Il Cav: siamo alla sfida finale. E intanto si tratta con Alfano

Il Cav scrive a Storace: uniamoci tutti, l'appuntamento elettorale è decisivo. Trattative per un'alleanza con Ncd, ma in Piemonte e Abruzzo non c'è l'intesa

Un partito «inclusivo». Così parlò Silvio Berlusconi incontrando qualche giorno fa la delegazione di Forza Italia delle Marche. E lo stesso ha ripetuto giovedì scorso durante le oltre due ore di Ufficio di presidenza che si è tenuto a Palazzo Grazioli. Un Cavaliere che – al netto della querelle sulle liste per le Europee e della campagna elettorale che ormai incombe e che sarà giocata tutta all'attacco del Pd – si guarda intorno con l'approccio di chi vuol provare a tenere tutti insieme. Da destra al centro, ovviamente passando per Forza Italia, così da ricompattare quello che l'ex premier definisce «l'elettorato moderato di centrodestra». Non è un caso che sia proprio questo il senso di quel che Berlusconi mette nero su bianco in una lettera inviata a Francesco Storace in occasione della riunione del comitato centrale della Destra che si terrà oggi, una missiva in cui auspica che Forza Italia e il partito dell'ex governatore del Lazio tornino ad «unirsi». «Senza rinunciare alle nostre specificità ma in nome di quel che ci accomuna», scrive il Cavaliere. Ed è esattamente questo l'approccio che ha verso il Ncd di Angelino Alfano. Certo, in questo caso senza niente di scritto (e quindi di simil-ufficiale). Ma che sia in piedi un canale su cui si muove sottotraccia una trattativa più che seria è ormai cosa nota. In Forza Italia, infatti, c'è una corposa fronda che vedrebbe di buon grado un ricongiungimento con il vicepremier, un gruppetto di big che siedono in posti chiavi in Parlamento e in Europa. Sono loro che stanno «trattando» la pratica in nome del superiore interesse del Ppe, buttando lì al Cavaliere che magari il Partito popolare europeo potrebbe fare un po' di moral suasion sulla Corte di Strasburgo dove pendono i suoi ricorsi. Berlusconi, alla finestra, gli ascolta interessato, perché il Cavaliere non è per nulla contrario a rimettere insieme finalmente i cocci e superare le divisioni. Una soluzione che, inevitabilmente, lascia a dir poco basiti coloro che in Forza Italia la rottura con Alfano l'hanno caldeggiata con forza. E sono tanti.

Così, non bastano le quotidiane telefonate tra il consigliere politico di Berlusconi Giovanni Toti e Alfano, né gli abbracci nell'Aula del Senato tra Mariarosaria Rossi e Andrea Augello o gli incontri a quattro nei ristoranti a pochi metri da ontecitorio. La diplomazia, infatti, è al lavoro seriamente e l'intesa pare ad un passo, perché pure Alfano non vede l'ora di tornare a casa e sfilarsi da una partita in cui rischia seriamente di andare sotto la quota di sbarramento con conseguente e decisivo ridimensionamento. L'accordo, dunque, è a un passo. Lo stesso Renato Schifani a Sky dice: «No al partito unico ma siamo nel centrodestra e credo che per battere il centrosinistra dovremo allearci con Forza Italia». Non alle Europee, dove si vota la lista con un sistema proporzionale e l'unico modo per riunirsi sarebbe una vera e propria fusione sotto un comune simbolo. Ma alle amministrative che si terranno in contemporanea sì. A fine maggio, infatti, si voterà in 4.096 comuni e Forza Italia e Ncd dovrebbero presentarsi alleati da tutte le parti. Anche se nelle ultime ore si sono registrate tensioni sia in Abruzzo sia in Piemonte e, pare, traballa l'intesa già firmata in Puglia a Bari e Foggia. Detto questo, il Cavaliere resta con la testa alla data fatidica del 10 aprile. «Il capitolo finale di quella che è stata definita “La guerra dei venti anni”», dice il leader di Forza Italia nella lettera a Storace. «Ogni regola di giustizia – scrive - è stata calpestata per eliminare attraverso il braccio giudiziario della sinistra l'avversario che non si è riuscito ad eliminare con i mezzi della democrazia».

Commenti
Ritratto di andrea626390

andrea626390

Sab, 29/03/2014 - 08:39

Scusate, ma non si doveva arrivare al 51% da soli? Ora stiamo chiamando i piccoli partitini (vedi Storace) e i traditori (vedi Alfano)?????

abocca55

Sab, 29/03/2014 - 08:44

Va bene, unitevi, ma questo significa una sconfitta a priori, vi verranno a mancare i voti di tanti fedeli FI, che si asterranno, e tra questi il sottoscritto e la propria famiglia. Mai con i traditori. La gente è cambiata: l'importante non è vincere o perdere voti, l'importante è cambiare il Paese, ma anche l'Europa, iniziando da un solo esercito al posto dei 28. Ma anche lasciare ai margini i paesi che non vogliono entrare nell'euro, che pur restando associati, non avranno più diritto di veto.

