Chi è

Toni Capuozzo, vicedirettore del Tg5, inviato di guerra e conduttore del settimanale del Tg5 «Terra!» compirà 60 anni il prossimo 7 dicembre. È nato a Palmanova (Udine) da padre napoletano e madre triestina. Sposato, due figli, inizia l'attività di giornalista nel 1979, collaborando a Lotta continua, e diviene professionista dal 1983. Lasciata Lotta Continua scrive per Reporter, Panorama Mese ed Epoca. Successivamente, si occupa di mafia per il programma Mixer di Giovanni Minoli. In seguito, opera presso alcune testate giornalistiche del gruppo editoriale Mediaset (Tg4, Tg5, Studio Aperto). Come inviato di guerra - ha cominciato con la Rivoluzione in Nicaragua, poco dopo la laurea e il servizio militare - ha vinto numerosi premi giornalistici: tra gli altri, nel 1998, quello intestato alla memoria di Ilaria Alpi, e nel 1999 il premio Saint Vincent per il servizio «Il dramma delle foibe». Dal 2001 cura e conduce con Sandro Provvisionato «Terra!», il settimanale di approfondimento del Tg5 che scandaglia fatti piccoli e grandi d’Italia e non solo. In redazione tiene sempre a portata di mano sacco a pelo e valigie, per fronteggiare eventuali partenze improvvise.
Nel 1986 ha scritto «Il giorno dopo la guerra», pubblicato da Feltrinelli. Del 2007 sono invece «Adios», per i tipi di Mondadori, e «Occhiaie di riguardo» (Piemme), una raccolta di articoli scritti per Il Foglio, del quale è editorialista.