Berlusconi sfida Letta: avanti su Imu, Iva e larghe intese

L'ex premier al lavoro per rilanciare il partito. Gli assi da giocare sono la riduzione delle tasse e le riforme

«È alla bilancia». In quel di Arcore lo chiamano così l'atrio con la scrivania dove vengono appoggiate solo le cose che davvero Berlusconi legge. L'agenda, le agenzie del giorno, vari appunti e i dossier su cui il Cavaliere lavora sono tutti lì, su un fratino antico al centro del quale c'è un'enorme bilancia con due piatti.

Ed è proprio «alla bilancia» che è stato per giorni l'incartamento sul restyling del Pdl buttato giù da Verdini, Santanché (che ieri sera ha incontrato il Cavaliere) e Capezzone. Un'idea che l'ex premier ha studiato con cura e che non gli dispiace affatto, convinto com'è che sia ormai arrivato il momento di rifondare un partito che non l'ha mai entusiasmato davvero. Il punto è solo la tempistica, visto che se da una parte Berlusconi è deciso ad azzerare quanto ancora resta del Pdl dall'altra sa anche che al momento le priorità restano altre, a partire dal governo Letta. Che, lamenta in privato l'ex premier, ha iniziato a dare segni di cedimento verso le «sirene» dell'ala estrema del Pd e, in particolare, «del cosiddetto partito di Repubblica». Le prime, infatti, hanno ripreso fiato dopo il successo schiacciante di Marino a Roma, visto che il neosindaco ha sempre sbandierato con fierezza il suo «no» alle larghe intese. Il secondo, invece, dopo la kermesse fiorentina – almeno così la vede Berlusconi – sembra aver lanciato segnali chiari al governo invitandolo a prendere le distanze dal Cavaliere che «non va legittimato né come interlocutore dell'azione dell'esecutivo né come controparte di un'eventuale pacificazione». Tanto che qualcuno nel Pdl fa notare la doppia uscita del ministro dell'Economia Saccomanni che, lasciando da parte la sua proverbiale prudenza, in sole 24 ore ha polemizzato prima sull'Imu e poi sul ruolo dell'Europa.

Berlusconi, insomma, vede un Pd in agitazione, di nuovo tentato da spinte «movimentiste». Di certo, non ha gradito la presa di distanza di Letta, tanto che il Pdl è tornato alla carica sui temi economici. «L'abolizione dell'Imu e lo stop dell'Iva sono misure attese, un passo indietro sarebbe deleterio», spiega il capogruppo al Senato Schifani. La stessa linea del vicepremier Alfano che non a caso lunedì è tornato ad insistere sul punto. Un passo in più lo fa il presidente della commissione Finanze della Camera Capezzone che spera che la mozione su Equitalia approvata all'unanimità lo scorso 7 giugno possa diventare materia di un decreto entro la settimana (del testo si sta occupando il viceministro Casero).
Questi, insomma, sono i fronti su cui il Cavaliere intende affondare colpi. Soprattutto se il governo dovesse insistere nel delegittimare l'idea di larghe intese e di pacificazione nazionale, soprattutto se continuasse a prendere le distanze sull'Imu o a considerare Berlusconi un interlocutore non alla pari.

Poi, certo, «alla bilancia» c'è il dossier Pdl. L'obiettivo è passare al modello americano, dal partito degli iscritti a quello degli elettori: più internet, organizzazione tematica, consultazione degli iscritti anche per singole proposte di legge, fundraising di piccole somme in rete oltre che di cifre più consistenti da contribuenti «vip». Un restyling che dovrebbe arrivare a breve, mentre è ancora da vedere se davvero si tornerà al nome di Forza Italia. Comunque, anche fosse, non lasciando il Pdl come bad company (cosa che aveva un senso un mese prima del voto), ma anzi prevedendo nello Statuto una clausola che impedisca sovrapposizioni e confusioni tra i due soggetti.

