Il Cav sostiene Montima non gli dà fiducia

Il Cav al premier: "Più decisi in Europa". Poi lo sfogo: "Senso di indeterminatezza dalle proposte dei tecnici"

Roma - Una colazione andata decisamente di traverso. Monti e Berlusconi, attovagliati alla vigilia dell’eurosummit di domani, convergono su una cosa: la situazione è drammatica. Ma le loro visioni sulla strategia da seguire divergono non poco.
Il termometro dell’esito del pranzo di due ore a palazzo Chigi tra il premier in carica e il suo predecessore è il viso terreo, cupo, quasi affranto del Cavaliere. Il quale, alle 10 e mezza del mattino, si era presentato a Montecitorio per la direzione nazionale del Pdl con tutt’altro umore: scuro in volto ma volitivo e determinato. «Quando è così serra sempre la mascella. Buon segno, vuol dire che ha le idee chiare». In mattinata parlano nell’ordine: il segretario Alfano, i capigruppo Gasparri e Cicchitto e l’europarlamentare Mario Mauro. Poi la riunione s’interrompe e inizia la colazione a palazzo Chigi. Berlusconi è accompagnato da Alfano e dal suo ex sottosegretario Gianni Letta. In sostanza i vertici del Pdl mandano un messaggio chiaro a Monti: ti appoggiamo ma adesso «devi sbattere i pugni sul tavolo». Sebbene non sia questo il termine utilizzato, che peraltro non piace affatto al Professore, è il senso del pensiero berlusconiano.
L’interlocutore annuisce, ringrazia dei «preziosi consigli» ma poi sciorina una delle nostre proposte per uscire dalla crisi. In pratica si cercherebbe di far passare una misura secondo cui la Bce e il Fondo salva Stati potrebbero legittimamente acquistare i titoli pubblici dei Paesi con uno spread troppo alto, ma solo per gli Stati virtuosi. Cioè l’Italia ma non la Spagna né il Portogallo né, tantomeno, la Grecia. Ed ecco che l’umore del Cavaliere cambia radicalmente. L’ipotesi la considera un pannicello caldo, poco più che «un’aspirina» per combattere il tumore dello spread. Male, troppo poco. Monti ammette che la trattativa sarà «difficilissima» ma sostiene anche che «i valori degli spread sono ingiustificati» e che quindi la misura - peraltro lungi dall’essere accettata - sarebbe già un buon risultato. Berlusconi non la pensa così: vorrebbe il famoso bazooka e non la fionda; vorrebbe la Bce prestatore di ultima istanza, vorrebbe vedere più nerbo nella trattativa. Monti, dal canto suo, vorrebbe un appoggio più convinto al suo governo ma soprattutto anestetizzare le critiche che alimentano posizioni antieuropeistiche. A questo proposito il premier non si esime dal lamentarsi con il predecessore della linea editoriale del Giornale. Berlusconi abbozza.
La colazione scivola via così e Berlusconi si alza da tavola con un macigno sulle spalle: è il fardello del pessimismo che non riesce a nascondere quando si ripresenta ai suoi deputati. «Aveva le pive nel sacco», ammette un onorevole. «Monti si è detto disponibile a continuare a oltranza l’incontro con i capi di Stato e di governo per identificare altre misure, rispetto a quella dell’intervento del fondo salva Stati, ma al momento non ne sono state individuate altre - dice sconsolato l’ex premier - Troppo poco e troppo fumoso».
Quindi che fare? Pare esclusa la possibilità di staccare la spina al governo. A un deputato rivela allargando le braccia: «Ho parlato con dei banchieri miei amici e con esponenti delle istituzioni europee. E tutti mi hanno detto che l’ipotesi di far cadere il governo avrebbe effetti catastrofici». Quindi Monti resta in sella seppur «ben il 78% dei nostri elettori non approva il sostegno ai tecnici». Ma la stagione della responsabilità non è tramontata anche se un paio di segnali al Professore arrivano: come previsto non ci sarà un voto unanime sulle mozioni sulla politica estera; ma soprattutto non c’è il voto del Cavaliere sulle prime due delle quattro fiducie alla riforma del mercato del lavoro (456 i sì, che scendono a 430 nella seconda); mentre l’ex ministro Brunetta (così come Crosetto) vota contro. Per la prima volta.
Commenti

bobsg

Mer, 27/06/2012 - 08:24

Ma che cavolo vuol dire "sostenere una persona senza darle fiducia"? Adesso capisco perchè in questi ultimi anni di governo il Berlusca abbia combinato un bel nulla. E' diventato una contraddizione vivente. E' meglio che si dedichi al suo sport preferito (non il Milan dove anche lì sta facendo pena) e lasci perdere la politica.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 27/06/2012 - 08:25

