Che succede ora nel Pd?

Civati, Puppato, Gozi e Zampa dicono sì alla fiducia. Bindi: "Voterò fiducia". Intanto si lavora per il dopo Bersani

Il governo Letta ha giurato, ma che succede ora nel Partito democratico? La situazione è tutt'altro che tranquilla, nonostante che a guidare Palazzo Chigi sia il vicesegretario del Pd. Facile comprenderne le ragioni, visto quello che è successo nelle ultime settimane, con Bersani disarcionato dopo la doppia bocciatura al Quirinale (prima di Marini poi di Prodi) e la nascita del governo delle larghe intese, nato sotto la spinta forte di Napolitano.

A saltare subito all'occhio è l'esclusione di Massimo D'Alema, che fino all'ultimo era in pole position per una poltrona di peso (Farnesina?). Alcuni uomini a lui vicini, però, sono entrati nella squadra di governo: Andrea Orlando e Massimo Bray. Ora, prima di valutare a pieno il livello di nervosismo delle varie correnti, bisogna aspettare la distribuzione della altre poltrone, quelle di viceministro e sottosegretario. E c'è da vedere cosa farà chi, come Pippo Civati, aveva manifestato l'intenzione di non votare la fiducia al governo. Continuerà questa forma di protesta, rischiando l'espulsione dal partito? Oppure verrà a più miti consigli?

Intanto spunta un "documento del disagio". A firmarlo sono, con Civati, altri parlamentari del Pd: i prodiani Sandro Gozi e Sandra Zampa, oltre a Laura Puppato. Vedremo se a questi nomi ne seguiranno altri. Il documento del disagio più che altro è un avvertimento: sì al governo Letta ma attenzione alle leggi ed ai provvedimenti che verranno adottati. Non saranno ammesse sbavature rispetto al programma del centrosinistra. Bisognerà vedere fino a che punto si spingerà la fronda degli scontenti.

"Accordiamo la fiducia a questo governo assumendoci le nostre responsabilità di eletti", si legge nel documento a firma Civati, Gozi, Puppato e Zampa, che in direzione avevano manifestato perplessità verso un governo di intesa anche col Pdl. Il loro è un voto di fiducia nella "speranza che in questa fase di emergenza democratica, economica, sociale ed europea rinasca l’obbligo morale di rappresentare quel cambiamento di stile e di obiettivi di cui gli italiani sentono un disperato bisogno... un atto di responsabilità individuale e collettiva che ci assumiamo nei confronti di tutti gli italiani e di coloro che ci hanno dato fiducia con il loro voto. Una fiducia che vogliamo meritarci ogni giorno di più".

Sono giorni di forte fibrillazione. Il 4 maggio l'assemblea del Pd dovrà decidere come muoversi per gestire il dopo Bersani. Dovrebbe essere nominato un nuovo segretario (due terzi dell'assemblea nazionale possono eleggerlo), e in pole-position, a quanto pare, c'è il bersaniano Stefano Fassina. E in autunno, salvo sorprese (elezioni) ci sarà il congresso. Renzi che farà? La sua è una posizione non facile: non può non fare il tifo per Letta, ma al contempo la leadership del pisano mette in secondo piano la sua. Sotto sotto, anche se non lo dirà mai, il sindaco di Firenze preferirebbe tornare alle urne, sperando di riuscire ad essere lui il candidato premier. Ma dopo Bersani sarebbe da "rottamare" un certo Letta.

"Voterò la fiducia" al governo, fa sapere Rosy Bindi a "Protagonisti" su Rai1, pur ribadendo le proprie perplessità sulle larghe intese. La Bindi ha manifestato anche "apprezzamento per la squadra di governo che oggi ha giurato". Poi la parlamentare toscana recita il mea culpa: "Io penso che il Pd ha sbagliato molte cose e invece Berlusconi ha portato a casa risultati importanti".

Commenti

vince50

Dom, 28/04/2013 - 16:51

Ma la rosina non aveva dato delle dimissioni?.I gatti hanno soltanto sette vite,i comunisti sono immortali chi li sottovaluta ne pagherà le conseguenze.

vince50

Dom, 28/04/2013 - 17:10

Che succede ora nel Pd? molto semplice.Staranno a guardare da buoni opportunisti.Se gli farà comodo(per il futuro)appoggeranno ampiamente Letta,altrimenti diranno:noi lo sapevamo.In ogni caso saranno sempre presenti nei secoli dei secoli.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 28/04/2013 - 17:10

i panni sporchi si lavano in famiglia :-))

Wolf

Dom, 28/04/2013 - 17:23

Ennesima prova di viltà di questi personaggi.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Dom, 28/04/2013 - 17:30

"Perdindirindina" udite,udite cosa dice la passionaria doc:"Io penso che il Pd ha sbagliato molte cose e invece Berlusconi ha portato a casa risultati importanti". Sono trascorsi vent'anni di linciaggio morale,materiale,fisico al Berlusca e ritrovarlo ancora in pista dove tutti i suoi colleghi hanno fallito,compreso la canea schierata in attesa della fine dello stesso,fa risaltare l'enormità degli errori compiuti per accopparlo (politicamente s'intende) Bene,meglio tardi che mai,ma cribbio,vent'anni è da fucilazione.

scipione

Dom, 28/04/2013 - 18:47

La paura di essere espulsi dal partito,essere mandati a fan....lo e perdere la cadrega spegne i bollenti spiriti della solita viscida Bindi e compagni.

