Il Cav: settimana decisiva per partito e legge elettorale

Berlusconi vuole arrivare alla kermesse di Forza Italia con la squadra al completo. Da definire il ruolo di Toti

Oggi, come da tradizione, dedicherà la giornata ad azienda e famiglia. Ed è probabile che ancora una volta Silvio Berlusconi sentirà ripetere i consigli di chi, come Fedele Confalonieri, gli ribadirà l'esigenza di dare una scossa di rinnovamento a Forza Italia. Il Cavaliere, però, ha anche promesso di mediare rispetto alle richieste di chi, nella vecchia guardia azzurra, lo sollecita affinché tenga in considerazione le motivazioni di tutti quelli che gli sono rimasti fedeli dopo lo strappo di Angelino Alfano.
La mediazione è nelle sue mani: da una parte Gianni Letta e i vertici Mediaset che spingono perché si dia un ruolo apicale alla new entry Giovanni Toti, dall'altra l'establishment di Forza Italia che sollecita una rivoluzione per gradi che eviti, quindi, di alimentare i malumori (per usare un eufemismo) che già le nomine dei coordinatori regionali hanno determinato. Quella che comincia oggi dovrebbe dunque essere la settimana decisiva: d'altra parte il Cavaliere vorrebbe arrivare all'appuntamento del 26 gennaio – data del ventennale del messaggio tv della discesa in campo– con la squadra al completo. L'evento si terrà al Palalottomatica di Roma, dove sarà necessario portare diecimila persone. La collaborazione della macchina organizzativa del partito, quindi, non può essere ininfluente. Il Cavaliere sa - perché Denis Verdini glielo ha ripetuto almeno in un paio di faccia a faccia la scorsa settimana – che nominare il direttore di Tg4 e Studio Aperto come plenipotenziario del partito rischia di scatenare insoddisfazioni difficili da gestire. I big di piazza San Lorenzo in Lucina negano però pubblicamente che ci sia un rischio di scissione, nonostante al Cavaliere l'ipotesi sia stata da più parti prospettata negli ultimi giorni. Non solo dai «soliti» falchi, ma anche da alcune frange più moderate del partito che per la prima volta hanno deciso di puntare i piedi. Berlusconi, però, nelle sue ultime dichiarazioni pubbliche ha fatto chiaramente capire che il partito è lui e di voler giocare in prima persona la campagna elettorale, fosse anche solo quella per le europee. Lo stesso Toti, d'altra parte, avrebbe mostrato la sua irritazione per la fase di impasse in cui si è entrati. Per questo in settimana l'ex premier dovrà sciogliere il nodo: farlo coordinatore unico di Forza Italia o, come chiedono i big azzurri, dargli un ruolo di vertice - ma sostanzialmente rappresentativo più che organizzativo – come quello di vicepresidente o portavoce. Contemporaneamente l'ex premier dovrebbe nominare i componenti di quell'ufficio di presidenza che ormai da settimane gli viene con insistenza chiesto dalla vecchia guardia. Di certo il Cavaliere vuole arrivare in una posizione di forza al momento clou della trattativa con Matteo Renzi sulla legge elettorale: questa infatti potrebbe essere la settimana decisiva per un faccia a faccia che Berlusconi ha già dimostrato di avere interesse a tenere.

Commenti
Ritratto di Agarzati

Agarzati

Lun, 13/01/2014 - 08:44

Forza Cavaliere non si faccia ricattare. Capisco lo sconforto di chi vede giovani persone esterne al partito emergere, ma é giunta l´ora di aria fresca, che certo puó cooperare anche con gli "esperti" politici. Inoltre se fossero stati cosí bravi ed esperti non si sarebbe a questo punto, no? Io l´ho giá scritto vedo bene Comi Cattaneo e Plebani come giovani accumunati a Gelmini Palmieri Gallan...questa sí che sarebbe una rivoluzione. Buona giornata e buona settimana a tutti. Garzati