«Ho parlato con dei banchieri miei amici e con esponenti delle istituzioni europee. E tutti mi hanno detto che l’ipotesi di far cadere il governo avrebbe effetti catastrofici». Quindi Monti resta in sella seppur «ben il 78% dei nostri elettori non approva il sostegno ai tecnici» MENTRE INVECE NELLA CATASTROFE CI SIAMO GIA'. Stacca la spina, bamba.

massimo canistrà

Mer, 27/06/2012 - 08:40

Monti, degno rappresentante di Napolitano suo sponsor, ha osato ridurre la pensione a lavoratori anziani che nella loro vita di lavoro hanno versato nei fondi pensioni importi pari al relativo stipendio netto. Lo stesso Monti e kompagni nulla di nulla hanno stornato alla casta dei politici alla quale appartengono per volontà di Napolitano a spese del contribuente e senza il voto degli elettori. Il governo Monti è una Vergogna in quanto effettodi una perversa dittatura contro il popolo come era uso fare da Stalin. Infatti, Napolitano per una vita ha seguito i dettami di quella ideologia disumana dai risultati nefasti politici ed economici. I komunisti sono peggio dei fascisti. Mussolini dopo venti anni è stato tragicamente rimosso, i komunisti sono sessanta annni che imperversano distruggendo lavoro, risorse e speranze. Dopo sessanta anni, solo la casta komunista è ricca a fronte di un paese da loro devastato in ogni settore imponendo una classe dirigente saccente, somara e prepontente.

massimo canistrà

Mer, 27/06/2012 - 08:46

Scrivi qui il tuo commento

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/06/2012 - 08:57

Berlusconi sostiene Monti ma non gli dà fiducia: ok, ora ci dovrebbe spiegare il motivo per cui il Pdl, nella persona del vacuo Alfano, continua a votare la fiducia in Parlamento. Forse Silvio ha paura di non essere rieletto? Questa è certamente “la” preoccupazione dei suoi uomini, a cominciare da Angelino, ma non può essere la sua.

valerio88

Mer, 27/06/2012 - 09:14

ma che c.. vuoldi?? sostiene ma non gli da fiducia... ma che giochetto è?? è dall'inizio della comparsa di Monti che B. e tutto il pdl ancora non ha capito se sostenerlo o no... che pagliacci!

gi.lit

Mer, 27/06/2012 - 09:32

Senti chi parla di indeterminatezza! Uno che dice una cosa e poi, sistematicamente, si smentisce dopo 24 ore. Uno che all'insegna dell'indeterminatezza ha governato il Paese per quasi nove anni. Per favore, Cavaliere: e' troppo chiedere che almeno se ne stia zitto?

epc

Mer, 27/06/2012 - 10:12

La sola ragione (ufficiale) per cui esiste il governo Monti è che Monti stesso è (sarebbe.....) in grado di farsi capire e apprezzare dall'Europa e di convincere gli altri governanti europei. Bene, lo dimostri in questo vertice! Altrimenti la sua stessa ragione di stare a Palazzo Chigi cessa completamente! Certo che le premesse non sono buone....

Stan75

Mer, 27/06/2012 - 10:27

L'indeterminatezza ce l'ha in testa il cavaliere: sostegno senza fiducia? bah...

Giulio42

Mer, 27/06/2012 - 10:49

Ma che senso ha parlare di sostegno e poi dire che non ha fiducia. Poche idee ma molto confuse sembra che sia l'epidemia che ha colpito i nostri politici. Oppure, si cerca la solita scappatoia, quando le cose precipiteranno, potrà sempre dire," io, l' avevo detto" ma seremo tutti già nella nutella.

ntn59

Mer, 27/06/2012 - 10:52

"Sostiene Monti ma non gli dà fiducia".... ;"Si, però...."; "Non sò se..."; "Mah...forse...". Una volta Berlusconi era diverso. Una volta non avrebbe mai lasciato Pirlo alla Juve. Scusa, cav, ma con la vecchiaia si perdono colpi.

