - 08:20

VERISSIMO!!! Speriamo che riescano a mettersi d'accordo per non fare mai un governo insieme o dare un presidente della Repubblica berlusconiano. Sarebbe una catastrofe per la già martoriata Italia!

nalegior63

Mer, 10/04/2013 - 08:23

sembra che abbiamo schivato la MORTADELLA ...grazie SILVIO CI HAI TOLTO DA UN ALTRO INCUBO PEGGIORE DI TUTTI GLI ALTRI

cesar

Mer, 10/04/2013 - 08:33

prodi,d'alema,amato,bonino,pannella,ecc....se la gente potesse scegliere non ne vorrebbe nemmeno uno di questi...anzi si chiede perchè vengono sistematicamente riproposti.......speriamo che berlusconi e company non accettino .......

curatola

Mer, 10/04/2013 - 08:44

il problema è il Colle che imperverserà per i prossimi sette anni: basta sinistri ! serve una persona equilibrata e non faziosa, lontano dal partitume ed autorevole. Monti si è bruciato con per le sue malefatte,forse la severino andrebbe bene anche perché donna.

swiller

Mer, 10/04/2013 - 08:54

Questa è una grandissima notizia è stato cancellato il mortadella la più grande disgrazia che sia mai capitata all'intero universo.

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Mer, 10/04/2013 - 09:48

"Lasciamo che si depositi la saaaaabia". Sacchetto di miglio anche per mortadella. I piccioni del parco aspettano colui che svendette l'Italia per la vanagloria di una vuota ed inutile presidenza UE.

francesco de gaetano

Mer, 10/04/2013 - 09:50

I commentatori politici di stamani,quasi tutti,sono del parere che l'incontro di Berlusconi con Bersani è un primo passo che ha consentito il disgelo alla soluzione del grosso problema che affligge la governabilità.Il commento di Adalbero Signore non lascia trasparire alcuna possibilità di accordo perchè ognuno è rimasto fermo sui suoi propositi.Ieri avevo scritto che "lo statita Berlusconi cosa può pretendere di un personaggio cresciuto all'ombra di Togliatti", perchè ritenevo e ritengo che lo scopo principale di Bersani sono gli interessi di bottega.Ciò detto sono del parere di andare immediatamente alle urne perchè l'elettore in questi 45 giorni di "via crucis" ha capito chi ha sbagliato e quasi certamente la destra tornerà a governare.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 10/04/2013 - 10:00

Meno male che silvio c'è.

Stratocaster

Mer, 10/04/2013 - 10:01

Al di là delle critiche a Prodi, antipatico a molti solo per aver fatto fare quella bella figura al Cav. anni fa, la verità del gioco berlusconiano è semplicemente garantirsi un ruol che gli assicuri l' impunità. Poi gli imbecillotti creduloni, berranno tutto come al solito tifando ad occhi chiusi come sempre chi in verità (dati alla mano) è concausa della situazione attuale.

michele lascaro

Mer, 10/04/2013 - 10:36

Mi auguro, di vero cuore, che Prodi sia fatto fuori. Ricordo quell'editoriale, pubblicato dal nostro Giornale, anni fa, in cui Nicola Matteucci, professore universitario a Bologna, tracciò un esatto profilo del falso piacione, definendolo vendicativo e, se non sbaglio, anche irascibile. Inizierò una novena perché questo deprecato evento non si verifichi (solo l'idea di mangiare mortadella ogni giorno, mi atterrisce!).

emilio canuto

Mer, 10/04/2013 - 10:36

giuly dx: hai perfettamente ragione, vaglielo a far capire agli stratocater, e fender vari. Che poi non sono delle chitarre sono dei pifferi !!!!

pintoi

Mer, 10/04/2013 - 10:41

WOW !! Questi due cretini si sono messi d'accordo su chi NON eleggere Presidente della Repubblica ... Ora si che la nostra vita cambierà in meglio !

linoalo1

Mer, 10/04/2013 - 10:41

Attento Silvio!Non ti fidare!Il trabocchetto è dietro l'angolo!Loro sono degli specialisti nel mescolare le carte!Lino.

marcello.favale

Mer, 10/04/2013 - 10:57

E così Bersani ha fatto cadere nella trappola il sassofonista-Berlusca: si parlerà di Governo DOPO l'elezione del presidente della Repubblica (che sarà di sinistra.... poi di Governo (che sarà di sinistra e con chi ci sta col PD, salvo litigare dopo 10 giorni. Più pirla di così si muore. Quando fa un passo indietro e si accontenta di reggere le fila "da dietro" le quinte? Quando potremo contare su un leader, nel Pdl, che ne capisca di politica? (pur tutelando lui e che è, alla fine, l'unico motivo per cui è "sceso" in politica).

marcello.favale

Mer, 10/04/2013 - 10:57

E così Bersani ha fatto cadere nella trappola il sassofonista-Berlusca: si parlerà di Governo DOPO l'elezione del presidente della Repubblica (che sarà di sinistra.... poi di Governo (che sarà di sinistra e con chi ci sta col PD, salvo litigare dopo 10 giorni. Più pirla di così si muore. Quando fa un passo indietro e si accontenta di reggere le fila "da dietro" le quinte? Quando potremo contare su un leader, nel Pdl, che ne capisca di politica? (pur tutelando lui e che è, alla fine, l'unico motivo per cui è "sceso" in politica).