Commenti

Lucaferro

Mer, 12/06/2013 - 08:44

Caro Silvio, ormai il cittadino stenta a crederTi dopo le larghe ed inutili intese ed il fumo negli occhi che questo governo, ancora con il Tuo sostegno,

angelovf

Mer, 12/06/2013 - 08:48

Se letta dovesse fare il doppio gioco col pdl e inciuci con Renzi meglio licenziarli noi che farci licenziare.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 08:50

quando il mondo cambia, noi ci adeguiamo al cambiamento. mica facciamo il masochismo dei comunisti, che si scannano tra di loro come 100 anni fa, senza cambiare nulla....:-) tra l'altro, in tutti i paesi democratici ormai le larghe intese sono necessarie per far muovere il governo. solo in italia, a causa dell'ottusità comunista, le larghe intese nascono già azzoppate. e, ovviamente, i comunisti della malora se ne fottono della responsabilità del danno che faranno al paese!

angelovf

Mer, 12/06/2013 - 08:52

Meglio che il cav. Si dedicasse all'uscita dal euro avrebbe piu seguaci in Italia,tanto tutta questa fatica non ci porta da nessuna parte ma,ci aggraviamo sempre piu', questo e' un accanimento terapeutico,ma si muore lo stesso.Forza Silvio!!!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 09:09

in tutta l'europa le larghe intese sono ormai una necessità, più per far muovere il governo che per opportunismo politico. solo in italia, grazie all'ottusità comunista italiana, si continua a negare questa occasione! ma si sa, i comunisti sono abituati a non assumersi le responsabilità dei danni che faranno al paese... :-)

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 12/06/2013 - 09:18

@mortimermouse e vuoi cambiare discorso!!! Almeno cambia qualche frase.

winston1968

Mer, 12/06/2013 - 09:40

Attenti, chiacchiere tante fatti pochi.

rancarani.giacinto

Mer, 12/06/2013 - 09:41

per @mortimermouse@ le "larghe intese" sono state una "ragion di stato", non si poteva farne a meno. Ricorda il gargamella cosa ha fatto nei 60 giorni dopo il voto? Dopo aver detto che ...abbiamo vinto ma non possiamo governare....ha cercato in tutti i modi di salire nella stanza dei bottoni, ma senza riuscirci non per colpa del PDL, ma per colpa loro. Questo momento molto difficile della nostro PAESE deve essere superato non con proclami di vittoria ma con continua passione nella politica, quella vera, quella di forza italia degli anni 90.Cordialità

handy13

Mer, 12/06/2013 - 10:03

...i problemi dell'italia li abbiamo già sentiti da tutti...RIDURRE le tasse,..dare LAVORO ai giovani...è il COME FARE che NON viene detto,...o meglio quello che si dice NON convince ...l'unica cosa sarebbe RIDURRE LE SPESE DELLO STATO,..e RIDURRE GLI SPRECHI dei comuni..(basta vedere striscia la notizia, quante opere inutili mai finite, abbandonate..)

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 10:06

mortimermouse: vuoi un consiglio? Limitati ad esprimere i tuoi deliranti proclami sui komunisti e lascia perdere il resto. Ma dove sta scritto che le "larghe intese" sono una necessità? Ma sai di cosa stai parlando??? Ma secondo te, non fosse esistita questa porcata di legge elettorale staremmo a discuterne? In Francia Hollande governa tranquillamente dopo aver ottenuto, al primo turno, il 28% delle preferenze. L'Italia è quel caso al mondo, più unico che raro, dove in seguito a delle elezioni politiche ci si ritrova con una maggioranza di un tipo alla camera e l'assenza di una maggioranza al senato. Solo qui da noi le "larghe intese" si sono rese necessarie... altrove hanno trovato il modo di farne a meno.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 12/06/2013 - 10:21

Le larghe intese servono a qualcuno per restare nella politica, tutto il resto sono solo chiacchiere.