Guido_

Lun, 13/01/2014 - 08:57

"Oggi, come da tradizione, dedicherà la giornata ad azienda..." Ad azienda? Ma non aveva sempre affermato che aveva smesso di occuparsi delle sue aziende e che non le contattava neanche telefonicamente? Eccovi smascherati cari bananas! Con l'onestà proprio non andate d'accordo... esattamente come il vostro padrone...

soldellavvenire

Lun, 13/01/2014 - 09:06

"torna a casa, alfie" l'accorato grido che sgorga dai vostri cuori come un estremo atto d'ammmore ed odio insieme, paradosso dell'umana natura

El Chapo Isidro

Lun, 13/01/2014 - 09:12

Ma si rilassi pure berlusconi che tanto lui non è decisivo per quanto riguarda la legge elettorale, anzi, essendo lui un pregiudicato oserei dire che la sua opinione non conta assolutamenbte nulla per le persone oneste! Del suo partito può fare ciò che vuole, chissenefrega!

xgerico

Lun, 13/01/2014 - 09:12

Da il Giornale:Di certo il Cavaliere vuole arrivare in una posizione di forza al momento clou della trattativa con Matteo Renzi sulla legge elettorale: questa infatti potrebbe essere la settimana decisiva per un faccia a faccia che Berlusconi ha già dimostrato di avere interesse a tenere.................Silvio non ti preoccupare, Renzi ha detto se è il "caso" ti consulterà!

xgerico

Lun, 13/01/2014 - 09:14

Povero Toti, neanche l'hanno "nominato" e già lo buttano fuori, sia i Falchi che le colombe!

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Lun, 13/01/2014 - 09:18

e basta con il pregiudicato decaduto, da domattina pane acqua ed una brandina...ahahahahah at salut bananas!!

xgerico

Lun, 13/01/2014 - 09:19

Povero Toti, neanche l'hanno "nominato" e già lo buttano fuori, sia i Falchi che le colombe!

cicero08

Lun, 13/01/2014 - 09:40

Siamo alle solite: Toti tiuscirà mai a prevalere su un blocco che sembra monolitico con a capo Verdini, Santancè e Fitto? E davvero la Pascale recita un ruolo importante?

Ritratto di ersola

ersola

Lun, 13/01/2014 - 09:43

ma si porta tutto il milan apppresso?

Ritratto di mark 61

mark 61

Lun, 13/01/2014 - 09:46

COSI GIUSTO X RICORDARLO Perchè organi dello Stato continuano a far del male ai cittadini lasciando in libertà un pluri pregiudicato, già condannato e pronto per essere condannato per altri gravissimi reati. Possibile che nessun organismo statale trovi normali le parole di quest'individuo

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/01/2014 - 09:49

scusate una curiosita',quale sarebbe la novita' rispetto alle precedenti edizioni?ghe pensi mi,ieri come oggi come domani.Gli iscritti?gli elettori?ovviamente nessuno che si prende la briga di coinvolgerli.Tanto poi c'e' sempre la possibilita' di dare la colpa agli altri quando le cose non funzionano...

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Lun, 13/01/2014 - 09:52

ma basta ! esproprio di tv e gironali poi mettelo in galera e buttate la chiave

Atlantico

Lun, 13/01/2014 - 10:19

Signore da settimane scrive lo stesso articolo ma non ne ha nessuna responsabilità che invece è tutta di Berlusconi che non si decide a nulla. Comunque, nell'intervista di ieri di Matteo Renzi al Corriere, in riferimento alla riforma elettorale si dice letteralmente: "Se serve incontrerò Berlusconi ma per il momento non ne vedo la necessità perchè ancora non ci siamo": di conseguenza, l'incontro che premerebbe a Berlusconi ( un incontro giusto per parlare un pochino di Milan e Fiorentina e, soprattutto, fare un pò di foto e qualche secondo di filmato da far vedere ai TG della sera per mostrare che Berlusconi è ancora in gioco ), Renzi - che è più intelligente di quanto creda Berlusconi - non lo vuole concedere se prima Forza Italia non si espone pubblicamente sulla nuova legge elettorale. Vista l'impasse di FI persino sulle nomine interne ( con la guerra interna tra Toti ed il resto del partito ), l'incontro tra Matteo e Silvio non lo vedo per nulla prossimo, anzi ... Il pallino ce l'ha saldamente in mano Renzi che nella stessa intervista ha anche aggiunto: "Il governo non rischia nessuna rottura". Molti auguri a Signore per i prossimi giorni: non lo invidio per nulla.