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Sab, 29/03/2014 - 08:51

CAV,BASTA,BASTA!!!Ho detto, ripeto e confermo Forza Italia è incurabile ovvero irrecuperabile. Ma stiamo scherzando giocare con il voto dei cittadini ed andare di nuovo con i voltagabbana (ncd e compagnia falsi, opportunisti, sleali) e alla fine delle elezione il voto VA COME al SOLITO NEL VUOTO! IL mio prezioso voto di SICURO non lo avrà Forza Italia più tosto vado con M5S! Bye bye NB: Art.21 dCI!! Caro censuratore, spero che non mi blocca il commento, come al solito spesso succede su questo blog.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 29/03/2014 - 08:54

TORINO Fumata nera per la coalizione di centrodestra che avrebbe dovuto opporsi a Sergio Chiamparino in vista del voto del 25 maggio in Piemonte . La svolta è arrivata ieri pomeriggio, durante l’incontro a San Lorenzo in Lucina - sede romana di Forza Italia - tra Altero Matteoli, Osvaldo Napoli e il responsabile degli enti locali Abbrignani. Con l’imprimatur, pare di capire, dei colonnelli di Berlusconi, se non del Cavaliere medesimo. Il candidato era, è e resterà Gilberto Pichetto, vicepresidente della Regione e assessore al Bilancio nella giunta Cota: di primarie non se ne parla, nessuna new entry arruolata dalla società civile. Fonte Internet Questo, secondo indiscrezioni, sarebbe l’esito del mini-summit: con Pichetto già pronto a lanciarsi in campagna elettorale. A breve si attende un comunicato del partito. Ora si tratterà di vedere come reagiranno i partiti alleati: da Ncd a Fratelli d’Italia, passando per la Lega. eE l’Udc di Casini. Di sicuro, non tira una bella aria.

Gianfranco Rebesani

Sab, 29/03/2014 - 08:59

Siamo proprio sicuri che, sentite le ultime dichiarazioni su Berlusconi fatte da Alfano, "recuperare" i voti che questo rappresenta siano superiori a quelli che per "rigetto" non voteranno FI e se ne andranno al mare e ai monti o volgeranno lo sguardo in altre liste? FI non è rappresentata da trinariciuti che (vedi l'elezione di Di Pietro a Barberino del Mugello)eseguono, in FI votano secondo la loro testa e,per quanto la politica sia fatta di compromessi, anche per l'elettorato le cose stanno cambiando.Berlusconi,Toti & C. pensateci. Alfano,forse, porterà un 3% di voti. Quanto "percento" se ne andrà da FI? Detta alla Arbore : Meditate gente, meditate!

Klotz1960

Sab, 29/03/2014 - 09:05

Saremo moltissimi a non votare Forza Italia se dovessero rientrare Alfano e company. C'e' un limite a tutto.

scipione

Sab, 29/03/2014 - 09:21

E' la sfida decisiva : Forte unione di tutti i moderati italiani anticomunisti,tranne che con i TRADITORI che non fanno mea culpa e riconoscono in Berlusconi l'unico leader .

torodamonta

Sab, 29/03/2014 - 09:28

Tutto il centrodestra deve essere unito e compatto per vincere contro la sinistra ladra e razzista nei confronti degli Italiani

torodamonta

Sab, 29/03/2014 - 09:29

Tutto il centrodestra deve essere unito e compatto per vincere contro la sinistra ladra e razzista nei confronti degli Italiani

Ritratto di AlleXpert

AlleXpert

Sab, 29/03/2014 - 09:34

Caro Silvio, prendi qualche consiglio di "QUELLA" lettera, troverai tanti suggerimenti utili! È inutile, la tua strategia da venti anni non ha mai funzionato! Quando un progettista non riesce a mettere il suo concetto in pratica o è il concetto sbagliato oppure la sua visione e troppo avanzata, in questo caso allora archivia il suo Layout e propone un´altra idea! CAV il tuo concetto nel passato e stato forse molto visionario allora cambia strategia per queste elezione. Inciucci NO!! Io la mia intenzione di Voto ho già espresso! Think About This Before You...!

Mr Blonde

Sab, 29/03/2014 - 09:47

Klotz1960 mettiti l'anima in pace perchè tanto rientrerà, come è rientrato bossi casini mastella ora rientrerà alfano, tanto l'importante è vincere non governare.

Ritratto di giuliocapilli

giuliocapilli

Sab, 29/03/2014 - 09:53

Sbarramento, no ai ricatti dei piccoli partitini e, poi si fanno accordi con loro. Il mio ideale di partito è senza il NCD e senza partitini.