tsfulvio

Mer, 12/06/2013 - 10:29

Il CAV cominci a mantenere ciò che ha promesso in campagna elettorale. Ora mi riferisco all'impignorabilità della prima casa, emendamento presentato da Fratelli d'Italia e non ammesso in commissione per i soliti cavilli burocratici. Si ricordi bene il sig. CAV che se non mantene le promesse la prossima volta altro che flop elettorale : se ne andrà a casa come Fini.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mer, 12/06/2013 - 10:43

ai ai ai....dopo la disfatta delle elezioni amministrative ora vuoi dare disposizioni a Letta?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 12/06/2013 - 10:48

All´Italia per progettare e realizzare il suo futuro migliore serve essenzialmente cultura. Occorre liberare la intelligenza, sviluppare la impresa, attaccare la rendita, ma prima di tutto (altrimenti tutto sarebbe bassezza e inganno), abbattere il muro di Berlino dello stato burocratico parassita sopra il lavoro, i lavoratori e la capacitá di produrre. Se la "cultura" dominante non comprende e si oppone alla semplice chiarezza di questo indirizzo é perché non é cultura ma rivoltante menzogna al servizio di un ottuso e reazionario stato totalitario totalmente indifferente alla distruzione del Paese.

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 12/06/2013 - 10:50

***Da una mia indagine personale tra amici e conoscenti soprattutto di Roma e Milano, ho potuto constatare che gli elettori del centrodestra hanno "marinato" le urne per il semplice motivo che il PDL non doveva assolutamente appoggiare un Governo voluto dagli eterni nemici sinistri considerati tutti comunisti e anche peggio. Dovevano farglielo fare con il Grillo stridulante ed il suo seguito ignorante. Sai che fine ingrata facevano! Alle elezioni amministrative come alle imminenti politiche avrebbe fatto man bassa. La gente pensa che Berlusconi l'abbia fatto puntando sulla benevolenza di chi lo tiene in scacco da un ventennio, la Magistratura Komunista e non per soddisfare il desiderio dei suoi elettori. Così ha peggiorato soltanto le cose che stavano evolvendo positivamente visti i risultati delle politiche di Febbraio.*

cast49

Mer, 12/06/2013 - 10:51

Dreamer_66, per tutti è stata una necessità, e non è stata la legge elettorale a combinare il casino: nel 2008 Berlusconi vinse con quella legge ed anche prodi vinse con la stessa legge; la differenza è che Berlusconi vinse col 10% in più, prodi con solo 24.000 voti in più. Questo vuol dire che la legge non c'entra un cazzo, c'entra invece il numero degli elettori che hanno dato fiducia a Berlusconi e pochissimi a prodi. Bersani ha pensato solo a smacchiare il giaguaro e contemporaneamente perdeva voti, troppo sicuro di farcela e l'ha preso in quel posto ...Non puoi paragonare la francia con l'italia, piuttosto consideriamo ciò che ha fatto la germania, le larghe intese sono state un toccasana.

buri

Mer, 12/06/2013 - 10:53

dopo la batosta elettorale il peso del PDL nel govern0 ne esce ridimensionato e credo che sarà difficile in futuro ottenere quello che vuole il PDL, o si cambia, finora il governo non ha fatto niente di concreto e continuare a sostenerlo a prescindere equivale a suicidarsi, sarà la fine del centro destra

xgerico

Mer, 12/06/2013 - 10:53

Mortimer stai, con i tuoi discorsi, facendo venire l'orchite a più di qualc'uno!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 10:57

i comunisti sono semplicemente ridicoli, non basta che gioiscano sui loro giornali, ma vengono pure qui a romperci le scatole, a dettar ordini, a pestarci i piedi, se ne fottono del rispetto, non sanno stare al loro posto, sono abituati ad insultare, a criticare, ma non ad essere insultati, e neppure essere criticati. questi comunisti sono il cancro della democrazia!