Ritratto di caribou

caribou

Lun, 13/01/2014 - 10:46

"ha fatto chiaramente capire che il partito è lui" Ma pensa te che grande anima democratica ha il cav.! Ma sti quattro leccapiedi dove andranno quando Silviuzzo non ci sarà più?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/01/2014 - 10:55

Se la squadra che sta allestendo è come la precedente è meglio che si dedichi a Dudù. A tempo pieno.

cicciosenzaluce

Lun, 13/01/2014 - 10:57

tutti i giorni,bisogna sentire,questo avanzo di galera,che dice menzogne,sapendo di dirle,e questi poveri giornalisti,pagati per essere succubi del tiranno,sono costretti ad avallare,consapevoli,che lui può dire ciò che vuole,ma è ad un passo dalla sua fine politica

Angelo48

Lun, 13/01/2014 - 11:21

Agrippina: buongiorno a lei signora. La ritrovo purtroppo anche oggi in ben due articoli (questo e quello sulla De Girolamo)fare riferimento al tema "ghe pensi mi" in atto in Forza Italia. Tematica questa, affrontata da entrambi in occasione delle fuoriuscite di Fini e di Alfano. Torno a ribadirle un concetto che forse a lei (non iscritta né al PDL nè a F.I.)è sconosciuto: se gli appartenenti a questi schieramenti avessero davvero alto il senso di "decisionalità democratica e collegiale", dovrebbero prima imparare a rispettare "democraticamente e collegialmente" le norme previste dallo Statuto del partito di cui fanno parte; norme - peraltro - prese esse sì in forma collegiale. Non solo: se avessero a cuore le sorti del partito che rappresentano, nei momenti in cui esso (il partito)ha bisogno del loro sostegno/impegno economico ed umano (vedi campagna elettorale), occorrerebbe darsi una "mossa" e lavorare con estrema intensità. Ad esempio: se lo Statuto prevede in caso di deficit di bilancio una corresponsione paritetica per ripianarlo, occorre che TUTTI mettano mano al portafoglio. Non si lascia ripianarlo (il debito)solo ad una persona. Se lo Statuto (collegialmente approvato e sottoscritto)prevede un versamento mensile/annuale da immettere nelle casse del partito come quota associativa e come contributo personale per gli incarichi che grazie al partito si ottengono, non lo si disattende per meri interessi personali. In campagna elettorale cara signora, ci si rimbocca TUTTI le maniche e si gira il Paese in cerca di consensi. Opera questa, che non si lascia solo nelle mani e nella voce di un sol uomo per giunta ultra settantenne. E non è - cara signora - che ci si richiama alla democrazia e alle decisioni collegiali quando le cose non girano per il giusto verso, al sol scopo di far ricadere la colpa su di un solo uomo. NON FUNZIONA COSI'. Sono riuscito almeno adesso a farle capire con questi esempi (ma ce ne sarebbero altri da riferirle)dove si annida il problema del "ghe pensi mi"? Altrimenti mi dica una volte per tutte:".. caro Angelo, quello che scrivi sono sciocchezze che non posso condividere.." Almeno così mi metto il cuore in pace e non perdo altro tempo a discutere su questo argomento. Cordialità comunque!

electric

Lun, 13/01/2014 - 11:22

Toh, i soliti scemetti che ancora definiscono Berlusconi 'pregiudicato'. Ma siete capaci di fare un commento originale, magari cercando di spremere quel poco di cervello che vi resta?

