Ce la fa il «brutto» del web L'esultanza della rete

Ora che Nicola Zifarone (nella foto) è stato finalmente eletto con M5S nel consiglio comunale di Venosa, il popolo di Twitter che lo aveva massacrato esulta, ammirandolo infine per il coraggio mediatico dimostrato. In effetti «Zifa» non è proprio uno splendore. L'occhiaia rubiconda, il dente tendente all'ocra e l'espressione di chi è riesumato da un sonno decennale non contribuiscono ad infondere la fiducia «classica» da manifesto elettorale, che infatti viene regolarmente ritoccato grazie a Photoshop. Il Zifa se ne frega e promette onestà, trasparenza e pulizia. Qualcuno spera che nell'impegno sia compreso anche l'assetto dentale.