Chi è

Lanfranco Tenaglia è nato a Chieti il 17 ottobre del 1961, deputato alla Camera, nel Partito democratico ricopre dal 2008 la carica di «ministro ombra» della Giustizia. Laureato in giurisprudenza ed ex magistrato, è stato nominato uditore giudiziario nel 1989 a Treviso. Dal 1995 al 1998 ha fatto parte del Consiglio superiore della magistratura. Ha lavorato poi a Venezia, diventando giudice di Corte d’appello. Per quanto riguarda la carriera politica è stato eletto alla Camera dei deputati per la prima volta nel 2006 ed è stato responsabile sui temi della giustizia per la Margherita. Nel 2008 è stato rieletto alla Camera e dal 9 maggio ha ricevuto l’investitura a ministro ombra del Pd, scelta criticata dal radicale Maurizio Turco.
In una recente intervista a Radio radicale ha criticato la messa in prova per i detenuti nei casi di reati gravi, mentre ha aperto a tale ipotesi per i reati con pena massima di due anni di carcere. «Così si risparmierebbe il processo per molti reati che attualmente vanno a ingolfare gli uffici dei giudici di pace e dei tribunali monocratici. È un istituto che va sperimentato e può dare risultati positivi».