Ritratto di Ignorante67

Ignorante67

Mer, 27/06/2012 - 10:54

Berlusconi ministro dell'economia........bbbbbbbbbbbbbb...ahahahahahahahahahahah

onurb

Mer, 27/06/2012 - 10:57

Non ci si deve limitare a non votare la fiducia: questo governo bisogna mandarlo a casa subito, perchè sta facendo solo danni all'economia. Il calo dei consumi anche alimentari, 7%, non è un semplice campanello d'allarme: è una sirena, di quelle usate nei periodi di guerra per avvertire la popolazione di rifugiarsi nel primo riparo disponibile. Il mercato immobiliare sta onorando il proprio nome: è immobile. I notai di Padova, ma penso che sia così un po' dovunque, stanno lasciando a casa gli impiegati: brutto segno. Anche l'iniziativa delle compagnie petrolifere di ridurre drasticamente il prezzo dei combustibili durante l'week end è un altro brutto segnale: evidentemente anche in quel settore si consuma molto meno che in passato. Ne vedremo delle belle quando si faranno i calcoli del PIL.

INGVDI

Mer, 27/06/2012 - 11:00

E' stata proprio l'incoerenza e le continue contraddizioni del Cavaliere che hanno fatto perdere fiducia e consenso nel suo elettorato. Berlusconi corresponsabile del disastro del governo Monti? Certamente si.

Ritratto di filippo agostani

filippo agostani

Mer, 27/06/2012 - 11:10

questa deve essere l'ultima barzelletta di berlusconi. In otto anni di governo ha affossato l'Italia con sperperi (ho usato un termine carino) vedi ricostruzione terremoto di Giuliano di Puglia..... per citarne uno dei molteplici, ed ora si permette di dare consigli agli altri. Che non fosse una persona seria lo si era già capito, ma fino a questo punto.

Rossana Rossi

Mer, 27/06/2012 - 11:04

Purtroppo dai commenti demenziali che si leggono qui si evince che la gente non vede al di là del proprio naso. Scendete dalla pianta! Purtroppo la politica non è 'faccio quello che voglio' e anche Berlusconi si trova impantanato negli accordi e nelle strategie. Prima gli avete messo i bastoni tra le ruote lamentandovi poi che non faceva le cose,poi gli avete preferito i tecnici (bella roba!) adesso cosa volete, che sia lui a togliervi le castagne dal fuoco? Mah !!.......quando si dice l'incoerenza.........

FrancescoCeC

Mer, 27/06/2012 - 11:12

Ricordo solo che appena 9 mesi fà dopo averci portato allo sfascio e aver portato la credibilità dell'Italia ai minimi storici, il Cav. si è dovuto dimettere e al suo posto è stato messo un governo tecnico per risolvere quello che altri avevano fatto. Non meravilgiamoci se poi all'estero anche oggi dicono che siamo dei mezzi cretini senza memoria. Non siate per forza appecorati davanti al capo.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mer, 27/06/2012 - 11:37

Vorrà dire che anche noi sostemeremo berlusconi ma non gli daremo il voto.

Stratocaster

Mer, 27/06/2012 - 11:48

Ma ancora parla? Ha avuto a disposizione 8 anni, poteva e doveva fare qualcosa, ma cosa ha fatto in realtà? Poco pochissimo per l' Italia se non il negare la gravissima crisi già in corso, ricordate? "Ci sono ristoranti pieni e abbiamo difficoltà a trovare un posto in aereo"...... Ancor oggi e chissà per quanto ancora, ne paghiamo le conseguenze.

LOUITALY

Mer, 27/06/2012 - 11:47

Il PDL è complice di un golpe istituzionale e oligarchico. Complice della dittatura delle tasse. Complice dei voti di fiducia contro il popolo. Ridicolo e penoso allo stesso tempo. Il partito che ha promesso l'abolizione dell'ICI e ci ha portato l'IMU. Mai più PDL, mai più golpisti e traditori di fiducia! W la DEMOCRAZIA W la LIBERTÀ

Demostene2010

Mer, 27/06/2012 - 11:52

Il nostro amato Cav e sostiene Monti perché, molto semplicemente, non sa cos’altro fare. Però, ovviamente, deve anche dare ad intendere ai banans che lui è contro Monti. Da questa esigenza mistificatrice nasce la giornaliera pagliacciata di un partito – il PdL – che, alla fine, vota tutto quello che Monti dice di votare, mentre Angelino lancia ultimatum, Cicchitto minaccia, il Cav “ammonisce”, “bacchetta”, “mette in riga”...Comunque devo dire che, anche nel contesto di questa politica da avanspettacolo, la trovata propagandistica di oggi (il Cav sostiene Monti ma non gli dà fiducia) è particolarmente idiota: probabilmente gli “esperti di comunicazione” del Cav già stanno pensando alle vacanze.