LUCIO DECIO

Lun, 13/01/2014 - 11:26

ma perche questo blog deve essere sempre infestato da zecche rosse come muti o cicciuzzo con la luce tagliata?

Guido_

Lun, 13/01/2014 - 11:31

"Da una parte Gianni Letta e i vertici Mediaset..." "Fedele Confalonieri, gli ribadirà l'esigenza di dare una scossa..." "Nominare il direttore di Tg4 e Studio Aperto come plenipotenziario..." Caro Adalberto Signore, ma non avevate sempre detto che le tv e i giornali del cav. (ex cav. tra non molto) erano indipendenti e che il conflitto d'interessi era stato definitivamente risolto? Ecco, ora avete dato un motivo ai vostri elettori affinchè scelgano un partito di persone più oneste e comunque meno bugiarde di voi.

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Lun, 13/01/2014 - 11:41

eletric: hai ragione, oltre a pregiudicato lo si puo anche definire: corruttore,mafioso, bugiardo, piduista,evasore fiscale,spergiuro e baciamano di beduini

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 13/01/2014 - 11:41

La vera notizia è che SILVIO abbia deciso di ammettere alla propria presenza il renzi. Non è ancora quel riconoscimento di democraticità che da vent'anni i comunisti implorano da SILVIO, ma è certamente un primo passo importante che potrebbe consentire al renzi di presentarsi all'estero come capo di un partito democratico e non di un groppuscolo comunista ed eversivo. A questo punto è scontato che SILVIO detterà a renzi le condizioni e l'agenda che il renzi non potrà far altro accettare integralmente, infatti renzi è di fronte ad un bivio drammatico: opporsi al supremo volere di SILVIO (che è il volere del popolo italiano) e scomparire come i vari fini, casini, veltroni, prodi, ecc., oppure seguire le istruzioni che SILVIO vorrà dargli e porre le basi per divenire capo di una opposizione finalmente democratica e RICONOSCIUTA dal popolo italiano come tale. E' davvero una settimana di svolta che, nel nome di SILVIO, definirà il futuro dell'Italia.

AG485151

Lun, 13/01/2014 - 11:55

Scissione : lasciali scindere . Buttali fuori tutti e piantala di voler tenere dentro tutti . Altrimenti dove sta la novità ? Questi vogliono solo le sedie per continuare a campare gratis . Non lo hai ancora capito Berlusconi ? Ma vai per la tua strada : Fai una legislatura all'opposizione e intanto metti a posto le cose in casa tua prima di voler metterle a posto in casa degli italiani .

soldellavvenire

Lun, 13/01/2014 - 12:02

Angelo48 - mi perdoni l'ignoranza: ma lei PAGA la tessere di FI? SI PAGA per iscriversi a FI? si vota qualcosa in FI o si firma lo "statuto" senza fiatare? e noi comunista che credevamo che pagasse tutto silvio... e che lo statuto lo scrivesse silvio (non proprio di persona...)

Pinozzo

Lun, 13/01/2014 - 12:03

Che pena. Ormai se la canta e se la suona da solo e ad applaudire sono rimasti solo i servi piu' umili e i pasdaran piu' ciechi. Ormai il pregiudicato non conta piu' nulla. Lo aspettano i domiciliari e una coperta di lana sulle ginocchia.

Angelo48

Lun, 13/01/2014 - 12:15

soldellavvenire: scriva seriamente quel che le preme sapere e vedrò di accontentarla.

AG485151

Lun, 13/01/2014 - 12:23

Quanti comunisti scrivono su questo giornale ! Leggendo i loro commenti si vedono solo odio insensato e cecità da ideologia nel dna . Se a dx faticano a cambiare qui siamo proprio all'impossibilità assoluta di pensare con la propria testa . Fanno pena . Dimostrano in continuazione di predicare bene e razzolare molto male : de benedetti , l'aquila , la liguria , napoli , roma , e via dicendo . Capito sfaccendati ?

eglanthyne

Lun, 13/01/2014 - 12:43

Angelo OH Angelo, fai intercedere Paolino da Nola!Cordialità.

