Il Cav insiste sul Colle: c'è margine di trattativa

Berlusconi valuta la possibilità di sedersi al tavolo col Pd per trattare sul futuro capo dello Stato. Spunta una rosa di nomi non ritenuti "ostili"

Governo di larghe intese politico, con Pd e Pdl azionisti di maggioranza e un nome condiviso, proveniente dall’area di centrodestra, per il Quirinale. Altrimenti, meglio tornare quanto prima al voto o sarà battaglia fuori e dentro il parlamento. La linea ufficiale del Pdl resta quella dettata da Silvio Berlusconi all’indomani delle ultime consultazioni con il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Ma nei ragionamenti privati, il Cavaliere e diversi big di via dell’Umiltà iniziano concretamente a valutare la possibilità di sedersi al tavolo e testare con mano l’effettiva disponibilità del Pd a "trattare" sul prossimo inquilino del Colle. Da qui l’ipotesi, ancora allo stato embrionale, di poter ragionare su una rosa di nomi, non solo di centrodestra, ma non ritenuti "ostili".

"Mi piacerebbe molto Emma Bonino - ha detto l'ex ministro Mara Carfagna parlando a SkyTg24 - è una figura di garanzia e sarebbe un segnale di grande cambiamento. Mi sentirei garantita da una donna come lei, anche se su alcune posizioni è distante da me". Nel corso della giornata si fanno insistenti le voci su nuovi contatti in corso tra gli ambasciatori dei due partiti per verificare se sussistono le condizioni per un faccia a faccia tra Bersani e Berlusconi. I "pontieri", riferisce più di una fonte sia pidiellina che democratica, sarebbero stati all’opera anche ieri, mentre l’ex premier era riunito ad Arcore con lo stato maggiore del partito. E c’è chi ipotizza che l’incontro possa avvenire all’inizio della prossima settimana, anche se al momento - viene spiegato - non c’è nulla di deciso né tanto meno di ufficiale.

Sebbene l’ex premier continui a non fidarsi e a spiegare ai suoi interlocutori che il segretario Pd non scenderà mai a patti con il Pdl e che, pur di andare a Palazzo Chigi, è disposto a "barattare" con i grillini il nome del successore di Napolitano, dall’inner circle del Cavaliere arrivano spiragli di apertura. "Non possiamo autoisolarci" è il refrain. Il rischio, temuto in primis dallo stesso Berlusconi, è che il Pd faccia man bassa di poltrone eleggendo al Quirinale un nome "sgradito" al centrodestra, con l’aggravante che nel frattempo anche quel residuo di speranza che si possa tornare al voto a giugno svanisca del tutto. Da qui il "leggero ammorbidimento" della linea. Tanto che in giornata sono circolati boatos - che non trovano conferme - su un incontro oggi tra Alfano e Bersani, all’ora di pranzo. Ad alimentare il sospetto la mancata presenza del segretario del Pdl alla riunione del gruppo a Montecitorio. Ma da via dell’Umiltà si spiega che l’ex Guardasigilli aveva impegni familiari.

Al di là delle voci di corridoio, nel Pdl il pressing dell’ala "trattativista" sta ottenendo i primi, seppur labili, risultati. Non che Berlusconi sia pronto a deporre le armi, l’allerta - avrebbe spiegato ai suoi interlocutori anche oggi - resta alta e, soprattutto, non accetteremo mai richieste irricevibili. Vale a dire, l’ipotesi di abbandonare l’aula o di un sostegno esterno a un governo Pd. Così come, è la linea, nessuna disponibilità a governi tecnici o del presidente senza essere compartecipi della partita. Insomma, viene ribadito dal Pdl, nessuna trattativa sottobanco, nessun do ut des sul tavolo. Il Pd deve riconoscere il diritto del Pdl, è il refrain, ad avere un suo candidato per il Colle. Tra i pidiellini, del resto, si ragiona sul cambio di rotta di Renzi e sulle ripercussioni che può avere sulla linea del segretario che, a questo punto, potrebbe avere "interesse" ad aprire al Pdl proprio per impedire il voto.

Il messaggio chiaro di Matteo Renzi non è affatto sfuggito al Cavaliere. Non è affatto un mistero che Berlusconi, in caso di ritorno rapido alle urne, dia per scontata la sua ridiscesa in campo alla guida del centrodestra e solo il sindaco di Firenze potrebbe rappresentare un ostacolo ai suoi piani. A "favore" dell’ex premier, poi, "gioca" anche la posizione dei montiani, sui cui voti Bersani deve poter contare per eleggere senza il Pdl il capo dello Stato. Oggi i montiani hanno avvisato il Pd: "Sul Colle serve condivisione". Nei ragionamenti del Cavaliere non è ancora del tutto tramontata l’ipotesi di un bis di Napolitano. Anche se nel Pdl c’era chi aveva sperato nelle dimissioni anticipate del presidente della Repubblica così da consentire, in caso di prosecuzione dello stallo, un ritorno al voto entro giugno. Di questa ipotesi ha parlato oggi l'ex ministro Renato Brunetta durante la riunione del gruppo e poi separatamente con alcuni deputati: Napolitano non aveva escluso la possibilità, in occasione delle consultazioni di venerdì scorso, di dimettersi. Poi, però, sarebbero partite telefonate dal Pd e "spinte" internazionali per farlo desistere.

Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/04/2013 - 21:06

a bersani dico con cuore: lascia alle spalle le miserie, vieni a condividere con noi le gioie della politica, quella corretta e giusta, quella del fare e non quella del sentito dire...

aredo

Mer, 03/04/2013 - 21:06

Ma quale margine di trattativa!? La Bonino? Perchè una comunista mascherata da radicale in cosa è diversa da una comunista dichiarata?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 03/04/2013 - 21:18

comunque la si giri, la sinistra è persa! sarà destinata ad una sicura rottamazione ideologica... proprio il punto che chiedevamo noi nel 1994. avete perso 20 anni per arrivare a questo punto, fate veramente schifo e pena!

vince50

Mer, 03/04/2013 - 21:20

Ma per favore siate seri,non si può passare da un cesso all'altro.

Boccato

Mer, 03/04/2013 - 21:24

COSA? ROSA ? NO ! ALLE URNE !

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 03/04/2013 - 21:28

La Bonino è quella che faceva aborti con una pompa da bicicletta e metteva i feti in barattoli di marmellata. Nominandola al Colle non ci faremmo una bella figura. D'altra parte, per un motivo o per l'altro, tutti i nomi che sono circolati sono impresentabili, Prodi in prima lnea, ma anche Zagrebelsky e compagnia cantante. Forse hanno ragione Sgarbi e Belpietro: Riccardo Muti ci rappresenterebbe assai meglio!

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 03/04/2013 - 21:34

Mara, cosa fumi?

Boccato

Mer, 03/04/2013 - 21:36

BONINO, ROSA? ROSSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA ! L´ITALIA DI

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 03/04/2013 - 21:37

La Carfagna ha solo voluto bruciare la Bonino per lanciare se stessa. Del resto se una come lei riesce a farsi fare deputata E ministro della Repubblica, puo' benissimo aspirare al Quirinale. Come diceva il Mike nazionale? "Sempre piu' in alto con Grappa...non mi ricordo.

Boccato

Mer, 03/04/2013 - 21:37

L´ITALIA DEI QUESTI TEMPI É IL SOGNO DI TOGLIATTI E TITO ! (BONINO, ROSA?, MAIIIIIIIIIIIIIIIII !ROSSAAAAAAAAAAAAAAAAA !!)

APG

Mer, 03/04/2013 - 21:38

Preferisco un miliardo di volte la Carfagna al Quirinale!!! Sarebbe una figura meravigliosa per l'Italia!

Joecasti

Mer, 03/04/2013 - 21:50

Nooooooooooooooooo, non la Bonino, mi é stata sempre antipatica, é una donna odiosa che sa solo brontolare.Dato che ci siamo, perché non Pannella !!

diablito72

Mer, 03/04/2013 - 21:53

mortimer, te sei grave sul serio....la politica corretta e giusta...che stato zio caro....

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Mer, 03/04/2013 - 21:58

la Carfagna una idiota. La Bonino una CRIMINALE ABORTISTA che addirittura praticava aborti illegali con pompe di biciclette. MA SCHERZIAMO ??

Baloo

Mer, 03/04/2013 - 22:00

No.Bonino no.Rispetto per la Bonino.Ma fare il Presidente della Repubblica non le si addice.

ambrogione

Mer, 03/04/2013 - 22:04

Bella carfagna (?) continua a fare la valletta e non interessarti di cose piu' grandi di te. Fai la brava ragazza ed accontentati del tuo opulento ed invidiabile stipendio. Lascia perdere la bonino e tutte le sue inutilita' anticlericali.

ambrogione

Mer, 03/04/2013 - 22:04

Bella carfagna (?) continua a fare la valletta e non interessarti di cose piu' grandi di te. Fai la brava ragazza ed accontentati del tuo opulento ed invidiabile stipendio. Lascia perdere la bonino e tutte le sue inutilita' anticlericali.

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mer, 03/04/2013 - 22:14

Ma che razza di portavoce è una che parla a titolo personale? E' possibile che al Pdl mettano sempre la persona sbagliata nel posto sbagliato?

nalegior63

Mer, 03/04/2013 - 22:24

la bonino non e mai stata komunista..ignoranti che non sapete cosa e il komunismo,il nostro komunismo e FANGO MEDIATICO-MPS-PENATI-GREGANTI-MAGISTRATURA POLITICIZZATA ROSSA-PEDOFILIA/OMOSESSUALITA-CLANDESTINI-TELECOMSERBIA la bonino e radicale come grillo che fa finta di odiarla e fu esautorata a favore di MONTI in europa tanti anni fa e messa in disparte in quando andava scomoda dalla mass...dei predecessori di MERKEL and friends

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 03/04/2013 - 22:37

Perchè non candidare Manuela Arcuri? Almeno darebbe delle serie garanzie sul versante coreografico essendo, sicuramente, meno emetizzante della Bonino. Ormai siamo al delirio.