fabio cova

Mer, 12/06/2013 - 11:01

Dalla mutazione grillini in razzi_scilipotini è in arrivo la vendetta PDmenoelle vs. PDL....Fine del berlusconismo! Chi di scilipotini ferisce, di grillini ferisce. Grazie Beppe Grillo e 5 stelle!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Mer, 12/06/2013 - 11:02

All´Italia per progettare e realizzare il futuro migliore che chiede serve Cultura. Occorre il coraggio di liberare la intelligenza, sviluppare la impresa, attaccare la rendita, ma prima di tutto (altrimenti tutto sarebbe bassezza e inganno), abbattere il muro di Berlino dello stato burocratico parassita sopra il lavoro, i lavoratori e la capacitá di produrre. Se la "cultura" dominante non comprende e si oppone alla semplice chiarezza di questo indirizzo é perché non é cultura ma rivoltante menzogna al servizio di un ottuso e reazionario stato totalitario totalmente indifferente alla distruzione del Paese.

Fab73

Mer, 12/06/2013 - 11:20

mortimer!!! porca miseria!!! Questa l'avevi gia' scritta ieri!!! Dal re delle minchiate mi aspetto fantasia, non ripetizione!!! E poi, ma non sara' sei tu il "Komunista"??? A parte il fatto che hai scritto la parola 5 volte in due post di 10 righe in tutto (monomaniaco psicotico...), il tuo leggiadro stile letterario ricorda tanto i comunicati del PCUS degli anni '70...

Reginaldo Danese

Mer, 12/06/2013 - 11:22

Ma noi, non siamo al governo assieme a LETTA? O stiamo all'opposizione? Non ci capisco più nulla:

Fab73

Mer, 12/06/2013 - 11:25

... PS. mortimer, ma "il cancro della democrazia", secondo quello a cui devi chedere il permesso anche per andare in bagno, non erano i magistrati??? Ah gia'! Sono tutti comunisti pure loro... PS: Il permesso per pubblicare le tue minchiate? Me lo rilasci o no???

xgerico

Mer, 12/06/2013 - 11:27

@Ciccio Baciccio - Hooooo...... è arrivato il Pagnoncelli di turno!

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 12/06/2013 - 11:28

La crisi sociale ed economica, sifiducia gli elettori di centrodestra, mentre la sinistra può sempre contare su un manipolo di cretini che li vota qualsiasi cosa succeda (questo è il motivo della vittoria del pd, infatti non ha guadagnato un solo consenso). La sinistra può sventolare quanto vuole i risultati delle amministrative, ma in parlamento senza il sostegno del pdl non va avanti. Non è questione di restyling per far tornare a votare la gente non di sinistra, il centrodestra insista per ottenere quello che vuole su iva e imu e poi vedrete alle politiche il trionfo del pdl e la debacle devastante dei palloni gonfiati del pd.

steali

Mer, 12/06/2013 - 11:35

x mortimermouse.... Noi insultiamo.... Ma si rilegge i suoi messaggi?

Angelo48

Mer, 12/06/2013 - 11:44

Dreamer_66: buongiorno a te caro amico. Mi permetto di segnalarti, che il paragone con la funzionalità del governo francese, mi appare un tantino inopportuna stante la diversità del sistema elettoralistico francese rispetto al nostro. Come già evidenziatoti dal lettore CAST49, non credo che l'attuale sistema italiano - pur se rivedibile - sia alla base dell'attuale politica delle "larghe intese". Se ci ritroviamo oggi con una maggioranza atipica alla Camera ed una non maggioranza (che comunque numeri alla mano c'è)al Senato, la colpa è da imputare a chi ad 1 mese dalle elezioni, riteneva - in forma trionfante - di aver già sbaragliato il campo avverso. La riprova di quel che dico? Ti riconfermo anche qui, quel che ti ha ricordato CAST49: nel 2006 e nel 2008, questa legge "porcata" già esisteva ed ha consentito la formazione di 2 governi stabili in partenza sia alla camera che al senato. E' colpa di questa legge se Mastella.. ed alcuni magistrati han fatto cadere il governo Prodi? E' colpa di questa legge se il governo Berlusconi ha chiuso con 2 anni circa di anticipo i battenti. Suvvia amico, non puoi insistere su qualcosa di irreale. Che poi queste larghe intese possano non incontrare i tuoi "favori" è legittimo; così come è legittimo che altri possano sostenere l'esatto contrario. Altrimenti, citami un sistema elettoralistico che poteva, ad oggi, far eleggere dalle urne un governo stabile nelle due camere. Può darsi che poi io possa darti anche ragione! saluti.