Guido_

Lun, 13/01/2014 - 12:51

@AG485151, non le sembra di essere un pochino di parte? Non le dice niente il fatto che a sx Penati sia stato immediatamente espulso dal partito (ancor prima che cominciasse il processo) ed invece Formigoni sia stato direttamente promosso al Senato? Impari a ragionare con la sua testa e non con argomenti da tifo di stadio...

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 13/01/2014 - 12:56

Berlusconi si trova in una situazione non molto facile da gestire. Purtroppo l'aver anteposto il suo problema giudiziario nei confronti del governo ha causato la scissione con Alfano, che a mio parere Berlusconi avrebbe voluto evitare, ma non ha potuto, e sono sicuro che avrebbe preferito liberarsi più della Santanché & Co che di Alfano. Detto questo FI é di Berlusconi e lui ne é il solo padre padrone per diversi motivi l'ha fondata, l'ha portata a certi livelli ci mette i soldi e la faccia. Quindi indipendentemente da qualsiasi statuto approvato é lui che decide chi deve eseguire i suoi ordini, chiaramente dovendo scendere a compromessi e accontentare di volta in volta qualcuno. Ora Berlusconi sa che tra i partiti attuali l'unico che é legato ad una classe politica che ha fallito da 20 anni e più é solo il suo. il PD ha eletto un segretario, che non é mai stato coinvolto in nessun governo precedente e che deve dimostrare se é solo chiacchiere (come Berlusconi) o se sarà capace di aggiungere qualche fatto alle sue sparate oltre che ad ever iniziato un tentativo di rinnovamento dei politici PD, il M5S é formato da gente che non é mai stata in parlamento precedentemente. Quindi Berlusconi ha bisogno di gente capace e nuova, anche in prospettiva futura, visto che lui stesso non é eterno e ha già una certa età. Giusto che cambi la classe politica di FI epersonalmente spero che Santanché, Verdini e Brunetta vengano messi in disparte, per dar spazio a gente nuova e più capace. Toti sa che se non avrà mani libere, gli faranno venire l'esaurimento nervoso ecco perché giustamente chiede pieni poteri, e io una possibilità glie la darei, tanto nel caso le cose non andrebbero nella direzione giusta Berlusconi ci metterebbe un secondo a mandarlo via accontentando i falchi.

soldellavvenire

Lun, 13/01/2014 - 12:56

Angelo48 - non riesco a stare serio quando scrivo su "il giornale", per questo non mi aspetto risposte serie: mi può tranquillamente ignorare, mi scuso di nuovo per averla citata

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Lun, 13/01/2014 - 12:58

soldellavvenire,El Chapo Isidro (il Sardo che s'inkula le pecore),xgerico,ersola, ettore muti,Agrippona,mark 61,Atlantico, CicciosenzaKazzo..10 fanatici Antiberlusconiani sfigati che bloggano h24 dagli scantinati di Repubblica..stipendiati da Barbapapà..sembra che abbiano invaso il Blog..ma sono sempre loro..10+1 Luigipiscio in coda al trenino..10 Formiche che ogni giorno s'inkazzano e urlano contro un gigante di nome Silvio..un Leader amato da 10 milioni di Italiani che ogni giorno da l'esempio nella lotta per riformare una magistratura Kommunista ed eversiva..contro 11 microbi che si nascondono dietro un Nick..siete BANALI E PENOSI!!!

luigi civelli

Lun, 13/01/2014 - 13:01

Sembra incredibile ma,osservando il teatrino politico delle ultime settimane,sento la mancanza delle diplomatiche affermazioni,ispirate a elegante e raffinata moderazione,della Santanchè,delle serene dichiarazioni di Gasparri,frutto di solari e sofferte meditazioni,delle colorite e passionali esternazioni della verace Mussolini.Dove sono finite le inconsolabili vedove parlamentari di Silvio,tanto ammirevoli nei loro sobri vestiti neri?