Daniele Sanson

Dom, 28/04/2013 - 18:48

Ho seguito Rosy Bindi nell'intervista e ne ho colto il malessere.Non le è costato poco dover ammettere che dopo anni di politica,visto il filmato del 1993,non solo non ha combinato niente ma ha dovuto pure ammettere che il suo arcinemico Berlusconi ha raccolto di più come dire una dura lezione di politica da chi non arrivava dalla politica.E l'amaro le è uscito dalla bocca ponendo dubbi sulle decisioni gravi che spetteranno al governo di coalizione, come faranno,dove troveranno i fondi,noncurante del fatto che un PD al governo non si sarebbe trovato con gli stessi problemi. danisan

Ritratto di romy

romy

Dom, 28/04/2013 - 19:04

Ma invece di dire e non dire?,ci dicano con chiarezza quelli del PD cosa non condividono,nei contenuti,negli otto punti programmatici del PDL.Forse l'IMU,?allora si faccia un decreto che a pagarla saranno solo quelli della sinistra,così saranno accontentati,io non ci capisco più nulla su queste differenze tra PD e PDL,io l'unica differenza che vedo,è che a sinistra e non solo,si odia Berlusconi e tutto quello che dice e tocca,da oltre 18 anni a questa parte.Io ci farei sopra un processo,ma a porte aperte sull'Italia,come ai tempi di mani pulite,così si chiarirebbe,una volta per tutto,chi è Berlusconi?,cosa ha fatto di buono per l'Italia e continua a fare? e chi sono i suoi odiatori di professione e perchè si è voluto plagiare un ventennio con lotte e critiche inutili?,invece di riformare,tutti insieme,l'Italia che ne aveva un gran bisogno,cosa che si vorrebbe fare,solo oggi che siamo quasi alla canna del gas,con il governo Letta???????,cosa in cui non credo,perchè il lupo perde il pelo ma non il vizio.Siamo ad un'altra fase del teatrino della politica,vedrete che le spese non saranno tagliate,ma aumenteranno sempre più,e con esse i privilegi dei soliti.Questa Italia,così come composta oggi,non è più salvabile,sarà un mio punto di vista,ma a breve lo capiranno tutti.L'Italia,per salvarsi,doveva avere già da tempo un Presidenzialismo,uno solo che si prendeva la responsabilità di tutto,da rivotare se agiva ok,da mandare via a pedate se viceversa.Oggi siamo ancora nel pieno del marasma politico, dove tutti comandano e nessuno comanda,dove tutti possono nascondere dietro un dito le loro responsabilità,dove puoi lanciare il sasso ma nascondere la mano con faciltà.Mi fermo quì,ma per abbattere un grande uomo ed in auge nell'ultimo ventennio,non si è badato al bene della collettività,ci vengano a dire,costoro,le cose diaboliche desiderate dal Cavaliere in questi quasi 20 anni?,ma che non siano i soliti falsi slogan,con cui è stata plagiata mezza Italia,quella che nasceva in questi 20 anni e che non aveva esperienza alcuna di capire di come spesso si mimetizza il vero lupo cattivo.........Un giorno lo capiranno sulla loro pelle,ma sarà troppo tardi.

piero1939

Dom, 28/04/2013 - 20:23

RUBARE SOLDI E NON ESSERE CONDANNATI O PERSEGUITATI COME QUELLI A CUI PIACCE LA GNOCCA NON FACILE RINUNCIARVI MICIO MICIO BAU BAU, PETTINATE LE BAMBOLE E NON ROMPETE LE PALLE TANTO NON VI CREDE PIU' NESSUNO, SBANDATI E PERDITEMPO. QUI NON C'E' PIU' NIENTE DA RUBARE. ANDATE IN RUSSIA CHE PUTIN VI SISTEMA PER LE FESTE..

Azzurro Azzurro

Dom, 28/04/2013 - 22:52

ma la bindi non aveva dato le dimissioni? Azzo ma sti komunisti sono come i vampiri risorgono sempre...ci vorrebbe un paletto (no non nel culo sarei volgare....:) ) nel cuore....

Baloo

Lun, 29/04/2013 - 00:30

Se Rosy votasse contro potrebbe cercarsi l'albero dei traditori,come Giuda Iscariota. Questo Letta,fin qui ha svolto un discreto lavoro che non osavo sperare da un mmembro del PD,normalmente fazioso e privo di capacità di confronto come accade a chi è prevenuto ed ha la tirannide nei geni,a prescindere dalle chiacchiere che fa intorno alla democrazia ed ai suoi giuramenti sulla Costituzione che non conosce malgrado lauree mal prese!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 29/04/2013 - 00:59

Mi è difficile capire come mai i quotidiani continuino a massacrarci le olive con i racconti delle beghe interne del PD. Pare che tutto il paese debba sorbirsi le menate della Bindi, le urla sconclusionate del perdente Bersani, ed il cicaleccio di quelli che stanno sgomitando per arrivare in cima al partito. NON SAREBBE ORA DI DIRE BASTA A QUESTO STRAZIO?

papik40

Lun, 29/04/2013 - 02:24

Civati ha negato di aver apposto la propria firma sul documento e la dichiarazione/giustificazione di Sandra Zampa è un classico esempio della toppa che è peggiore del buco! Infatti è illuminante apprendere come "la presenza della firma di Civati è frutto di un’incomprensione(?) del tutto innocente e banale tra gli estensori del documento"! Gli estensori dei documenti in casa PD hanno i “timbri firma” di tutti oppure autoconfezionano documenti alla membro di cane falsificando le firme degli interessati? Una cosa è affermare che il tizio ha dato la propria adesione (e nel caso l’incomprensione ci sta!) ma la “presenza della firma” come può essere un’incomprensione oltretutto innocente e banale? Se l’interessato smentisce di aver firmato un documento gli estensori hanno predisposto e/o diffuso un documento FALSO! Chi di “disinformatio” ferisce di disinformatio perisce! Pensare che questi signori hanno anche il coraggio di dare di non credibile e imprensentabile agli altri!