cast49

Mer, 12/06/2013 - 11:44

buri, il pdl è ancora il primo partito, la vittoria del pd è la vittoria di pirro...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 11:46

steali, certo che rileggo: mi piacciono sempre i miei commenti :-) a ben vedere, in realtà sto solo applicando i vostri metodi comunisti: insultare, criticare, sputtanare, ecc ecc... vedi un pò che succede...:-)

pinux3

Mer, 12/06/2013 - 12:12

@mortimer...In tutta Europa ci sono le "larghe intese"? Anche in Francia? Anche in Germania? E in Spagna? E in Gran Bretagna (dove c'è un governo "di coalizione" ma non certamente "larga", dato che i laburisti sono all'opposizione...)? Ma che cavolo scrivi? Ah, dimenticavo che per te, qualunque cosa dica Silvio, è "Vangelo"...

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 12:30

mortimermouse: su...dai... l'abbiamo capito tutti che ti piace insultare ed essere insultato. Evitaci però di fare il piangina...

abbassoB

Mer, 12/06/2013 - 12:35

...e poi perchè dovrebbero ridurre le tasse ad un popolo dove la maggioranza ha un quoziente intellettivo e una capacità di analisi pari allo zero

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mer, 12/06/2013 - 12:48

Ora più che mai, chi non ha votato Silvio dovrebbe starsene zitto.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 13:33

DREAMER_66 ma è vero che i comunisti non rispettano, insultano, sputtanano, usano mezzi subdoli, ecc con lo scopo di impadronirsi del potere? :-) suvvia so che le è difficile dire di si, ma ci provi :-)

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 12/06/2013 - 13:40

fabiobonari: ci sarebbe un silenzio assoluto.

steali

Mer, 12/06/2013 - 13:46

x cast.... Vittoria di pirro? Ahahahahahahahahahah....

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 13:55

mortimermouse: E lo vieni a chiedere a me? Prova ad organizzare un ritrovo di comunistoni con gli occhi iniettati di sangue e chiedilo a loro!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 13:56

Angelo48/cast49: buongiorno a tutti e due. Premesso che io, democraticamente parlando, preferesco un sistema proporzionale per l'elezione dei parlamentari, riconosco tuttavia che questo sistema non garantisce una solida maggioranza senza un premio (di maggioranza). Alternative? Maggioritario a turno unico o a doppio turno... la famosa logica che "governa chi ha un voto più degli altri". Può non piacere ma sistemi di questo genere già esistenti per le elezioni amministrative funzionano. E' chiaro che si tratterebbe di rivedere il tutto ma dobbiamo prendere atto che il sistema attualmente in vigore non solo non garantisce a priori la durata di un governo per tutto l'arco della legislatura come già avvenuto in passato(e questo può anche starmi bene) ma, più grave, non garantisce la possibilità di formare un governo già in partenza per macroscopiche differenze esistenti nella elezione dei parlamentari alla camera e al senato. Per intenderci... se l'attuale legge prevedesse un premio di maggioranza su base nazionale anche al senato, anzichè su base regionale come attualmente in vigore (escamotage non a caso voluto dalla Lega), il centrosinistra avrebbe la maggioranza anche in questo ramo del parlamento pur in presenza di un elettorato spaccato in tre parti più o meno equivalenti. Poi...per carità, tutto e migliorabile, non esiste una legge elettorale perfetta e potrebbo discutere a lungo su quale potrebbe essere la soluzione migliore, ma è un dato di fatto che quella in vigore è stata definita "una porcata" dal suo stesso ideatore. Un motivo ci sarà...

