La cena da mille euro che affonda l'assessore

Ha deciso di fare un passo indietro e lasciare. Marcello Moro, assessore al personale del comune di Bergamo, è finito nel mirino per una serie di inchieste che lo coinvolgono. Le accuse vanno dalla corruzione, per una presunta mazzetta da 50mila euro che avrebbe ricevuto da un imprenditore, al falso ideologico e materiale, per aver apposto una firma falsa su un documento di nomina. Ma l'indagine che ha fatto più rumore lo vede indagato per truffa aggravata. La sera di San Valentino del 2011, Moro cenò con il calciatore Sergio Floccari, allora alla Lazio, e le rispettive mogli e il conto da mille euro - pagato dal giocatore - finì in nota spese. Moro ha parlato di «svista» ma intanto ha fatto un passo indietro.