Giovanni Evolani

Gio, 04/04/2013 - 00:02

. Signor moderatore, questo non è un commento all’articolo, è una domanda specifica e urgente riservata al Direttore de “ Il Giornale “. “Signor Direttore, chi le scrive è un lettore del suo quotidiano. Visitando Google e digitando ITCCS appaiono centinaia di indirizzi tutti intesi a specificare l’attuale, “odierna” attivitá di questa organizzazione. Non entro nello specifico ma, mi permetta chiederle: Che cosa sta succedendo? Come mai nessuno protesta e nessuno ne parla? Come mai un giornale come il suo non segue, ora per ora, un avvenimento di portata mondiale?” Spero non averla disturbata. Non pretendo risposta. Giovanni Evolani

Ritratto di stock47

stock47

Gio, 04/04/2013 - 00:11

Sarebbe ora che il PdR venga eletto direttamente dai cittadini. Non è possibile eleggere personaggi che nessuno ha votato e vuole. Soprattutto dopo quello che ci hanno fatto vedere i vari Scalfaro e Napolitano, per non parlare dei precedessori. La Bonino è meglio che vada a fare la missionaria laica nel Mali, altro che Presidenza della Repubblica!

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Gio, 04/04/2013 - 00:52

Ausonio non dovrebbero essere permesse dichiarazioni come la tua. Questo è un blog moderato e soggetto a responsabilità degli admin e non degli utenti. Qualche avvocato potrebbe far partire una denuncia.

ESILIATO

Gio, 04/04/2013 - 00:53

Abbiamo bisogno di un personaggio di un livello quale furono De Nicola ed Einaudi. Purtroppo non ne vedo nessuno all'orizzonte.....Serve una persona laica ma non fanatica che sia al di sopra delle parti . Abbiamo bisogno di un cambio serio, popolare ed effettivo come hanno fatto in Conclave con l'elezione di Francesco I .

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 04/04/2013 - 01:07

Dopo l'esperienza di quel tale Monti che ha preso per i fondelli tutti quanti, ora è il caso di stare bene attenti a colui che avrà l'incarico di Presidente della Repubblica. NON VORREMMO RITROVARCI CON UN'ALTRO COMUNISTA CHE SBAGLIA A VALUTARE LE PERSONE e si trastulla con governi tecnici che sanno solo tassare.

GiuliaG

Gio, 04/04/2013 - 02:30

No, la dottoressa morte al Quirinale proprio no! Carfagna, passa in farmacia e comprati una scatola di compresse di Sviluppina, ne hai molto bisogno. Oltretutto la Bonino, insieme a Monti, fu costretta ad abbandonare il posto di commissario UE in seguito allo scandalo della commissione Santer, e risultò che la sua commissione fu quella dove avvennero le irregolarità più vistose. Giuro, che se il PDL dovesse accordarsi per lei mi sentirei liberata dal voto che ho fatto di votare sempre il partito dove si trovasse Berlusconi, che è, fino ad ora, l'unico partito che abbia mai votato in vita mia.

Gaby

Gio, 04/04/2013 - 02:45

Ragazzi, noi abbiamo la Carfagna, i tedeschi hanno la Merkel... Avete notato la differenza. Bellezza versus Grosso Kulo.

Roberto Benso

Gio, 04/04/2013 - 02:58

Calma e gesso. Sistemeranno ogni cosa. I saggi tutto ok?

gabriel maria

Gio, 04/04/2013 - 07:23

L'Italia potrebbe quindi avere un presidente:la Bonino che quando era giovane girava per l'Italia con la pompa della bicicletta per fare abortire le ragazzine!Che candidatura di spessore!E la Carfagna è d'accordo!Briscola il PDL è proprio messo bene........Buon Dio e questi vorrebbero governare l'Italia ????Ma va f.............!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Gio, 04/04/2013 - 07:33

Ma se tu, ma se su, ma se giù, ma se poi, ma se noi, ma se voi, ma perché, ma chi è, ma da me, ma se ho, ma però, ma dirò...dirò, cosa dirò? Niente, dirò. Il vostro parlare sia il sì, sì e il no, no! Ma cosa c'è da vedere, rivedere, stravedere? Mi auguro che Berlusconi dica a Bersani che lo appoggia in tutto e per tutto, senza se e senza ma! Ricordate: Concordia e misericordia!

laura-clara man...

Gio, 04/04/2013 - 07:59

La Bonino? ma che pessima idea!!!! Ma basta con questi vecchi arnesi della peggiore politica e delle vecchie e mortifere ideologie.non può rappresentare l'Italia il viso vecchio e avvizzito di questa donna che ha combattuto l'infame battaglia per l'aborto, lei stessa praticando aborti con le sue mani che sono quindii sporche di sangue innocente. Occore un segno di discontinuità cioè una personalità al di sopra delle ideologie e al di fuori della vecchia politica.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 04/04/2013 - 20:50

la schifosa abortista criminale NO

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Gio, 18/04/2013 - 14:37

sono tutti uguali... rassegnatevi