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 14:30

DREAMER_66 ah ma non eri contro berlusconi? si? allora domando proprio a te... :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 14:32

democraticamente? ahahahah i comunisti non sono mai stati democratici :-)

benny.manocchia

Mer, 12/06/2013 - 14:33

Quante chiacchiere insulse. In politica (come nel calcio) si vince e si perde.E' sempre stato cosi'.vero? Un italiano in USA

Angelo48

Mer, 12/06/2013 - 14:55

Dreamer_66: Ok su tutto quello che scrivi, meno che su una cosa. Non è opera della Lega il premio di maggioranza su base regionale, bensì del benamato sig. Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Fu proprio a lui a non volere il premio su base nazionale minacciando di non firmare l'atto e la Lega dovette modificarlo in regionale. Informati se puoi e cerca di intuirne il perché! Salutoni!

ilfatto

Mer, 12/06/2013 - 14:55

@Angelo48...per dovere di cronaca nel 2006 Prodi aveva 2 e dico 2 voti di maggioranza al senato e uno di questi era tal de gregorio (le dice nulla il nome? e di sicuro saprà per cosa sia indagato e insieme a chi)quindi la prego di lasciare da parete gli elogi del "porcellum" la legge francese, maggioritario puro, si basa, come lei di sicuro sa, sul doppio turno, possiamo discutere del fatto che lascia fuori dal parlamento anche partiti con più del 20% a livello nazionale ma tant'è i governi durano, uno dei grossi problemi del porcellum sono i premi di maggioranza a livello regionale al senato, oltre all'anacronistico bicameralismo, ma qui i discorsi si allungano..cordialmente

Ramingus

Mer, 12/06/2013 - 15:07

mortimermouse scrive "...quando il mondo cambia, noi ci adeguiamo al cambiamento". Trasformismo si chiama, ciccio. Trasformismo. Caratteristica che vi rende imbattibili, oltreché ridicoli. Ciao Morti.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 15:07

mortimermouse: effettivamente si ma... aaahhhh, si, sono contro Berlusconi e quindi sono comunista! Beh, il tuo è un discorso di una logica inattaccabile!!! Andiamo avanti. Dicevo "democraticamente parlando" nel senso che ritengo più democratico un sistema che.... ma che faccio? Mi metto a discutere con te???

Il giusto

Mer, 12/06/2013 - 15:29

Noto ,con piacere,che sempre piu' silvioti si rendono conto che il fallimento della destra liberale ha un responsabile:berlusconi!L'uso personale del partito per i suoi innumerevoli problemi giudiziari ha portato all'estinzione della destra e di quella parte dell'elettorato onesto,liberale e giustizialista!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 15:31

RAMINGUS si? :-) e come mai occhetto per primo cambiò il nome del partito (ma senza mai cambiare ideologia)? :-) prima di accusare gli altri, vai a vedere quello che fate in casa vostra :-)

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 15:33

DREAMER_66 no, mai sia! piuttosto, il tuo vocabolario si chiama tokarev TT3. c'è però un solo difetto: con quello ci parli solo con i morti... :-)

Ramingus

Mer, 12/06/2013 - 15:42

Dreamer_66: perché offendi mortimermouse? La natura non è stata già sufficientemente impietosa con lui? Il suo nickname (!) non sintetizza già molto bene la sua personalità? Basta che lo rassicuri, gli dici che ha ragione, che i suoi post sono inarrivabili è lui è contento. In fondo avrebbe anche un'utilità sociale: lui continua a passare le giornate scrivendo minchiate, ma almeno non scende in strada a fare danni più grossi.

reliforp

Mer, 12/06/2013 - 15:43

Angelo48...Ma non era Scalfaro? Ciao bello.