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Lun, 13/01/2014 - 13:09

RaddrizzoLeBanane: mai nikname fu piu appropriato ...golosone!!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Lun, 13/01/2014 - 13:17

ettore muti..ecco bravo Raddrizza le Banane..che ti riesce bene..

xgerico

Lun, 13/01/2014 - 13:28

@RaddrizzoLeBanane- Finchè mi "citi" mi convinco, ancora di più, di essere nel giusto!

xgerico

Lun, 13/01/2014 - 13:35

@RaddrizzoLeBanane- Raddrizzo le banane, ma che Metodo "usi"??? Sappi che con me protesti avere "qualche problema", l'età ce tutta, e pure usato!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Lun, 13/01/2014 - 13:37

xgerico..più che "citi" mi ricordi una "Cita"..non ti riconosci nella foto?

Ritratto di mark 61

mark 61

Lun, 13/01/2014 - 13:39

COSI GIUSTO X RICORDARLO Perchè organi dello Stato continuano a far del male ai cittadini lasciando in libertà un pluri pregiudicato, già condannato e pronto per essere condannato per altri gravissimi reati. Possibile che nessun organismo statale trovi normali le parole di quest'individuo

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Lun, 13/01/2014 - 14:04

Il Cav: settimana decisiva per partito e legge elettorale. Ma non doveva occuparsi anche del MILAN , così avete scritto qualche settimana fa. Visti i risultati vi guardate bene dal ribadirlo , siete dei bei VOLPINI.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/01/2014 - 14:26

@Angelo48,eravamo rimastival tu e da li mi permetto di ripartire.Non metto un solo dubbio su quanto scrivi.Ne deduco che gli alfaniani non avrebbero pagato le loro quote di onorevoli e ministri,giusto?Questo il motivo della scissione quindi,come di altre fuoriuscite?E se non il motivo,uno dei forse?Sullo statuto prendo le tue parole come verbo,senza ironia,allora mi chiedo ma questa associazione politica,come le precedenti,come e' stata registrata?chi ne detiene i diritti?Capisci che per cio' che hai ben spiegato questo aspetto chiarirebbe il perche' siano le tasche di uno solo a foraggiare e di conseguenza ad assumersi l'onere/onore delle scelte.Passando invece all'aspetto piu' politico della faccenda mi chiedo,ma venti anni ormai di esperienza non hanno creato nessuna classe dirigente in grado di camminare sulle proprie gambe,di trovare finanziamenti privati(in aggiunta ai pubblici rimborsi),insomma dopo venti anni tocca ancora ad un sol uomo,sempre lui?Temo di si.Perdona la mia estrema criticita' ma questa e' l'ennesima prova di un fallimento totale di questo "pseudo" progetto politico.Idem dicasi per la questione immagine e campagna elettorale.Anche perche' poi l'uomo che in venti anni non e' riuscito a costruire un partito ed una classe dirigente autonomi e che ha spesso sbagliato nell'individuare collaboratori e alleati,ebbene persevera con lo stesso metodo che ha prodotto questi risultati,quindi non credo sia poi cosi' strano contestargli in maniera assolutamente critica e civile tutto cio'.Come sempre i miei piu' sinceri saluti.

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Lun, 13/01/2014 - 14:55

Dall'attivita' politica degli ultimi 20 anni chi ha tratto beneficio sono state le sue aziende. Riguardo alle richieste che gli vengono rivolte sono giuste perche i lecchini vanno pagati altrimenti si rivoltano. Questa e una realta'

odifrep

Lun, 13/01/2014 - 15:06

eglanthyne (12:43) - per la stima che nutro nei tuoi confronti (se ritieni opportuno) mi dici perché Paolino da Nola? Cordialità.