Arruffato

Mer, 27/06/2012 - 11:55

La più grande delusione del governo Monti è stata l'insipienza, il corto respiro delle misure prese. Se il taglio delle spese, ammesso che si faccia, fosse partito insieme al decreto salva Italia, tutto sarebbe stato diverso oggi. La scarsissima efficacia dei decreti "cresci Italia" e "Semplificazioni" e della riforma del lavoro che peggiora più che migliorare la gestione delle risorse umane, lasciano senza parole. Tutto questo fa quasi rimpiangere la casta dei politici. Ma era proprio necessario sospendere la democrazia per fare tutto questo niente?

INGVDI

Mer, 27/06/2012 - 12:02

Lasciare andare avanti questo governo è da irresponsabili, no mandarlo a casa. Il danno più grave prodotto da questo governo senz'anima è aver tolto la speranza del mondo produttivo, degli artigiani, dei commercianti, del popolo delle partite IVA, della gente che lavora e mantiene in vita la baracca Italia. Vergogna Monti! Vergogna Berlusconi!

Stan75

Mer, 27/06/2012 - 12:07

Vorrei che qualcuno del Giornale confermasse e/o commentasse le parole dell'onorevole Cicchitto, riportate da Repubblica, riguardo ai lavori del Parlamento: "Io ve lo dico: se ci volete far stare qui fino al 12-13 di agosto, sono problemi vostri... A quel punto ve la dovrete trovare voi una maggioranza: in bocca al lupo!".

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 27/06/2012 - 12:12

Il Cavaliere è dalla parte di tutti i politici italiani. Dall'altra; rispetto alla gente ........

fossog

Mer, 27/06/2012 - 12:20

A qualcuno interessa come vedo IO, normale cittadino italiano, queste due persone che SEMBRANO tanto diverse tra loro e che INVECE sono tanto UGUALI nelle loro azioni ? Monti è il solito burocrate, parte dfi quella classe dirigente che dalla politica riceve i propri incarichi, e che quindi alla politica non toglie di bocca l'osso dello spreco e delle convenienze di lobby. Monti Rettore per scelta della politica, Monti Commissario UE per scelta politica, Monti Premier per scelta politica e con la politica sempre a braccetto anche nel mettere tasse e salvare gli evasori, i patrimoni, le rendite che non lavorano. Berlusconi è UNO dei suoi tre padroni, uno di quelli che gli dettano le cose da fare per l'interesse della propria parte, e che lo lasciano libero solo in pochi tecnicismi che però, con l'enorme spreco statale politico, servono a ben poco. Insomma le due facce di una stessa BRUTTA/MISERABILE MEDAGLIA, una medaglia da cestinare tutta alle prox elezioni.

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 27/06/2012 - 12:18

Il Cav sostiene Monti ma non gli dà fiducia.Provate a chiedere a MONTI e a qualche milione di Italiani quanti darebbero fiducia al cavaliere.

gianfranco199

Mer, 27/06/2012 - 12:18

Monti finora, ha in parte disatteso le aspettative,ma una classe politica lurida e incapace,lo condiziona non poco.Questi dementi politici,anche di sx ,andrebbero commissariati per un tempo illimitato,dando la possibilità al governo Monti,di salvare l'Italia dal fallimento,causato da corrottii,incapaci,ministre veline e condannati del precedente governo.Ma tutto ciò purtroppo ,anche se necessario,non è conforme con la costituzione.Dovrebbe minacciare definitivamente l'abbandono della nave e denunciare pubblicamente il ricatto, quotidiano di un delinquente plurindagato e pluriprescritto,che ha distrutto una nazione.Questo vecchio malato è una scheggia impazzita e andrebbe eliminato definitivamente,dandogli un salvacondotto.

epc

Mer, 27/06/2012 - 12:25

A me invece la posizione di Berlusconi sembra abbastanza chiara (finalmente!:) Monti, ti diamo appoggio perchè vai al famoso vertice europeo, ma se ci vai fai la voce grossa con la Merkel ecc. per far approvare le proposte che porta avanti l'Italia, a cominciare dagli Eurobond! Se invece ci vai per calare le braghe su tutta la linea, allora niente fiducia! Appoggio per fare gli interessi dell'Italia sui punti proposti dall'Italia, niente fiducia per negoziare soluzioni al ribasso per tutti! Invece da come si mettono le cose direi che Monti va proprio con quest'ultima idea....