Ramingus

Mer, 12/06/2013 - 15:45

mortimermouse: bravo, ottimo post. Sei unico (fortunatamente). Voi invece non avete mai cambiato nome al partito. Nooooo! Delle ideologie non parliamone proprio. Non è roba per te.

Ramingus

Mer, 12/06/2013 - 15:47

Ripeto: ottima scelta la foto di B. dell'articolo. Presa direttamente dall'edizione cinese del Muppets Show.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 12/06/2013 - 16:17

RAMINGUS certo che abbiamo cambiato partito! ed anche la mentalità. cosa molto difficile per un comunista abituato a ragionare come un vecchio incartapecorito... :-) l'ideologia è appunto solo roba comunista. noi abbiamo altro genere di idee, non quelle rimaste arroccate sul muro di berlino....aggiornati, caro pischello rimbambito comunista :-)

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 12/06/2013 - 16:23

Ramingus: no, è originale la foto, ed è questo il preoccupante. Non dirlo a morti... ci potrebbe rimanere male.

Quelo

Mer, 12/06/2013 - 16:24

Per Angelo48.... la legge n. 270 del 21/12/2005 che ha modificato il sistema elettorale è antecedente alla nomina di Napolitano del 15/5/2006... per essere precisi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 16:50

Angelo48, reliforp: in effetti, come dice Quelo, nel periodo di approvazione della legge mi risulta che il Presidente della Repubblica fosse Ciampi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 16:54

Ramingus: insultare mortimermaus? Ma non lo farei mai... gli voglio addirittura bene.

Angelo48

Mer, 12/06/2013 - 17:07

reliforp: ...beh, io ho avuto un errore di memoria, tu invece sei caduto in un errore....di natura confutativa. Il Presidente era C.A.Ciampi, che lo fu sino al maggio del 2006. E comunque, questo mio vuoto di memoria, non inficia la genesi della mia osservazione tendente solo a confutare la teoria che l'originario progetto legislativo fosse tutta opera di Calderoli così come sosteneva un altro amico lettore. Ciampi infatti,intervenne a gamba tesa sul famigerato "porcellum" che tutti i partiti insieme avevano concordato di varare e pretese, in base ad un'interpretazione personale della Costituzione, di frazionare il premio di maggioranza al Senato in tutte le Regioni. Ciao bello!

Angelo48

Mer, 12/06/2013 - 17:12

Quelo- Dreamer_66: amici, perdonate la mia smemoratezza peraltro già espressa più di mezz'ora fa e non ancora comparsa in visione. Smemoratezza che - come dichiaravo in un altro commento anch'esso non comparso - non va ad inficiare il "succo" della mia osservazione. Il premio di maggioranza su base regionale, fu preteso da Ciampi mentre nel progetto nazionale voluto da Calderoli ed altri, era previsto su base nazionale. Chiedo venia ad entrambi!

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 12/06/2013 - 17:39

Angelo48: poco male... però in effetti hai ragione tu. Ero convinto (chiaramente prevenuto) che quella del premio di maggioranza su base regionale fosse una iniziativa partorita in quel di via Bellerio a Milano. Come vedi anch'io ammetto le mie castronerie. Però... anche tu eri un tantino prevenuto su Napolitano se non sbaglio ;-) Dai, andiamo a confessarci tutti e due :-D

Quelo

Mer, 12/06/2013 - 18:04

Per essere ulteriormente precisi, vero che Ciampi intervenne ma non è vero che la legge fu concordata e condivisa da tutti i partiti. Infatti, fu voluta dalla maggioranza di centro-destra nell'autunno del 2005 con lo scopo precipuo di evitare la catastrofe, in termini di seggi, che sarebbe arrivata se fosse rimasto in vigore il mattarellum, con i collegi uninominali maggioritari.