Angelo48

Lun, 13/01/2014 - 16:03

Agrippina: il timore di sembrare "sgarbato" mi fa dimenticare con chi ho instaurato un rapporto confidenziale. Scusami. Vengo alle tue civili considerazioni. Il motivo per cui Alfano & soci hanno lasciato il PDL, non è riconducibile alle "quote" che avrebbero dovuto versare. A quelle - con sommo gaudio loro - ci aveva già pensato 11 mesi fa il "despota" della situazione. Tra assegni circolari, bonifici e quant'altro ben oltre i 115.000€ versate nelle casse del partito o movimento se vuoi. Ti ricordo -tra le altre cose - le entusiastiche affermazioni pubbliche di Alfano del 27 giugno scorso quando annunciò trionfante alla stampa " .. entro l’estate rinasce Forza Italia.. è quasi tutto pronto." A Giugno Silvio non era ancora per Angelino un despota? Poi, perdonami, l'aver o meno registrato il simbolo da solo e detenerne i diritti, non implica necessariamente ed inevitabilmente che le scelte debba e possa farle lui da solo. Sapessi quante scelte il cav. ha dovuto mandar giù pur non condividendole, resteresti sorpresa. Il nocciolo del problema non politico ma umano, è invece un altro: per essere credibili, occorre puntare i piedi contro una certa "stolta" guida politica, in tempi non sospetti. Ti porto come esempio sempre Alfano. Quando nel luglio 2011 Silvio, nel corso del congresso del partito, suggerì ai convenuti l'acclamazione di Alfano a segretario del partito, perché Angelino non rifiutò chiedendo una votazione democratica? Allora l'accentratore gli faceva comodo? Eppure ti ricorderai i suoi passaggi "dichiarativi" a favore delle primarie. E come lui, tanti altri; quegli stessi di cui - con legge elettorale con preferenze - vorrò vedere i riscontri numerici. Vengo ora alla tua valutazione politica. Che Silvio non sia stato capace di crearsi una valida alternativa, è cosa inconfutabile. E' sbagliato pensare però,che non l'abbia cercato di fare. Aveva scelto in tempi andati Fini (te lo garantisco)e Casini, appena saputolo, se ne è uscito adducendo altre motivazioni. Poi, pressato da certi "consigliori" (che svolgevano/svolgono il ruolo di finti consiglieri)aveva pensato ad Angelino e Fini (che era prima transitato sullo scranno più alto della Camera)se ne è risentito, al punto da iniziare prontamente a sparlare della di lui gestione politica del partito. E non dar retta alla parolina "che fai mi cacci", perché mi sembra di averti già chiarito in altra sede, come sono andate effettivamente le cose. Ed allora, cosa dire, come valutare politicamente questo ventennio berlusconiano? Per me, più ombre che luci. Silvio ha commesso una serie di errori personali e strategici sul piano politico oltre che per una dabbenaggine personale in alcune occasioni, anche e - soprattutto - perché contornato da una serie di individui che fingendosi a lui devoti, al momento opportuno (problemi giudiziari)l'hanno abbandonato al proprio destino. Adesso starebbe ricommettendo gli stessi errori? Può darsi, ma non darlo per scontato sin d'ora. Il tempo ci dirà chi tra noi due, è pessimista od ottimista oltre il lecito. Scusami per la lungaggine!

AG485151

Lun, 13/01/2014 - 17:05

GUIDO : cosa devo dirLe ? Se rilevare la numerosità di articoli di un certo tono e fare un breve elenco , ma molto breve , dei " mali esempi " di sx per dire che questi qui hanno poco da sbeffeggiare e che si guardino anche in casa loro, per Lei , vuol dire essere di parte conferma che ho ragione : non capite proprio . Se La può consolare Le dico che se scrivessi ciò che penso di Formigoni da Lei citato e potrebbe rimarrebbe stupito . Io la penso come la penso e quello che penso non fa parte , purtroppo , nè dei programmi della dx nè di quelli della sx . Vedo solo tanti incapaci ma furbacchioni che mi consumano , a vuoto per me e a strapieno per loro e le loro clientele di statali-regionali-provinciali-comunali-bruxellesi e newyorkesi , il 58% ( cinquantottopercento ) del mio reddito . Altro che dx e sx , che scaldano la testa alla gente e la dividono con l'ideologia mentre loro vanno a cena assieme . Mi faccia sapere . Saluti .