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Sab, 29/03/2014 - 09:58

Cavaliere ma chi la consiglia????? I TRADITORI IL TRADIMENTO CE L'HANNO NEL DNA (fini-to, pierfurby,lupi, formigoni,etc.... ultimo alf-ANO). ERRARE E' UMANO MA PERSEVERARE E' BESTIALE. ATENTO CHE COSI' FACENDO PERDERA' ALRI ELETTORI INVECE DI ACQUISIRLI!!!!!!!!

pupism

Sab, 29/03/2014 - 10:04

B. se leggi o qualcuno dei tuoi leggera' queste righe sappi che se ti unireai con i Traditori perderai 3 voti per SEMPRE. Se non hai piu' grinta e' meglio ritirarsi e accada quello che accada...

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 29/03/2014 - 10:04

la SOLITA SOLFA oramai la cosa e' palesemente funzionale per avere protezione e basta, non c'e una strategia fondativa sui valori sulla cristallina direzione e impermeabilita ai tradimenti e unita' di intenti...l'ennesimo inciucio che non portera' a nulla se non a essere propedeutico ad altri tradimenti..pensavo ad un'ultima svolta, nulla, calma piatta e ...gia' vista

giruffon

Sab, 29/03/2014 - 10:14

Sembra di vedere il Milan.....non riesce più a prendere decisioni vere, tutti insieme "volemose bene", è la fine purtroppo...... e i risultati si vedono.

Galazzani50

Sab, 29/03/2014 - 10:14

I traditori vanno trattati come tali, Alfano deve fare la fine di Fini.

elpaso21

Sab, 29/03/2014 - 10:15

Dopo venti anni di insuccessi era ora che si cominciasse a far sul serio... :-)

@ollel63

Sab, 29/03/2014 - 10:23

per favore, con alfino no.

Paul Vara

Sab, 29/03/2014 - 10:26

Il che vuol dire : le cose vanno male e siamo costretti a raccattare voti facendo di tutto... Un vero partito che merita fiducia.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 29/03/2014 - 10:53

Bravo, bravissimo, imbarca di nuovo i traditori. Si vede che le lezioni di questi anni non ti sono bastate. E poi speri di prendere i voti assieme al coniglio mannaro traditore.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 29/03/2014 - 11:03

Trattative per un'alleanza con Ncd. Quando la storia non insegna nulla. E chi avrebbe dovuto trarne insegnamento non ha mai capito un c....

xgerico

Sab, 29/03/2014 - 11:03

Certo che Adalberto stamani ne poteva fare a meno di far "incazzare" i lettori di FI. Almeno il sabato e la domenica!

ludovik

Sab, 29/03/2014 - 11:09

...che tristezza, elemosinare i voti di storace un omucolo, poi alfi il traditore...che tristezza

Gioortu

Sab, 29/03/2014 - 11:30

Trattare con Alf...ano? Andate tutti a quel paese.I traditori devono andare tutti al diavolo!!!

Nebbiafitta

Sab, 29/03/2014 - 11:34

Inutile cercare giustificazioni dopo il voto, quando è troppo tardi. Meglio all'opposizione che nuovamente con Alfano. Se dovesse rientrare in FI non andrò a votare, popi si vedrà.

biricc

Sab, 29/03/2014 - 11:38

Condivido la maggior parte dei commenti, io non voto per Silvio ma i traditori devono essere trattati come tali e vanno ignorati

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Sab, 29/03/2014 - 12:24

Mettere sullo stesso piano, quali che siano le ragioni politiche, e il partito fratello di Storace e il partito traditore di Alfano, per me, è una grande bestialità che si fa alla faccia degli elettori sinceramente di centrodestra. Se Silvio permette al traditore Alfano di salvarsi ancora, insieme agli altri traditori amici, questa sarà l'ultima volta che mi frega. Se se la sente ancora di farsi schiaffeggiare l'altra guancia, è padrone di farlo. Ma dopo non si lagni però del torto subito. Io non sono più disponibile.

Gianfranco Rebesani

Sab, 29/03/2014 - 13:53

Scusate se lascio un secondo commento. Letti quelli che hanno preceduto e seguito il mio primo commento,"su basi matematiche del menga", ma sempere valide, inviterei il direttore Sallusti a inviare a Berlusconi il cahiers de doleances dei commenti fatti a questo articolo. Se tanto mi da tanto, si dovrebbe preoccupare.FI alleandosi o aprendo la porta ad Alfano e i suoi accoliti, corre il rischio, concreto, che (è un paradosso,ma non troppo lontano dalla realtà) non supererà lo sbarramento del 4%, ingrossando di molto il numero degli astenuti e rimpinguando vieppiù il carniere dei grillini e/o di qualche altro partitino.