Angelo48

Mer, 10/04/2013 - 11:50

Stratocaster: .."garantirsi un ruolo che gli assicuri l'impunità.." lei scrive. Però più volte Berlusconi ha ribadito (lo ha fatto anche ieri su Sky Tg24)che, nell'ottica di una larga intesa, egli non pretenderebbe per sè nessun incarico istituzionale e/o di governo. Gli basta semplicemente continuare a presiedere il PDL essendo esso una sua creatura. Da dove ricava lei quindi il discorso dell'impunità? E' una storiella trita e ritrita, utile solo alla denigrazione dell'avversario e fa il paio con la storiella che si era dimesso a novembre 2011 per evitare i guai giudiziari? Se lo ricorda vero?? E mi dica: dopo le dimissioni, i suoi problemi giudiziari sono spariti o si sono accentuati? Chi e' l'imbecillotto tra me e lei?

Atlantico

Mer, 10/04/2013 - 11:53

Si fanno i conti senza l'oste: il M5S. Che dopo il terzo scrutinio certamente concorrerà ad eleggere il nuovo capo dello stato insieme al PD.

Angelo48

Mer, 10/04/2013 - 13:12

Atlantico: ...e l'oste di cui lei parla, di quanti clienti dispone per avere una maggioranza qualificata? Concorrere lei dice? Ma se avrebbe un candidato tutto suo pescato dalle quirinarie on line...

agosvac

Mer, 10/04/2013 - 13:32

Egregio atlantico, il M5S in questa questione è del tutto ininfluente! Infatti dopo il terzo scrutinio il Pd da solo sarebbe in grado di eleggere chi vuole, ma sarebbe un Presidente di una sola parte,la sinistra. Con un eventuale accordo Pd con Pdl si potrebbe eleggere il Presidente, che questa volta sarebbe un esponente gradito a tutte le forze ragionevoli al primo scrutinio perchè avrebbero i due terzi del parlamento riunito. Come vede sia nel primo caso che nel secondo il M5S conterebbe meno che niente!!!

giottin

Mer, 10/04/2013 - 13:48

Caro Silvio, disinnesca pure il mortadella, ma ti prego di disinnescare anche il topo gigio ed il lupo marsicano. Per una volta non si potrebbe, anziché un sinistrato non inviso al cdx, proporre un liberale non inviso al csx? Cosa? Per i sinistrati sono tutti invisi? Ah, ho capito!!!!

david71

Mer, 10/04/2013 - 13:55

X Angelo48. Rispondendo alla sua domanda direi, l'imbecillotto è lei! Mi spiega dove ha trovato una idiozia come quella che “B. si era dimesso a novembre 2011 per evitare i guai giudiziari”? Probabilmente è una sua idea trasformata in fatto. Mi faccia capire: uno ha dei guai giudiziari, come tale è protetto da delle leggi che gli consentono di evitare guai giudiziari (ad es. 314 parlamentari che votano Ruby nipote di Mubarak e lo salvano dall’arresto) … cosa fa? Si dimette….. furbo! Sulle dimissioni di B. a Novembre si possono addurre molte ipotesi inclusa quella del suo alleato e amico Umberto Bossi, che lo ha fatto perché “lo hanno ricattato le imprese, tutti hanno visto che le sue imprese sono crollate in borsa del 12% in un giorno e non si era mai visto” (accidenti che amico.. mi ricorda i tempi di quando gli dava del Mafioso di Arcore)…. Può darsi che sia andata così… ma certo non che si era dimesso a novembre 2011 per evitare i guai giudiziari… mi pare proprio una idiozia.

Angelo48

Mer, 10/04/2013 - 15:10

david71: la sollecito a rileggersi con più attenzione quanto da me scritto al lettore Stratocaster. Io - convinto della stessa tesi da lei esplicitatami - ricordavo a quel lettore che all'epoca delle sue dimissioni, erano in molti a sx a ritenere che le dimissioni fossero da imputare ad una recondita speranza volta ad assicurare all'ex premier un salvacondotto. Come dimenticare, a conferma di quel che riporto, la puntata speciale di Ballarò dopo le dimissioni di Berlusconi. Gli interventi di Mieli e della Concita De Gregorio andarono proprio in quella direzione: dimissioni (dicevano)per ottenere - probabilmente - uno stop per i suoi guai giudiziari. Se la ricorda per caso quella puntata? Per giunta, se avesse letto con attenzione il mio post precedente, si sarebbe accorto che parlavo di storielle inventate dalla sx e chiedevo all'altro lettore se i guai di B. da allora fossero cessati o meno. Domanda volta proprio a smentire quella stupida tesi. Ora le chiedo: dopo che avrà riletto con calma quel mio post, chi e' che ha fatto la figura del......disattento? E quindi, tra me e quel lettore, chi e' l'imbecillotto?