Angelo48

Mer, 12/06/2013 - 19:48

Quelo: ovviamente per "tutti i partiti" s'intendeva quelli della maggioranza parlamentare esclusa l'opposizione. Erano loro che avevano inteso varare quel tipo di provvedimento. Non credevo fosse necessario precisarlo meglio. E comunque, una ulteriore precisazione la sua che va al di là del nocciolo della questione tra me e l'amico Dreamer_66. Accidenti quanto formalismo inutile!

Giorgio1952

Mer, 12/06/2013 - 19:49

L'unico restyling che Berlusocni riesci a fare è quello della sua faccia di tolla, dei suoi capelli tinta asfalto, per il resto non capisco come possa piacere ad una giovane come la Pascale, un uomo di quasi 80 anni, con la pancetta a alto un metro ed un piffero, forse è proprio quello che conta sia in alcova che quando lo suona per portare i topolini italiani ad annegare nel fallimento dell'Italia, continuando con la politica illusoria della riduzione fiscale, restituzione dell'Imu, posti di lavoro a milionate, per ora di milionate ne ha persi in voti. Il movimento PDL perchè di tale si tratta e non di partito, paragonabile al M5S perchè entrambi diretti da padri padroni, fondatori di qualcosa che non esiste in un caso sul web (come possono giustificare un partito poco più di 50.000 seguaci), nell'altro in piedi su un predellino di una piazza non troppo lontana dal fatidico Piazzale Loreto, dove fu barbaramente esposto dopo una fine ingloriosa, un piccolo dittatore dalle caratteristiche fisiche simili all'attuale, entrambi attratti dalle giovani ancelle, entrambi venuti dal nulla. Parlando invece di cose serie se il restyling del PDL, deve passare attraverso Verdini (indagato per corruzione in appalti per il G8, truffa per indebita percezione di fondi per l'editoria, amico del faccendiere Carboni, etc.etc.), Capezzone che non si capisce bene se sia carne o pesce (forse è un'altro trota), già radicale, gia rosa nel pugno (tra l'altro ne prese uno davvero di cazzotto ma in faccia), condannato in via definitiva per diffamazione; dulcis in fundo la Sig,ra Granero, Granero chi? Ma la Daniela compagna di Sallusti, allora perchè non si fa chiamare Daniela Sallusti anzichè scomodare l'ex marito, di cui decide comunque di mantere il cognome (leggo su wikipedia), poi compagna dell'imprendiore Mazzarro e udite udite nientepopodimeno che del "Gigi" Bisignani definito noto faccendiere italiano, ritenuto uno degli uomini più potenti in Italia, mentre lei è nota imprenditrice del Billionaire, Twiga e della Visibilia, che raccoglie pubblicità ora per il Giornale e prima per Libero, sarà una coincidenza ma chi è l'editore di queste testate? Il nome dell'agenzia è alquanto appropriato se i bilanci della società fossero in attivo, la signora proverebbe un certo visibilio (piacere intenso). Scusate per la lungaggine.

roberto zanella

Mer, 12/06/2013 - 22:06

in sostanza Berlusconi vuole che Letta prenda la decisione di ridimensionare la P.A.,solo da lì saltano fuori i quattrini per IMU e IVA.Letta non vuole perchè ci stanno i voti della sinistra e nicchia con il pesciolino Nemo. Si è impantanato come Monti,sulla P.A. e gli altri carozzoni pubblici non si può. Tutti stanno ballando come i Dervisci con il cerino in mano. Per avere soldi devi mollare l'euro,se ci rimani è la guerra dei poveri,Letta e i suoi vogliono stangare ceto medio e commercianti,quindi IMu mascherata ma da pagare,IVA da aumentare,l'unica cosa che Letta ,il PD la CISL;CGIL è salvare la PA.