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Mer, 27/06/2012 - 12:26

#28 gianfranco199 (179) , Penso che Lei abbia proprio ragione , condivido in pieno quello che ha scritto.BRAVO.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/06/2012 - 12:28

Berlusconi sostiene Monti ma non gli dà fiducia: ok, ora ci dovrebbe spiegare il motivo per cui il Pdl, nella persona del vacuo Alfano, continua a votare la fiducia in Parlamento. Forse Silvio ha paura di non essere rieletto? Questa è certamente “la” preoccupazione dei suoi uomini, a cominciare da Angelino, ma non può essere la sua.

ronofri53

Mer, 27/06/2012 - 12:29

massimo canistrà : fra i due commenti che lei ha lasciato quello davvero interessante è il numero 4. Poteva fermarsi li.

gigggi

Mer, 27/06/2012 - 12:44

Fossog , stamattina ho ricevuto la lettera inps in cui mi si annuncia un ulteriore prelievo dett "CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA" , creatura della fornero che assieme a tuttle tasse e balzelli regionali comunali e porcherie varie di berlusconiana memoria mi diminuisce gli emolumenti mensili di 120 euri mensili...e, se aggiungo la mancata perequazione arriviamo a 170 euri.Avevo intenzione di mettere una rata per un auto nuova ( l'attuale ha 11 anni)...rinuncio.Con la mia consorte abbiamo anche deciso di tagliare alcune spese che potrebbero sembrare superflue ma le cause di forza maggiore ...son queste.A chi dare la colpa??? A prodi che con visco e la sua rivoluzione fiscale mi ha decurtato la tredicesma di 350 auri??? A berlusconi falso e ipocrita promettitor che mi ha sganasciato di tasse a venire??? Di monti grandissimo ecomista come tremonti???Percio' non mi resta che abbaracciare la tua tesi con l'aggiunta di una cancrena vera a tutti e tre, che non hanno questi problemi...o no????

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 27/06/2012 - 12:37

Le primarie del PDL. Candidati Alfano, Santanché e Galan. Su Alfano è meglio sorvolare: i suoi limiti li vediamo ogni giorno. Quanto alla Santanché di recente si è distinta nell’invitare gli Italiani allo sciopero fiscale, per giunta contro provvedimenti votati anche dal Pdl: impresentabile. Forse l'unico presentabile è Galan, di cui so molto poco. Comunque chi li va a votare questi tre? Io me ne sto a casa. Una battaglia senza speranza.

ronofri53

Mer, 27/06/2012 - 12:39

#29 epc : scusa ma non poteva farlo direttamente Berlusconi qualche mese fa ?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 27/06/2012 - 13:36

#28 gianfranco199 Ho letto la tue considerazioni piene di amorosi sensi verso Berlusconi. Però tu ti sei fatto conoscere... Forse sei il presidente della Camera Gianfranco Fini?

Ritratto di romy

romy

Mer, 27/06/2012 - 14:27

Sentenza di non luogo a procedere per la vicenda dei diritti televisivi della società Rti, controllata da Mediaset. Il gup Pier Luigi Balestrieri, ha assolto perché il fatto non sussiste, tutti e 12 gli imputati tra cui Silvio Berlusconi, il figlio Piersilvio e il produttore televisivo americano Frank Agrama.Nell'ottobre scorso anche il gup di Milano aveva prosciolto Berlusconi e a questa decisione la procura milanese ha presentato ricorso. Per i fatti relativi al 2003 il giudice ha stabilito la prescrizione. I difensori si sono detti soddisfatti della decisione e hanno spiegato: "Dove era possibile, il gup ha assolto e prosciolto, dove invece è intervenuta la prescrizione, ha dovuto prendere atto del tempo trascorso".

gedeone@libero.it

Mer, 27/06/2012 - 15:03

Poche storie caro Monti. O dimostri di poter fare qualcosa di concreto per il Paese oppure trai le conseguenze. Il tempo sta per finire.

epc

Mer, 27/06/2012 - 17:34

#35 ronofri53: buongiorno. Ha ragione, poteva e doveva farlo Berlusconi qualche mese fa. Infatti una delle cose che imputo a Berlusconi è quella di non avere agito con abbastanza decisione con l'Europa. D'altronde, se ricorda, mi sembra che Berlusconi ci abbia almeno provato, ed in un clima fortemente sfavorevole, dato che la stampa italiana se ne faceva beffe e tutti i poteri (magistratura politicizzata, sindacati, Quirinale) gli davano contro in tutti i modi leciti ed illeciti. Vediamo se ora Monti, avendo a disposizione non solo una grandissima maggioranza, ma anche l'appoggio dei suddetti poteri, riuscirà a combinare qualcosa. Certo però che se prima ancora di partire, Monti (amato e rispettato da tutti a livello europeo e mondiale, almeno a sentire i suoi agiografi) già mette le mani avanti proponendo soluzioni di ripiego, direi che cominciamo male... Saluti