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 13/01/2014 - 17:12

@Angelo48 la tua lungaggine e' ben accetta perche' contiene passaggi e storie a cui credo e che contribuiscono ad arricchire conoscenza e discussione.Ora pero' fammi sottolineare un aspetto per me importante,non ho mai sostenuto ne difeso alfano,ieri come oggi.Non ho mai sostenuto le follie politiche di finispecie post 93.Capisci molto bene il perche' chiarisco cio'.Alfano come quai tutti i protagonisti di questo cdx,fini a parte,ha vissuto di luce riflessa.Poteva alfano nel 2011 dire no caro silvio,o qui' si vota o io il segretario non lo faccio?no.Non lo ha detto per due motivi,primo non gli conveniva,secondo non era nemmeno contemplabile concettualmente che una carica di segretario potesse essere eletta con il rischio di bifrontizzare un partito da sempre monocefalo.Questo a parere di tutti,mi spiego,tolto B. in quel partito ci sarebbe solo una lotta tra bande,tanti morti nessun vero vincitore;aperta una votazione del genere si scatenerebbe la fine del mondo con tanto di ombre e sospetti sul futuro incaricato,questo giornale in tal senso e' un esempio magnifico.Cio' che pero' continuo a criticare e' il metodo,caro Angelo non mi interessa dir male di B. o di tizio,e' di politica che mi piace discutere e dei modi di farla.Certo che non posso prevedere chi saranno i futuri personaggi a cui sara' data forza nel partito,ma no n mi interessa personalizzare la questione,ritengo piu' importante il merito della stessa.Invero un unica previsione mi sento di farla,per carita' non e' nilla di trascendentale,ma credo che sara' la sig.Marina a seguire il compito del padre.In tal caso converrai che ci troviamo sempre alla solita questione di metodo.Se si crea un partito di yesman,non ci sara' nessuno disposto a criticare o sfidare il capo,ma solo tantissimi che al momento oppprtuno lo lasceranno.Cordialita'.

Angelo48

Lun, 13/01/2014 - 17:40

Agrippina: Marina Berlusconi, mia cara amica, (peccato non sapere il tuo nome)non diventerà mai la guida politica di Forza italia. Sa perfettamente che, qualora decidesse di farlo, farebbe la stessa fine.... giudiziaria del padre! Sono in molti a ritenerla futura guida, ma sono in pochissimi a conoscere il suo acume. Io vedrei molto bene alla guida della nuova F.I., uno come Alessandro Cattaneo sindaco di Pavia. Giovane, ambizioso, di idee liberali (ma di quelle che piacciono a noi)e dulcis in fundo... molto stimato da uno come Martino. Il che mi rende molto più fiducioso. Saluti!

AG485151

Mar, 14/01/2014 - 11:51

Solo per sorridere . Angelo e Agrippina : insomma scambiatevi il cellulare e l'indirizzo e-mail perbacco . Però non dimenticatevi mai in tutta la vostra corrispondenza che la sostanza rimane il DEBITO PUBBLICO CAUSATO DALLA SPESA PUBBLICA , per pagare i quali - non so a voi - a me tolgono il 58% del mio reddito . Con il resto devo vivere e anche risparmiare per quando ne avrò bisogno . Quindi siamo sempre là : il nemico è la spesa pubblica e cioè il sistema politico/amministrativo/burocratico/giudiziario : costoso , inefficiente , clientelare , incontrollato . Statemi bene .